ultima modifica il 25/11/2017

 

 

Turchia: foraggiò Isis quella di Erdogan, che poi scottato dagli illuminati, se ne discostò

Correlati: genocidio degli Armeni, Ataturk, turco-massoneria; Curdi, inciucio/Isis: resipiscenza? ammessi danni; cambiamento dopo golpe2016.07

 

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Ho conosciuto Turchi in gamba, pure colleghi, integrati perfettamente in Germania e molti cittadini della Turchia meriterebbero di essere cittadini europei; ma

- spiace che la nascita della Turchia moderna con Ataturk (favorita dai lumi massonici) sia stata lordata dal genocidio degli Armeni che il Paese si ostina a negare e che vorremmo riconoscesse come precondizione per entrare in Europa (potresti firmare qui se condividessi tale requisito)

spiace che la Turchia abbia fatto guerra alla Grecia per strappare una parte di Cipro dove cancellare tracce e dilapidare il patrimonio di arte cristiana;

spiace che in Turchia si sia ridestato l’integralismo islamico quantomeno per velare le donne e banalizzare gli assassinii di don Andrea Santoro e del Vescovo Luigi Padovese;

spiace che l’Erdogan, che voleva entrare in Europa, abbia foraggato il terrorismo jihadista quantomeno in funzione anti Assad, che costò massacro e diaspora di cristiani, yazidi, sciiti, ...;

spiace che Erdogan usi anche il pretesto del tentato golpe per licenziare, incarcerare, torturare avversari politici fregandosene del rispetto dei diritti umani:

non spiace che l’Erdogan foraggiatore di Isis, scottato dagli illuminati nel 2016, se ne sia discostato.

 

 

27/10

2017

<strategic antidipl>: nell’intervista merc 25Ott alla Qatari TV, l’ex Primo Ministro del Qatar, bin Jaber al-Thani, ha rivelato che il suo paese, insieme all'Arabia Saudita, alla Turchia e agli Us iniziò fin dal 2011 a spedire armi alla galassia dei jihadisti siriani, e da lì a Isis. Il Qatar ha "documenti completi" e registrazioni che dimostrano che la guerra era prevista per determinare il “cambiamento del regime” in Siria.

22/07
2017

<tempi>: L’islam di riferimento del Pd a Milano tifa Erdogan: «La Turchia torna a essere una grande nazione musulmana»

12/07
2017

<ansa >: Erdogan: l'UE non ci invita ai summit, ci fa perdere tempo, sarà confortante se ci dirà che non può accettare la Turchia nella Ue, allora noi cominceremo il nostro piano B e C. [CzzC: spero che i più saggi della Ue si rendano conto che il sultano ci tratta solo come ricattabili, fregandosene del rispetto di libertà e altri diritti umani]

09/07
2017

<repubblica>: Turchia, centinaia di migliaia in piazza a Istanbul per la "giustizia" e contro Erdogan, la più grande manifestazione organizzata dall'opposizione dal 2013 [CzzC: preghiamo che sia per una giustizia più vera di quella di “illuminati” golpisti]

29/04
2017

Erdogan blocca l'accesso a tutte le versioni linguistiche di <Wikipedia>: appello per il ripristino del libero accesso all'informazione.

23/04
2017

Gabriele Del Grande torni libero dalla Turchia; si liberi da truci trame di tifosi di Soros: ancorché ad oggi non ancora iscritto all’albo, è un giornalista che segue in particolare i migranti: vedi suo blog Fortress Europe, che è stato sostenuto dalla Open Society Foundation di George Soros: lo confermerebbe anche l’Agenzia Giornalistica Italiana (AGI); è ben referenziato sul sito OSF (vedi 2014.10.02 On the Bride’s Side: A Conversation with Filmmaker Gabriele Del Grande).

17/04
2017

<sentire avvenire>: Erdogan vince di misura il referendum del sultano. L’Osce: non rispettati gli standard democratici <adnkronos> l’opposizione denuncia brogli [CzzC: un illuminato islamista che decantasse i minareti le nostre baionette e i fedeli i nostri soldati potrebbe anche usare Taqiyya e Kitman per ingannare gli avversari, o no?]

31/03
2017

<Negri/Sole24h>: «la Siria è il “capolavoro” della coppia Obama-Clinton. Prima hanno cercato di abbattere Assad, seguendo i desiderata degli alleati Arabia Saudita e Turchia, poi, visto che stavano spianando la strada ai peggiori jihadisti del Medio Oriente, si sono tirati indietro, restando a guardare mentre il Califfato si espandeva a macchia d’olio». Fallito pure l’addestramento di milizie ribelli contro l’Isis e Assad

09/03
2017

<tempi>: Siria. Triangolo militare turco-russo-americano. Nell’indifferenza dei media italiani, si è svolto a Antalya un importante summit per decidere la sorte di Manbij, città contesa dai ribelli filoamericani e i ribelli filoturchi la città di Manbij, strappata all’Isis lo scorso mese di agosto dalle Fds a dominante curda, osteggiate dalla Turchia attraverso le forze del Libero esercito siriano (Les) supportate da unità dell’esercito turco. Le truppe del regime di Damasco sono interposte fra i ribelli filoamericani delle Fds e i ribelli filoturchi del Les.

31/12
2016

<repubblica>: Siria, il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva all'unanimità la tregua di Russia e Turchia. [CzzC: meno male che la Russia c’è, mentre il masso Nobel Pace con un goffo colpo di coda da scorpione in ritirata <fattpq> espelle 35 funzionari russi. Putin: “Non faremo diplomazia da cucina”. Trump: ‘Grande mossa di Mosca’. Attenzione al cambiamento della Turchia dopo golpe 2016]

11/12
2016

<ansa>: Istanbul 38 morti nel doppio attentato vicino allo stadio, rivendicato dal Tak (Falconi per la liberazione del Kurdistan), nato da una costola del Pkk

30/08
2016

<stampa>: con 10 anni di sconto su 18 liberato Oguzhan Aydin l’omicida di don Santoro 5/02/2006 a Trabzon, per far posto ai fiancheggiatori golpisti: una scusa oppure si tratta dell’epilogo della <veritcomm> tecnica del matto?

