Principio o criterio di PRECAUZIONE: «L'assenza di prove non è prova di assenza», «Primum non nocere», «prevenire è meglio che curare»

Con il termine principio di precauzione, o principio precauzionale (da Wikip): si intende una politica di condotta cautelativa per quanto riguarda le decisioni politiche ed economiche sulla gestione delle questioni scientificamente controverse:

- «L'assenza di prove non è prova di assenza» diceva Carl Sagan;

- «Primum non nocere» diceva Ippocrate;

- «prevenire è meglio che curare» diciamo tutti.

Secondo alcuni economisti e scienziati il principio di precauzione sarebbe criticabile perché

- frenerebbe lo sviluppo e la diffusione di nuove tecnologie

- contrasterebbe il metodo scientifico in un suo caposaldo, il criterio di falsificabilità (Karl Popper), perché il principio di precauzione non si basa sulla disponibilità di dati che provino la presenza di un rischio, ma sull'assenza di dati che assicurino il contrario.

Quindi il principio di precauzione si inserirebbe a livello legislativo come strumento politico di gestione del rischio misurato più politicamente che scientificamente, ma ritengo che il principio/criterio di precauzione possa e debba essere usato anche a tutela di fondamentali diritti umani, da mettere al riparo perfino del criterio di maggioranza.

Devo ancora popolare questa pagina con

a) riferimenti ai movimenti ambientalisti ed ecologisti

   - (Dichiarazione di Rio, Convenzione sulla diversità biologica,

   - art. 191 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, che mira a un elevato livello di tutela ambientale «fondata sui principi della precauzione e dell'azione preventiva, sul principio della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente e sul principio "chi inquina paga"»;

   - in quest’ambito di precauzione, pur a me assai cara, non possiamo non citare, peraltro, anche casi di esagerazione, confermati ad esempio dall’eco-fanatico Mark Lynas idolo degli ambientalisti, che, parzialmente pentitosi, è diventato pro OGM e pro nucleare.

b) riferimenti sanitari

   - l’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC)

   - Accordo sulle misure sanitarie e fitosanitarie (SPS) e Accordo sugli ostacoli tecnici al commercio (TBT).

   Nell’ambito di questi accordi, uno Stato membro dell’OMC ha il diritto di porre delle barriere all’importazione basandosi sul principio di precauzione allorquando siano identificati rischi ambientali o sanitari su cui non c’è certezza scientifica.

c) riferimenti economici (analisi costi/benefici/priorità, latrocinio generazionale da debito pubblico).

d) riferimento a volumi di immigrazione che superano la nostra capacità di integrazione.

e) riferimento a sette (ad es Tdg) con nomea di lacera-famiglie e sospetta eterodirezione.

f) riferimenti socio-giuridici ed etici: vedi Comitato nazionale per la bioetica e in questo ambito vedo assai dibattuto il principio di precauzione quando venisse invocato nei confronti degli uteri in affitto o in comodato gratuito, a partire dall’Art.1 della dichiarazione universale dei diritti umani «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti»: lecitare i gay a comperarsi (o farsi donare da GPA solidale) un neonato configurerebbe un venir meno al criterio di precauzione per la parte più debole (quantomeno pro suddetto art.1, anche se non leggessimo così tante testimonianze di danni da omosessismo): in altri termini sarebbe lecito appellarsi al diritto di precauzione supponendo che «esista e sia da tutelare il diritto del concepito umano di non essere programmato a nascere per essere ceduto - ancorché gratuitamente - a due gay».

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 03/01/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: ambiente; adozioni, uteri in affitto; danni da omosessismo; diritti del neonato

 

2018.12.31 <giornaleTn> Dopo lo stop per verifiche sulla gender-didattica, ecco l’indignazione di Paolo Ghezzi e della Ferrari_Pd: Ghezzi sulla sua pagina.fb «una giunta etica che pretende di imporre i valori delle famiglie trentine. Resistere sarà l’unica risposta, morale e politica». [CzzC: caro Ghezzi, come anni fa ti sgamai che truccavi sulla densità differenziale, così ora permettimi di chiederti se stai giocando al lupo-agnello, perché ti vedo accusare come impositori contrari alla volontà delle famiglie trentine proprio coloro che invocano precauzione a difesa delle famiglie, appellandosi all'art.26.3 della dichiarazione universale dei diritti umani che sancisce la priorità educativa dei genitori: se n'è accorto anche il Miur di certi trucchi pelosi e ha cercato di sgamarli con la nota dello scorso novembre sul consenso informato, rispetto alla quale la cautela della Giunta mi parrebbe più pertinente in morale e politica rispetto all’indignazione tua e di analoghi indignati nella fattispecie]

 

↑2017.04.21 TdG banditi in Russia: per alcuni si tratta di grave attacco alla libertà religiosa, per altri di applicazione del principio di precauzione tenuto conto della nomea di lacera-famiglie che aleggia attorno ai TdG quando uno dei due coniugi si associasse o si disassociasse a differenza dell’altro, nomea di violare l’Art.18 (libertà di cambiare credo) e la tutela dei MINORI nelle famiglie lacerate. Non infondato, inoltre, sarebbe il sospetto sui finanziamenti con cui i TdG sarebbero eterodiretti dall’estero, precauzione questa, peraltro, che dovrebbe valere per tante altre congreghe, tra cui qualche sedicente filantropica devota di tifosi di Soros.

