modificato 10/11/2017

 

Ben più che una scimmia nuda: difendiamo la dignità della persona, anche laicamente

Correlati: minacciata dalle esasperazioni dell’individualismo fino all’antispecismo

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

appellandoci al residuo lumicino di ragione per parare le minacce di un individualismo che arriva a tifare antispecismo fino ad imporlo.

 

 

Perché anche dove aumenta il Pil si sospetta che mediamente stia aumentando il mal di vivere più che il ben-essere? Dipende dalle crisi economiche, dal terrorismo? O dalle dispute sui diritti individuali che sarebbero lesi dai pro-life o dai pro-choice, o lesi da chi sostiene o nega il diritto di un concepito di non essere programmato a nascere pro gay? Forse anche da cause più profonde, come la seminagione di individualismo funzionale a pochi nababbi, che azionano darwinismo sociale, furia jihadista, latrocinio generazionale con debito sconsiderato, diritto della forza (compreso il criterio di maggioranza) prevalente sulla forza del diritto ...

Da 2000 anni la Chiesa si prodiga in questo ospedale da campo, animata dalla fede ma cercando di usare logiche comprensibili dai secolarizzati, facendo appello a quei lumicini di ragione che residuano ancora nel cuore di ogni uomo, per cui potesse valere ancora la forza del diritto da salvaguardare perfino rispetto al criterio di maggioranza. Ad esempio?

- è utopica la resistenza che negasse il riconoscimento delle unioni civili che fossero analogabili, anche per i gay,  ad un matrimonio di serie B (non fosse altro perché ci sono lgbt proattivi per la fraternità umana e per il bene comune), mentre si potrebbe contare anche su una solidarietà secolarizzata per

- la difesa dei cuccioli d’uomo che non autorizzasse i gay ad affittare uteri per procurarseli (allo scopo sarebbe opponibile il diritto naturale del cucciolo all’amore di un padre e di una madre, da difendere per ora almeno col principio di precauzione)

- la difesa del diritto all’obiezione di coscienza (art.18 della dichiarazione universale)

- la difesa della libertà di educazione da parte dei genitori (art.26.3 della dichiaraz.univ);

- sull’aborto occorre grande comprensione per i drammi umani e combattere i fanatismi pro-life che criminalizzano i pro-choice senza se e senza ma, urlando no194;

- occorre legiferare per mettere uno stop alla riduzione della dignità umana alle bestie, costasse esplicitare in costituzione che non sia brandibile il principio di non discriminazione quando si trattasse di bestie (principio brandito da chi volesse vietare di usare le bestie come cavie o cibo, pretendendo magari lo stato famiglia con bestie, il matrimonio con bestie, assistenza sanitaria alle bestie a carico dello stato); non a caso metterei questo discernimento tra i primi punti del mio I have a dream.

Il suddetto montante individualismo parrebbe non casuale, ma alimentato da un’ideologia che schiavizza l’uomo con l’illusione di liberarlo dai tabù, perché mira a far sì che pochi nababbi possano pilotare un mondo di sudditi ridotti a scimmie nude: se l’islam significa sottomissione, forse non a caso quei piloti coccolano i nababbi grondanti petroldollari mezzalunati, ben più che i poveri cristiani, considerati sovversivi dell’ordine costituito perché insegnano agli uomini una irriducibile forza di libertà qual è quella che deriva dalla consapevolezza di essere fatti ad immagine e somiglianza di Dio, separando Cesare da Dio, un Dio che ci comanda rispetto anche per le altre specie, ma che ci facoltizza ad usarle per il nostro bene, fosse pure come cibo o cavie, altro che teologia degli animali o tappezzeria uterina.

<wikipedia> La scimmia nuda (The Naked Ape): libro divulgativo sull’ sull'animale uomo pubblicato nel 1967 da Desmond Morris

- <academia 2007>: La Scimmia Nuda: una mostra al Muse di TN: poca scienza e molta ideologia?

 

 

10/11
2017

<F.Agnoli>: ogni tentativo di cancellare Dio sta insieme a quello di umiliare l'uomo, facendone una "scimmia nuda" ... un figlio del caso sperduto nell'universo ... Ma la natura dell'uomo non è solo quella della materia che lo costituisce [CzzC: già la vita è ben più degli atomi, ancorché l’essere vivente sia composto dagli stessi della materia non vivente; ma ancor più vale il discernimento tra uomo e bestia, radicato nella trascendenza dell’ Ἐν ἀρχῇ ἦν ὁ λόγος, rispetto al quale siamo fatti ad immagine e somiglianza, a differenza delle bestie, checché ne dicano Odifreddi o certa teologia]

10/09
2015

<vanthuan>: Vita, famiglia e società tra bioetica e dottrina sociale della Chiesa. La per-versione costituzionalizzata [CzzC: le argomentazioni di Stefano Fontana mi paiono ampiamente condivisibili, ma non altrettanto spendibili per la logica del mondo secolarizzato sensibile solo ai diritti individuali che enfatizzano il principio di non discriminazione tra forti. Risponderei con le argomentazioni della scimmia nuda, come in sottotitolo]

2008

Via Mazzini a Rovereto_TN tappezzata di uteri nell'ambito di Manifesta7, esibizione spesata con generoso denaro pubblico: e se a compiacersi fossero state anche potenti matrici?

2007

Il Trentino è tappezzato di manifesti “La scimmia nuda: la nuova mostra temporanea del Museo Tridentino di Storia Naturale, pensata come un viaggio lungo il cammino evolutivo dell’uomo, alla luce delle più recenti teorie. [CzzC: so della grande statura professionale di Michele Lanzinger, curatore, so che egli intende la dignità della persona umana come è cara a me, ma forse dietro di lui sogghignano illuminate matrici della cultura dominante, analoghe a quelle che sogghignavano quando tappezzarono il Trentino di uteri]

<academia 2007>: La Scimmia Nuda: una nostra al Muse di TN: poca scienza e molta ideologia?

2007

<academia>: La Scimmia Nuda: una mostra al Muse di TN: poca scienza e molta ideologia?