21/07
2016

<tempi>: Padre Ibrahim ad Aleppo: «Situazione insopportabile. Chiunque spara centinaia di razzi su case, chiese, scuole e ospedali non può essere chiamato un “ribelle moderato”. Bisogna bloccare la Turchia» [CzzC: impossibile, causa Nato]

19/07
2016

<repubblica>: golpe Turchia: seminudi legati ammassati a terra i militari arresi ed arrestati [CzzC: forse pochi altri oltre la Merkel potevano illudersi di indurre a rispettare i diritti umani chi allena e foraggia terroristi pro regime change (Assad): chi, Erdogan? Non solo, anche Us e wahhabiti con lui inciuciati in pari obiettivo. Continua]

19/07
2016

<imolaoggi>: Turchia: la Corte costituzionale annulla norma che considerava reato di pedofilia gli atti sessuali compiuti con minori di 15 anni, violenza che ora sarà considerata come abuso sessuale ordinario, una decisione che rischia di amnistiare l'abuso di spose bambine [CzzC: Isabella Bossi Fedrigotti, ci fai sentire la tua voce?]

16/07
2016

Erdogan abusa del <golpe militare fallito> per vessare ulteriormente i diritti umani: forse pochi altri oltre la Merkel potevano illudersi di indurre a rispettare i diritti umani chi allena e foraggia terroristi pro regime change (Assad) ... continua

11/07
2016

<tempi>: Turchia dice di combattere Isis ma offre asilo politico ai terroristi islamici, ad es Rifai Ahmed Taha (foto) eliminato quando si azzardò ad uscire dalla Turchia.

11/07
2016

<oraprosiria>: Padre Ibrahim: la guerra in Siria è per il potere in Medio Oriente: Siamo nel mirino del caos, perché non si trova una via d’uscita diplomatica e neanche militare: primaria causa è l’interesse economico legato ai giacimenti di idrocarburi e al passaggio delle condotte di gas; il 95% degli armati anti Damasco attraversano il confine turco ogni volta che l’esercito regolare vuole fare qualche mossa.

05/07
2016

<amnestyIntern>: Amnesty International ha denunciato oggi un'agghiacciante ondata di rapimenti, torture e uccisioni sommarie da parte dei gruppi armati che agiscono nelle province di Aleppo, Idlib e in altre zone del nord della Siria, alcuni dei quali sono sostenuti da paesi quali Arabia Saudita, Qatar, Us e Turchia, nonostante si rendano responsabili di violazioni delle leggi di guerra [CzzC: solo adesso hai corretto la vista cara Amnesty? Meglio tardi che mai, e ... continua]

02/07
2016

<giornale>: Austria: Hofer avverte Bruxelles: "Qualora la Turchia dovesse entrare nell’Unione Europea, ci sarebbe una ragione fondata per domandare alla popolazione austriaca la sua volontà sulla permanenza o meno in un simile contesto palesemente lontano dalle persone[CzzC: l’Europa corregga gli errori che indussero Brexit]

01/07
2016

<stampa>: Gentiloni: «Sì all’ingresso di Ankara, isolarla è da masochisti» [CzzC: caro ex-68ttino, perché bari con l’illazione che saremmo noi a voler isolare la Turchia? Perché la invochi in Europa “senza se e senza ma”? Perché non dici che è la Turchia che calpesta quei diritti umani di cui l’EU pretende rispetto come condizione per le trattative? Dissimuli errori di Erdogan sperando che Us-Nato ti spianino carriera?]

29/06
2016

<tempi giorn>: tardivo il pentimento di Erdogan: l’attentato all’aeroporto di Istanbul, all’indomani del tentativo del sultano di iniziare a riparare i troppi errori politici, [CzzC: a cominciare da quelli contro Israele e Russia (scuse per l’abbattimento aereo). Forse Erdogan avrà di che pentirsi anche con tanti suoi fidi collusi con Isis, perfino suo figlio che lucrava dalla compagnia di tir che contrabbandavano petrolio Isis + foreign fighters passati quasi tutti dalla frontiera turca: o sbaglio?]

19/06
2016

<fattoq>: Turchia, ong: “Guardie di confine sparano contro i profughi: 11 morti, 4 sono bambini”. Unicef Italia: "Atto senza precedenti. Chi spara è criminale" [CzzC: brava Unicef, ma fatti sentire di più contro cotali ed analoghi alleati Us e Nato]

19/06
2016

<agenpress>: Istanbul. La polizia turca spara lacrimogeni e proiettili di gomma contro il Gay Pride, corteo che 2gg fa aveva vietato per motivi di “ordine pubblico”

08/06
2016

<fb>: Maurizio Molinari, il direttore de “La Stampa”, ha sintetizzato in seguente modo la politica e le aspirazioni della Turchia di Erdogan: “Ankara vuole rovesciare Assad per trasformare la Siria in uno Stato sunnita guidato da gruppi islamici portatori dell’ideologia dei Fratelli Musulmani, che coincide in gran parte con la piattaforma del partito Akp di Erdogan, al fine di generare una sfera di influenza neo-ottomana nel Medio Oriente segnato dall’implosione degli Stati arabi. Ovvero gettare le basi di un Sultanato di Erdogan sulla regione”. M. Introvigne commenta

06/06
2016

<lplnews24>: Kobane bombardata da forze turche: a fine Gen2015 i curdi liberarono Kobane da Isis, inerti le forze armate turche, che, anzi, contrastarono più i liberatori che i terroristi assedianti la città curda; dopo la fine dell'assedio non hanno mai interrotto di bersagliare le postazioni di YPG rimaste a difesa di Kobane. Domenica 5 gli ennesimi tiri di obice con la distruzione di diverse case.

24/05
2016

<avvenire>: Così i poliziotti turchi rapinano i profughi: «Appena superato il confine ci hanno catturati e portati in un campo controllato dai militari»; papà, mamma, due bambini e nonna fuggiti da Aleppo. «Volete proseguire? C’è una tassa da 100 dollari a persona, altrimenti dovremo requisire le vostre cose», si sono sentiti intimare da un poliziotto turco. Capìta l’antifona hanno trattato sul prezzo e pagato. Fucili spianati e musi duri. Più una rapina che una «mancia». [CzzC: cara Merkel, gliene dai 3 o 6 miliardi di euro a questi agenti della libertà del sultano?]

23/05
2016

<tempi>: svolta autoritaria e anti-democratica di Erdogan: l’epurazione del premier Erdogan e l’abolizione dell’immunità parlamentare spaventano Bruxelles? [CzzC: ma che lumi sarebbero quelli che ci pilotano da Bruxelles se ora si spaventano non avendo previsto che Erdogan potesse essere così anti-democratico? Il popolino lo prevedeva meglio di loro? Povera Europa, apri gli occhi, Merkel!]

