ultima modifica il 25/11/2017

 

Terrorismo jihadista (shahid): radici educative, inciucio occidentale con filo wahhabiti

Correlati: moventi del jihadismo stragista più filo-wahhabita che sciita; masso Nobel pace ammette danni lfb allevati da CIA, Iraq, Libia, Siria, Isis chi lo foraggia? meno male che la Russia c’è e il Papa; inarrestabile il terrorismo fiché ...

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

<wikipedia>: Shahīd è colui che porta avanti il jihad l'«impegno sacro e doveroso» configurabile talvolta come una "guerra doverosa".

Ai vari potentati occidentali, tipicamente quelli simpatizzanti Nato, starebbe bene l’avanzata del jihadismo? Non tutto, ma buona parte parrebbe di sì, ad esempio quello foraggiato da wahhabiti (e indirettamente da Us-Uk-Fr) che ingrassano le borse occidentali e gli armatori, i quali sanno di dover frenare qualche sgozzatore di connazionali, ma poco importa che i jihadisti in Siria massacrino cristiani, yazidi e sciiti, purché servano le operazioni di regime change funzionali ai suddetti interessi da ordire dissimulando la mano dei burattinai.

Qualcuno si chiede se, almeno da parte wahhabita, il foraggiamento di terroristi sia mirato anche ad invadere l'Europa di profughi: il sospetto verrebbe, osservando che i Sauditi, pur ricchissimi, invece di accogliere i profughi diasporati, propongono di costruire per ogni 100 di loro una moschea in Germania, ma indagare in tal senso non piace alla nostrana cultura dominante a motivo dei suddetti inciuci finanziari e geostrategici: sto dicendo che tale cultura ha gli stessi obiettivi anticristiani dei jihadisti? Speriamo di no, ma vedi quanti danni nel frattempo combina.

<scuolissima>: frasi sul terrorismo.

Anche Erdogan foraggiava la galassia dei terroristi siriani, fino a metà 2016 quando, scottato dagli illuminati, abbandonò i foraggiatori dei terroristi e se ne discostò

 

 

27/10

2017

<strategic antidipl>: nell’intervista merc 25Ott alla Qatari TV, l’ex Primo Ministro del Qatar, bin Jaber al-Thani, ha rivelato che il suo paese, insieme all'Arabia Saudita, alla Turchia e agli Us iniziò fin dal 2011 a spedire armi alla galassia dei jihadisti siriani, e da lì a Isis. Il Qatar ha "documenti completi" e registrazioni che dimostrano che la guerra era prevista per determinare il “cambiamento del regime” in Siria.

11/09
2017

<sussidiario>: come previsto, Assad rompe l’isolamento di Deir Ez Zor; gli Usa mettono in salvo i jihadisti, e forse cessano l'lfb pro ribelli, Isis e al Qaida (che beneficiavano di voli diplomatici e di particolari facilitazioni di transito).

07/09
2017

poco spazio sui media occidentali alla liberazione di Deir Ezzor: perché? <simpliciss>: Il Washington Post aveva riconosciuto che è stata la Cia a foraggiare in lfb i cosiddetti ribelli moderati per sbarazzarsi di Assad (operazionelegno di sicomoro”) ma una parte consistente di loro contribuì a creare Isis e combatté per esso fino quando, dopo l’intervento russo, molti “ribelli moderati” si riversarono in Al Nusra (particamente Al Qaeda), ancora aiutati da Cia e petromarchie

23/05
2017

Manchester: attacco terroristico islamista all’Arena: <fattoq>: Oggi si piangono le giovani vittime di questo attentato rivendicato dall’Isis, ma è noto che l’Arabia Saudita ha finanziato e sponsorizzato l’Isis. [CzzC: si parla di Salman radicalizzato, ma non si additano i radicalizzatori: perché?]. Sul sostegno dei wahhabiti al terrorismo basterebbe citare il doc131801 di Wikileaks con la email di H.Clinton che addita i wahhabiti primari foraggiatori di terroristi islamici

26/04
2017

<stampa>: Margherita aveva ospitato per 9 anni l’uomo arrestato a Torino per legami con l’Isis: «L’avevamo salvato dalla droga. La radicalizzazione? Una pugnalata»

19/03
2017

<sussidiario>: profilo del neo-eterodiretto terrorista: uno squilibrato, emarginato, droghino, perfino omosessuale sarebbe meno sospettabile rispetto al fanatico pio frequentatore di madrasse: così Abu Muhammad al Adnani reclutava i kamikaze.

