modificato 02/10/2017

 

Uteri in affitto o in comodato gratuito per gay, GPA solidale

Correlati: chi sublima; buona occasione secondo U.Veronesi; diritti umani; schiavismo, ideologia di gender, moratoria grazie alle femministe? Danni da omosessismo; diritti del neonato; principio di precauzione

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Quando un pargolo si fosse legato con affetto filiale ad una coppia (anche omosessuale) ben responsabile della sua educazione, riterrei necessario tutelare l’affettività del minore non meno che battersi perché non sia negato ad altri concepiti il diritto di non essere programmati a nascere per essere ceduti a due gay.

Ciò premesso, nel seguito annoto fatti e ragioni della suddetta battaglia, associandomi ad esempio a quella delle femministe francesi per una moratoria dell’utero in affitto, pratica che è considerata a larga maggioranza nel mondo una violazione del diritto naturale di un neonato, sfruttamento delle donne che spesso si trovano in condizione di povertà e di vulnerabilità, indotte a condurre una gravidanza a pagamento e a consegnare il neonato committenti gay.

Attenzione ai trucchi semantici: ormai a favore dell’utero in affitto a pagamento non trovi quasi più nessuno, vista anche la bocciatura UE, e, non a caso, mollano il sostegno all'utero in affitto perfino i fautori delle adozioni gay, queste sì obiettivo irrinunciabile dell’ideologia di gender (altrimenti quello dei gay sarebbe un matrimonio di serie B inaccettabile dalla suddetta ideologia se non come ponte sicuro per la serie A): dovremmo dedurre che l’ideologia di gender dovrà rassegnarsi alla sconfitta? No, perché basta alterare il significato delle parole imponendo il termine GPA solidale, cioè utero in comodato d’uso, far tollerare questa prassi pro gay e il gioco è fatto.

Guarda il profilo di famosi tifosi del matrimonio di serie A (quello con diritto alla GPA) e vedrai significativa intersezione con l’insieme di potenti matrici e con il diritto della forza-prevalente sul diritto dei più deboli (diritto di un neonato ad essere allevato da madre femmina e padre maschio).

Dell’utero in affitto si fa intanto pubblicità in ampia permissività legale; video cos’è utero in affitto, GPA gestazione per altri.]

 

 

07/05
2017

<corriere>: Madre surrogata pentita: la 32enne americana Kelly Martinez: «Quella coppia spagnola e i bambini oggetto ... credevo di aiutare gli altri ma è solo una questione di soldi». [CzzC: anche questo articolo, come troppi altri sulla GPA venale o solidale mettono l'accento sulla madre cedente, dissimulando ... continua]

22/03
2017

<voceTN>: Assuntina Morresi (docente di Chimica Fisica presso Uni_PG, membro del Comitato Nazionale per la Bioetica) domani a TN per condannare con forza la pratica dell’utero in affitto che una certa magistratura creativa sta sdoganando; e l’inganno che camuffa un’aberrante pratica con l'eufemismo “gestazione per altri”.

28/02
2017

Tribunale di TN riconosce a coppia gay adozione da GPA: è stata applicata l’eccezione prevista dalla legge "nel superiore interesse del bambino": [CzzC: basta che i gay sostino - per i mesi sufficienti alla maturazione del presunto legame affettivo - in uno stato estero che ammette tale pratica ed ecco che la GPA pro gay bloccata dalla porta entra dalla finestra anche in Italia ... continua]

23/02
2017

<fc>: due neonate usate come spot per la pretesa della GPA pro gay e tutti ad applaudire: Emma e Sophia, un mese, sono state prese a pagamento da una madre che le ha partorite in Messico e non le rivedrà mai più. E non meritavano di finire sulle passerelle per un delirio narcisistico di due stilisti ...

