ultima modifica il 15/12/2017

 

I delitti degli immigrati soprattutto irregolari

Correlati: densità delinquenziale allogeni/indigeni densità differenziale, inganni dialettici; ius soli

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Gli immigrati regolari non hanno densità delinquenziale sensibilmente superiore agli indigeni, gli irregolari sì, il che finge di non sapere chi vorrebbe frontiere aperte senza se e senza ma per convenienza partitica o per ipocrito volemose bene che tradisce perfino la carità cristiana, che Gesù praticò sempre coniugata con la verità per far ammettere con pentimento i comportamenti sbagliati lesivi del prossimo e farli cessare, non per ammetterli in negligente tolleranza con pelosa misericordia.

 

 

15/12
2017

il <Trentino> revoca l'accoglienza ai tre richiedenti asilo arrestati per violenza sessuale nei confronti di una giovane straniera.

26/11
2017

<vocetn>: Tenta di rubare nella sala Mortuaria del Santa Chiara minacciando i parenti del defunto, arrestato extracomunitario, alterato, colluttazione coi carabinieri.

24/11
2017

<popilista>: panico al pronto soccorso di Careggi (FI) "Visitatemi subito!". Tunisino sfodera il coltello in ospedale prima di essere bloccato ha sferrato alcuni calci contro un defibrillatore, senza danneggiarlo. Voleva passare avanti a tutti

24/11
2017

<fattoq tg  rai et>: Torino, ragazza incinta a 11 anni: arrestato per violenza sessuale un nigeriano 35enne al quale i genitori affidavano la piccola mentre lavoravano.

12/09
2017

annotare qui stupri vari in quel di Rimini da parte di marocchini e bengalese: anche gli italiani abusano delle donne (vedi i due carabinieri), ma occorre discernere la densità differenziale.

07/09
2017

<vocetn>: 20 immigrati contro capotreno ad Ala. Minacce, insulti e lanci di lattine e bottiglie. È il quinto episodio in 20 giorni.

03/03
2017

<larena>: 26enne nigeriano colpisce con pugno il capotreno che gli chiede il biglietto e poi si scaglia contro i poliziotti che lo vogliono fermare.

02/12
2016

<primato>: La Procura di Milano indaga su un presunto maxi-riciclaggio da circa 2,7G€, implicante contante accumulato da money transfer abusivi gestiti da immigrati cinesi, “sistematicamente trasferito all’estero mediante bonifici bancari sui conti correnti accesi nel Regno Unito e da lì ai beneficiari finali in Cina”.

03/10
2016

<corriere>: Dobbiamo mettere lo Stato di diritto non solo tra le più importanti conquiste europee, ma tra le nostre più grandi priorità ... Occorre toccare con mano i rischi di violazione dei diritti fondamentali derivanti dalle emergenze umanitarie. [CzzC: mi pare che l’articolo ritenga che quel toccare con mano i rischi riguardi solo eventuali violazioni dei diritti degli immigrati, magari anche di quelli che delinquono, e con questa parzialità inganna il lettore inducendolo a sottovalutare i rischi in cui incorrono i paesi accoglienti quando il numero degli accolti superasse la nostra capacità di loro integrazione come dice anche il Papa]

11/07
2016

<voceTN>: una capotreno 45enne finisce al Pronto soccorso aggredita da tre nigeriani senza biglietto mentre il mezzo stava raggiungendo la stazione di Rovereto

05/04
2016

<voceTN>: Protesta profughi, violenze e minacce agli operatori della struttura che li ospita a TN: emergono verità inquietanti; richiesta immediata di allontanamento di 9 richiedenti asilo da parte della Provincia autonoma di Trento per minacce e violenze compiute sugli operatori ... E intanto qualcuno del centro di accoglienza spaccia

22/02
2016

Svezia: <zerohedge et>: ogni società ha una soglia di capacità di assorbimento (integrazione) degli immigrati, correlata al mercato del lavoro, alle abitazioni, alle prospettive economiche, ecc. Sotto tale soglia è abbastanza fattibile, sopra si innesca una difficoltà cumulativa: Gli immigrati sono il 20% della popolazione ma diverranno il 40% in 30 anni (a Malmo sono già al 50%) e > 40% sono disoccupati. L'afflusso recente ha sovraccaricato il sistema e stiamo vivendo una ondata di criminalità: aggressioni di massa sulle donne, un sacco di combattimenti con coltelli ...

11/01
2016

<corrieredelmezzogiorno>: Pakistano molesta una 14enne: residenti assaltano il centro d’accoglienza dei rifugiati al rione Matierno di Salerno.