31/12
2016

<repubblica>: Siria, il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva all'unanimità la tregua di Russia e Turchia. [CzzC: meno male che la Russia c’è, mentre il masso Nobel Pace con un goffo colpo di coda da scorpione in ritirata <fattpq> espelle 35 funzionari russi. Putin: “Non faremo diplomazia da cucina”. Trump: ‘Grande mossa di Mosca’]

23/11
2016

<repubblica>: Il Parlamento Ue approva risoluzione contro Russia: «Il Cremlino usa think tank, tv multilingua, pseudo-agenzie di stampa e social media per sfidare i valori democratici e dividere l'Europa». Voto compatto e contrario di Lega e M5s. [CzzC: solo l’inganno paralogistico tipico di potenti illuminati potrebbe correlare la Russia all’aumento della pressione jihadista sull'Europa]

15/11
2016

Il complesso militare-industriale: <sussidiario>: le "guerre umanitarie" passate e correnti hanno la loro ragion d'essere solo in funzione della politica interna degli Stati Uniti e, all'occasione, dei loro alleati ...  [CzzC: mi stupirei che uno stato facesse guerre, sia pure per ingerenza umanitaria, contro gli interessi della “sua politica interna e dei suoi alleati”: insorgerebbe invece timore per i nostri interessi e per la pace quando osservassimo che gli interessi interni Usa paiono solo quelli della supremazia del petroldollaro mentre gli alleati più influenti pare siano i filo-wahhabiti: Trump cambierà radicalmente detta gamma di interessi? ... continua]

11/10
2016

Wikileaks pubblica una email della Clinton dichiarante che Qatar e Arabia Saudita foraggiano Isis: nella mail appare chiaro che gli Stati Uniti sono perfettamente al corrente che i loro alleati "forniscono clandestinamente supporto finanziario e logistico a Isis e ad altri gruppi radicali sunniti nella regione".

20/09
2016

<inkiesta>: il "buono" Occidente sta con l'Islam peggiore: gli wahabiti, nemici della Russia, fomentatori del terrorismo, ma preziosi alleati nello scacchiere del MO.

19/09
2016

<asianews>: Vicario di Aleppo: il raid Usa del 17/09 contro l’esercito siriano (90 morti) non è stato un errore. <corriere>: Mosca protesta all’ONU. <fattoq>: Us pro Isis?

19/08
2016

Tacevano i mass-media inciuciati con Us e filo wahhabiti quando le bombe dei terroristi da loro foraggiati sterminavano bambini nella Aleppo da loro ancora non occupata: ora usano il piccolo Omran estratto dalle macerie per farci cadere in un <tempi> trappolone emotivo onde giustificare il foraggio ai suddetti terroristi?

18/08
2016

<lib&pers> Madre Guadalupe 2015.12 sull'origine etero-diretta della guerra in Siria: già i primi scontri coi rivoltosi vennero presentati distorti dai mass-media pro cambiamento del regime alawita, ancorché permettesse pluralismo, mentre i siriani vedevano i gruppi armati che parlavano un altro dialetto. “Non sono siriani!”; a Damasco il popolo scendeva in piazza per preferire Assad all'integralismo islamico, ma le stesse immagini che noi vedevamo dalla finestra, erano commentate dai media internazionali con: «Continuano le manifestazioni pacifiche del popolo siriano che scende in strada per chiedere al proprio presidente che se ne vada»

09/08
2016

I terroristi siriani che gli inciuciati Us e filo wahhabiti chiamano ribelli moderati <sussidiario> intitolano il loro contrattacco ad Aleppo ad Ibrahim Yusuf , il capo della milizia wahhabita che nel 1979 durante la rivolta dei Fratelli musulmani ammazzò 80 giovani cadetti alawiti. Il portavoce della coalizione Fath Halab dice «uccideremo questi alawiti come quella volta, trascineremo i loro cadaveri per le strade e li tortureremo anche da morti». [CzzC: grazie al masso nobel pace e ai suoi alleati filo-wahhabiti?]

22/07
2016

<sputnik>: Timber Sycamore il nome del programma della CIA per armare e finanziare i ribelli anti Assad . Vedi articolo di Austin Carson dell'Università di Chicago e Michael Poznansky dell'Università di Pittsburgh. [CzzC: tecnica LFB]

20/07
2016

<tempi>: Siria: bambino 12enne decapitato da uomini della brigata Nour al-Din al-Zinki che ha lavorato con la Cia fino al 2015.09, come parte di un gruppo di ribelli cosiddetti moderati. Questi jihadisti sono stati anche finanziati da Turchia, Qatar e Arabia Saudita. A inizio mese, anche Amnesty International aveva accusato questi ribelli di rapire e torturare le persone sotto il loro controllo. [CzzC: grazie Obama]

11/07
2016

<piccolenote.Cnn>: neopresidente delle Filippine Rodrigo Duterte: il terrorismo si è generato a seguito della «distruzione del Medio oriente» iniziata con la guerra in Iraq, una guerra «senza alcuna base giuridica», come appurato dall’inchiesta Chilcot: «Guardate l’Iraq ora, guardate cosa è successo in Libia e cosa è successo in Siria ... Non è il Medio Oriente che sta esportando il terrorismo in America. È l’America che ha esportato il terrorismo in Medio Oriente».

