modificato 27/09/2017

 

Eresie (deviazione dottrinale) e scismi (distacco senza deviazione)

Correlati: magistero petrino, dissenso, catechesi confondente, teoglib, Gesù sì Chiesa no

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: eresia è un termine storico religioso e teologico che indica un movimento religioso, segnalato come deviante da un altro movimento religioso appartenente alla stessa tradizione religiosa. Scisma invece significa distacco senza "perversioni nel dogma" (secondo la definizione di San Girolamo). «Sotto il profilo giuridico-ecclesiastico, eretico è definito colui che, dopo il battesimo, e conservando il nome di Cristiano, ostinatamente si rifiuta o pone in dubbio una delle verità che nella fede divina e cattolica si devono credere».

Un esempio di eresia? Il Pelagianesimo

 

 

26/09
2017

<Stampa Tornielli> anche GP2° fu accusato di eresia per affermazioni in materia di ecumenismo, libertà religiosa e dialogo interreligioso ancorché in linea col CV2°; tra i più tradizionalisti (sedevacantismo) c’è chi è arrivato ad attribuirgli ben 101 “eresieˮ.

25/09
2017

<introvigne>: riprende il tiro al Vaticano dopo la tregua ex popolarità mediatica di Fr1? Rimonta il caso Emanuela Orlandi (con probabili falsi), accuse da Libero Milone, revisore dei conti vaticani licenziato lo scorso giugno, lettera dei 62 che alludono eretica la Amoris Laetitia. [CzzC: convengo che Fr1 dia fastidio a potentati di finanza e media; li fastidia anche sui migranti, ma qui per il motivo forse opposto a quello supposto da Introvigne: Fr1 non è un immigrazionista perché subordina la soglia massima di accoglienza migranti alla nostra capacità di integrarli]

24/09
2017

<amValli>: La correzione filiale su “Amoris laetitia”: «Beatissimo Padre, con profondo dolore, ... siamo costretti a rivolgerLe una correzione (Testo e 62 firme) a causa della propagazione di alcune eresie sviluppatesi per mezzo dell’esortazione apostolica “Amoris laetitia” e mediante altre parole, atti e omissioni di Vostra Santità». 7 le posizioni «false ed eretiche» che i firmatari imputano a Fr1.

16/11
2016

<mIntrovigne>: mesi fa denunciando il pericolo delle posizioni di Burke critiche su Fr1, lungi dal fare allarmismo o maldicenza, intravedevo che cosa si stava preparando in conciliaboli più o meno segreti tra Burke e i soliti sospetti. Ora Burke si esprime con una chiarezza inaudita al limite dello scisma. Peraltro un "atto formale" di separazione dal Papa sarebbe seguito da quattro gatti affetti da febbre ideologica.

28/04
2016

<magister>: Il professor Robert Spaemann, 89 anni, coetaneo e amico di Ratzinger, è professore emerito di filosofia presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera. È uno dei maggiori filosofi e teologi cattolici tedeschi. Vive a Stoccarda. Intervistato su Amoris laetitia: l’articolo 305, insieme con la nota 351, in cui si afferma che i fedeli "entro una situazione oggettiva di peccato" possono essere ammessi ai sacramenti "a causa dei fattori attenuanti", contraddice direttamente l’articolo 84 della "Familiaris consortio" di Giovanni Paolo II... Un'influente corrente di teologia morale, già presente tra i gesuiti nel secolo XVII, sostiene una mera etica situazionale ... GP2° ha ricusato l’etica della situazione e l’ha condannata nella sua enciclica "Veritatis splendor" ... [CzzC: non mi sento all’altezza per dirimere la questione: ho chiesto a qualche sacerdote un aiuto al discernimento: eviterei di parlare di scismi <lib&pers>]

16/02
2016

<aleteia>: eresie farisaiche camuffate dallo zelo di “Cattolicesimi” ideologici di sinistra e di destra, farisei sempre pronti a condannare la giustizia, l'amore e la misericordia in nome delle regole. ..continua ... [CzzC: preghiamo per Papa Fr1, che tenga bene il timone e la rotta, parando le sventate da destra e da manca]

