modificato 17/09/2017

 

Bestialite, antispecismo: ideologia animalista fino a ledere diritti umani

Correlati: diritti umani; darwinismo sociale, ONU_2; matrimoni con animali? Bordelli uomo-bestia Animali persone? Teologia degli animali; veganite; caro orso e lupo, quanto ci costi!

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Rispetto gli animali, imito S. Francesco, detesto chi per diletto o negligenza li facesse soffrire; fischietto agli uccellini che mi ricambiano razzolandomi attorno nell’orto e venendomi sul davanzale; e ... continua. Ma gli estremi dell’ideologia animalista possono minacciare la dignità della persona umana e i relativi diritti umani, ad esempio

- aggredendo naturali abitudini alimentari e sperimentazioni farmacologiche pur controllate,

- annacquando entropicamente il concetto di persona, la legislazione e l’welfare umani pretendendoli estesi alle bestie con censimento di quelle domestiche nello stato famiglia

Tra i tifosi dell’ideologia animalista si annoverano illustri padri della Shoah, accomunati, guarda caso, da misantropia, antisemitismo, cristianofobia fascino per orientalismi: emblematico Hitler, ma anche suoi padri ideologici come Shopenhauer (di cui il Fürer adorava un busto nel suo studio al Berghof “il nido dell’aquila”: <tempi> per Shopenhauer l’uomo, lungi dall’essere ad immagine e somiglianza di Dio, è l’«essere menzognero e carnivoro per eccellenza», un «mostro la cui vista è ripugnante» (a differenza degli animali) che pratica la monogamia «contro natura» mentre sarebbe preferibile la poligamia.

A me pare ideologia foco funzionale al vero bene comune

- che sia richiesto il matrimonio con animali o l’animale nello stato famiglia;

- che stiano crescendo gli affari con i bordelli uomo-bestia;

- che il Regolamento/2006 comune di Milano chieda a chiesa ingresso animali (non a moschea);

- che chi fa blocchi stradali contro la sagra della ciuiga non si esibisca altrettanto feroce e invasivo contro chi fa soffrire gli animali macellandoli col metodo halal.

O sbaglio?

 

 

23/08
2017

<ansa>: La Festa islamica del Sacrificio, o dello sgozzamento, Aid al-Adha, si celebra quest'anno a partire da venerdì primo settembre <nbq>: per l’occasione ecco sgozzati (modo halal, senza il previo stordimento previsto dalla legge sulla macellazione) decine di migliaia di capi di ovini, caprini o bovini come previsto dalla tradizione rituale. Silenzio generale da parte di animalisti che invece sbraitano per la macellazione di agnelli pasquali ancorché regolarmente storditi.

14/08
2017

Orsa KJ2 uccisa, era pericolosa; Messner concorda; <foglio> la differenza tra farsi amico un orso ed essere animalisti feroci della serie “Saremo il vostro incubo”

11/05
2017

<l’adige.p36>: «Lupo, danni in aumento da 3 anni» in Vallagarina. Nel 2016 32 denunce, 30 richieste di indennizzo, accolte per 34k€ di danni indennizzati: bovini (14 animali morti e 2 feriti), ovicaprini (107 animali morti e 3 feriti), più il versante veronese della Lessinia (ad es 2 equini morti e 2 feriti)». [CzzC: feroci animalsti]

19/10
2016

Possiamo amare gli animali anche meglio degli inferociti da bestialite: ironico ma significativo <bb> il premio Hitler, una targa con il Führer che accarezza due caprioli davanti al cancello di Auschwitz sotto il motto "Animal Reich", assegnato ogni anno da FederFauna a personalità che si distinguono per capacità di «calpestare i Diritti Umani in nome di ideologici diritti degli animali».

11/06
2016

Bufala premonitrice: <osservatoriogender>: la Corte Suprema del Canada legittima sessualità uomo-bestia purché non vi sia “penetrazione” tra i soggetti coinvolti.