05/07
2016

<amnestyIntern>: Amnesty International ha denunciato oggi un'agghiacciante ondata di rapimenti, torture e uccisioni sommarie da parte dei gruppi armati che agiscono nelle province di Aleppo, Idlib e in altre zone del nord della Siria, alcuni dei quali sono sostenuti da paesi quali Arabia Saudita, Qatar, e in lfb Us-Uk, nonostante si rendano responsabili di violazioni delle leggi di guerra [CzzC: solo adesso hai corretto la vista cara Amnesty? Meglio tardi che mai, e ... continua]

20/06
2016

Il terrorismo sarebbe più sunnita che sciita. <micromega>: gli Us-Uk-Nato meditino su Fallujah, caposaldo sunnita dove per “liberarla” dai miliziani di Al Qaeda, dovettero usare persino le bombe al fosforo. [CzzC: Us-Uk-Nato s’inciuciano coi sunniti (patrocinati dai wahhabiti) perché più ricchi, meno ostili ad Israele e più ostili alla Russia, rispetto agli sciiti (patrocinati dall’Iran), ma così foraggiano il terrorismo mondiale, composto quasi esclusivamente da sunniti (Al Qaeda, Boko Haram, Isis e affini jihadisti sunniti: vedi galassia dei ribelli siriani)]

10/06
2016

La cultura dominante chiama guerra civile quella in Siria, mentre è guerra indotta da cinici orditori lfb <oraprosiria>: da secoli diversi gruppi etnici e religiosi convivono in Siria in armonia, e c’è ancora grande benevolenza e accoglienza nella vita quotidiana.

10/06
2016

<lastampa>: Quel “patto col diavolo” tra l’Occidente e i finanziatori del terrore: terrorismo wahabita, guerre di regime change, flussi finanziari, colossali compravendite di armi: in un libro di Fulvio Scaglione storia, dati e numeri su ciò che per ragioni di business le democrazie occidentali fingono di non vedere [CzzC: non solo fingono di non vedere, ma mandano i wahhabiti ai vertici di UNHRC e colpiscono con sanzioni se non possono con le bombe i regimi invisi ai wahhabiti]

07/06
2016

<occhidiguerra>: dopo Richard Black - il senatore dello Stato della Virginia, che aveva affermato che il caos in Siria era stato provocato dall’Occidente - arriva la dura accusa di Peter Ford, ex ambasciatore inglese in Siria: “Gli Usa sono effettivamente alleati con una parte di Al Qaida” (Al Nusra) nel tentativo di “eliminare il governo secolare di Bashar Al Assad in Siria”.

06/06
2016

<voltairenet>: Thierry Meyssan, presidente della conferenza Axis for Peace: l’ONU e la UE (causa Nato soprattutto), invece di coordinare la lotta contro Isis, mettono i bastoni fra le ruote ai più efficaci combattenti anti Isis sul campo, mascherano i sostegni statali al terrorismo internazionale, ignorano i documenti consegnati al Consiglio di Sicurezza che da Iraq, Siria e Russia dimostranti il foraggio ad Isis fornito da Arabia Saudita, Qatar e Turchia di Erdogan. Continua

26/05
2016

<avvenire>: chi più vende armi più paghi per i profughi, secondo una logica presa in prestito dal diritto comunitario in materia ambientale (chi inquina paga). [CzzC: condivido l’intento, ma discernerei illusioni: le guerre da faide terroristiche jihadiste, principali generatrici di profughi, si alimentano soprattutto da maestri di odio (e da strateghi lfb) e gli basta poco più che il tritolo da cava, mentre tra gli stati, che svendono loro le armi, primeggiano filo-wahhabiti, Israele e Cina, che non pagherebbero mai per i profughi in parola, ma, semmai, si farebbero pagare come Erdogan dall’Europa: inarrestabile il terrorismo se culliamo regimi che uccidono abiuri e blasfemi; continua]

23/05
2016

<tempi, repubblica>: missili ribelli sul Collegio dei francescani ad Aleppo, che accoglieva una ventina di anziane. <spondasud>: i massacri dei ribelli foraggiati dai filo-wahhabiti vengono ignorati o minimizzati, mentre viene enfatizzato il crimine quando ci fosse anche solo il sospetto, ancorché senza prova, che a compierlo siano gli alleati di Assad: è il solito inciucio occidentale con i filo-wahhabiti che permise l'allevamento Isis tra le fila dei ribelli anti Assad]

17/05
2016

<avvenire>: Ecco come si fabbrica il terrorismo islamico spiega Mahi Binebine a Casablanca, pittore e narratore molto amato in patria e molto conosciuto nel mondo. Ai ragazzi sottratti dal contesto familiare con un piccolo lavoro gratificante si dà dignità, ma in cambio si pretende gratitudine e si inizia a inoculare le convinzioni di base: il fanatismo, l’ossessione del complotto internazionale, l’ammirazione per gli altri combattenti (suicidi palestinesi e ceceni) ... [CzzC: maestri del verbo uccidere]