17/05
2016

<avvenire>: 193x massacro dei greci ortodossi del Ponto ad opera della Turchia che nega responsabilità di pulizia etnica e genocidio: dopo il massacro degli Armeni, nel giro di pochi anni, tra il 1916 e il 1923, anche la nobile comunità greca del Mar Nero fu cancellata per sempre dalla storia. Dei 700k cristiani ortodossi del Ponto che vivevano all’inizio della persecuzione, ne sopravvissero meno della metà, costretti a raggiungere la Grecia per non finire macellati.

04/05
2016

Cara Merkel, mentre vuoi concedere ad Erdogan anche l’abolizione dei visti lo sai che <rightsrep> ha abolito l’immunità parlamentare solo per i deputati curdi? Lo sai dei 1.800 processi aperti dalla magistratura turca contro chi lo critica? Non ti son bastate le tante dimostrazioni di connivenza tra Isis e Turchia per frenare la secolare tentazione germanica di inciuciarsi coi turchi, perfino in genocidi negati? Ti piace tanto l’Erdogan che recita "Le moschee sono le nostre caserme, le cupole i nostri elmetti, i minareti le nostre baionette e i fedeli i nostri soldati..”? Ti ricordi il ghigno di supponenza con cui il suo ministro degli esteri ti chiese 6 anziché 3G€?

14/04
2016

<ansa>: Consiglio d’Europa accusa Turchia: diritti umani calpestati [CzzC: che si fa perché Erdogan non li calpesti? Gli diamo più soldi?

06/04
2016

<spondasud>: intelligence russa: Erdogan vuole attaccare l’Armenia: c’è la Turchia di Erdogan dietro la crisi Nagorno Karabakh: [CzzC: commento]

25/03
2016

<oasiscenter>: Il genocidio armeno, una memoria rimossa ma risorgente: il volume curato da Bozarslan (curdo), Duclert (francese) e Kévorkian (armeno) legge in prospettiva gli avvenimenti del 1915 e aiuta a capire le contraddizioni in cui si dibatte la Turchia contemporanea con la questione curda e il conflitto siriano.

22/03
2016

Accordo Turchia-Ue sui migranti: ipocrita ed inattuabile: prevede rimpatri da Grecia a Turchia dal 04/04, prevede accelerata l’erogazione dei primi 3G€ (nota bene, i primi!), ed entro il 30/06 sarà aperto il capitolo negoziale 33 (quello che riguarda il budget) per l'adesione della Turchia all'Ue. [CzzC: l’accordo ipocritamente afferma che sarà “rispettato il principio di non respingimento" e perfino che lo sblocco dell’iter di adesione di Ankara alla Ue “non ha nulla a che vedere con un mercanteggiamento". Notiamo preoccupati anche l’inettitudine degli illuminati europei ("Inattuabile" l’accordo per la Boldrini), incapaci di cogliere l’occasione ... continua]

17/03
2016

<aleteia>: P. Antuan Ilgit gesuita, convertito dall’Islam, dopo l’attentato di Ankara del 13 marzo chiede ai giovani occidentali di esprimere solidarietà verso le vittime e verso i loro coetanei turchi che vivono un tempo di grandi contraddizioni.

05/03
2016

<corriere>: Erdogan manda la polizia nella sede di Zaman, il più venduto quotidiano nazionale è sotto amministrazione controllata: se ne va un altro pezzo della libertà di espressione in Turchia [CzzC: cara Merkel, perché ciò nonostante hai fregola di dare i 3G€ a Erdogan? Ci fai tenere le sanzioni contro Russia2.0, il Paese che più contrasta il terrorismo, e culli questo stramatore delle libertà, inciuciato con Isis e bombardatore dei Curdi impegnati sul terreno meglio di altri contro Isis? Lo sai che, se non con le armi, solo coi soldi potresti piegare Erdogan a rispettare le libertà fondamentali?]

04/03
2016

<antidiplomat>: La giornalista di RT Lizzie Phelan, accompagnata dai combattenti curdi YPG, ha visitato il confine turco-siriano, per testimoniare come regolarmente i terroristi ricevano aiuto dalla Turchia. [CzzC: te gnorri facente, Merkel?]

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA ha trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano.

18/02
2016

<tpi>: La Turchia accusa i curdi dell'attentato di Ankara 17/02 (28 morti) e bombarda il Pkk in Iraq. Sei soldati sono morti stamattina nel sud est della Turchia

08/02
2016

<sole24h>: alleanza Merkel-Erdogan aprì autostrada della Jihad: pur di tenere lontani i profughi siriani, la Merkel si dice «inorridita» dai raid russi, ma perché non afferma la stessa cosa della barbarie del Califfato e dei jihadisti? [CzzC: cara Merkel, perché fingi di non sapere che i profughi sono provocati, ben più che dalle bombe russe, dai bombardamenti che i jihadisti scatenano sui civili per rivalsa contro la perdita di terreno? Vedi testimonianza di un attento osservatore pacifico e benefico in Aleppo: <gdp.ch>: lettera da padre Ibrahim Alsabagh. «Noi frati rimarremo qui finché ci sarà l'ultimo cristiano». La città è oggetto dell'offensiva del Governo siriano che tenta di riconquistarla e, per rivalsa, i ribelli islamisti colpiscono i civili: oltre 70mila le persone in fuga, migliaia di loro sono ammassate al confine con la Turchia, che sbarra loro i varchi di accoglienza]

26/01
2016

<tempi>: i rifugiati cristiani in Turchia sono costretti a «fingersi musulmani». Secondo il Gatestone Institute per evitare discriminazioni circa 45 mila cristiani fuggiti da Siria e Iraq nascondono la loro identità religiosa [CzzC: non lo dite alla Merkel, perché potrebbe userebbe tale maltrattamento come ragione pro anziché contro l’elargizione di 3G€ ad Erdogan]

18/01
2016

<giornale>: Erdogan bombarda villaggio cristiano in Iraq: nella notte tra il 16 il 17 gennaio le truppe turche hanno bombardato il villaggio iracheno di Sharanish, dove non vivono i tagliagole dell’Isis, ma cristiani caldei e assiri. [CzzC: se lo può permettere grazie anche ai 3G€ patrocinati dalla Merkel?]

11/01
2016

<corriere.vid>: a Kobane l’Isis è ancora una minaccia e la ricostruzione è difficile a causa dell'Erdogan-Turchia, che ha chiuso il confine dei rifornimenti e la gente può solo entrare, non uscire; scontri gravi con le forze di sicurezza turche che hanno fatto 30 morti negli ultimi 2 giorni. Isis cerca di infiltrarsi con la nebbia del mattino.