 

↑2016.02.08 Alessandro Meluzzi, psichiatra, ribadisce quello che molto esperti sostengono: <intelligonews>: . Non si può aspettare 50 anni per vedere se un bambino privato della madre e adottato da una coppia omosessuale ha patologie. La scienza non è in grado di dirlo oggi, tanto è vero che si basa sul principio di massima prudenza”.

 

↑2016.02.03 <gds>: «Non si può escludere che convivere con due genitori dello stesso sesso non abbia ricadute negative sui processi di sviluppo psichico e relazionale nell'età evolutiva»: la dichiarazione del presidente della Società Italiana di Pediatria, Giovanni Corsello, sulla 'Stepchild adoption', arriva tramite una nota ufficiale provocando l'immediata reazione di altri pediatri e psichiatri, così come di associazioni fra le quali GayNet di Franco Grillini (presidente onorario Arcigay), per le quali non esiste invece alcuna prova scientifica di quanto sostenuto dal medico siciliano. [CzzC: non basterebbe il principio di precauzione, trattandosi dei diritti di un minore contro i capricci di due gay? Non bastarono assai meno testimonianze di nocività per adottare il principio di precauzione contro gli OGM? La gender inquisizione like Barilla induce Corsello praticamente a ritrattare]

 

↑2015.10.15 <sussidiario>: omosessismo Uk: su figli allevati da coppia lesbo il giudice sentenzia per obbligare relazione anche col padre «perché è necessario per ogni bambino avere durante la crescita rapporti anche con figure maschili e non solo femminili». [CzzC: quanto sperpero di risorse, complicazione, confusione e danni fa l’uomo che impunta il capriccio degli adulti contro la natura che fa nascere da maschio e femmina ledendo con le adozioni omosex il principio di precauzione verso i minori]

 

↑2015.09.10 Difesa laica della dignità della persona, che è ben più di una scimmia nuda: appelliamoci al residuo lumicino di ragione per salvare la dignità della persona che il montante individualismo trascina a bestialità.

 

↑2015.02.27 <la croce>: dai risultati della ricerca sui minori emergerebbe una correlazione sintetizzabile come indicatore in questi termini

- i bambini stanno meglio quando vivono con il loro padre e la loro madre

- i bambini che crescono in famiglie dove le figure parentali appartengono allo stesso sesso, manifestano condizioni peggiori nell’ambito della salute e della performance.

Si evince anche dal British Journal of Education, Society & Behavioural Science con la ricerca di Donald Paul Sullins che ha utilizzato come campione il National Health Interview Survey (NHIS), un dataset che con le sue 75k-100k interviste all’anno condotte su un campione rappresentativo di famiglie, costituisce una delle fonti primarie d’informazioni sulla salute degli americani.

 

↑2014.08.10 <provita>: trovati nove bambini, in circostanze sospette, in un appartamento di Bangkok. Si tratta di bambini “comprati” col sistema dell’utero in affitto il cui padre è un ricco uomo d’affari giapponese. L’avvocato, Ratprathan Tulathorn, che rappresenterebbe il padre dei bambini, sostiene che il Giapponese li ama e spende migliaia di dollari/mese perché siano ben curati.

 

↑2014.05.23 Il figlio di Elton John: utero in affitto acquistato ed anni di sofferenza per il bambino: Mario Adinolfi descrive il fenomeno dell’utero in affitto nel suo libro “Voglio la mamma”, prendendo a modello la storia di Elton John e del suo compagno. Privilegiare il capriccio di due adulti o i diritti di un bambino? [CzzC: usare, appunto,  il criterio di precauzione, onde far valere la forza del diritto sul diritto della forza che i più deboli non possono avere]

 

↑2012.08.10 [CzzC: pongo al neonatologo Dino Pedrotti un quesito: supponiamo che un giudice abbia un cucciolo d’uomo adottabile perché appena rifiutato dalla madre ed abbia davanti disponibili ad adottarlo una coppia matrimoniata eterosex e una coppia gay; supponiamo che i 4 soggetti, a prescindere dalla questione gay, siano tutti degnissime persone; caro dott. Dino, che farebbe al posto del giudice, tirerebbe la monetina? Dino mi rispose così: «se mi mettessi dalla parte del bambino non avrei dubbi a chi assegnarlo».]

 

↑2000.mm.gg Un esempio di utilizzo del principio di precauzione verso la legalizzazione delle adozioni LGBT osò così Bergoglio prima di diventare Papa.