08/05
2016

<zenit>: i 6 principi della Santa Sede per sradicare il terrorismo: in primo luogo, l’importanza di “rifiutare totalmente ed incondizionatamente la violenza perpetrata in nome della religione”, perché “nessuno può ritenersi un vero credente se pianifica e mette in atto atti di violenza”. [CzzC: bene, ma non violenza anche all’interno della religione: mi sarei aspettato più esplicito bando della violenza praticata contro abiuri e blasfemi, radice primaria del terrorismo]

30/03
2016

<gazzettino>: a Radio24 il procuratore aggiunto di Venezia Carlo Nordio parla di terrorismo collegato a Isis: «Non è una guerra da mercanti di armi, ma è una guerra religiosa che un'organizzazione ha dichiarato contro l'Occidente e può colpire ovunque, in qualsiasi modo e bisogna ammettere che si è senza difesa...».

02/05
2016

Newsletter monotematica aprile 2016: far rispettare art.18 (libertà di coscienza) dei diritti umani è condizione indispensabile non solo per sradicare il terrorismo ma anche per tutelare la pace

28/04
2016

<tgcom24>: Lecco: Ros e Digos portato all'arresto di 6 persone, di cui 2 latitanti, pronti a partire per la Jihad nei territori di guerra. "Volevano colpire Roma e il Vaticano per il Giubileo - dichiarano gli inquirenti - La richiesta di colpire l'Italia era giunta da Siria e Iraq".

21/04
2016

<bussolaq>: l'oblio dell'Occidente sui cristiani perseguitati: per loro la fontana di Trevi si tingerà di rosso: [CzzC: nell’era dei flash possono servire anche le sceneggiate, ma sarà inarrestabile la persecuzione in parola, come il terrorismo jihadista, finché continueremo nell’inciucio con regimi che uccidono abiuri e blasfemi, facendosi maestri di odio: per agevolarli allo scopo ... continua]

21/04
2016

James Schall su <totustuus> ipotizza che il terrorismo jihadista non sia un insensato prodotto della povertà, dell’ideologia, dell’ignoranza, di manie psicologiche o di qualunque altra scappatoia, ma che quei terroristi possano essere quello che loro stessi affermano di essere: credenti leali e devoti del Corano, i più autentici fra i seguaci di Muhammad; ipotizza che non si possa fingere che la violenza jihadista non trovi fondamento nel Corano; ipotizza che, affrontandola, si debba fare i conti con la verità di un islam non riformato, collaborando con islamici moderati, che ci sono.

07/04
2016

<libro di Limes: Terza guerra mondiale?> troviamo indizi dell'inciucio Us-Nato e finanza cinica col jihadismo sunnita, perfino terrorista se funzionale contro Russia2.0, leggendo questo libro che qui riassumo e commento

28/03
2016

<avvenire 28/03/2016>: migliaia di islamici radicali hanno partecipato a Islamabad ad una manifestazione per chiedere l'esecuzione di Asia Bibi. I manifestanti hanno protestato anche contro l'esecuzione di un uomo, Mumtaz Qadri, giustiziato il 29/02 per l'omicidio del governatore del Punjab, che chiedeva la riforma della legge sulla blasfemia. [CzzC: non riuscirà a vincere il terrorismo di matrice islamista l'Occidente, finché non solo consentirà a regimi "amici in affari e geostrategia anti Russia" di uccidere abiuri e supposti blasfemi ma riconoscerà loro il diritto di ...]

25/03
2016

<zenit>: “L’Isis? Potrebbe essere spazzato via. Ma a molti non conviene”. È l’opinione dell’ex direttore del Sisde Mario Mori: le truppe dell’Isis ricavano capacità operativa dal sostegno che da molte parti del mondo arabo, e non solo, loro giungono: molti Paesi, per ragioni politiche, economiche o religiose sfruttano certi teatri operativi per guadagnare posizioni di vantaggio con gli Stati loro competitori. Un esempio valga per tutti: il confronto tra la sunnita Arabia Saudita e lo sciita Iran che coinvolge tutta l’area del Medio Oriente.

22/03
2016

<repubblica>: Attacco all'Europa, terrore a Bruxelles, attentati in aeroporto e nel metrò. Lo Stato Islamico: "Siamo stati noi" [CzzC: Preghiamo per i feriti e per le famiglie delle vittime; preghiamo anche perché si aprano gli occhi agli illuminati piloti della nostrana  cultura dominante che ... continua]

22/03
2016

<lib&pers>: Il disastro Libia: fu Hillary Clinton ad imporre ad un recalcitrante Obama, la disastrosa guerra in Libia del 2011. Lo fece manipolando informazioni, generando un disastroso conflitto con il Pentagono e inaugurando un nuovo e folle principio del diritto internazionale. Fu lei a disattendere persino la disponibilità di resa di Gheddafi (che avrebbe evitato il caos) e dissimulò il disastro di Bengasi

12/03
2016

<quotidiano.net>: Obama rilegge la storia degli ultimi anni criticando se stesso per aver assecondato Francia e Uk nell’attacco contro Gheddafi. Ha denunciato Sarkozy e Cameron con il termine pesantissimo di ‘scrocconi’, poiché hanno usato il consenso, le armi e i soldi degli americani (1G$) per fare i propri interessi in Libia, senza nemmeno riuscirci e anzi consegnando quel Paese al ‘caos’.

