HASSAKÉ-NISIBI (Al-Asaka) nel nord-est della Siria, contava 50k cristiani (12%) prima di Daesh, poi 5k

<ops> le chiese assire siriane fanno parte del patrimonio mondiale e sono tra le più antiche della cristianità.

<wikipedia>: città siriana, capoluogo del Governatorato di Al-Hasaka e sede dell'Arcieparchia di Hassaké-Nisibi.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 20/12/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: danni da potentati, cristianofobia e pulizia etnica; legittima difesa carente, oblio e negazionismo, silenzio complice, Isis, Wahhabiti, ACS rapporti sui perseguitati; sostenere presenza; WWL di Open Doors; Aleppo liberata; Homs, Maalula, Deir el zor; Ghuta; Duma; Afrin, Idlib

 

2018.08.30 <tempi agi asianews> Qamishli, le autorità curde chiudono quattro scuole cristiane perché non ottempererebbero all'obbligo di insegnare la lingua curda. Critiche delle associazioni cristiane siriache e del governo armeno, ma inerzia della comunità internazionale. <ansa ops> "Sono anni che lo ripeto, è in atto un tentativo da parte dei curdi di eliminare la presenza cristiana da quest'area della Siria": così dichiara ad Aiuto alla Chiesa che Soffre mons. Jacques Behnam Hindo, arcivescovo siro-cattolico di Hassaké-Nisibi, nel nord-est della Siria. Hassakeh contava 420k abitanti di cui 50k cristiani prima di Daesh, ora la città conta solo 150k abitanti di cui 5k cristiani.

 

↑2017.10.02 <ATS> Damasco, un cristiano alla guida del Parlamento siriano, per la seconda volta (la prima nel 1963) nella storia dello Stato moderno: eletto Hammoudé Youssef Sabbagh, cristiano di rito siriaco, 58 anni, originario di Hassaké (nord-est del Paese), come la maggior parte dei parlamentari siriani è membro del partito Baath, che conquistò il potere mezzo secolo fa con Hafez al-Assad, padre dell’attuale presidente Bashar al-Assad [CzzC chissà perché nel mirino di Us-Uk-Fr-SA-Il-Tr ci debbano essere gli stati islamici che più ammettono la presenza cristiana, come fu per l’Iraq che aveva Tareq Aziz vicepremier, ma anche per la Libia del Gheddafi amico del Vescovo Martinelli]

 

↑2017.07.24 <fides> Professore cristiano ucciso a Hassakè, città siriana controllata dalle milizie curde del PYD

 

2017.05.03 <avvenire> Kamikaze del Daesh nel campo profughi di Hassaké: almeno 46 morti. L'assalto nella regione settentrionale dopo uno scontro fra i jihadisti e le Forze democratiche siriane. Dopo l'attacco forse anche un sequestro di civili.