11
2016

<lib&pers>: le schiave dei nuovi diritti procreativi: racconti e testimonianze di donne dall’America, Europa dell'Est, Thailandia, Nepal, Cina, India ... “ho firmato la mia riduzione in schiavitù”, “Vedete com’è crudele oggi il mondo

17/05
2016

<corriere>: Bagnasco denuncia che la legge Cirinnà sancisce di fatto una equiparazione ... al matrimonio e alla famiglia ...  in attesa del colpo finale compresa anche la pratica dell’utero in affitto. [CzzC: caro Presidente CEI, apprezzo la tua chiarezza e coraggio, come nelle precedenti tue uscite sulla Cirinnà, ma mi rattristo per il fuori tempo e fuori spazio. Perché?  ... continua

14/05
2016

<lib&pers>: Monica Cirinnà attacca compagna di partito per brandire la GPA solidale, fatta da donne libere di paesi democratici e civili... vorremmo prima di tutto che si capisse che quelle donne non strappano il figlio ad un altra donna, perché la madre surrogata, non è mai anche la donatrice dell’ovulo fecondato, e dunque non è mai la madre biologica del bambino“. [CzzC: se non si fonda il diritto del neonato ad essere allevato da un padre e una madre, eventualmente adottivi ma eterosex, i gay troveranno sempre un azzeccagarbugli che permette loro di procurarsi un cucciolo d’uomo]

04/05
2016

<avvenire>: Cirinnà alla Camera dopo il Senato: i centristi vogliono calendarizzare il divieto dell’utero in affitto prima di concludere la Cirinnà [CzzC: attenzione al trucco delle lobby gay: esse stanno cassando il termine “utero in affitto” e parlano solo di GPA solidale, cioè di utero offerto in comodato d'uso gratuito, per spiazzare l'eventuale moratoria sul vituperato affitto; se pur si vietasse espressamente l’'utero in affitto, ma si permettesse ad una puerpera, che non volesse tenersi come madre normale il suo neonato, di darlo a chi volesse lei, poco muterebbe per la difesa dei diritti del neonato inteso come persona e non merce (né pagabile né regalabile): occorrerebbe una legge che vietasse la sua predestinazione, disponendo che, se la madre si tiene il frutto del suo parto, bene, altrimenti il neonato sia messo in lista di adozioni senza preordinazione della rifiutante; diversamente l'utero in affitto cacciato dalla porta ti rientrerebbe dalla finestra con ghigno beffardo per averti fregato]

23/04
2016

<ansa>: il nuovo boom dell’utero in affitto: domanda aumenta, cambiano i profili dei pacchetti offerti e nuove gravidanze in tutto il mondo sono pronte a soddisfare le richieste dei clienti, spesso a distanze continentali: è il borsino della maternità surrogata. Che sia 'lucro' o 'dono altruista' non spetta dirlo al mercato, che guarda ai grafici con le frecce all'in su: l'affare boom dei bimbi on demand

23/03
2016

Il vietato vietare sottende la bulimia dei diritti individuali <asianews>: il Patriarca Kirill denuncia i tentativi a livello mondiale di approvare leggi che garantiscano all’uomo il “diritto di qualsiasi scelta, compresa quella del peccato”. “Le conseguenze possono essere apocalittiche”, ha avvertito. [CzzC: non perché Dio sia contro i diritti dell’uomo, ma perché si ritorce contro l’uomo il fregarsene di lui, fino a sublimare capricci individuali col diritto della forza contro indifese creature di Dio, ad esempio strappandole dal seno della mamma per darle a due gay. E’ un mistero il perché il limite indicato da Dio (vedi l’albero vietato ad Adamo ed Eva) appaia a volte riducente la libertà dell’adulto self made, ma intuisco opportunità di fidarsi di Dio piuttosto che del 68ttino vietato vietare. Articolo pubblicato]

20/03
2016

VT ingaggia Paris in tempo reale contro Gubert su utero in affitto. Il lucido analista rettore di pagina 38 del settimanale diocesano non attende che nel prossimo numero qualcuno replichi a Gubert: è necessario bruciare subito in tempo reale il reazionario.

19/03
2016

<avvenire>: Virginia Raggi (M5s): «La maternità surrogata è inaccettabile ... non si può comprare un dono al supermercato dei neonati. Non si può legittimare né tollerare una pratica che specula sul corpo di ragazze che, nella grande maggioranza dei casi, sono poverissime, fragili, disperate». [CzzC: sei rimasta indietro, non basta fare bei discorsi scontati contando che la maggioranza è contro l’utero in affitto pagato: vorrei sentirti più moderna sulla GPA solidale, per “amore”]

15/03
2016

<avvenire>: Utero in affitto, no del Consiglio d'Europa: bocciato 15:16 il testo della belga Petra De Sutter che mirava a far passare una risoluzione possibilista pro GPA nel senso di farla regolamentare. Non ci sarà alcuna raccomandazione. [CzzC: c’era una gran bella manifestazione “"surrogacy infranges human rights" a Parigi davanti alla sede del Consiglio d’Europa, in coincidenza del voto: tante associazioni d’ispirazione cristiana, ma grazie 1000 alle femministe francesi!]

