Presenza pubblica dei cattolici aborrita da illuminato paganesimo laicista

Tornate in sacrestiasibilavano mezzo secolo fa all’indirizzo dei cattolici i bacati da sessantonite, applauditi da potentati matrici della cultura dominante che ancora usa i nostalgici del ’68 per il medesimo obiettivo: ridurre la fede e la Chiesa all'ambito privato e intimo, emarginarla dalla vita pubblica, asfissiare le opere di sussidiarietà cattolica, scuole paritarie in primis, fino a negare il diritto all'obiezione di coscienza. A costo di montare accuse sibilline,

vuolsi neutralizzare il volontariato cattolico,

vuolsi soffocare le paritarie e sermonare che sono una questione di coscienza individuale,

vuolsi gerarchia democratica almeno quanto i luterani così che il potere la possa addomesticare.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 28/12/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: identità cristiana; morale laicista, dialogo; fede e ragione; Micromega; Uaar; blasfemia lecita; cattofobia

 

↑2016.12.25 Goffaggine laicista all’attacco del volontariato esplicitamente cattolico: un sedicente laico su Rai3FiloDiretto accusa di mancanza di democrazia interna l’associazione di volontariato cattolica in cui opera, perché questa gli avrebbe impedito di fondare una sub-associazione laica come branchia di quella cattolica.

 

↑2016.10.05 <sussidiario>: Fr1: una persecuzione religiosa travestita da cultura: ridurre la fede e la Chiesa all'ambito privato e intimo, emarginarla dalla vita pubblica, nel nome di una paganità laicista o addirittura in nome dell'uguaglianza, una persecuzione "educata" che arriva a negare ai credenti il diritto all'obiezione di coscienza

 

↑2013.05.gg Non stupisce che potenti matrici vogliano soffocare le paritarie cattoliche o lasciarle solo per i ricchi; sorprende l'esitazione di certa gerarchia che non osa rieducare pubblicamente i tanti cattolici laici e consacrati sedicenti adulti e democratici che vorrebbero le paritarie asfissiate o solo per ricchi brandendo l'art33 e che tifano referendum per abrogare il finanziamento pubblico alle paritarie, in singolare assonanza di Leitmotiv L6 coi valdesi.

 

↑2009.04.23 <adnkronos> Vito Mancuso fa un ''uso politico del pensiero teologico'', che va a vantaggio del ''laicismo'', con il risultato che lo studioso ''offre argomenti a coloro per cui la migliore Chiesa è quella del silenzio''. Lo afferma la rivista ''Studi Cattolici'', con un articolo <cattolic>, che apparirà sul prossimo fascicolo del mensile, a firma di don Gianni Baget Bozzo, intitolato ''Teologismi esistenziali''. [CzzC: Badget Bozzo sarebbe morto poco dopo ai primi di maggio <avvenire>]

 

↑2008.10.19 XXIX domenica del T.O., traggo dal notiziario parrocchiale firmato dB ma probabilmente inchiostro AM: «Pacs, crocifissi nelle sedi pubbliche, leggi su aborto o divorzio, finanziamenti alla scuola privata, sistemi di investimento, otto per mille, sono tutti temi dove è necessaria, e da rispettare, la mediazione della coscienza individuale[CzzC: pongo ad AM 2 quesiti su coscienza e laicità; qui intero]