27/12
2015

Vedi in apposita pagina le compromissioni della Erdogan-Turchia con Isis: oltre al transito dei foreign fighters, vedi addestramento di terroristi e contrabbando di petrolio Isis: continua

18/12
2015

<corriere>: «In Turchia vedo un processo di islamizzazione strisciante, Ataturk si starà rivoltando nella tomba». [CzzC: solo Putin vede questo processo? Quanto ad Ataturk si rivolti pure, ma non fu modello né di democrazia né di laicità]

15/12
2015

<internazionale>: Arabia Saudita alla testa di una coalizione di 34 paesi musulmani contro il terrorismo. <VideoCorriere pessimo audio>: coalizione e grande ipocrisia: il coraggio del re di Giordania e il pessimo esempio del turco Erdogan

12/12
2015

<tempi>: bottino di guerra turco: non solo il petrolio low cost dell’Isis: Ankara specula in molti modi sulla tragedia siriana, mentre la Nato giustifica il paese socio

05/12
2015

Il pericolo Erdogan in Europa: alla domanda provocatoria “e se invece della Turchia facessimo entrare in Europa la Siria?" rispondo che occorre discernere, anche perché la più sana Turchia potrebbe non essere quella che adora Erdogan, e i più sani europeisti potrebbero non essere quelli che lo ammetterebbero in Europa anche senza che ammettesse il genocidio degli Armeni e liberasse la parola degli oppositori ... continua

03/12
2015

<tempi>: Armi ai jihadisti. Lettera dal carcere del giornalista turco Can Dündar, che ha messo nei guai Erdogan. Ha mostrato in prima pagina prove delle armi turche consegnate ai jihadisti in Siria, è direttore del giornale turco Cumhuriyet, autore di uno scoop internazionale sulle armi inviate dalla Turchia ai jihadisti in Siria, per questo è in carcere sotto processo per spionaggio e terrorismo

01/12
2015

<grillo>: C'è qualcosa di terribilmente sbagliato nei 3G€ che l'UE ha deciso di concedere due giorni fa a Erdogan: «Se la Turchia avesse imposto lo stesso embargo sui territori dell'ISIS che ha imposto ai territori della Siria in mano alle forze curde, il "califfato" sarebbe crollato da un pezzo - e gli attacchi di Parigi probabilmente non sarebbero mai avvenuti. E se la Turchia lo facesse oggi, l'ISIS crollerebbe probabilmente nel giro di pochi mesi. Eppure non c'è un singolo leader occidentale che abbia chiesto ad Erdogan di farlo» detto da David Graeber, professore della London School of Economics [CzzC: nessun leader occidentale lo può chiedere, per probabile sudditanza Nato al masso nobel pace, che mai ciò chiederebbe a Erdogan, almeno per affinità di lumi e di schieramento anti Russia; vedi articoli di avvenire giornale]

01/12
2015

<tempi>: le accuse di Putin alla Turchia di comprare petrolio dall’Isis sono fondate? Un’indagine del Financial Times addita Ankara: da anni favorisce i jihadisti in Siria

29/11
2015

Angela Merkel è il primario patrocinatore del premio di 3G€ ad Erdogan, gaudente il masso Obama, soldi anche degli europei che mai li avrebbero dati a cotale liberticida foraggiatore di Isis<ansa>: Accordo Ue-Turchia, 3 mld aiuti migranti; avanti con negoziati di adesione e liberalizzazione dei visti [CzzC: nessun prerequisito sui diritti umani? E se i Turchi lo intendessero quasi un premio per l’abbattimento dell’aereo russo e per l’uccisione di Tahir Elci? Non tangerebbe i nostri lumi, i tuoi lumi, cara Angela?]

26/11
2015

<repubblica>: in Turchia ucciso Tahir Elci capo degli avvocati curdi, già incriminato per aver sostenuto che il Pkk non è un movimento terrorista. [CzzC: cara Merkel, credi che faccia il nostro bene portare in Europa quei maestri di kitman?]

26/11
2015

<blog>: e se Erdogan abbattendo l’aereo russo si fosse vendicato dei suoi camion trasportanti petrolio dell’Isis, distrutti dai Russi? Bilal Erdogan, 35 anni, 3° figlio di Erdogan sarebbe indicato come il mediatore che trasporta petrolio e altri beni che l’ISIS ruba a Irak e Siria lucrando centinaia di milioni di dollari.

25/11
2015

<tempi>: I turchi abbattono il jet russo per rappresaglia contro i bombardamenti sui turcomanni e per riallargare il cuneo fra Mosca e Occidente sul dossier siriano. Abbattimento atteso e pianificato?

25/11
2015

<internazionale>: Le vere radici del gruppo Stato islamico sono in Arabia Saudita: nella sua lotta al terrorismo, l’occidente è in guerra con l’uno ma stringe la mano all’altro [CzzC: non dimentichiamo Erdogan nell’alimentazione di quelle radici, quello cui Merkel promise l’Europa proprio mentre silenziava gli oppositori ante elezioni]

24/11
2015

<ilfattoq>: l’ordine di abbattere l’aereo russo è arrivato dallo stesso premier turco Ahmet Davutoglu [CzzC: ovviamente d’accordo con Erdogan]

17/11
2015

<stampa>: «All’Isis soldi da Paesi del G20»: Putin imbarazza Sauditi, Qatar, Emirati e Turchia. Gli sherpa russi consegnano alle altre delegazioni i «dati a nostra disposizione sul finanziamento dei terroristi» informazioni che il Dipartimento del Tesoro di Washington raccoglie dal 2013. ... fra i «singoli finanziatori di Isis» c’è anche un cospicuo numero di TURCHI: sono nomi che in parte coincidono con quelli che le forze speciali Usa hanno trovato nella casa-bunker di Abu Sayyaf, il capo delle finanze di Isis ucciso in un raid avvenuto lo scorso maggio. ... un alto ufficiale d’intelligence occidentale spiega che «la Turchia del Sud resta la maggior fonte di rifornimenti per Isis». [CzzC: se l’accusa fosse infondata, i con-turbante del G20 avrebbero potuto dare del pazzo a Putin; invece silenti, ma non credo imbarazzati, perché ... continua]

