modificato 27/09/2017

 

Roberto De Mattei

Correlati: integralismo e fondamentalismo cattolici

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<R.DeMattei n1948>: è uno storico, presidente della Fondazione Lepanto, direttore della rivista “Radici Cristiane” e dell’agenzia di informazione “Corrispondenza Romana”.

<wikipedia>: Cattolico tradizionalista, è noto per le sue posizioni antievoluzioniste, per la sua critica al relativismo e alle linee di pensiero affermatesi nella Chiesa cattolica dopo il Concilio Vaticano II.

2017.09.26 lo leggo firmatario della lettera dei 62 allusiva di eresie/Fr1

 

 

26/09
2017

su <IsolaDiPatmos> circa la lettera dei 62 il prof Cavalcoli salva Ettore G.Tedeschi ma affonda Roberto de Mattei: sarebbe uno studioso che tende ad applicare alla Chiesa schemi socio-politici celati dietro la difesa della purezza della fede. Come farebbero i lefebvriani (eredi inconsapevoli dello stile di Martin Lutero): abbattere il pontefice col falso pretesto di difendere il papato che non difende a loro dire la purezza della fede. Le attività di Roberto de Mattei sarebbero foraggiate anche da oltre oceano: le molteplici attività di una fondazione come la Lepanto non possono essere sostenute con la vendita per abbonamento del mensile Radici Cristiane

03/01
2015

<ilFoglio>: Tango in San Pietro mentre la barca va alla deriva; Vittorio Messori superato in breccia da questo saggio di Roberto de Mattei: [CzzC: mi piacerebbe leggere ora quanto scriveranno fra un anno per queste profezie: non opporsi alle coppie lgbt in anagrafe non significa approvare uteri in affitto pro gay; concedere il sacerdozio a diaconi sposati, dopo lunga testimonianza esemplare per caritas in veritate, potrebbe farci abbracciare con gli ortodossi più che farci sparire come cattolici, il che potrebbe avere il placet di Cristo anche per l’integrità del depositum fidei ben più probabile dell’eventuale suo placet all’epoca della reciproca scomunica].

09/03
2014

<corrispondenzaromana>: muore Mario Palmaro a 45 anni nella sua casa di Monza dopo una lunga malattia; lascia la moglie e quattro figli piccoli. Lo ricordano tanti amici su Riscossa cristiana, su Tempi, il Sussidiario.

<bbugie>: Roberto de Mattei: Mario ha vissuto i mesi della malattia infondendo in tutti coloro che lo avvicinavano quella tranquillità e forza d'animo di cui è capace solo chi è immerso in una fede profonda.

26/11
2013

Roberto De Mattei annovera tra i modernisti anche i ciellini: “CL nasce da una “intuizione del Cristianesimo come avvenimento di vita e quindi come storia” (p. 349). “Il metodo consiste in questo: che l’intuizione diventa esperienza (…). L’esperienza è il luogo in cui si vede se ciò che è intuito vale per la vita” (p. 351). La fede è incontrare Cristo, riconoscere la sua presenza nella storia e nella propria vita”. Ma chi è Cristo? La risposta ciellina è scoraggiante: “colui che si incontra”. Il Cristianesimo, certo, è anche esperienza, ma l’esperienza è per sé stessa, incomunicabile; mentre ciò che si può comunicare sono i princìpi che precedono l’esperienza e da cui l’esperienza dipende. [CzzC: caro De Mattei, ti riconosco anche qui come ti udii dibattere sul CV2° abusando di princìpi e dogmi come se fossero barriere tra Cristo e l’umana esperienza: mi pare che Cristo fosse più incline ad abbattere gli ostacoli di principio che impediscono all’uomo di riconoscere l’abbraccio di Dio su ogni aspetto della sua concreta esperienza, finanche del peccato, per il vero Bene].

24/10

2012

L’EPF European Parliamentary Forum on Population an Development secondo questo sito farebbe parte di quei “poteri forti” che creano il “consenso” mediatico e politico. Il suo programma si riassumerebbe nella “Carta sui diritti sessuali e riproduttivi” varata nel 1995 dalla International Planned Parenthood Federation, fondata dall’eugenista Margaret Sanger (rivendicazione della libertà sessuale educata alla contraccezione fino alla sterilizzazione di massa, ovviamente con aborto senza se): L'EPF avrebbe ispirato la lista nera di 27 personalità anti-choice tra cui cinque italiani (C.Casini, L.C.Nunziante, R.de Mattei, M.Introvigne, L.Volonté europarlamentare) [CzzC: manca peraltro l'indirizzo per dire che intendevano anche facilitare eventuali fatwa-esecutori].

31/03
2011

<youtube>Presentazione del libro Il Concilio Vaticano II. Una storia mai scritta, con Roberto De Mattei e Giovanni Cavalcoli. R.De Mattei, senza entrare nel merito della discussione teologica, sostiene sul piano storico l'impossibilità di separare il Concilio dagli abusi postconciliari, isolando questi ultimi come una patologia sviluppatasi su un corpo sano.