11/03
2016

<fb.vid>: video di Homs distrutta [CzzC: se i soli muri sbriciolati bastano a far capire il perché di tanti profughi, pensa a quanto abbiano potuto i congiunti sbriciolati o venduti schiavi da mostri Isis con spallucce dei relativi inciuciati]

10/03
2016

<fc>: «c'è un complotto contro i cristiani del medio oriente ... l’Onu non fa nulla, gli Usa hanno lasciato l'Iraq in condizioni peggiori di prima, e poi c'è chi vende armi o concede onorificenze ai guerrafondai: ecco i colpevoli», denuncia monsignor Shlemon Warduni, vescovo ausiliare di Baghdad dei Caldei. «Per i nostri fedeli è un dramma: non possono tornare alle case occupate dall’Isis e l’emigrazione continua»

07/03
2016

<panorama>: per Obama la persecuzione dei cristiani in Siria e Iraq non si configura come una guerra di annientamento. Il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, alla domanda dei giornalisti se l’ISIS stia conducendo un genocidio contro i cristiani nei territori occupati in Medio Oriente, ha fornito una risposta incespicante specificando che l’uso del termine genocidio comporta una determinazione legale molto specifica che al momento non è ancora stata raggiunta. [CzzC: il termine genocidio implica la non prescrizione: caro masso Nobel Pace, temi che i posteri possano arrivare a presentare il conto delle tue responsabilità?    continua]

05/03
2016

<informale>: La giornalista saudita Nadine Al-Budair, che vive in Qatar, ha scritto un articolo per il quotidiano kuwaitiano Al-Rai in cui ha invitato il mondo musulmano ad esaminare se stesso invece di condannare l’Occidente: “Immaginate che i giovani occidentali vengano qui e compiano una missione suicida in una delle nostre piazze in nome della Croce[CzzC: prima degli islamici dovrebbero capire ciò gli illuminati piloti della nostrana cultura dominante cristianofobica sradicatrice]

03/03
2016

<Amica.fb>: i nostri soldati sono già in terreno libico; ma ci diranno che "non siamo in guerra" [CzzC: t terribilmente vero! Temo per i possibili danni al bene comune derivanti da italica guerra in Libia: le regole d'ingaggio controllate dal nostro governo non serviranno a proteggere i nostri concittadini che saranno dilaniati dal terrorismo di ritorsione: gli uomini sul terreno contro i terroristi jihadisti debbono essere o islamici o di quegli stati che li hanno foraggiati, o ... continua ... ]

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA ha trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano. L'intelligence Us utilizza i jihadisti pro suoi petroldollari e rovescia regimi in Medio Oriente ritenendo che le forze religiose radicali siano un contrappeso all'influenza Russa nella zona.

21/02
2016

goodbye UK, se lasci la UE non piangiamo: non stupisce che la cultura anglo-sassone antitetica a quella latina, che ha plasmato il mondo in funzione del dio denaro e che ha generato le maggiori discriminazioni della storia, sia inciuciata con Us e filo-wahhabiti per tanto danno al nostro bene comune ... continua ]

09/02
2016

[CzzC: 09/02/2016 a amico.fb: io non farei girare le foto più o meno macabre delle torture, impiccagioni decapitazioni e crocifissioni operate dai mostri del jihadismo terrorista (né quelle di eventuali altri mostri),

- perché è dimostrato psicologicamente, sociologicamente e statisticamente che si fa il gioco dei carnefici (seminando paura, disorientamento, senso di impotenza e la nostra sfiducia in chi potesse impedire tali crimini, peraltro mai del tutto impedibili data la belva umana)

- e perché quasi tutte quelle foto sono scattate proprio dai carnefici allo scopo suddetto, a volte perfino con messinscena.

Se puoi, escludimi dai destinatari quando ne postassi di prossime. Grazie. Ciao]

26/01
2016

Dialogo interreligioso: Dichiarazione di Marrakech sui diritti delle minoranze religiose nelle comunità a predominante maggioranza musulmana: è apprezzabile che ammettendo che il terrorismo derivi anche da un problema educativo, si affermi che occorre una revisione dei percorsi formativi che affronti onestamente e in modo efficace qualsiasi materiale che istighi l'aggressività e l'estremismo. [CzzC: wanted: qual è stato il contributo dei wahhabiti a tale dichiarazione?].