05/03
2016

<lib&pers>: Veronesi pro uteri in affitto: dopo aver tifato per eutanasia, aborto, clonazione ora tifa per l’utero in affitto. Già nel 2006 scriveva «che senso può avere proibire il matrimonio omosessuale? O porre un veto all'adozione da parte di omosessuali, maschi o femmine che siano? O alla clonazione da parte di una single?». [CzzC: ti risponderei, caro Umberto, per come ti conobbi in via Venezian 1 nel 1974 (e stimo il grande bene che hai fatto/fai nella lotta contro i tumori e sostengo AIRC), che ti so troppo intelligente per non capire che buon senso abbia la resilienza all’utero in affitto pro gay, e abbastanza furbo per dissimulare tale buon senso pro lumi ideologici. Continua]

04/03
2016

<losai>: “io omosessuale di buon senso contro la maternità surrogata”. Il direttore di “Chi” va controcorrente: “Non si nega il diritto ad avere una madre. Mi fermo dove si ferma la natura. Oltre non si deve andare

04/03
2016

<corriere>: Come funziona l’agenzia americana per avere madri surrogate: Extraordinary Conceptions, l’agenzia di San Diego cui si sarebbero rivolti Nichi Vendola e il compagno, ha molti clienti internazionali. E nel 2015 ha fatto nascere 152 bambini [CzzC: l’agenzia cura anche la GPA solidale, ma gratis per lei?]

03/03
2016

avevo previsto giusto a diffidare di parlare di cifre sul caso “Vendola padre”: <corriere>: GPA solidale: la gestazione di Tobia non sarebbe stata fatta per soldi «Quando tornerà in Italia, Nichi spiegherà tutto»

02/03
2016

La cultura dominante sta montando la sublimazione della GPA, cui si possono prestare anche domande retoriche celanti inganni dialettici  <gadlerner>: «Far nascere una creatura non significa essere madre: in questo caso si tratta di una donna che ha portato avanti una GPA, altrimenti come dovremmo chiamare le donne che abbandonano i neonati?[CzzC: ti risponderei, cara Marzano, che, per ovvie ragioni (violenza, malformazione, ...) ogni puerpera  ha il diritto di rifiutare il suo frutto, che diverrebbe immediatamente adottabile; nessuna di quelle ovvie ragioni giustifica finora il diritto di programmare il rifiuto vantando il diritto di destinare il rifiutato a 2 gay scelti dalla rifiutante; forse a te piace stare dalla parte del più forte, l’adulto: provassi a considerare anche i diritti della persona neonata ...]

29/02
2016

<giornale>: La Bonino su Vendola padre: "Se posso donare un rene in questo Paese perché non posso donare un utero?" [CzzC: perché un rene è un organo donabile, l’utero ancora no; semmai una donna può pensare di donare il frutto del suo utero, che però è una persona, non un organo: col tuo paralogismo, cara Bonino, offendi la logica? Ringrazio Dio che non sia divenuta mia Presidente una che sragiona così]

28/02
2016

Nichi Vendola e compagno prendono (per 130k$?) il frutto di un utero in affitto in affitto nato ieri in una clinica californiana. Qualcuno accusa: “Disgustoso egoismo”. <vox>: Vendola: “Non c’è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca ... Questo bambino è figlio di una bellissima storia d’amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita”. [CzzC: caro Vendola, non ti faccio un discorso religioso, visti i risultati di chi te li fece da giovane, ma da laico tenterei ... continua]

18/02
2016

<zenit>: Rizzo, il segretario del partito comunista reputa le unioni civili “un’arma di distrazione di massa”: ritiene queste leggi un mezzo per distogliere l’attenzione dal massacro sociale ai danni dei lavoratori. [CzzC: direi opera di potentati a danno soprattutto dei più giovani]. E sull’utero in affitto: “Una mercificazione con l’eugenetica di sfondo[CzzC: direi soprattutto pro darwinismo sociale: servi + docili se senza madre]

16/02
2016

<fattoq>: Utero in affitto: parere di medico e psicoanalista: in base alle attuali conoscenze in campo psicoanalitico e psichiatrico si tratta di una attività ad altissimo rischio per l’insorgenza di gravi patologie psichiatriche sia per la madre surrogata sia per il bambino.

