Perfino giuristi dei paesi aggressori definiscono illegale l’attacco missilistico Us-Uk-Fr 2018.04 alla Siria pretestuato come reazione al presunto uso di armi chimiche a DUMA

Perfino i laburisti inglesi <occhi, huffington> , tramite il professore di Oxford Dapo Akande, ritengono l’aggressione missilistica Us-Uk-Fr alla Siria “non conforme alla Carta dell’ONU e al diritto internazionale”.

Altri invece la legittimano, come questo costituzionalista (Sabino Cassese, corriere 2018.04.15) che lo motiva così: «responsabilità di proteggere», principio del diritto globale, già applicato nei casi del Darfur e della Somalia, responsabilità collettiva di intervenire per proteggere le popolazioni in caso di crimini contro l’umanità, responsabilità che supera il divieto di interferenza negli affari interni di altri Stati. Caro Cassese

- ben sai che per gli interventi in Darfur e Somalia ci fu pronunciamento ONU, mentre contro la Siria i tre stati hanno missilato senza attendere le verifiche degli accertatori ONU;

- dici che i tre Stati intervengono in forza della globalizzazione la quale si avvale di loro per dare esecuzione a regole che non avrebbe la forza di imporre: ti chiederei quale istituto giuridico ti permetta di configurare come soggetto normativo la globalizzazione analogandola all’ONU: starai mica giocando a paralogismo?

- quello della l’ingerenza umanitaria è un sano principio del diritto internazionale, ma ben sai che una sola nazione non può giudicare come si ferma un aggressore ingiusto; nemmeno due o tre con altri cointeressati (tipo Sionisti, Erdogan e Wahhabiti - bei tutori di diritti umani!) come nel caso in titolo a prescindere da specifica autorizzazione ONU;

- anche contro Gheddafi gli stessi abusarono del diritto: l’ONU aveva autorizzato solo la no-fly-zone, mentre i suddetti 3 missilatori distrussero l’esercito di Gheddafi, lo fecero assassinare e destabilizzarono l’intera area, inducendo stragi di inermi ben peggiori di quelle che pelosi dicevano di voler prevenire]

Altri pelosi legittimatori dei missilatori: Daniele Ranieri, ...

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 21/04/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: armi chimiche: brandire ingerenza umanitaria; guerra, armi, leading from behind, inciuci pro dea pecunia e supremazia del petroldollaro contro Russia20 e sinergie in Eurasia

 

2018.04.21 <sputnik> un bambino rivela i messinscena dell’attacco chimico a Duma: «con promessa di cibo ci hanno radunato e annaffiato con l'acqua dei rubinetti. Poi alcuni adulti sono arrivati di corsa, prendevano i bambini per portarli vicino l'ospedale. Lì siamo stati fotografati. Dopodichè ci hanno distribuito il cibo promesso ed hanno detto che potevamo giocare, perché ci siamo comportati bene ed abbiamo obbedito» [CzzC: credibile, ma cbdi; vedi anche Jonathan Cook]

 

↑2018.04.20 <presstv> giuristi del Bundestag delegittimano le missilate Us-Uk-Fr: «L'uso della forza militare contro uno stato, come sanzione contro la violazione di una convenzione internazionale da parte di questo stato, è una violazione del divieto di utilizzare la violenza nel diritto internazionale", hanno detto gli esperti, in risposta a una domanda presentata dal partito di estrema sinistra Die Linke.

 

↑2018.04.20 <occhig> I jihadisti torturatori a Duma: miravano ad eliminare ogni minoranza (alauiti, cristiani ...) per imporre un “emirato governato dalla sharia”. Dei 4000 prigionieri, solo 200 salvati: che fine han fatto gli altri? Jaysh al Islam (Esercito dell’islam) agiva come Isis e Al Qaida, eppure Zaharan Alloush, il fondatore del gruppo, era tenuto in gran conto da quelli che, almeno sulla carta, sono gli alleati di Us-Uk-Fr.

 

↑2018.04.20 alcuni retroscena della montatura con cui si accusa Assad di aver usato armi chimiche contro la sua popolazione sono esposti in questo filmato prodotto da al-Ikhbaria TV

 

↑2018.04.17 <giornale> a Duma non fu attacco chimico dice sull’Indipendent Robert Fisk, uno dei più famosi giornalisti al mondo, direttamente da Duma: quelle filmate sono persone che soffrono di ipossia, non di intossicazione da gas.

 

↑2018.04.17 <corriere> Angelo Panebianco: influenza della politica estera sui nostri schieramenti politici; Luigi Di Maio «appoggia ai nostri alleati», in coerenza con il programma elettorale, ma in contrasto con l'antioccidentalismo praticato da M5S per tanti anni. Dall’altra Salvini feroce contro l’attacco missilistico; in mezzo PD e FI sembrano morti che camminano. Difficile che si ribalti l’alleanza Nato; più probabile la conservazione del nostro atlantismo con propensione a mediare tra Usa e Russia (schema Pratica di Mare – 2002.05.28 vertice dove per la prima volta la Nato si aprì all'ex-potenza sovietica).

 

↑2018.04.16 <sputnik> Angela Merkel appiattita sui pizzini Us-Uk-Nato per additare i “colpevoli” degli eventi di Salisbury e di Duma: allontanare la Russia dall'Europa?

 

↑2018.04.15 <pressTv> Il centro colpito dagli attacchi Us-Uk-Fr produceva farmaci antitumorali, non armi chimiche; < vietatop> era un centro di ricerca universitario.

 

↑2018.04.14 <FC> i cristiani siriani: «vogliono distruggerci, le armi chimiche sono un pretesto per fare la guerra» Ad agensir le parole del francescano Bahjat Elia Karakach, superiore del convento dedicato alla conversione di san Paolo a Damasco: speravamo in un’indagine oggettiva sull’uso di armi chimiche e che per questo non ci sarebbero stati lanci di missili; non si ripeta quanto già avvenuto in Iraq, invaso col pretesto delle armi chimiche, mai trovate. [CzzC: audio.mp3 e testo a richiesta] <sussidiario>: i mandanti dell'Isis scendono in campo contro Assad.

 

↑2018.04.11 <fb AlbertG>: La storia si ripete: Soros e i suoi lacchè vogliono portare Trump [CzzC: ricattabile] alla guerra contro la Siria, così come costrinsero Berlusconi ad accodarsi a quella contro la Libia. Contrari entrambi, ma il Pensiero Unico Mondiale non perdona, e il sonno della ragione genera mostri. <sussidiario> Siria, Trump avverte la Russia: "Nostri Missili In Arrivo" e chiede l'appoggio di Francia, Regno Unito e Arabia Saudita per punire Assad "pronti missili intelligenti". Mosca replica: "no a twitto-diplomazia, vogliamo approcci seri". [CzzC: stasera ho visto/TG2 anche Gentiloni dare come accreditata la colpevolezza del governo siriano (“non è la prima volta che Assad ...”) prendendo come prove inconfutabili le immagini fornite dai ribelli relative al presunto attacco chimico a Duma; sussistono invece sospetti di montatura o di false flag: vedi <fb, sibialiria pnote oraprosiria analisidifesa> e qui quanto Gian Micalessin ha raccontato qualche giorno fa] <corriere>: Toninelli (M5S): «Guerra per procura». <GeneraleBertolini> sarebbe una sciagura.