Smettila, Israele, di sparare sui confinanti! Avresti fatto abbastanza danni in Medio Oriente.

[CzzC: è evidente che vuoi impedire che l’Iran abbia attraverso la Siria un accesso al Mediterraneo, e vuoi impedire una Palestina con capitale Gerusalemme come la vuoi tu, e vuoi colonizzare la Cisgiordania come se fosse la vostra Terra Promessa, ma chiediti se non hai abbastanza colpe davanti a Dio per le guerre e le stragi di inermi che hai azionato in Medio Oriente, pro tua potenza, non solo pro tua legittima immediata difesa.

Tue armi sono state fornite all’Isis e alla galassia di analoghi terroristi.

- Stai bombardando oltre confine: per suscitare reazioni che useresti a pretesto per demolire Hezbollah e Assad?

- Speri di raggiungere l’obiettivo con miglior successo di quanto ti riuscì con la 2ª guerra Israelo-Libanese del 2006?

Il tuo odio contro gli sciiti (di Iran, Iraq, Siria, Yemen, ...) è così cieco che i tuoi più cinici sionisti s'inciuciano in affari e armi con i wahhabiti, pure odianti gli sciiti; e se in questa ferale alleanza ci scappasse l'eliminazione dei cristiani dal Medio Oriente, "tanto meglio"? I conturbati wahhabiti vi strizzano l'occhio sogghignando compiaciuti?]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 26/05/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Palestina; Hamas, sionismo influente, Sykes-Picot1916wahhabiti, Iran, orditi Us-Uk in lfb; colonie missione divina; sionisti massacratori; cinismo; fine giustifica i mezzi; nemico del mio nemico

 

2018.05.16 <fattoq> Gerusalemme/Gaza di fronte agli omicidi a, autorizzati dai massimi livelli israeliani occorre ribadire che in base al diritto internazionale l’uso della forza armata può essere giustificato solo per proteggere contro una minaccia letale o un grave pericolo imminente. Come invece documentato tra gli altri da <Amnesty> International – “i militari israeliani hanno ucciso e mutilato manifestanti che non ponevano alcun pericolo per loro”.

 

↑2018.05.15 <DiegoFusaro.tw>: "Esercito israeliano spara su manifestanti". Vi siete indignati massimamente per le armi chimiche in Siria, senza nemmeno la certezza che realmente si dessero. E ora accettate a cuor leggero che Israele faccia una carneficina siffatta, davanti agli occhi del mondo intero? [CzzC: perfino Ebrei in Usa hanno condannato la strage di Gaza <pn> e si sono vergognati del comportamento di Israele]

 

↑2018.05.15 la primaria responsabilità del massacro di Gaza è da imputare a Israele, sia perché più forte, sia per la sproporzione della sua reazione, sia per il cinismo con cui i sionisti e Trump hanno schiaffeggiato la pace e provocato i Palestinesi, spostando l’ambasciata USA a Gerusalemme nel 70esimo anniversario della loro Nakba; ma non possiamo chiudere gli occhi sul cinismo di Hamas, che, negando il diritto all’esistenza dello stato di Israele, spinge suoi cittadini al massacro premeditato (come quando installavano i lanciamissili sui tetti di ospedali e scuole) fino ad <israele> offrire incentivi monetari per ogni infortunio o decesso, mirando a vincere sul piano dell’immagine (far commiserare le vittime Palestinesi e criminalizzare l’avversario). Fermati però, Israele, perché troppo tuo cinismo-coloniale (come se anche la Cisgiordania fosse la vostra Terra Promessa) rischia di alimentare negazionismo o giustificazione della Shoah.

 

↑2018.04.12 <sussid> Padre Munir Hanashy da Damasco: Israele ci bombarda da tempo, perché voi non dite nulla? Stati Uniti, Francia e Regno Unito sono pronti a bombardare la Siria, rischiando di portare a uno scontro con la Russia. [CzzC: padre Munir, a che livello riesci a far sentire la tua voce in Vaticano?]

 

↑2018.03.17 <controinf Mintpress> l’ex Col. Lawrence Wilkerson <vid>: Israele sta trascinando gli Stati Uniti verso la terza guerra mondiale, un confronto che forse interromperà l’esperimento che è stato Israele e farà danni irreparabili a quell’Impero che è diventata l’America.

 

2018.02.20 <ArutzSheva.yout antidipl>: Il ministro israeliano Naftali Bennett: "Non abbiamo mai visto l'ISIS come una minaccia esistenziale o strategica, non si dovrebbe rimuovere l'ISIS, permettendo all'Iran (testa di polpo) di accedere al Mediterraneo". [CzzC: chi foraggia il mostro Isis? Americani e alleati dice non solo il senatore Usa Paul Rand: perfino gli Israeliani sionisti troviamo inciuciati con terroristi diasporatori di cristiani e di minoranze che non siano filo-wahhabite]

 

2018.02.20 l’israeliano <Haaretz> precisa che sono 7 i gruppi ribelli armati da Israele: Israel Ramps Up Support for Syrian Rebels, 'Arming 7 Different Groups'

 