10/06
2016

Odo alla radio un intervistatore chiedere a un vegano se può esserci conciliazione tra vegani e onnivori moderati: no è la sua risposta, finché ci saranno gli allevamenti intensivi di animali da macello: dopo che questi non ci fossero più, anche lui potrebbe valutare di mangiare qualche fettina. [CzzC: caro vegano, a parte il fatto che così stai dimostrando che la tua ideologia, come tutte, abusa di pretesa e scontro anziché dialogare, sai quanti vegani ti sconfesserebbero in quanto bacati più di te da bestialite?]

08/06
2016

TransSpecies dopo il TransGender? Il quotidiano <TheGuardian> raccontata la storia della comunità degli "uomini-cane", un movimento che oggi conta circa 10mila persone, sorto inizialmente all'interno dell'ambiente del sadomasochismo gay; amano vestirsi con costumi integrali di pelle in sembianze di cani, godono nell'assumere comportamenti e atteggiamenti "animaleschi", come farsi accarezzare a pancia in su, afferrare i giocattoli con la bocca, mangiare a quatto zampe nelle scodelle. [CzzC: e invocano una legge che inserisca i cani nello stato famiglia?]

14/05
2016

contro il discernimento di Fr1 tra animali e prossimo scatta <fattoq> la replica dell’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, risentita per il monito papale: parole irresponsabili, pensi ai preti pedofili. [CzzC: ti è mai capitato di sentirti trattato come cinofobo in qualche negozio per animali, redarguito da «Ma sta scherzando? Gli fa mangiare gli avanzi?»: ecco all’incirca così vorrebbero ridurci gli ideologi dell’animalismo; perché non osano con gli islamici che frusterebbero chi portasse a spasso un cane? Ma stai scherzando? I mezzalunati mica scherzano con la dissuasione ... continua]

17/02
2016

<foto/fb>: pescato oggi un orrendo ibrido orata-cinghiale! Fotomontaggio? O colpa delle scorie radioattive? Perché i politici e la stampa tacciono e nascondono queste cose? [CzzC: trattasi molto probabilmente di fotomontaggio, ma cui prodest? Commento ...]

10/09
2015

<giornale>: Sinistra autorizzazione della mattanza animali alla festa islamica del "Sacrificio": il regalo del Pd agli islamici con l'autorizzazione dalla Giunta comunale. [CzzC: quasi sottovoce le proteste dei soliti animalisti che invece urlano contro chi mangia l’agnello pasquale? ... continua ...]

10/09
2015

Difesa laica della dignità della persona, che è ben più di una scimmia nuda: appelliamoci al residuo lumicino di ragione per salvare la dignità della persona che il montante individualismo trascina a bestialità.

04/09
2015

[CzzC: ieri, commentando in lacrime l’immagine del bambino siriano annegato, mi venne da correlare il montante cinico individualismo (che dimentica la dignità della persona umana fatta a immagine e somiglianza di Dio) con chi magari grida contro gli umani che si cibano anche di bestie commestibili: esagerata correlazione? Oggi scopro che qualcuno ha focalizzato con accostamento di immagini bimbo-delfini la sperequazione con le attenzioni animaliste]

30/05
2015

<today>: "Vietato mangiare la carne di coniglio": Michela Brambilla, deputata di Forza Italia, vuole una legge che conceda al coniglio lo status di "animale da salotto", come altri che è vietato mangiare.

13/02
2015

Eden animalista: vietato vietare ai cani di entrare in chiesa? Il Comune di Milano ci prova con la chiesa cristiana, ovviamente non con la moschea <tempi>; noto nel regolamento milanese a tutela degli animali domestici l’ideologica equiparazione dignitaria uomo-bestia sotto il titolo “valori etici e culturali” art2 del regolamento “finalizzato al rispetto e alla tolleranza verso tutti gli esseri viventi ed in particolare verso le specie più deboli”; io avrei aggiunto “ferma restando la priorità per la specie umana”, ma ormai gli animalisti abusano del principio di “non discriminazione” fino a scardinare la dignità umana che il Creato ha fatta superiore agli altri esseri viventi, pur senza licenza di abusarne, ma, ad esempio, potendosene lecitamente servire per cibo, lavoro e salute. Perché i prodighi animalisti non si prodigano per far vietare l’abuso delle bestie nei bordelli pro capricci umani, mentre s’imbestiano se le usiamo per testare i nostri farmaci o se la dose di narcotico per Daniza risultò fatale? La mia risposta ti direi /email.

