Darfur e il genocidio negato da Gino Strada

Chris Patten, già commissario europeo per le Relazioni esterne. “L'Europa pusillanime in Darfur”, Le Monde, 27 marzo 2007.

Save Darfur Coalition: «Almeno 400.000 persone sono state uccise; più di 2 milioni di civili innocenti sono stati costretti ad abbandonare le loro case ...

<wikipedia>: Darfur = Paese dei Fur

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 15/04/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Sudan, diritti umani scempiati; genocidi; ingerenza umanitaria

 

2009.22.18

Da: CzzC  Inviato: mercoledì 7 gennaio 2009 22.18

A: Don R.

Oggetto: a proposito di Darfur

quella volta che pranzammo assieme a Roma, ci raccontammo del reciproco interesse per quel martoriato paese.

In forza di questo interesse mi sono soffermato su questa foto e ho trovato interessanti le 3 citazioni circa il titolo ironico "Com’è umana l'Europa"

·         Chris Patten, già commissario europeo per le Relazioni esterne. “L'Europa pusillanime in Darfur”, Le Monde, 27 marzo 2007.
«Dopo l’aprile 2004 i ministri degli Esteri europei hanno adottato in seno al Consiglio d'Europa 19 conclusioni sul Darfur - la più recente in data 5 marzo - nelle quali il Consiglio dichiara non meno di 53 volte di essere “preoccupato”, “vivamente preoccupato” o “profondamente preoccupato” per la situazione nella regione. Come si poteva prevedere, il governo di Kartum non è stato veramente impressionato dalla preoccupazione degli europei».

·         Save Darfur Coalition
«Almeno 400.000 persone sono state uccise; più di 2 milioni di civili innocenti sono stati costretti ad abbandonare le loro case e ora vivono in campi per sfollati in Sudan o per profughi nel vicino Ciad; più di 3,5 milioni di uomini, donne e bambini sopravvivono solo per l'aiuto internazionale».

·         Gino Strada a Pacifica Radio. New York, 8 aprile 2005.
«Non c’è nessun  genocidio in Darfur. C’è un grande disastro umanitario».

Noto soprattutto l'ultima citazione, che confermerebbe lo strabismo del dott. Gino, qui indotto forse

- dal fatto che il Bashir dittatore di Khartum lo sublima per il suo ospedale (comunque buona opera)

- e/o perché gran parte del Sudan è in mano alla Cina, con i cui libretti rossi il dott. Gino alimentò i suoi verdi anni quando era Katanga di Mario Capanna.

Ciao. CzzC

 

↑2008.mm.gg Sudan: Gino Strada si schiera dalla parte del dittatore Bashir: “La storia del genocidio in Darfur è un’invenzione totale"