OSCURANTISTA sarebbe chi RIFIUTA pregiudizialmente la RAZIONALITÀ sottesa alle innovazioni nel campo SOCIO-CULTURALE, ma l'aggettivo potrebbe essere brandito irragionevolmente da sedicenti illuminati contro ...

ragionevolissimi sostenitori di valori umani alimentati da legami popolari (di lingua, cultura, religione, affettività, ...) tacciati spregiativamente di TRADIZIONALISMO.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 16/10/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: conoscenza, logica, educazione; verità; fede e ragione; giustizia amministrata;

 

2020.10.11 Con articolo di Davide Leveghi su <dolomiten> vengono tacciati di irritante oscurantismo i sudtirolesi che nell'anniversario dell'annessione all'Italia parlano di “giorno più triste della storia” e di "un'ingiustizia durata 100 anni": allo scopo Leveghi megafona Hannes Obermair - compare illuminato (del suo stesso Eurac) - a stigmatizzare quella lagnanza come un discorso sedicente conservatore e cristiano, come blasfemia e oscenità perché tenterebbe di sacralizzare e cristianizzare un avvenimento storico; irride quella narrazione come lettura vandeistica e vittimistica del passato, mentre quella del 1920 sarebbe stata la tappa finale di un percorso che cominciò con la sconfitta degli Imperi centrali in una guerra che scatenano loro; svilisce quella narrazione come ibernazione della storia, sostenuta anche da austriacanti trentini amanti di celebrazioni hoferiane. [CzzC: l'estratto in corsivo mi parrebbe un linguaggio tipico di filo-massoni che fecero fucilare l'eroe tirolese e azionarono genocidio di inermi vandeani e sublimano l'annessione del Südtirol come legittimo bottino di guerra, in onta al diritto di autodeterminazione dei popoli, diritto che, invece, invocarono - ad esempio - per sottrarre gli islamici di Bosnia e Kosovo al governo serbo-ortrodosso; omettono di ricordare il vero motivo dell'annessione, la pulizia etnica, le Katacombenschulen].

 

↑2015.10.06 <repubblica>: "No alla teoria gender nelle scuole lombarde", passa la mozione in Regione a scrutinio segreto. . "Documento ignorante e oscurantista" sibila la consigliera per le Pari opportunità: "Vigileremo negli istituti su qualsiasi possibile censura" [CzzC: privilegiare scelte dei singoli genitori come da art 26.3]

 

↑2015.07.09 <bastabugie>: Hitler sognava di distruggere la chiesa cattolica considerandola fanatica, oscurantista e intollerante con giudizi singolarmente assonanti con quelli di Stalin e dei massoni.

 

↑2015.04.01 <tempi>: Vendola, irritato da questa «classe politica che blocca il materiale didattico contro l’omofobia nelle scuole» (rif libretti dell’Unar), vuole lo scalpo di Toccafondi sottosegretario all’istruzione, colpevole di essere  “sentinella” contro l’abuso di libretti e corsi che dovevano servire a combattere il bullismo omofobo, ma che da un paio d’anni tentano di rifilare agli insegnanti e agli alunni (con l’alibi che “ce lo chiede l’Europa”) l’avversione ai portatori di stereotipi di gender (mamma e papà in legge naturale), inculcata anche con il battersi in perfetto stile sessantottino e bulletto, appunto, con accuse di omofobia e oscurantismo garantite per chi si azzardasse anche solo a far notare che “contrastare le discriminazioni” non vuol dire per forza inculcare teorie discutibili a un’intera generazione.

 

↑2014.11.26 I repubblicones inquinano perfino le informazioni spaziali col loro oscurantismo antireligioso: segano in censura le immagini sacre della stazione orbitante.

 

↑2014.09.27 <nocristianofobia>: Il ministro Taubira alla convention della Massoneria francese: non a caso porta il suo nome, la legge francese del matrimonio per tutti, normativa che, del resto, corrisponde appieno al piano della Massoneria: il 5/11/2012 proprio il Grand’Oriente di Francia emise un comunicato, con cui condannò «fermamente le dichiarazioni della Chiesa Cattolica circa il progetto di legge sull’apertura del matrimonio civile a tutte le coppie», bollando tali dichiarazioni come «retrograde ossia oscurantiste».E di «oscurantismo» parla con furore anche Marc Henry, Gran Maestro della Gldf-Gran Loggia di Francia, alla quarta cena annuale tenutasi oggi a Parigi di fronte a ~200 invitati: «Sarebbe tempo che i massoni si riunissero, perché, se gli estremisti giungessero al potere, non si preoccuperebbero del colore dei nostri grembiulini». Gli siede al tavolo Christine Taubira che fa un discorso sui diritti dell’uomo nel mondo citando come modello quel Jean Jaurès, parlamentare socialista, che, da buon rivoluzionario, brandì la legge sulla separazione della Chiesa dallo Stato, legge ch’egli stesso contribuì a redigere, per farne una clava con cui colpire il clero ed i Cattolici francesi agli albori del XX secolo.

