ultima modifica il 25/11/2017

 

Illuminati, lumi

Correlati: potenti matrici del mainstream idolo Voltaire, totalitarismo massmediatico, dittatura, anticristianesimo e libertà; contro Art26.3, preferenti islam sufismo

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

con il termine illuminati nelle mie pagine intenderei riferirmi non tanto alla omonima società segreta fondata in Baviera il 01/05/1776 da Johann Adam Weishaupt come alternativa alla massoneria, assumendone una struttura analoga, ma più estesamente, come indica anche <wikipedia> a presunti gruppi di pressione che però, rifuggendo dalle fantasie della teoria del complotto, definirei con aspetti comportamentali (indicatori) analoghi a quelli espressi qui da potenti matrici della cultura dominante, con enfasi sui primi due indicatori*:

- aggredire il diritto all’obiezione di coscienza (Art.18 diritti umani), discriminando gli obiettori o gli abiuri fino a far incriminare inermi come sovversivi che non si piegano alla masso-dea ragione o al regime teocratico (ad es. della Sharia1), vecchio inganno del lupo che criminalizza l’agnello;

aggredire la libertà di educazione (priorità educativa dei genitori Art.26.3 diritti umani) perfino se, soffocando le scuole paritarie, aumentassero gli oneri per lo stato.

Mentre non di rado sogghignano quando venisse portata acqua al mulino dell’ecras Écrasez l’Infâme, dalle suddette aggressioni discende l’illuminato contrasto al principale baluardo dei diritti aggrediti, quel non democratico Magistero petrino che impedisce di addomesticare i cattolici alla cultura dominante: da qui il Leitmotiv L3democratizzare la Chiesa” quantomeno come già avvenuto con i più docili protestanti.

* Questi indicatori, che, guarda caso, configurerebbero aggressioni ai cosiddetti valori non negoziabili, non sarebbero tipici solo della massoneria, beninteso; ma l’intersezione tra l’insieme degli illuminati e l’insieme dei massoni parrebbe significativa, anche se i loro insiemi differenza non sono vuoti.

- Un loro vate? Voltaire (ad es. la madrina francese del matrimonio per tutti si vanta così illuminata: «siamo il Paese di Voltaire e dell'irriverenza, abbiamo il diritto di ironizzare su tutte le religioni»).

- Un suo/loro motto? Écrasez l’Infâme, schiacciate l’infame, cioè la chiesa cattolica.

- Un loro esempio oggi? George Soros «Sì ho una politica estera: il mio obiettivo è divenire la coscienza del Mondo» leggiamo in "Life and Times of a Messianic Billionaire".

- il loro schieramento internazionale? Tifosi di Us-Uk, cullati dai petroldollari, tolleranti i loro danni compresi quelli da wahhabiti foraggiatori di terroristi, avversano Russia e buoni rapporti in Eurasia, non fosse altro perché potrebbero valorizzare il polmone orientale del cristianesimo.

 

 

11/07
2017

<ansa>: Amnesty: a Mosul/Iraq una ‘catastrofe' per i civili: l’Isis ha usato «intere famiglie come scudi umani» mentre le forze della coalizione a guida Usa hanno utilizzato «armi inappropriate rispetto alle circostanze» ed «in alcuni casi può essersi trattato di crimini di guerra». [CzzC: parla il tacer dei nostri illuminati Usa-succubi che si stracciavano le vesti per la liberazione Aleppo supportata dalla Russia]

08/03
2017

Festa della donna womensday <avsi>: 8 volti e 8 storie di donne che nelle periferie sperdute del mondo accendono sviluppo e contagiano speranza. Di ben altra valenza le spogliarelliste all’altare della patria pro soliti illuminati sogghignanti ogni volta che riuscissero a provocare sensibilità filo-cristiane come con femen e pussy riot.

20/01
2017

Francia censura sitiWeb che difendono la vita? I lumi in parlamento caldeggiano <avvenire> una legge che mira a punire i siti web pro-life che propongono alle donne alternative all’aborto. Perplessità anche da testate laiche come "Le Monde".