↑2018.02.19 <oraprosiria> Dalla sua indipendenza e dalla creazione di Israele, la Siria ha continuato a fornire un sostegno costante alla causa palestinese ed è sempre apparsa resiliente all’ordine israelo-atlantico, il quale mira ad annientarla costasse trasformarla, come la Libia, in un mosaico di tribù e in diaspora come i Palestinesi, spogliati nel nome di una 'missione divina' [CzzC: detesto il negazionismo del comunista Roger Garaudy fattosi musulmano, ma, come vide giusto nel detestare il comunismo sovietico, così vide giusto l’abuso della mitica missione divina dei sionisti che mirano a colonizzare la Palestina e dintorni come fossimo ai tempi di Giosuè: peraltro sarebbe fallimentare tale obiettivo dei sionisti senza l’appoggio degli influenzati alleati, wahhabiti inclusi, primari acquirenti di nostre armi]

 

2018.02.09 sull'attacco Usa <TS.net/F.Scaglione 7Feb contro i soldati di Assad, l’analisi <sussidiario> del Generale Marco Bertolini (ex comandante del Coi /Libano /Balcani /Afghanistan): Lo ritengo sbagliato ... gli americani quando devono scegliere tra Assad e i terroristi non scelgono Assad, e analogamente fanno gli israeliani ... è una guerra sporca. Speravo che Trump non finisse come Obama che sosteneva i terroristi, invece non è così.

 

↑2017.12.14 <haaretz>: il ministro israeliano Katz ai media sauditi: Israele bombarderà le centrali missilistiche iraniane in Libano, "come sta succedendo in Siria" [CzzC: fermati!]

 

↑2017.12.02 <qnet>: Israele bombarda base militare iraniana vicino a Damasco <antidipl>: dov’è la comunità internazionale?

 

↑2017.10.24 <actualidad video>: in Siria trovate moderne armi pesanti della NATO in un vasto arsenale dell’Isis, nella città di Mayadin, recentemente liberata: includerebbe anche armi israeliane e dei Paesi del Medio Oriente.

 

↑2017.09.19 <occhi>: Israele minaccia “Se Assad vuole sopravvivere, deve mandare via l’Iran dalla Siria” intima il ministro della Giustizia di Israele, Ayelet Shaked. Dal 2011 ad oggi almeno 100 raid in territorio siriano: spezzare collegamento Iran - Mediterraneo.

 

↑2017.09.08 <asianews>: Il ministro israeliano della Difesa Avigdor Lieberman ha sferrato un duro attacco (verbale) contro la Siria e l’Iran, minacciando attacchi preventivi in caso di pericolo per lo Stato ebraico. Le sue parole giungono a poche ore di distanza da una serie di raid aerei contro obiettivi militari in Siria.

 

↑2017.06.22 <nena>: Israele appoggia gruppi jihadisti che combattono in Siria: in un rapporto dell’8 giugno, il segretario generale dell’Onu Guterres si sofferma sull’aumento progressivo di contatti tra Tel Aviv e i miliziani. Legame già riferito nel Golan.

 

↑2017.04.27 <asianews> Ex ministro israeliano conferma i contatti fra l’Isis e lo Stato ebraico

 

↑2017.03.22 <picnote>: Israele, la Siria e il pericolo escalation: il confronto tra Siria e Israele, che ha avuto nella notte tra venerdì17 e sabato18/03/2017 un’impennata senza precedenti (per i tempi recenti), conosce sviluppi e si arricchisce di particolari. Per la prima volta la Russia è intervenuta nella controversia tra i due Paesi convocando l’ambasciatore israeliano a Mosca per una richiesta di chiarimenti. Giordano Stabile, sulla Stampa di oggi, spiega  che l’obiettivo principale del raid aereo «era un deposito di missili nascosto nel Monte Qasioun, l’altura che domina Damasco, al centro dell’apparato di sicurezza del regime di Bashar al-Assad». Non si trattava di un obiettivo legato ad hezbollah, ma proprio l’apparato militare di Damasco, il che cambia di molto le cose, dal momento che si tratta di un’aggressione a uno Stato sovrano, non un’azione preventiva contro un’organizzazione giudicata terrorista.

 

↑2017.03.19 <sputnik>: Israele minaccia di distruggere la difesa aerea siriana se tenterà ancora di sparare <antidiplom> contro le violazioni israeliane dello spazio aereo siriano. [CzzC: fermati, Israele! È evidente che vuoi impedire che l’Iran abbia attraverso la Siria un accesso al Mediterraneo, ma chiediti se non hai abbastanza colpe davanti a Dio per le guerre e le stragi di inermi che hai azionato in Medio Oriente, ... continua in sommario]

 

↑2016.10.27 <avvenire2016.10.27> Giusto un secolo fa (all’epoca del trattato anglo-francese Sykes-Picot 1916, che inventò il Medio Oriente), la Palestina (quella di allora, non quella spezzettata e occupata di adesso) era stata assegnata a un’amministrazione internazionale; furono gli inglesi, guidati dal premier Lloyd George, che prima di darsi alla politica era stato a lungo avvocato per il movimento sionista, a imporre il proprio dominio a scapito dai patti siglati con i francesi, convinti, gli inglesi, di poter usare gli ebrei come strumento di controllo di un’area ritenuta decisiva per l’influenza sul Mediterraneo. Sappiamo com’è finita.