17/01
2016

<lib&pers>: Peste nera 1347-1350, caccia all’untore soprattutto nelle aree dove il potere dei movimenti eretici contrastava quello dell’impero e del papato (ad es. valle del Reno): a farne le spese molti ebrei, ma anche fedeli al Papa che gli eretici vedevano come l’Anticristo. Nella Francia meridionale, invece, Clemente VI riuscì ad interporre a difesa degli ebrei la sua autorità pontificia: con bolla 04/07/1348 vietò di ascrivere agli ebrei delitti immaginari e con bolla 26/09/1348 spiegava che gli ebrei morivano di peste esattamente come gli altri, e che la peste si era diffusa anche laddove non vi erano comunità ebraiche. Inoltre “ordinava a tutti i vescovi di pubblicare nelle chiese una sentenza di scomunica contro coloro che li molestassero, in qualunque modo ciò fosse”.

06/10
2015

<timone>: Nella chiesa sarebbe diffusa l'omoeresia, un rifiuto del Magistero della Chiesa cattolica sull'omosessualità. I sostenitori dell'omoeresia mettono in dubbio che gli atti omosessuali siano contro la legge naturale. I difensori dell'omoeresia sono a favore del sacerdozio per i gay. Omoeresia ~ omosessualismo.

17/08
2015

Apprendo dalla viva voce di un sacerdote insegnante di seminario che la moderna teologia ha ormai acclarato che la Madonna non fu vergine (sono tanti i miti analoghi e di diverse culture) e che Gesù consapevolizzò la sua vocazione messianica nel corso della sua crescita. [CzzC: forse in seminario insegna questo come un dovuto da sapere sulle correnti di pensiero teologico, ma mi pareva pure convinto ...]

19/05
2014

Papa Fr1: «Per conoscere Gesù bisogna pregarlo, celebrarlo e imitarlo»

Per conoscere Gesù non bastano lo studio e le idee, ma bisogna

pregarlo con il cuore (i grandi teologi fanno teologia in ginocchio),

celebrarlo con  i sacramenti (perché lì ci dà la vita, la forza, il conforto, la missione),

imitarlo (cosa ha fatto Lui, come era la sua vita, cosa ci ha insegnato per seguirlo).

Sarebbe eresia cercare di capire chi è Gesù soltanto con le nostre menti e con la nostra luce.

13/09
2010

<paginecatt>: Nel condannare il SILLON (derivazione modernista), San Pio X scriveva "I suoi fondatori, giovani, entusiasti e pieni di fiducia in sé stessi, non erano sufficientemente dotati ... per affrontare senza pericolo i difficili problemi sociali verso i quali erano attirati dalla loro attività e dal loro cuore, e per mettersi in guardia, sul terreno della dottrina e dell’ubbidienza, contro le INFILTRAZIONI LIBERALI E PROTESTANTI»

16/02
2010

<sussidiario>: S. Antonio di Padova combatte' l'esesia dei CATARI:  più strepitosi miracoli di Antonio furono in funzione anti-catara,

12/03
2009

Non sarebbero i dissenzienti dal magistero pietrino a fomentare uno SCISMA STRISCIANTE, ma fomentatori sarebbero CERTI INTEGRALISMI CATTOLICI, troppo ligi al magistero pietrino: parole di un parroco <linkResrvd>

«fissare il concetto della comunione e dell’unità come essenziale nella nostra testimonianza di fede, perché spesso, anche all’interno delle nostre comunità cristiane, le diverse posizioni creano divisione, rottura e contrasto a tal punto che fratelli di fede non si comprendono più e questo lo dico non tanto in riferimento alle chiese della riforma, ma lo dico in riferimento all’esperienza pastorale parrocchiale che io vivo qui in mezzo a noi, dove certi integralismi anche cattolici ci stanno portando a degli scismi di fatto all’interno delle nostre chiese, non a quelli storici già consumati, ma a degli scismi di fatto».