SCUOLA LAICISTA, carta Della Laicità, «morale laica», morale laicista imposta a scuola

L’insegnamento scolastico obbligatorio della cosiddetta «morale laica» sarebbe un progetto avviato nel 2013 dalla massoneria francese con il simpatizzante ministro Vincent Peillon: «strappare il bambino da tutti i suoi legami pre-repubblicani per insegnargli a diventare un cittadino. È come una nuova nascita.  ... Trattare tutto in termini deterministici, compresa famiglia , società, cultura».

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 06/06/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: laicismo, Vincent Peillon, massoneria francese; moralità, identità e presenza cristiana

 

2018.06.04 <avvenire, lapresse, fattoq> Negò torta di nozze a coppia gay, pasticciere «assolto» da Corte suprema USA. La Commissione diritti umani del Colorado si era pronunciata contro il titolare del negozio per discriminazione, ma ora la Corte Suprema ribalta la sentenza. <tempi>: una storica sentenza per la laicità dello stato, una condanna dell’«l’ostilità verso la religione» [CzzC. e se non fosse ancora finita? Attenzione alle priorità (vedi caso del fioraio); continua]

 

↑2015.09.02 <tempi>: con l’anno scolastico 2015-2016 Hollande avvia, come annunciato, l’«Evangelizzazione laica» [CzzC: concepita dal filomassone Vincent Peillon: potenti matrici intendono epurare il paese dal cattolicesimo?] Si torna in aula e i genitori saranno costretti a firmare la “Carta della laicità”, un concentrato di luoghi comuni laicisti

 

↑2015.01.28 <tempi>: La Francia risponde all’estremismo islamico dei suoi studenti con un bel lavaggio del cervello a base di “laicità”. Inviati nelle scuole mille “ambasciatori della laicità”, il 9 dicembre un’apposita “Giornata” celebrativa. Il cardinale di Parigi: «Ma non è una religione»

 

↑2015.01.21 <nocristianofobia>: Con la “Carta della Laicità”, moloch ideologico, cui sacrificare tutti, novelli schiavi del verbo illuminista, la Scuola francese diviene giacobina: per assicurarsi che nessuno sgarri, si inventano militarmente le «riserve civiche» (volontari – pescati per lo più tra avvocati, giornalisti ed operatori culturali) incaricate di monitorare ogni edificio scolastico, per inquisire sul nascere il rischio di «derive». In primis si addita il jihadismo, ma ...[CzzC: come pretesto eclatante per dissimulare il principale obiettivo, i cattolici, oggi untabili come omofobi perché negherebbero ai gay il diritto degli uteri in affitto]

 

↑2015.01.15 Abbiamo il diritto di ironizzare su tutte le religioni? secondo Taubira ministra della giustizia francese enfatica dell’individualismo libertario masso-illuminato offensivo delle relazioni personali anche in ciò che la persona avesse di più caro nella vita: «siamo il Paese di Voltaire e dell'irriverenza, abbiamo il diritto di ironizzare su tutte le religioni». [CzzC: leggi qui il mio commento in merito, da Voltaire, alla fraternità dimenticata, ai masso-illuminati più anti cristiani che antiislamici, ai trucchi di paralogismo; e il mio articolo sulla libertà]

 

↑2015.01.14 <tempi>: anche gli anticlericali hanno una religione: il laicismo sciocco quanto arrogante: il nuovo numero del settimanale satirico inneggia alla “laicità punto e basta”, cioè che le Femen suonino le campane.

 

↑2013.08.29 <tempi>: Nelle scuole francesi arriva la “Carta della laicità”. Così si farà la guerra ai cattolici e al sessismo «fin dall’asilo». Vincent Peillon, si era fatto promotore di questo documento che, nelle sue nobili intenzioni, avrebbe dovuto avere lo scopo di insegnare ai bambini e ai ragazzi i principi su cui si fonda una civile e “repubblicana” convivenza. Il suo obiettivo – fatto poi proprio da Najat Vallaud-Belkacem che lo sostituì alla guida del dicastero – era «strappare il bambino da tutti i suoi legami pre-repubblicani per insegnargli a diventare un cittadino. È come una nuova nascita». Una nuova nascita, ça va sans dire, all’insegna della morale laica.

 

↑2013.06.04 <tempi>: «Se non celebri i matrimoni gay, violenteremo i tuoi figli». Così è stato minacciato un vicesindaco di Parigi che ha invocato l’obiezione di coscienza. Intanto la riforma della scuola che sta per essere approvata prevede in forma obbligatoria morale laica e ideologia di genere alle elementari

 

↑2013.04.22 <lastampa, corriere, et>: carta della laicità, manifesto laicista: nelle scuole francesi arriva l’ora di “morale laica”: dall’anno scolastico 2015-2016 gli studenti saranno obbligati a seguire un nuovo corso, ispirato ai principi base della Repubblica