26/01
2016

<globalist>: così CIA e Arabia Saudita hanno armato i jihadisti. Il New York Times rivela: miliardi di $ sauditi hanno alimentato il terrorismo in Siria, organizzato dalla gigantesca operazione Timber Sycamore, nome usato dalla CIA per coprire le operazioni di addestramento e finanziamento dei ribelli in cooperazione con l'Arabia Saudita a partire dal 2013. Già nell'ottobre di quell'anno, il Washington Post scriveva, citando fonti militari, che «la CIA sta aumentando i propri sforzi per  addestrare i combattenti dell'opposizione in Siria».

14/12
2015

<uccr>: Peter McPhee, Fellow professor all’Università di Melbourne e tra i maggiori specialisti della storia rivoluzionaria francese, ha parlato di «deragliamento terroristico dei processi rivoluzionari». Vedi Robespierre, il cosiddetto “becchino illuminista” che «arrivò a licenziare la legge contro i “nemici della Rivoluzione e del popolo” del 10/06/1794, che cancellava di fatto il diritto degli imputati alla difesa»: 117.000 persone massacrate in nome della liberté illuminista. Il sociologo Giuliano Guzzo ricorda alcune analogie tra il Regime del Terrore francese e il terrore moderno promosso dall’ISIS.

11/12
2015

<sakeritalia>: Famiglia cristiana denuncia il divide et impera di USA in Eurasia: alla domanda “esiste secondo lei la strategia cosiddetta del “caos controllato”? I governi degli Stati Uniti inducono a bella posta conflitti in zone chiave dell’Eurasia per impedire la formazione di sistemi che possano insidiare la loro egemonia?”, Fulvio Scaglione risponde: fu Filippo il Macedone a inventare il motto che i latini avrebbero codificato in “divide et impera”. Da allora non è mai passato di moda. [CzzC: coraggiosa affermazione della verità! continua ]

06/12
2015

<sostenitori>: Card. Scola parla di "Terrorismo islamista" e "il terrorismo non potrà essere battuto senza un processo integrativo che domanda ricerca e promozione di senso, impossibile senza un risveglio dell'Europa"

04/12
2015

<giornale>: Ecco come funziona il contrabbando di petrolio fra la Turchia e l'Isis: dal confine con la Siria, fino ai principali porti turchi, dove viene rivenduto con documenti regolari.

25/11
2015

<TV2000.vid>: Papa Francesco alle autorità del Kenya:"La povertà alimenta il terrorismo" [CzzC: lì non poteva aggiungere l’altra causa primaria che sono i maestri del verbo uccidere e i loro interessati collusi anche occidentali]

22/11
2015

[CzzC: caro Presidente Obama, bravo ad allearti con Russia contro il terrorismo! Appreso della collaborazione Us-Russia contro il terrorismo di matrice Isis, scrivo al Presidente Obama il seguente apprezzamento e incoraggiamento: «questa è la strada giusta per il bene comune ... anche se questo costasse perdere qualche petroldollaro proveniente dai regimi wahhabiti... » continua]

21/11
2015

<Lib&pers>: Le radici nichiliste del terrorismo. Il terrorismo è un fenomeno soprattutto moderno. Come i totalitarismi, come il nichilismo. Uno dei primi a descriverlo è Dostoevskij, nel suo I demoni. [CzzC: ma che si ammazzino inermi al grido di Allah Akbar forse Dostoevskij non l’aveva previsto]

20/11
2015

<tempi> chi comanda all’Onu? L’Arabia Saudita ha fatto approvare una mozione al Consiglio Onu per i diritti umani per condannare l’intervento del nemico russo in Siria, mentre nasconde le violazioni dei diritti umani in Yemen [CzzC: e a casa sua, nonché il foraggio ai terroristi ... continua]

20/11
2015

[CzzC: informo un amico che non sapeva delle offese al volto di Cristo millantate arte (una domani a Lucca patrocinata da Franceschini ministero beni culturali), anche per individuare meglio le cause che sottendono la nascita e crescita del mostro Isis]

17/11
2015

<stampa>: «All’Isis soldi da Paesi del G20»: Putin imbarazza Sauditi, Qatar, Emirati e Turchia. Gli sherpa russi consegnano alle altre delegazioni i «dati a nostra disposizione sul finanziamento dei terroristi» informazioni che il Dipartimento del Tesoro di Washington raccoglie dal 2013. [CzzC: se l’accusa fosse infondata, i con-turbante del G20 avrebbero potuto dare del pazzo a Putin; invece silenti, ma non credo imbarazzati, perché ... continua]

16/11
2015

 <RaiTV Report> come arrivano le armi ai terroristi?: 06:52 mi dice chi arma l’Isis? «Il Qatar arma l’Isis, conosciamo anche quali famiglie lo fanno; poi molte armi sono arrivate anche attraverso la Turchia; nel nostro ambiente si sa perfettamente che l’Isis è una creatura dell’Occidente, è stato armato in funzione anti Iran»

09/10
2015

<asianews>: Vescovo siriano Hindo: l’ambigua politica Us favorisce l’Isis. Le operazioni statunitensi sono "solo di facciata, in realtà hanno lasciato liberi di agire i jihadisti", come conferma la vicenda del rapimento dei cristiani.