 

↑2014.04.01 Pro opuscoli didattici per la scuola moderna Lgbt, il pastore valdese Alessandro Esposito si scaglia su MicroMega contro il magistero cattolico che sarebbe teologia dell’occultamento: le alte sfere del cattolicesimo deplorano il progetto scolastico ... tesi oscurantista fatta propria dal cardinal Bagnasco e rilanciata dall’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia

 

↑2013.05.18 [CzzC: scrivo a Luigi Bastiani che patrocina una federazione massonica avvicinante anche i cattolici: anch’io confido nella bontà di un incontro est-ovest, quello dei due polmoni della cristianità, i cattolici e gli ortodossi, guardacaso entrambi perseguitati come oscurantisti da potenti matrici, mentre più benevolenza vostra goderono i cristiani separatisi con gli scismi illuminati di anglicani, luterani, calvinisti, valdesi ... più docili alla vostra cultura dominante: citando Umberto Galimberti tu scrivi che “Jaspers ritorna al «periodo assiale» dell’umanità in cui l’Occidente ancora non si distingue dall’Oriente, perché il pensiero, nell’ápeiron o nel Tao, pensa, sotto la differenza linguistica, quella stessa cosa che poi resterà impensata nella terra della sera” ma mi pare che intendesse un’altra cosa rispetto alla vostra interpretazione de l’Oriente Eterno: forse sbaglio perché non cerco come voi pezzi di verità in compagnia di Dan Brown]

 

↑2013.05.15 <agesc>: “Secondo il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero tutta l’Europa vive nel Medioevo ‘oscurantista’, visto che in tutta Europa la scuola pubblica o privata viene finanziata dallo Stato o dagli enti locali: evidentemente le sinistre europee devono imparare dal modernissimo ‘comunista’ Ferrero”.  Lo ha dichiarato il Presidente di AGeSC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) Roberto Gontero, a margine della conferenza stampa di stamane di Paolo Ferrero a Bologna...

 

↑2013.01.24 Il pastore valdese Alessandro Esposito ricorda la merda sul volto di Cristo di un anno fa e sbeffeggia in merito i cattolici: perché? Perché si permisero la libertà di espressione di contestare quella merda artistica: odi il sermone valdese paladino della libertà di espressione all’indirizzo dei cattolici: censori rappresentanti dell’odierna inquisizione che, a secoli di distanza da una prassi consolidata in ambito vaticano, hanno rispolverato l’inveterato costume della messa all’indice delle opere sgradite... cattolicesimo bigotto e oscurantista... censura preconcetta, fatta di pregiudizio ed ignoranza ... integralisti... Luogo principe della libertà d’espressione è proprio l’arte, la quale non deve chiedere alcuna licenza de li superiori per manifestare, anche con toni irriverenti, il proprio pensiero ... L’arte si legittima da sé, non deve passare alcun vaglio, non deve rendere ragione ad alcuna (presunta) autorità morale, perché, per parafrasare Nietzsche, essa si trova per essenza «al di là del bene e del male», categorie troppo ristrette e semplicistiche per racchiudere ed esaurire lo spirito umano e le sue creazioni.

 

↑2012.11.05 <nocristianofobia>: il Grand’Oriente di Francia emette un comunicato, con cui condanna «fermamente le dichiarazioni della Chiesa Cattolica circa il progetto di legge sull’apertura del matrimonio civile a tutte le coppie», bollando tali dichiarazioni come «retrograde ossia oscurantiste».

 

↑2012.09.09 Traggo da <VT#35p39 quiPdf> Secondo Gilmozzi la Storia ha promosso a pieni voti l'Illuminismo per il suo fermo proposito di liberare l'uomo e la società dalle tenebre dell'ignoranza e dell'oscurantismo mediante l'uso della ragione, senza ricorrere a verità rivelate, mentre l’universalismo cattolico troppo spesso è diventato e diventa fondamentalismo.