15/01
2017

Ripartizione degli immigrati: [CzzC: verso le 9 odo a Radio1Rai una signora dire che se i Paesi dell’EstEuropa non vogliono quote di immigrati sarebbe anche perché non li aiutiamo abbastanza contro le minacce della Russia: visto che la Russia non li sta minacciando (sono le nostre forze Nato ad ammassare truppe e manovre provocatorie ai suoi confini), mi sa che i soliti lumi, bruciate le accuse della serie con cui Junker lo scorso 22/09 accusava i Paesi dell’EstEuropa di non volere immigrati perché troppo cattolici, ne stanno montando di altre, sempre della serie del lupo]

21/10
2016

<sussidiario>: Una primavera anticattolica nei piani della Clinton? Nel più assoluto silenzio dei media europei, Washington Post ha commentato la gravità delle ultime email hackerate sulla Clinton: il capo della campagna della Clinton, John Podesta, è al centro di commenti offensivi e inquietanti sui cristiani evangelici e sui cattolici in particolare: è necessario - dice - promuovere una "primavera cattolica", come le primavere arabe dentro la chiesa cattolica dove esiste una dittatura medievale. [CzzC: per quale motivo se non per conculcare il diritto all’obiezione di coscienza?]

05/10
2016

<sussidiario>: Fr1: una persecuzione religiosa travestita da cultura: ridurre la fede e la Chiesa all'ambito privato e intimo, emarginarla dalla vita pubblica, nel nome di una paganità laicista o addirittura in nome dell'uguaglianza, una persecuzione "educata" che arriva a negare ai credenti il diritto all'obiezione di coscienza

01/12
2015

Non gli islamici ma illuminati laicisti alimentano presepefobia: <amattinodiPD, il Piacenza, et >: udiamo da Kamel Layachi imam delle comunità islamiche del Veneto e studioso coranico: «Il presepe ci ricorda la nascita di un profeta tra i più grandi nella storia dell’umanità. Il sacro Corano ricorda più volte Gesù e dedica un’intera sura a sua madre, la vergine Maria. Perciò la rappresentazione della natività cristiana è una bellissima tradizione e un punto d’incontro e di conciliazione tra due fedi religiose. Non c’è ombra di discordia nel presepe, forse chi lo vieta e lo bandisce dalle scuole è animato da spirito laico o da un atteggiamento ateo ma evocare un presunto turbamento dei musulmani è contrario alla verità».

22/07
2014

<Avvenire.p17> Obama, reduce da una sconfitta giudiziaria perché voleva obbligare anche Enti religiosi obiettori a pagare assicurazione sanitaria per l’acquisto di contraccettivi, reagisce piccato obbligando tali Enti, nel caso ricevessero fondi o appalti federali, ad assumere personale apertamente Lgbt ancorché non accettante lo statuto dell’Ente.

30/06
2014

Storica sentenza della Corte suprema nel caso Holly Lobby: è riconosciuto il diritto all’obiezione di coscienza contro le imposizioni della legge sanitaria Obamacare in materia di aborto e contraccezione [CzzC: obbligo pagare assicurazione sanitaria che spesi anche tali prestazioni] <ilsussidiario, lastampa, altri>

25/02
2013

<repubblica, cedocsvc, Unità>: «Le disuguaglianze planetarie attuali avrebbero fatto arrossire di vergogna gli inventori del progetto moderno, Bacone, Descartes o Hegel»: è la considerazione con cui Michel Rocard, Dominique Bourg e Floran Augagner concludono l’articolo “Le genre humain menacé” pubblicato a firma di tutti e tre in Le Monde del 2 aprile 2011. Nell’epoca dei Lumi in nessun luogo della terra il livello di vita era di più di due volte superiore a quello della regione più povera. Oggi, il paese più ricco, il Qatar, vanta un reddito pro capite di ben 428 volte più alto del paese più povero, lo Zimbabwe. [CzzC: e si tratta di valor medi]

03/12
2011

<repubblica> Stefano Rodotà : «Oggi, a più di trent’anni dall’approvazione della legge sull’interruzione di gravidanza, la possibilità dell’obiezione di coscienza dei medici andrebbe semplicemente abolita».

23/11
2007

Lettera dei 67 docenti contro il previsto intervento di B16° all’Università La Sapienza di Roma. All'iniziativa dei 67 professori su 4000 è seguita la solita "mobbilitazione" degli studenti (pochi pure questi) nell’illuminato stile eterodiretto che oramai conosciamo bene. Il Papa ha annullato la visita al che i suddetti laicisti hanno applaudito alla «vittoria dell'autonomia» mentre altri laici come Claudio Magris, Ernesto Galli della Loggia, Gian Enrico Rusconi, hanno parlato di penoso autogol e di caricatura della laicità. [CzzC: colgo rassegna stampa per Portaparola]

11/07
2002

G.M. Giuliano Di Bernardo dà vita all’Accademia internazionale degli illuminati a Roma. L’Adige titolaLascia la massoneria e fonda l’accademia”. [CzzC: mi sembra strano che un ex Gran Maestro del GOI lasci del tutto la massoneria]