09/02
2016

Come previsto, sta montando il tifo (ad es vid Buccarella/M5S) per l’utero in comodato d’uso, eufemisticamente chiamato GPA solidaristica o senza compenso.

02/02
2016

Moratoria dell’utero in affitto: <avvenire, zenit>: all’assemblea nazionale di Parigi firmata mozione divieto utero in affitto: ecco il testo della carta di Parigi.

01/02
2016

Isabella Bossi Fedrigotti: <ioDonna>: che la pratica dell’utero in affitto rappresenti il futuro è abbastanza certo. Ci potranno essere leggi che in alcuni Paesi, sempre meno numerosi, per qualche anno, magari anche per più anni, la proibiranno, ma è evidente che non sarà impossibile aggirarle. La voglia di figli è, infatti, istinto irreprimibile, desiderio ancestrale cui difficilmente si è pronti a rinunciare ... [CzzC: cara sedicente paladina dei diritti umani, sarebbe tipico di bacati da sessantonite scambiare le voglie per diritti ed è singolare che una illuminata par tuo enfatizzi i presunti diritti dell’adulto su creature indifese come i neonati, fino a tacere che questi abbiano ben più il diritto di essere allevati da mamma e papà che il dovere di accettare di essere programmati a nascere per essere dati a coppie gay a pagamento o in GPA solidale. O sbaglio?]

01/02
2016

<lastampa>: Unioni gay e utero in affitto: spunta anche un “familismo rosso”

Due intellettuali come Vacca e Tronti contrari alla stepchild. E una cordata di femministe rilancia: no ai figli ad ogni costo

25/01
2016

Leggi in <zenit> il parere della dott.ssa Maria Cristina Del Poggetto, membro del direttivo di Steadfast Onlus, chirurgo e psichiatra. Per lo Iona Institute la maternità surrogata può essere considerata al pari del traffico di esseri umani. In Francia femministe e madri surrogate firmano petizione contro la maternità surrogata: tra gli altri leggiamo i nomi di Gail Robinson, Tanya Lynn, Elisa Anne Gomez; persino Gary Powell attivista lgbt; per il filosofo ateo Michel Onfray: “Non c’è modo migliore per trasformare in merce tanto il corpo della donna, quanto la vita del bambino”.

21/01
2016

<iozummo vid>: Paolo Crepet, psichiatra e sociologo di fama nazionale, spiega la follia dell’utero in affitto e i lesi diritti dei bambini.

18/01
2016

<aleteia>: Lo psichiatra Paolo Crepet: «la gestazione per altri? Nazismo puro»

i bambini non possono essere trattati come “pacchetti regalo”

16/01
2016

<querciadimamre>: India: l'orrore della maternità surrogata. Se fosse un film sarebbe una pellicola horror: donne seguite in apposite strutture concepiscono tramite fecondazione extracorporea e producono un figlio da cedere alla nascita per un giro d’affari da capogiro: un dossier intitolato Surrogate Motherhood-Ethical or Commercial? - approvato dal ministero con in calce la firma della dottoressa Ranjana Kumari del Centre for Social Research - redatto in seguito ad una ricerca condotta nelle cliniche indiane dove si effettua la maternità surrogata.

16/01
2016

Nel 2003 la congregazione per la dottrina della fede formulava in questo documento <vatican.va> le argomentazioni razionali contro il riconoscimento legale delle unioni omosessuali. [CzzC: a un’amica che oggi mi segnala tali argomentazioni: cerchiamo di concentrarci sulla difesa del no adozioni gay/uteri in affitto, così:  ... continua]

07/01
2016

<tempi>: Utero in affitto: per le famiglie arcobaleno è etico che costi €19.000. La Carta Etica delle famiglie arcobaleno fissa tariffario di massima in comparazione con quello estero: «Noi pensiamo che la compensazione in denaro sia necessaria e auspicabile e che ... »   continua

02/01
2016

<corriere>: Usa: viaggio tra le donne che affittano l’utero. Per alcune è un dono ma Brooke Lee Brown, 34 anni, è morta facendo figli per conto terzi. Negli Stati Uniti è permesso il business della gestazione per altri (135k$-200k$) e aumenta a ritmo esponenziale: più di 2000 bambini nati ogni anno, il triplo di 10 anni fa, molti dei q per coppie straniere che nel proprio Paese non possono farlo.