10/01
2016

<liberoq> Col passare del tempo si mettono insieme tanti pezzi della brutta storia degli stupri di Capodanno in Germania. Si è scoperto che in una città della Westfalia, Bielefeld, lo scrive il Westfalen Blatt , 500 uomini avrebbero forzato l’ingresso in una discoteca, l’Elephant Club e avrebbero molestato molte donne.

10/01
2016

<sussidiario>: il 35% dei 49.592 detenuti che affollano in questo momento (dati ministeriali al 31 dicembre) le carceri italiane sono extracomunitari immigrati di cui la componente non-europea rappresenta la fetta prevalente, e sono dentro per reati comuni ( spaccio, rapina, furto, ricettazione, omicidio, violenza anche sessuale ...)  Questi dati e i fatti di Colonia confermano come l'integrazione dei rifugiati in specie e dei migranti in genere (che è sia un obbligo morale sia una necessità storica per Paesi come le vecchie nazioni europee), non è una passeggiata di salute.

08/01
2016

<bussolaq>: immigrati molestano decine di donne la notte di Capodanno a Colonia e in altre città tedesche: "pesanti delitti sessuali di una dimensione completamente nuova". [CzzC: la dimensione e l'organizzazione dell'attacco demoliscono l'alibi di singoli impazziti, ed àncorano il delitto ad intolleranza insegnata e pilotata dall'alto; intanto nei nostri atenei si insegna comprensione verso certi altrui trattamenti della donna che da noi sarebbero criminali: ad es ... continua]

15/03
2015

<giornale>: marocchino espulso nel 2007, poi rientrato in Italia coi barconi, da ubriaco e drogato uccide un innocente 27enne. [CzzC: gli immigrati regolari non hanno densità delinquenziale sensibilmente superiore agli indigeni, gli irregolari sì, il che finge di non sapere chi vorrebbe frontiere aperte senza se e senza ma per convenienza partitica o per ipocrito volemose bene che tradisce perfino la carità cristiana, che Gesù praticò sempre coniugata con la verità per far ammettere e far cessare la condotta peccaminosa]

<nn126>: purtroppo però senza lavoro e casa le probabilità di delinquere aumentano. Per questo vanno aiutati i Paesi [CzzC: purtroppo l'aiuto più generoso vien dato loro in armi, in prestiti utili a comperare i nostri prodotti o sudditanza islamica (vedi donne curde pagate dai wahhabiti purché indossino il velo), in contropartita di land grabbing o di accettazione dei nostri rifiuti tossici, o per assecondare nababbi di stato padroni di materie prime i cui proventi depositano in paradisi fiscali; tutto ciò anziché boicottare i governanti corrotti e maestri di odio e aiutare i paesi poveri con investimenti utili a farli camminare liberi con le loro gambe: la mega finanza non pare ispirata dalla dottrina sociale della chiesa ...]

28/01
2010

<ansa>: l'80% dei denunciati è irregolare; 1/3 dei reati violenti in Italia sono commessi da stranieri. Stando all'Istat, gli immigrati sono autori del 39% delle violenze sessuali, del 36% degli omicidi e di 7 borseggi su 10. Tuttavia gli immigrati regolari non delinquono più degli italiani: sul totale dei denunciati gli stranieri in regola sono il 6%. Secondo il Sindacato della polizia penitenziaria, il 38% dei detenuti è straniero.

01/08
2000

Uno dei trucchi dialettici è confondere la densità differenziale con quella assoluta, sperando che i lettori/uditori non s’avvedano dell’inganno: nella fattispecie sgamo il dir de l’Adige [CzzC: Egr. Direttore, con riferimento alla lettera di pari titolo – l’Adige 01/08/2000 pag. 17, pur rischiando di passare, non volendo, per sostenitore delle opinioni di Federico e Filippo Prati, mi permetto di dissentire dall’inciso contenuto nella risposta-domanda del giornalista che, riferendosi alle uccisioni commesse dai “nostri” anziché dagli altri, le definisce evento statisticamente più frequente. A casa mia gli immigrati sono rispettati e talvolta pure ospitati a tavola:  condannano al pari nostro i delinquenti e, consapevoli che il delitto degli “allogeni” capita molto più spesso di quello degli indigeni relativamente al rapporto allogeni/indigeni, sanno quanto ciò nuoce all’immagine dei tanti di loro che collaborano con gli indigeni rispettando parimenti le regole della civile convivenza.

Avrei tralasciato l’avverbio “statisticamente” piuttosto che usarlo a sproposito supponendo che i lettori non s’avvedano del trucco CzzC – Rovereto.]