16/11
2015

Inciucio occidentale: <RaiTV Report> come arrivano le armi ai terroristi?: 06:52 mi dice chi arma l’Isis? «Il Qatar arma l’Isis, conosciamo anche quali famiglie lo fanno; poi molte armi sono arrivate anche attraverso la Turchia; nel nostro ambiente si sa perfettamente che l’Isis è una creatura dell’Occidente, è stato armato in funzione anti Iran»

04/11
2015

<incredibilia>: meravigliosi mosaici di 2.000 anni sono stati scoperti nella città turca di Zeugma con colori brillanti e nitidi [CzzC: siccome sono di arte pagana, non cristiana, speriamo che Erdogan li tuteli meglio delle opere d’arte cristiana in casa sua e nella Cipro occupata dai turchi]

29/10
2015

<ansa>: Turchia, bloccata la pubblicazione di 2 giornali anti-Erdogan: dopo l'oscuramento ieri di due tv dello stesso gruppo pro-Gulen. Human Rights Watch (Hrw): 'Misure peggiori contro stampa da golpe 1980' [CzzC: contenta Merkel?]

28/10
2015

<rainews>: a polizia turca ha preso il controllo - in diretta televisiva - della regia di due emittenti vicine all'opposizione, soffocandole. Le forze dell'ordine sono piombate nella sede della compagnia per notificare il provvedimento del tribunale di Ankara che ne affida la gestione a un'amministrazione controllata. [CzzC: cara Merkel, è questa la democrazia che vorresti portare in Europa? Ti ricordi come il regime turco piaceva anche ai crucchi che non gli impedirono di sterminare gli Armeni con un genocidio cui si ispirò un tuo conterraneo baffetto?]

22/10
2015

<linkiesta>: molti dubbi che non sia stato suicidio la morte di Jacqueline Sutton nell'aeroporto di Istanbul: la giornalista temeva un arresto da parte dei servizi turchi per alcune inchieste sulla collusione fra Ankara e terroristi dell'Isis.

19/10
2015

<ansa>: stop ai canali tv anti-Erdogan a vigilia voto: l'operatore statale unico di comunicazione satellitare in Turchia, Turksat, ha trasmesso ai suoi network l'avviso di interrompere entro un mese le trasmissioni di 7 canali televisivi ostili all'Akp di Erdogan, pena l'interruzione dei loro contratti. [CzzC: e al governo erdogano così rispettoso delle libertà democratiche e foraggiatore di terroristi Isis la Merkel prometterebbe il sostegno di entrata in Europa, purché trattenga di più colà i migranti, anziché convogliarli verso l’Europa: cara Merkel, è così che i tuoi maestri luterani ti hanno insegnato a svendere la democrazia per un piatto di lenticchie? Magari pure condito dalla menzogna-kitman?]

18/10
2015

<rainews>: Merkel: pronti ad accelerare adesione a UE della Turchia: La cancelliera tedesca a Istanbul per incontrare Erdogan conferma la disponibilità della Germania ad appoggiare la Turchia per ottenere un iter di adesione all'Unione Europea più rapido, se Ankara contribuirà a contenere il flusso dei profughi verso l'Unione Europea [CzzC: per un piatto di lenticchie ... magari pure condito dalla menzogna-kitman?]

11/10
2015

<corriere>: Migliaia di cittadini in piazza dopo l’attentato più grave della Turchia moderna. La polizia turca sospetta Isis, ma intanto aerei militari turchi bombardano le basi del Pkk, nonostante che il Pkk abbia annunciato un cessate fuoco unilaterale fino al primo novembre, giorno delle elezioni, «salvo per autodifesa». [CzzC: dubito della sincerità della declinazione di responsabilità conclamata da tifosi di Erdogan]

10/10
2015

<avvenire>: Ankara: duplice esplosione sul corteo pacifista per chiedere la fine del conflitto con i separatisti curdi del Pkk: almeno 128 morti, almeno 200 i feriti <corriere>: i 4 nodi per capire la Turchia.

17/09
2015

<Giornale>: Il vescovo di Aleppo: "Fateci restare in Siria, la Turchia aiuta l'Isis" "Voi cristiani d'Europa dovreste battervi per impedirci di lasciare il nostro Paese. Invece ci lasciate soli"

31/07
2015

<VT#31p14>: La Turchia censura Twitter. "Ogni giorno la libertà di stampa riceve un colpo direttamente o indirettamente da questo governo", afferma all'agenzia Sir Mustafa Edib Yılmaz, editorialista e responsabile della redazione esteri di “Zaman”, il quotidiano più letto in Turchia, vittima lo scorso anno di una vasta operazione di polizia che ha portato all’arresto di vari esponenti politici e giornalisti tra cui il direttore del giornale. “Le autorità controllano quasi tutti i media tradizionali, ma non riescono a controllare i social media: l’unico modo per farlo, è chiudere i servizi. Sembra che abbiano molto da nascondere alla gente”. [CzzC: presumo che Erdogan sia furioso perché i Curdi sono entrati in Parlamento, lui che li vuole antagonisti criminalizzati non democratici, e, per rimediare a cotale sconfitta democratica e pacifica, vuole andare a nuove elezioni dopo aver iniziato a bombardarli in nome di un’inesistente recrudescenza del terrorismo del Pkk, certo che, brandendo anche a sproposito lo spauracchio terrorismo contro i curdi, può guadagnare consensi; ma per vincere deve tacitare la verità come prescritto dalla sharia (kitman)]

31/07
2015

<tempi>: aiutare i ribelli moderati anti Assad equivale ad aiutare Isis: lo spiega il patriarca greco-cattolico di Antiochia Gregorios III Laham: «Quando l’Occidente aiuta direttamente i [ribelli] moderati in Siria, aiuta indirettamente lo Stato Islamico. Se voi un giorno date dei soldi ai gruppi deboli e moderati, quegli stessi soldi si ritroveranno il giorno dopo nelle mani dei gruppi più forti. Noi vediamo questa cosa accadere ogni giorno». ... continua ...  [CzzC: il problema non è che Obama e Erdogan siano ingenui: sanno bene quale sia la destinazione effettiva dei loro aiuti, mentre la destinazione ufficiale transitoria (ai ribelli moderati) servirebbe per dissimulare l’inconfessabile strategia, che ad Obama scappò di confessare per lapsus]

27/07
2015

Erdogan inizia a bombardare villaggi curdi in Siria col pretesto di iniziare a combattere Isis che fino a ieri foraggiava in funzione anti Assad e anti Curdi (non dimentichiamo che i Curdi salvarono migliaia di cristiani in fuga dai carnefici Isis). Erdogan d'accordo con Obama bombarda i curdi accusandoli di terrorismo (Pkk) onde impedire loro di guadagnare nuovo terreno come protagonisti di contrasto allo Stato Islamico , e mira ad invadere la Siria con la certezza che gli US non sanzioneranno la Turchia... continua...