08/10
2015

<giornale>: Obama finge contro Isis? Quando gli Us fanno sul serio la loro force de frappe è devastante per intensità e potenza; invece quando, come accade in Siria contro l’Isis,  si limita a dei raid dimostrativi, significa che la vittoria finale non è la vera priorità e le operazioni hanno più che altro fini mediatici.

29/09
2015

<imolaoggi>: “non ci sarebbe alcuna guerra se nessuno finanziasse i terroristi. I Siriani non fuggono dal presidente Assad, ma dalle atrocità dei terroristi” dice Putin alla CBS.

17/09
2015

<Giornale>: Il vescovo di Aleppo: "Fateci restare in Siria, la Turchia aiuta l'Isis" "Voi cristiani d'Europa dovreste battervi per impedirci di lasciare il nostro Paese. Invece ci lasciate soli"

16/09
2015

<corriere>: Obama male informato su Isis: dissimulato lo scarso contrasto al califfato: da un articolo sul Daily Beast: 50 agenti dell’intelligence accusano il Centcom di aver alterato le analisi sulle attività in Iraq e in Siria allo scopo di dimostrare che tutto andava bene, come dire che non ci sarebbe bisogno di altro. [CzzC: e perché non ci sarebbe bisogno di altro, visto che Isis si allarga a massacrare inermi ed opere d’arte? Ad avviso di non pochi il motivo sarebbe di interesse sia dei militari occidentali sia dei filo-wahhabiti ... continua]

15/09
2015

<sapereeundovere>: all’ammissione della Clinton di un mese fa, si aggiungono come benzina sul fuoco, le parole di Kenneth O’ Keefe, un ex ufficiale delle forze armate USA: lo Stato Islamico è “la creazione di un mostro, di un Frankenstein creato da noi statunitensi”, rivela O’ Keefe in una intervista, rilasciata alla Press TV, svelando questi ed altri fatti scioccanti circa il ruolo degli Stati Uniti nella creazione del gruppo terrorista. L’ex ufficiale (con molti anni di servizio) non mette in alcun dubbio il fatto che gli estremisti dell’ISIS, ISIL o EL, che operano in Iraq ed in Siria, siano stati finanziati dagli USA attraverso i suoi rappresentanti come il Qatar e Arabia Saudita.

13/09
2015

«Putin l’unico che si batte per i cristiani perseguitati» <lucedimaria> cita un appello di Putin2013: «i Paesi euro-atlantici stanno ripudiando le loro radici, persino le radici cristiane che costituiscono la base della civiltà occidentale» [CzzC: appare oggi profetico quell’allarme di Putin, visto il disastro umanitario provocato da Isis foraggiato dagli alleati filo-wahhabiti dell’Obama masso Nobel pace]

09
2015

Per ComInCamm preparai anche questo articolo sulla radici educative della intolleranza islamista, insegnamenti peraltro additati come errati e pericolosi anche da saggi islamici che ravvisano la troppa frequenza del verbo uccidere nei loro testi scolastici. Me ne venne impedita la pubblicazione

21/08
2015

<stampa>: l’islamismo da esportazione del Qatar: alleati Usa finanziano Isis. Il ministro tedesco Gerd Mueller: «i soldati del Califfo terrorista vengono pagati dal Qatar». Citando analisi americane, David Cohen ha aggiunto che «il Kuwait è l’epicentro del finanziamento dei gruppi terroristi in Siria» mentre il Qatar ne costituisce il retroterra grazie ad «un habitat permissivo che consente ai terroristi di alimentarsi». Colpisce il fatto che entrambi i Paesi sono stretti alleati degli Stati Uniti ed in particolare il Qatar, che nella base di Al Udeid ospita l’avveniristico comando delle truppe Usa in Medio Oriente, ha ricevuto a metà luglio una commessa militare Usa da 11G$ che include elicotteri Apache, batterie di Patriot e sistemi di difesa Javelin.