22/01
2015

<tempi>: la ragione si sta staccando dalla verità delle cose, collegandosi a mere predilezioni soggettive e ad una legge da osservare come “mera” tecnica del vivere e al potere dominante torna utile sostenere l’Animalismo per facilitare l’egemonia sulla persona: l’uomo non si distinguerebbe più dalle altre forme della natura per il possesso di una coscienza, poiché questa sarebbe ingannevole, non porterebbe più alla verità di sé, essendo essa stessa l’esito, il prodotto, di altre potenze non dominabili dal singolo. Dal soggetto di diritto, stiamo assistendo alla comparsa di diritti senza soggetto. Una volontà di potenza si sta realizzando andando oltre e contro l’umano ... Il diritto sta diventando sempre più strumento tecnico per l’esercizio di un potere sulla persona e non per la persona. Mi pare che l’attribuzione “dall’alto” di diritti a soggetti individuali o a categorie sociali non operi più sulla base di un riconoscimento del valore della persona e della sua dignità nel creato, ma piuttosto perché alle esigenze di una tecno-economia dominante serve, in un certo momento storico e per la realizzazione di obiettivi egemonici o di mercato, conferire tali diritti ... Saremmo al superamento dell’io biologico e dell’avvento di quella che il noto informatico Raymond Kurzweil ha definito l’“epoca della singolarità”, un’epoca trans-umanista, postnaturale, che vede nell’uomo, nella persona umana, qualcosa che deve essere ormai superato ...

28/12
2014

Animali persone: estendere anche alle bestie il concetto di persona (ope legis) per affermarne diritti di libertà e di inserimento nello stato famiglia, quantomeno per l’accesso alle cure medico-sanitarie, sarebbe un tipico stratagemma (forzare il significato delle parole) dei potentati della cultura dominante ad annacquamento entropico della dignità della persona per meglio asservirla

28/12
2014

<trentino>: a Limone_BS cartelli ingiuriosi contro il Trentino reo della morte dell’orsa Daniza: saremmo abitatori di una "terra insanguinata, assassina". [CzzC: nota il paralogismo, alterare le priorità, criminalizzare: sarebbero indicatori di correlazione con i potentati della cultura dominante]

18/11
2014

<l’adige; et> post del Segretario Nazionale del Partito Animalista Europeo Enrico Rizzi: sulla propria pagina facebook, riportando la notizia della morte di Diego Moltrer, si è detto «Felice», aggiungendo: «Infame, adesso sai cosa vuol dire morire». [CzzC: Moltrer non escludeva regolamentazione del numero di orsi e lupi. Siccome un certo animalismo sarebbe funzionale alla cultura dominante, mica metteranno fuori legge quel partito, ancorché ci siano elementi utili a dimostrare che la vergognosa espressione sia indicatrice di una normalità ideologica più che di un’anomalia per certi ben pensanti. Onu2]

27/06
2014

Se le foto di animaletti adorabili come i gattini rappresentano un’attrazione tanto irresistibile da dissimulare le atrocità commesse contro cuccioli d’uomo e loro inermi genitori ecco come possono pubblicizzarsi i massacratori targati Isil (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante). Mi pare che anche un noto dittatore legiferasse pro animali mentre iniziava a sterminare gli ebrei.

09/05
2014

Temo che tra gli invocatori dell’Welfare animale ci sia qualche ideologo che assicura “non costi per lo stato” come tattica temporanea mirante ad un’equiparazione tale da pretendere il registro delle unioni uomo-bestia, sdoganate dai bordelli, dotate di diritti da nucleo familiare affettivo ad esempio per asse ereditario o per l’assistenza sanitaria (con un unico medico/veterinario di famiglia) o in area cimiteriale (quella che attualmente negano agli umani abortiti).