24/07
2015

<oasis> dopo che Isis ha portato il terrorismo anche in Turchia, questa arresta 251 sospettati di terrorismo e si dichiara determinata a combattere tutti i gruppi terroristici senza distinzione. [CzzC: la precisazione "senza distinzione" suona ammissione della cinica distinzione praticata finora dal governo turco che ... continua...]

20/07
2015

<corriere>: Turchia, esplosione al confine con la Siria: 30 morti e 100 feriti. La 18enne kamikaze si è fatta saltare in aria nel centro di Suruc. Il premier Davitoglu: «È stata l'Isis». [CzzC: se dovessimo credergli, potremmo invitarlo a riflettere su quanto foraggio turco sia stato servito alla razza di belve sanguinarie qui imputate]

18/07
2015

<avvenire>: Aleppo muore di sete, l'aiuto è in parrocchia; i gruppi armati che controllano le pompe idriche chiudono i rubinetti per fare pressione sulla città. Non si sa quali trattative stanno tentando di imporre al governo di Damasco, usando l'approvvigionamento idrico come strumento di ricatto. ... La città è molto vicina al confine con la Turchia e i ribelli non hanno problemi a ricevere appoggi logistici, armi e ogni tipo di aiuto da quella parte

27/06
2015

<asianews>: Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale: ... Stati Uniti, Arabia saudita, Qatar, Turchia, Kwait, ... continua ...

26/06
2015

<giornale>: L'Isis torna a Kobane, accuse alla Turchia: «I miliziani arrivano da Ankara»: massacro fra i civili: uccisi 23 donne e bimbi.

[CzzC: wanted: aiutami a trovare audio2015 di radio24 che trasmetteva il resoconto di un giornalista a Kobane assediata dall'Isis: precisava che i turchi stavano respingendo i fuggitivi e combattendo gli assediati di Kobane facendo il gioco degli assedianti Isis]

30/05
2015

<ilfattoq>: Isis, chi lo finanzia? Americani e alleati, ammette un candidato repubblicano alla Casa Bianca per le presidenziali 2016, Rand Paul, senatore, libertario, non-intervenzionista, è sicuro che dietro l’ascesa dell’Isis ci sono gli americani, ... continua ...

29/05
2015

<giornale>: "Erdogan aiuta l'Isis": il quotidiano di opposizione pubblica un filmato che mostra come le autorità starebbero portando armi ai jihadisti in Siria

22/05
2015

<Reuters>: la Turchia ha consegnato armi in Siria ai ribelli e ai terroristi di Al-Qaeda: due pubblici ministeri e 30 poliziotti turchi hanno scoperto che quattro camion carichi di armi sono stati portati nelle aree occupate dai terroristi in Siria con la protezione dell’intelligence

22/05
2015

<AgenSir>: Il prossimo 7 giugno è tappa elettorale in  Germania: allo scopo sbarcano colà il presidente turco Erdogan e il premier Davutoglu per una serie di comizi: polemiche col capo dello Stato J.Gauck, con il Bundestag, con la cancelliera A.Merkel (insieme con Papa Francesco e il Parlamento europeo) perché avevano osato qualificare come “genocidio” lo sterminio nel 1915 degli armeni. Davutoglu ha chiesto la cancellazione del termine dai testi di storia che circolano nelle scuole in Germania. [CzzC: si permettono quell’arrogante menzogna perché possono ricattare i potentati in affari e strategia Nato]

08/05
2015

<tempi>: Siria. Inedita alleanza turco-saudita per finanziare l'”Esercito di conquista” dei terroristi anti-Assad, compresi quelli già finanziati dagli Stati Uniti e la milizia di Al-Qaeda.

23/04
2015

<tempi>: L’incapacità turca di riconoscere le proprie responsabilità sul genocidio degli Armeni non si limita a dei trucchetti per impedire che qualche leader raggiunga Erevan domani, ma sfocia in un rinnovato negazionismo. Ieri il professore universitario Cevdet Kırpık ha dichiarato: «Secondo i nostri studi condotti sui documenti presenti negli archivi ottomani, gli armeni si sono travestiti da curdi, lazi, circassi e turchi per attaccare i loro stessi villaggi, uccidendo il loro stesso popolo con lo scopo di riuscire a ottenere l’indipendenza» [CzzC: la mentira me destruye] Twitter #GenocidioArmeno

17/04
2015

<giornale>: La Turchia aiuta il Califfato isis ospitando avamposti logistici e di sicurezza: ecco le prove che inchiodano Erdogan

17/04
2015

<campariedemaistre>: Erdogan, il Papa e la fine della Turchia laica: Ataturk abolì il califfato pensando che il crollo dell’Impero ottomano fosse dovuto dall’arretratezza imposta dall’Islam, cancellò i riferimenti alla Sharia nel codice civile, e fece molte riforme in senso laicista. Oggi la situazione è molto cambiata ed Erdogan sta procedendo con una serie di contro misure che sembrano riportare la Turchia ad essere un paese islamico a tutti gli effetti. [CzzC: sarebbe una catastrofe per i diritti umani se una Turchia così negazionista si imponesse in Europa]

14/04
2015

<asianews>: la Turchia di Erdogan minaccia “risposte” all’affermazione del Papa sul “GENOCIDIO” armeno. Esponenti governativi di ogni livello definiscono “non valide”, “vuote”, “inappropriate”, “unilaterali”, “inaccettabili” e “falsificano la storia” le parole dette ieri da Fr1. Le stesse usate nel 2001 da Giovanni Paolo II. Ma il presidente islamico “moderato” vuole riproporre un nuovo ottomanesimo ed è preoccupato per l’avvicinarsi delle elezioni politiche del 7 giugno. [CzzC: ricordo che B16/Ratisbona aveva osato citare un personaggio ... continua ]

01/04
2015

<tempi>: La Turchia di Erdogan convoca i leader del mondo a Istanbul il 24/04 per «boicottare il centenario del genocidio armeno»: è lo stesso giorno in  cui l’Armenia ha invitato le stesse autorità a Erevan per ricordare l’olocausto degli Armeni. Il 24/04/1915 cominciò la campagna dei Giovani turchi, che sterminarono il popolo cristiano armeno, che abitava quella terra da prima dell’arrivo dei musulmani, uccidendo almeno 1,5M di persone  con l’obiettivo di ridurre in ogni regione di almeno il 90 per cento la popolazione armena, colpevole agli occhi dei nazionalisti di non essere turca.