Hofer e la risposta della storia. Signor Direttore di Vita Trentina, nella lettera della signora Michele Leks ... [CzzC: continua qui per l'intero articolo con miei commenti]

 

↑2011.01.09 <fattisentire> Risorgimento del paganesimo: “fare” gli italiani sul modello delle nazioni protestanti: la prima seria persecuzione anticattolica dopo Costantino:

- a cominciare dai gesuiti, tutti gli ordini religiosi della “religione di stato” vengono soppressi uno dopo l'altro e tutti i loro beni incamerati. ... i beni che nel corso dei secoli la popolazione cattolica ha donato agli ordini religiosi vanno ad arricchire l’1% della popolazione di fede liberale. Oltre 2.565.253 ettari di terra, centinaia di splendidi edifici, archivi e biblioteche, oggetti di culto, quadri e statue, tutto scompare nel ventre molle di una classe dirigente che definisce se stessa liberatrice d'Italia dall'oscurantismo dei preti e dei sovrani assoluti.

- Nel nome della libertà i liberali ... vietano le donazioni alla chiesa, impediscono le processioni cattoliche (plaudono a quelle massoniche), negano la libertà di istruzione (la scuola deve essere docile strumento della propaganda liberale), per stampa “libera” intendono la sola stampa liberale (Cavour arriva a proibire la circolazione delle encicliche pontificie).

Vedi anche Cesnur: fatta l’Italia occorreva fare gli italiani – secondo l’espressione attribuita a Massimo d’Azeglio (1798-1866). Ma come secondo i liberal-massoni? Contro il 99% degli italiani? "disfare il tradizionale ethos italiano radicato nel cattolicesimo per costruire un ethos nuovo, progettato a tavolino, modellato sulle presunte caratteristiche delle più avanzate nazioni protestanti europee"

 

↑2010.05.31 <Oasis>: Al-Jabri, il filosofo della “Critica della ragione araba” e il suo contributo-ponte tra il pensiero europeo e arabo. Martedì 4 maggio si è spento, all’età di 74 anni, Muhammad ‘Abid al-Jabri, uno tra i più fecondi e discussi intellettuali contemporanei del mondo arabo islamico. I suoi scritti sono diffusi in tutto il Medio Oriente da più di vent’anni e continuano a rappresentare un punto di riferimento per la filosofia araba (moderata). <reset2011>:  al-Jabri ritiene che la difficoltà attuale del pensiero arabo-islamico a conciliarsi con la contemporaneità dipenda dalla perdita progressiva di quella dimensione razionale e scientifica del pensiero islamico che aveva invece ispirato pensatori come Averroè, Ibn Hazm e Avempace, che non riuscì a vincere l’inclinazione allo gnosticismo e all’irrazionalismo spiritualista della filosofia islamica orientale, il cui predominio nei secoli avrebbe prodotto quell’«oscurantismo irrazionale» che il potere e la mala politica hanno potuto sfruttare a proprio vantaggio, travisando i messaggi originari della religione islamica

 

↑2010.04.23 <corriere>: Che il culto antico di Garibaldi fosse a volte esagerato fino al ridicolo, non si può negare. Vedi alcune epigrafi strepitose ...

L'eroe dei due mondi, ha scritto Ragazzi, «era visto dal popolo come un santo liberatore. A Palermo era considerato "parente" di Santa Rosa così come a Napoli lo divenne di San Gennaro, in una stampa popolare era raffigurato con un gesto benedicente (...). La storica cattolica Angela Pellicciari è di diverso avviso: «Il suo mito è stato costruito ad arte dalla Massoneria, di cui Garibaldi era illustre esponente. Come del resto il Risorgimento: un fatto massonico contro la popolazione italiana, definita oscurantista perché in stragrande maggioranza cattolica » ... Il sindaco di Capo d’Orlando: «Garibaldi un feroce assassino al servizio della massoneria e dei servizi inglesi».

 

↑2010.mm.gg UEL/Pangallo: Rosmini Chiesa e Risorgimento: cita tra l’altro A.Pellicciari: «L’attacco sferrato alla chiesa cattolica dai Savoia e dai liberali durante il Risorgimento è uno degli ultimi e più significativi episodi delle cosiddette “guerre di religione”. Guerre giustificate dall’odio diffuso dalla Riforma contro Roma, scatenate da principi e sovrani protestanti e massoni per sconfiggere l’oscurantismo cattolico e impossessarsi al tempo stesso delle proprietà che la carità dei fedeli ha nel corso dei secoli regalato alla Chiesa di Roma». Cita le intemperanze dei gesuiti contro il Rosmini, sino a colui che ripeteva a mo’ di ritornello le parole della Civiltà Cattolica riassumenti i capi d’accusa: “La dottrina del Rosmini è panteismo in filosofia, giansenismo in teologia, liberalismo in politica”»