PAOLO FERRERO 1960: valdese contro le paritarie cattoliche

<wikipedia>: impegnato nella chiesa valdese (1985-86 fu segretario nazionale della Federazione Giovanile Evangelica Italiana, FGEI). 2006-2008 ministro della solidarietà sociale del Governo Prodi II; segretario di Rifondazione Comunista dal 2008.07

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 26/01/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Valdesi; per soffocare le paritarie cattoliche si sbraga al referendum di Bologna

 

↑2017.05.20 <tecnscuola repubbl>: adesso anche per M5S le materne paritarie possono ottenere finanziamenti statali. Vacilla il fermissimo slogan di M5S "neanche un euro alle scuole private" [CzzC: trucco per captare voti cattolici in vista delle tornate elettorali. Dopo avervi visti accaniti a soffocare le paritarie cattoliche a Bologna e a Torino, chi pensate di illudere? E fareste valere l’Art.26.3 della dichiarazione universale dei diritti umani solo per le scuole materne? E fareste cambiare idea anche al Rodotà che candidaste a Presidente della Repubblica? E anche a Valdesi e Cgil?]

 

↑2014.06.09 <corriere>: Erri De Luca: «La Tav va sabotata. Le cesoie sono utili perché servono a tagliare le reti», erano state le esatte parole contestate allo scrittore dai pm. Numerosi gli appelli a favore di De Luca, tra i quali quello firmato da intellettuali come Fiorella Mannoia, Luca Mercalli, il padre comboniano Alex Zanotelli, Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista [CzzC: e Gianni Vattimo]

 

↑2013.05.20 Paolo Ferrero (ex ministro valdese come Valdo Spini) in prima fila nel referendum di Bologna contro le scuole paritarie cattoliche: sermone dal suo blog: «sbaglia di grosso Prodi sul referendum contro i finanziamenti comunali alle materne private: la scuola pubblica va difesa! ... Prodi è all'origine di questa regalia di denaro pubblico ai privati » [CzzC: ingannatore appare chi induce i tifosi ad ignorare che, se chiudessero le paritarie, lo stato spenderebbe miliardi di euro in più per erogare lo stesso servizio agli alunni ex paritarie che, a quel punto, migrerebbero alle cosiddette scuole pubbliche: alla faccia della legge Berlinguer sul sistema scolastico italiano composto da scuole pubbliche e paritarie]

 

↑2013.05.15 <agesc>: “Secondo il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero tutta l’Europa vive nel Medioevo ‘oscurantista’, visto che in tutta Europa la scuola pubblica o privata viene finanziata dallo Stato o dagli enti locali: evidentemente le sinistre europee devono imparare dal modernissimo ‘comunista’ Ferrero”.  Lo ha dichiarato il Presidente di AGeSC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) Roberto Gontero, a margine della conferenza stampa di stamane di Paolo Ferrero a Bologna...

 

↑2013.04.gg Maurizio Landini campeggia sostenitore del referendum di Bologna per abrogare il sostegno pubblico a opere di sussidiarietà cattolica (scuole paritarie dell’infanzia) in compagnia di Gino Strada, Stefano Rodotà, Margherita Hack, Carlo Flamigni, Paolo Ferrero, M5S

 

↑2008.12.gg <repubblica>:  duro Paolo Ferrero contro il governo e la C EI sul finanziamento alle scuole cattoliche: "... è bastata una semplice minaccia di mobilitazione da parte delle scuole cattoliche private per far cambiare idea al governo e nel giro di pochissime ore. Insomma, il Vaticano fischia e Tremonti e il governo ubbidiscono. Siamo alla farsa, se non fossimo alla tragedia, sulla scuola", ha detto. [CzzC: farsa e tragedia nella scuola italiana fomentano ben più i bacati da sessantonite che contrastano ogni tentativo di riforma scolastica mirata ad efficientare  il servizio mediante un controllo di merito delle prestazioni misurato dai dirigenti e dagli utenti-famiglie, nell’unico contesto che può garantire un controllo efficace, quello di una moderata libera concorrenza in supero dell’anacronistico monopolio statale che ci rende quasi unici al mondo assieme ai regimi totalitari: ti piace così tanto la stella a cinque punte in campo rosso?]

 

↑2008.07.gg <repubblica>: scheda  su Paolo  Ferrero il valdese comunista: Ferrero diventa famoso per la sua opposizione, in Consiglio dei ministri, ad alcuni provvedimenti voluti da Prodi, soprattutto quelli sul Welfare, fino ad esser definito negli ambienti della presidenza una "testa dura".

 

↑2006.mm.gg – 2007 Il valdese Paolo Ferrero, ministro del Governo Prodi, nomina la ex-terrorista delle BR Susanna Ronconi componente della Consulta Nazionale delle tossicodipendenze; a proposito di tossicodipendenze, Ferrero voleva anche in Italia le "shooting room" (già attivate in Germania) nell'ambito della politica di "riduzione del danno".