Ce ne vuole prima di arrivare al MATRIMONIO UOMO-BESTIA, ma col trucco della rana bollita, magari passando per le bestie nello stato famiglia ...

Invece che reagire sempre con una mossa di ritardo rispetto alla strategia della cultura dominante (ad esempio arroccandosi contro le unioni civili), sarebbe il caso di prevedere e prevenire con leggi chiare l’abuso del significato delle parole, prodromo di derive disumane che illuminate matrici dello spirito del mondo hanno a piano per ora dissimulato: con l’illusione della liberazione dai tabu e del vietato vietare bramati dal crescente individualismo, piegano progressivamente libertà e dignità umana ai giochi dei potenti, abili con le armi anche di distrazione di massa: progressivamente? Sì col trucco della rana bollita, come quello usato per aggirare la resilienza agli uteri in affitto (prima passare per la GPA solidale, per arrivare alla quale occorre prima passare dalla stepchild adoption, anticamera dei matrimoni gay). Ce ne vuole di strada prima di arrivare al matrimonio uomo-bestia (ancorché già provato in scenata semi-seria): prima occorre passare per i matrimoni di gruppo e la poligamia (quest’ultima sarebbe incentivata dai petroldollarati che già l'hanno e che sapranno pure addomesticare le femen con la medesima devozione alla dea pecunia), poi può essere opportuno passare per gli animali domestici nello stato famiglia, poi qualche altro gradino di non ritorno e infine ...

Dipendesse da me, definirei a livello mondiale (con codice ISO inequivocabile) il matrimonio tradizionale tra umani maschio e femmina tra i 18 e i 50 anni debitamente responsabili per allevare figli con patto pubblico di amore e reciproca fedeltà a vita o risolvibile in tribunale solo per gravissimi motivi; il che, lasciando libertà a chiunque di codificare ISO qualunque altro tipo di unione, anche con una tazza e alla maggioranza degli elettori decidere se e come privilegiare normativamente i vari tipi di unione; ma se non siamo chiari sul significato delle parole, facciamo solo il gioco di chi ne altera il significato surrettiziamente magari per inconfessabili interessi

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 25/01/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: animalisti, animali domestici nello stato famiglia, matrimonio per tutti, matrimoni diversificati

 

2018.12.12 <nanopress> Storie di gente che ha sposato animali o cose per soddisfare il bisogno di intima unione con un essere diverso da sé. Casi bizzarri da scoprire ...

 

↑2016.06.11 <osservatoriogender>: la Corte Suprema del Canada legittima sessualità uomo-bestia purché non vi sia “penetrazione” tra i soggetti coinvolti. [CzzC: prima o poi un più progressista e creativo magistrato abolirà il purché non pro non discriminazione]

 

↑2015.09.10 Difesa laica della dignità della persona, che è ben più di una scimmia nuda: appelliamoci al residuo lumicino di ragione per salvare la dignità della persona che il montante individualismo trascina a bestialità.

 

↑2015.07.22 <losai>: una quarantenne olandese sposa il gatto ma rimane vedova: ora è pronta a sposare il cane; ha aperto un sito pro matrimonio con animali domestici, denominato Marry Your Pet, “sposa il tuo animale”. [CzzC: non è improbabile che fra qualche anno vengano istanziate leggi per spesare l'assistenza sanitaria delle bestie congiunte, magari con il medesimo medico di famiglia del partner sapiens, e con il medesimo ricettario per risparmiare; e se tu obiettassi che ci sarebbero maggiori priorità di spesa pubblica, da privilegiare rispetto alle spese per le bestie congiunte, potresti correre il rischio di essere accusato di animalfobia]

 

↑2015.07.08 [CzzC: calma, occorrono tempi lunghi e passaggi intermedi prima che la cultura dominante faccia legalizzare i matrimoni uomo-bestia: prima debbono essere legalizzati i matrimoni di gruppo, e prima ancora la poligamia] <tempi>: Usa, Montana. Dopo le nozze gay parte la battaglia per legalizzare la poligamia: Nathan Collier è pronto a fare causa allo Stato se non riconoscerà la sua situazione poligamica. È stato ispirato dalla sentenza che ha legalizzato i matrimoni gay.

 

↑2015.02.14 <vanity> Oggi è possibile unirsi in matrimonio con il proprio pet e ricevere un certificato delle nozze? Con il sito Marry Your Pets ...

 

↑2014.03.01 Perché no al matrimonio con animali? Magari il grillino Carlo Sibilia scherzasse! Cresce la tendenza a proporre l’unione con gli animali quantomeno, per dirla con Peter Singer, per superare i tabù. [CzzC: non a caso la cultura dominante tifa buddismo?]. Storie come quella di Joseph Guiso, l’australiano convolato a nozze con un labrador femmina; battaglie come quella condotta da Michael Kiosk, fidanzato con un pastore tedesco da più di otto anni e alla guida di un’associazione che raggruppa qualcosa come 100.000 zoofili teutonici...

 

↑2013.12.11 <Libero>: Sibilia (M5S): Una legge per i matrimoni di gruppo e nozze tra specie diverse. Il giovane deputato grillino proponeva sul blog di andare (molto) oltre alle unioni tra omosessuali. E la frontiera del delirio non ha confini... Casistica

 

↑2013.02.gg <vice.com> in una sezione del sito Beppegrillo.it dedicato alle proposte costitutive del programma elettorale del M5S, riemerge  un post di Carlo Sibilia (eletto al Parlamento Italiano) che avanzava una proposta di legge pro unioni omosessuali, di gruppo e anche con animali, "purchè consensienti" (sic)