01/03
2014

Perché no al matrimonio con animali? Magari il grillino Carlo Sibilia scherzasse. Cresce la tendenza a proporre l’unione con gli animali quantomeno, per dirla con Peter Singer, per superare i tabù. [CzzC: non a caso la cultura dominante tifa buddismo?]. Storie come quella di Joseph Guiso, l’australiano convolato a nozze con un labrador femmina; battaglie come quella condotta da Michael Kiosk, fidanzato con un pastore tedesco da più di otto anni e alla guida di un’associazione che raggruppa qualcosa come 100.000 zoofili teutonici...

14/01
2014

Se sei pro test sugli animali eseguiti dalla ricerca medica che salva vite umane, sta’ attento che gli animalisti potrebbero attentare alla tua integrità.

07/01
2014

Volantini con numero di telefono di ricercatori diffusi da animalisti maestri di odio intimidante e calpestante elementari diritti umani: “Chiama il boia e digli quello che pensi di lui”.

02/08

2013

I filo-animalisti italiani in parlamento approvano un testo di legge che regola la sperimentazione medica sugli animali in maniera più restrittiva di quanto previsto dalla normativa europea, minacciando l’apporto dei ricercatori italiani allo sviluppo delle conoscenze biologiche e mediche, visto che siamo il solo Paese ad aver introdotto regole così restrittive (ad es. divieto degli xenotrapianti, sui quali poggiano attualmente significativi progressi in ambito oncologico).

29/03

2013

Gli animalisti vorrebbero abolire la consumazione di agnelli o capretti da Pasqua e allo scopo ammoniscono il Papa: «Un Papa che ha deciso di chiamarsi Francesco non può essere indifferente a tanto dolore e coerentemente alla dottrina di Francesco le chiediamo di dire apertamente un NO deciso allo sterminio pasquale degli agnelli da latte e indirizzare la propria voglia di religiosità alla preghiera e alla pietà verso il prossimo, sia che abbia due che quattro zampe». Hanno preso in prestito dalla Bibbia persino il loro grido d’allarme:Strage degli innocenti”.

02
2013

<vice.com> in una sezione del sito Beppegrillo.it dedicato alle proposte costitutive del programma elettorale del M5S, riemerge  un post di Carlo Sibilia (eletto al Parlamento Italiano) che avanzava una proposta di legge pro unioni omosessuali, di gruppo e anche con animali, "purchè consensienti" (sic)

Nov 2012

VT#44p31 sagra della ciuiga: il salame con le rape fa arrabbiare gli animalisti; replica del presidente Ivo Cornella: “Qui si tratta di valorizzare un nostro prodotto, la ciuìga, da secoli presente nel Banale, non di discettare sulla gastronomia animalista o vegetariana”.

Quella sagra non s’ha da fare, sagra della ciuiga (salamella) consumata da secoli in santa pace gustosa; ora non più, secondo gli animalisti, perché, mentre l’uso di consumare carne insaccata sarebbe stato lecito quando eravamo quasi tutti poveri e affamati, ora sarebbe un abuso irrispettoso degli animali: quindi dagli addosso a quella sagra grondante sangue d’innocenti.

13/06

2012

Parrebbe esagerato tacciare una richiesta di interrogazione parlamentare come un contrasto ai diritti umani: perché dunque linko qui questa notizia? Perché il tempo dei parlamentari sarebbe così prezioso per le urgenze primarie dei giovani senza lavoro e delle ingiustizie sociali di un sistema impregnato di privilegi generazionali che sottrarne anche solo una mezz’ora perché un orso è morto a seguito di shock anestetico configura a mio avviso un’ingiusta sottrazione di risorse alla difesa dei primari diritti umani.

26/04
2010

[CzzC: quando un’immagine mi paresse riduttiva per esprimere il significato di una parola importante, anche se la ricevessi da amici mi permetterei di discernere, come qui sull’immagine (un barbone col suo cane ai piedi) del “miglior amico”: è notorio che i cani ben allevati sappiano mediamente essere amici dell’uomo, e forse per questo barbone non restano tanti altri amici oltre il cane, e forse questo barbone è il miglior amico del cane; ma se chi ha redatto questa sequenza di immagini volesse farti intendere che il miglior amico di quel barbone sia un cane e non una o più persone solidali che gli fanno trovare un letto, cibo e vestiario, potresti anche supporre che sia un promoter dell’ideologia dell’antispecismo]