15/08
2015

<sapereeundovere>: Hillary Clinton in un’intervista rilasciata a metà agosto a Jeffrey Goldberg del giornale web The Atlantic, ha ammesso: “L’Isis è roba nostra, ma ci è sfuggita di mano”. Le parole della Clinton hanno fatto il giro del web ... [CzzC: qualcuno le ritiene una bufala, un equivoco tra Al Qaeda e Isis, ma <rainews15/11> dopo gli attentati di Parigi  titola: Sanders contro la Clinton: "l'invasione dell'Iraq generò l'Isis"]

29/07
2015

<zenit, radiovat>: “Lo Stato Islamico è uno strumento nelle mani delle grandi potenze, da loro sono stati creati, armati e sostenuti”. La denuncia arriva da monsignor Georges Abou Khazen, vicario apostolico dei latini ad Aleppo, intervistato ieri sera da TG2000. [CzzC: vedi danni da potentati dei petroldollari]

09/07
2015

<giornale>: Gaffe/lapsus di Obama: "Stiamo addestrando l'Isis": durante una conferenza stampa al Pentagono, Obama sbaglia a leggere e afferma di sostenere i miliziani dello Stato islamico. La Casa Bianca corre ai ripari. [CzzC: non serve, caro Obama, che sveli la verità con lapsus, altri tuoi connazionali ce l’hanno rivelata, ma l’avevamo intuito da un pezzo]

27/06
2015

<asianews>: Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale: ... Stati Uniti, Arabia saudita, Qatar, Turchia, Kwait, ... continua ...

30/05
2015

<ilfattoq>: Isis, chi lo finanzia? Americani e alleati, ammette un candidato repubblicano alla Casa Bianca per le presidenziali 2016, Rand Paul, senatore, libertario, non-intervenzionista, è sicuro che dietro l’ascesa dell’Isis ci sono gli americani, ... continua ...

17/03
2015

<ilpost>: Obama ammette responsabilità Us su nascita Isis: «L’ISIS è una emanazione diretta di Al Qaida in Iraq che è stata generata dalla nostra invasione. È un esempio di conseguenza indesiderata ed è per questo che dovremmo in generale prendere bene la mira prima di sparare»..» [CzzC: la tua responsabilità sulla nascita di Isis è maggiore di quella che fece  sbagliare  Bush anti Saddam: addestrando miliziani contro Assad (pro e con filo-wahhabiti) concorresti tu con finanza ed armi alla nascita di un Isis così micidiale, caro Nobel.pace. Continua]

03
2015

<lastella>: Putin in tv e svela gli scenari agghiaccianti sul rapporto Isis-Usa. ecco il video con riferimenti all’inciucio anche in Libia. [CzzC: caro Putin, il masso Obama ti farà pagare cara questa denuncia, ancorché tu paia più credibile di lui]

14/02
2015

<avvenire e mia pag specifica> La bandiera nera dell'Isis avanza in Libia e arriva a Sirte mirando a sventolare anche oltremare. [CzzC: sta’ a vedere che ora gli USA mirano a far impiegare soldati italiani in corpo a corpo contro Isis, costasse così offrire ai jihadisti il pretesto di un’anticrociata terroristica a Roma corriere.

Gentiloni, sei ingenuo o ci fai? Chi ti ha legittimato ad annunciare al mondo che l’Italia è pronta a combattere in Libia contro Isis, ancorché sotto egida ONU?

Sta’ attento a non fare il gioco degli illuminati che in Libia abbatterono Gheddafi contro la nostra volontà, facendo solo i nostri danni, e volendocene forse infliggere di ulteriori; hai letto l’abbondante documentazione su come la Jihad Islamica sia stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia? Avresti dovuto dire semmai che l’IT offrirebbe le basi a una missione ONU, ma non gli uomini sul terreno libico, perché quelli li devono mettere gli abbattitori di Gheddafi, che hanno primaria responsabilità sul disastro umanitario in Libia,Siria, Iraq, ...]

22/10
2014

<Avvenire> patriarca caldeo di Baghdad Sako denuncia un piano per parcellizzare il Medio Oriente «Non c’è una decisione chiara per liberare quelle regioni dai fondamentalisti». [CzzC: coincide con diagnosi in abstract]

24/06
2014

<controinformazione>: Us-Uk stanno alimentando il mostro dell’integralismo takfiro wahabita alla grande, perché giustificano le azioni per effettuare più spionaggio, più armi e più guerre. In EU sempre più gente inizia a temere che tale mostro possa irrompere dalla porta di servizio, visto che molti giovani europei  si recano in Siria per unirsi ai macellai, tagliatori di gole integralisti: questi fanatici  potrebbero ritornare addestrati nei loro paesi europei.

08/04
2011

<libreidee>: terroristi islamici creati dalla Cia in Afghanistan pensando già alla Libia di Gheddafi.  Scrive Michel Chossudovsky, professore emerito di economia all’Università di Ottawa: «Washington e l’Alleanza Atlantica stanno agendo in disprezzo delle proprie leggi e regole antiterrorismo»: la “Jihad Islamica” è stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia ... dall’Afghanistan alla Bosnia al Kosovo. E ora Libia? L’“aiuto fraterno” continua: i ribelli libici, compresi i jihadisti, vengono riforniti di razzi anticarro e missili terra-aria attraverso l’Arabia Saudita, canale collaudato già dai tempi dell’Afghanistan, quando Bin Laden combatteva per l’America con i mujahedin contro i sovietici. continua