27/12
2014

<sentire>: Turchi sparano su profughi che scappano da Isis: Amnesty International ha registrato almeno 17 persone uccise dalle guardie di frontiera turche mentre cercavano di attraversare valichi di frontiera non ufficiali; molte altre persone sono state picchiate e respinte verso la guerra. [CzzC: commento]

15/12
2014

<Avvenire>: Retata anti-dissenso, con 27 arrestati in 13 città turche nell'ambito di un'operazione di polizia giudiziaria che ha preso di mira il quotidiano più letto del Paese, Zaman, e una serie di altre testate e personaggi vicini a Fethullah Gulen, il predicatore autoesiliatosi negli Stati Uniti che ha lanciato una campagna contro Erdogan, al potere dal 2002. Il presidente turco Erdogan all’UE: taccia!

06/12
2014

<tempi>: Il gesuita Padre Patrice che ha preso il posto a Trebisonda di don Andrea Santoro, assassinato in chiesa nel 2006. «Qui siamo nella notte più buia. Ma è allora che si vedono le stelle»

05/12
2014

<rivistaeuropae> se Putin blocca il progetto del gasdotto South Stream, in reazione alle sanzioni UE, pare sia la Turchia l’unica a trarne sicuro vantaggio. [CzzC: 05/08/2015 leggo che Saipem riprende i lavori, ma per il suo primo tratto che coincide con il progetto alternativo Turkish Stream, che potrebbe essere il vero obiettivo da realizzare]

02/12
2014

<ilsussidiario>: US bombardano ISIS per liberare Mosul: per difendere i diritti umani? O più per favorire l’alleato Turchia che vorrebbe riprendersi l’area di Mosul che era sua fino al 1927?

09/11
2014

Forse c’è un po’ di fantapolitica in questo articolo de <ilnodogordiano> che ci mostra US-UK tifosi della Pan-Turania quantomeno in funzione anti Russia. Il progetto Pan-Turania alletterebbe i nazionalisti turchi seguaci del magnate e leader islamista turco Fethullah Gulen, attualmente in esilio in Pennsylvania protetto dalla CIA, con la sua rete di madrasse in Asia centrale, Medio Oriente e anche negli US; il supporto della CIA ai terroristi ceceni, attraverso le organizzazioni non governative di Gulen (ONG), così come quelle sostenute da George Soros e Freedom House, farebbe parte del concetto di pan-Turania. Fu Gulen a sostenere l’ascesa al potere del partito islamico Giustizia e Sviluppo (AKP) del primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan; l’Islam di Gulen è contrario al wahhabismo saudita. Fu attraverso le operazioni dei gulenisti, come madrasse e organizzazioni della “società civile”, che CIA, sauditi e Qatar poterono infiltrare gli islamisti in Cecenia, Daghestan, Inguscezia, e negli “stan” indipendenti dell’Asia centrale. Il movimento di Gülen fu accusato di organizzare per conto della CIA la vendita di armi ai guerriglieri musulmani albanesi che combattevano contro le forze serbe in Bosnia-Erzegovina e in Kosovo. L’addetto della CIA al controllo dei Lupi grigi negli anni ’60 e ’70 sarebbe stato il capo della stazione CIA di Ankara: un membro dei Lupi grigi, il  turco Mehmet Ali Agca, tentò di assassinare Papa Giovanni Paolo II nel 1981, un evento che la CIA cercò di attribuire ai governi dell’Unione Sovietica e della Bulgaria. I guerrieri neo-conservatori e neo-freddi di Freedom House, Open Society Institute di Soros, National Endowment for Democracy della CIA hanno rispolverato l’”Idea Pan-Turania”, nel tentativo di dividere la Federazione russa e la Cina in un mosaico di staterelli indipendenti, tutti impegnati in una federazione pan-turanica con capitale Istanbul, ma con i suoi veri padroni a Washington, Londra e New York…

15/10
2014

<laStampa> Erdogan bombarda i curdi anziché l’Isis. [CzzC: domando a Obama nobel pace se vede quanto le sue alleanze filo-wahhabite antisciite siano contrarie alla giustizia e alla pace e alimentino il terrorismo: le cambi!]. Ottengo risposta

08/10
2014

Perché la Turchia non interviene in difesa dei curdi assediati a Kobane dall’IS? <ilgarantista>: il sospetto di molti curdi - ma non solo il loro – è che Erdogan stia cercando vantaggi dalla guerra dell’Occidente contro lo Stato Islamico: mettere il popolo curdo tra l’incudine e il martello ... e subordinare l’intervento a ... certe condizioni di interesse turco: ... il governo di Ankara ha posto come condizione all’intervento l’estensione dei bombardamenti della coalizione anti IS contro il regime di Assad. <Avvenire p1>: Ankara evoca un  intervento diretto e chiede di combattere anche Assad. [CzzC: capisci il gioco dei potentati a far danni? Un anno fa Obama, non pago di foraggiare i terroristi siriani che sarebbero diventati IS, voleva bombardare Assad ma fu fermato dal Papa e da Putin: ora la Turchia, alleata Nato, vorrebbe attaccare da terra quell’Assad islamico moderato che tollerava in casa sua curdi, cristiani, yazidi, assimilandolo ai loro massacratori, e rischiando di trascinare per reazione nel conflitto anche Iran e Russia, non nemici di Assad come lo sono Obama, Wahhabiti ed Erdogan: caro Obama nobel pace, non pago della diaspora dei cristiani procurata dai tuoi foraggiati, stai rischiando coi tuoi alleati turchi e wahhabiti danni ancora più gravi per la pace nel mondo?]

25/09
2014

I "giochi" di Erdogan per aiutare i terroristi: l’ambiguità della Turchia si esplica nel tentativo sempre presente di diventare la guida del mondo islamico mantenendo rapporti con i Fratelli musulmani ma anche con i fondamentalisti dell’Isis. E Ankara osteggia la fornitura di armi ai curdi [CzzC: non ti parrebbe che, se non fosse per l’opposizione di US-UK, noi ci sentiremmo più tranquilli ad avere i Russi piuttosto che certi altri pretendenti ad entrare in UE?]

17/09
2014

<CasaBianca>: piano US contro Isis: 1) ISIL minaccia l'America ei nostri alleati. 2) Gli US continuano a condurre raid aerei mirati contro ISIL. 3) Le forze americane che sono state dispiegate in Iraq non hanno e non avranno una missione di combattimento. 4) Questo non significa che quella dell’America sia una battaglia solitaria. 5) Il Congresso dovrà dare le autorizzazioni e le risorse che le forze armate US necessitano per avere successo. [CzzC: caro Obama, tra gli alleati conti anche Arabia Saudita e Turchia che stanno aiutando i terroristi? Perché non spendi una sola parola sugli errori e di danni US in MO?]

30/08
2014

<peacelink>: E’ concreto il rischio che i novelli Frankenstein Nato/Golfo riuniti nel gruppo degli “Amici della Siria (ora “Gruppo di Londra”; la loro breve ma perversa storia è raccontata qui) approfittino della mostruosa creatura uscita dalle loro guerre aperte o occulte, l’ormai famigerato Stato islamico (Isis) per passare da un intervento per procura a un “intervento umanitario” , occupando così la Siria e realizzando, finalmente, il loro tanto agognato regime change al quale hanno già dedicato tre anni costati al popolo siriano infiniti lutti. Tre anni costellati da bombardamenti effettuati da Israele e Turchia, dall’infiltrazione di uomini armati, da aiuti ai gruppi armati “dell’opposizione” operanti in Siria.

09/12
2013

Fonte Fbi, Usa e Nato addestrano milizie contro Assad da maggio presso Hakkari, nel sud est della Turchia, vicino al confine siriano. Ciò ha svelato un'ex impiegata dell'Fbi, Sibel Edmonds, citando fonti turche e statunitensi.

10/10
2013

<lastampa>: un salto nel passato: torna il velo negli uffici pubblici e i funzionari potranno portare la barba islamica.

03/06
2010

<Corriere>: assassinato vescovo italiano Luigi Padovese, vicario apostolico dell'Anatolia. L’assassino verrà condannato a 15 anni.

25/02

2012

<corriere>: censure FACEBOOK in Turchia, anche politiche: non si può allattare, non si può andare in bagno, forse non si possono nemmeno mostrare i piedi nudi, non si può parlare di Kurdistan se si risiede in Turchia. Si tratta delle regole base che si devono seguire per vivere nel mondo virtuale di Facebook.

05/02
2006

<repubblica.it>:  don Andrea Santoro sacerdote italiano cattolico, maestro di dialogo interculturale e interreligioso, viene assassinato in chiesa a Trabzon da un 16enne che grida due volte: "Allah akbar" in rituale islamico.

31/08
2005

Embargo della Turchia contro Cipro: interrogazione all’<europarlamento>: La Turchia, paese candidato all'adesione all'Unione europea, violando il Protocollo di Ankara e altre legislazioni europee pertinenti, ha proibito il 6 e 7 agosto alla nave "Hans Scholl" della compagnia BP di fare scalo nei porti turchi, dato che la gestione della nave, che appartiene alla società tedesca "Chemikalien Seetransport GmbH", viene effettuata attraverso il territorio della Repubblica di Cipro, Stato membro dell'Unione europea. In quale modo l'Unione europea manifesta, nella pratica, la sua solidarietà alla Repubblica di Cipro? E' la Commissione disposta a proporre misure contro la Turchia se tale paese non pone fine all'embargo a navi e velivoli che siano in relazione con la Repubblica di Cipro?

02/03
2005

Legislazioni esiziali per i gay: <gay.tv>: la legge turca non fa riferimento a divieti di atti omosessuali, ma incombe la legge sulla moralità, sull’offesa al decoro, al quale si ricorre per annullare manifestazioni o incriminare i manifestati, o per far chiudere associazioni come è recentemente successo per la sede di Amkara della Kaos, chiusa dopo solo due mesi di attività per volere del Sindaco (x la la “legge sul decoro“).

 

da sviluppare il tema del rapporto conflittuale con i Curdi

20/07
1974

<wikipedia>: la Turchia invade Cipro come reazione al colpo di Stato militare cipriota che aveva deposto il presidente arcivescovo greco-ortodosso Makarios con lo scopo di ricongiungere il territorio cipriota con la madre patria greca (enosis). [CzzC: inizia l’embargo della Turchia contro il governo di Nicosia e lo scempio del patrimonio artistico culturale cristiano nell’est dell’isola occupata dai turchi]

1935

<centrostudimediterraneo>: la Turchia, influenzata dalla propaganda nazista, proibisce l’associazionismo, e, pur non esplicitandola, colpisce anche la massoneria che ricorda il 1935 come l’anno d’inizio del “Grande Sonno”: il Grande Oriente Ottomano annoverava 65 logge; i Supremo Consiglio, (massoni del 33° grado del Rito Scozzese), continuò a operare in clandestinità, ma la polizia turca era tollerante nei confronti dei massoni, che potevano contare sulla tacita protezione del secondo Presidente della Repubblica, İsmet İnönü, succeduto ad Atatürk nel 1938; il Supremo Consiglio fu anche sovvenzionato.

1918

<centrostudimediterraneo>: Emblematico il caso del cosiddetto governo massone, che guidò la Turchia dal 1909 al 1918. [CzzC: ricorda 1915 genocidio degli Armeni]

1909

<centrostudimediterraneo>: Nel 1909 i massoni ottomani decisero di fondare un Grande Oriente nazionale, poiché fino ad allora i massoni ottomani erano stati accolti clandestinamente nelle logge dipendenti da Orienti stranieri, essendo proibita ai cittadini dell’Impero la libera associazione. Il Grande Oriente Ottomano, una volta costituito, doveva ottenere il riconoscimento per essere alla pari con altri Orienti stranieri: per perorare la causa nazionale furono inviate delegazioni presso logge massoniche europee: una arrivò in Italia (Presidente Nessib Bey e da Samuel A. Tiano, in rappresentanza della Reale Loggia Madre di Salonicco [CzzC: alla quale si formarono Ataturk e Giovani Turchi prima di genocidare gli Armeni], “Macedonia Risorta”, “Labor et Lux”, “Fazilet”, “Veritas”, “Perseverancia”, e “Philippos”): il 08/12/1909 il Grande Oriente d’Italia accordò il riconoscimento al Grande Oriente Ottomano, decisione affrettata dalla gara con la massoneria di Piazza del Gesù che aveva cercato proseliti tra le logge di Costantinopoli.