24/12
2015

<avvenire>: proposta di abolizione internazionale della pratica della maternità surrogata: la Francia potrebbe essere il primo Paese europeo ad avanzarla. Il prossimo 2 febbraio, come aveva annunciato proprio su queste pagine la filosofa Sylviane Agacinski, a nome dell'associazione femminista Corp (Collettivo per il rispetto della persona), giungerà una sorta di test per comprendere il grado di motivazione delle autorità francesi, con l'organizzazione presso l'Assemblea Nazionale delle «Assise per l'abolizione universale della maternità surrogata».

18/12
2015

<avvenire>: Il Parlamento Ue boccia l'utero in affitto: «... considera che la pratica della maternità surrogata, che implica lo sfruttamento riproduttivo e l’uso del corpo umano per profitti finanziari o di altro tipo, in particolare il caso delle donne vulnerabili nei Paesi in via di sviluppo, debba esser vietato e trattato come questione di urgenza negli strumenti per i diritti umani». [CzzC: una botta per l’ideologia di gender, e un assist per la moratoria degli uteri in affitto, ma ... continua]

18/12
2015

<corriere>: Clinica USA degli uteri in affitto: «La mamma sei tu lei è la portatrice. E sei tu che decidi tutto, anche se farla abortire. La legge ha più volte stabilito che lei non ha alcun diritto». Qui un figlio costa 135 mila euro.

07/12
2015

<uccronline>: un crimine anche per atei e femministe: «Noi rifiutiamo di considerare la “maternità surrogata” un atto di libertà o di amore», scrivono i 77 firmatari (tra cui Dacia Maraini, Livia Turco, Cristina Comencini, Aurelio Mancuso ecc.). «Non possiamo accettare, solo perché la tecnica lo rende possibile, e in nome di presunti diritti individuali, che le donne tornino a essere oggetti a disposizione. Vogliamo che la maternità surrogata sia messa al bando. I bambini non sono cose da vendere o da “donare”. Se vengono programmaticamente scissi dalla storia che li ha portati alla luce e che comunque è la loro, i bambini diventano merce». [CzzC: qualche acufene caro illuminato U.Veronesi?]

05/12
2015

Odo da Rai.Radio3 h8,20 l'intervento di una donna probabilmente laicista «non dobbiamo lasciare alla Chiesa l'esclusività o il primato nel soccorso ai poveri e nella difesa della dignità di donne e bambini lesa dagli uteri in affitto» [CzzC: ci fa sorridere l'invidia per tali eventuali primati, ma ... continua]

24/11
2015

<iodonna>: secondo il prof Veronesi affittare l’utero può essere una buona occasione per una donna povera. [CzzC: con tutto il rispetto per i tuoi 90 anni, prof, vediamo se sarai capace di convincere di ciò le femministe francesi: ma forse ha un secondo fine il tuo paralogismo sulle buone occasioni: continua che ti spiego]

11/11
2015

<bbugie>: precorrendo non solo la legge ma il più estensivo spirito della Cirinnà, corso speciale per i magistrati nel Palazzo di Giustizia meneghino (conferirà crediti formativi) su «i nuovi legami familiari: vecchie barriere e nuove frontiere ... adozioni e affidamento di minori a coppie dello stesso genere ... adozione legittimante del single, stepchild adoption e famiglia monoparentale ... giurisprudenza in materia di matrimonio di persone dello stesso genere». E, dulcis in fundo, su «filiazione eterologa e maternità surrogata». [CzzC: solo per preparare i magistrati alla generanda normativa Cirinnà o per generare ulteriori concessioni agli Lgbt in creatività di spirito?]

05/11
2015

<tempi>: L’utero in affitto è terribile anche se gratis. «Un bambino non è una cosa». Molti condannerebbero la maternità surrogata cosiddetta “commerciale”, ed allora ecco il nuovo specchietto delle allodole della propaganda progressista: la maternità surrogata altruistica.

31/10
2015

<tempi>: Utero in affitto in Europa: Uk già permette la pratica dal 1985, basta pagare la madre solo a titolo di rimborso spese (max 15k$); analoga regolamentazione in Olanda e Bulgaria , mentre il Belgio va verso la liberalizzazione. La Grecia è il nuovo Eldorado: secondo la legge del 2014 la madre surrogata non ha diritti sul prodotto “venduto”, che viene affidato d’ufficio alla madre genetica o richiedente al prezzo medio di 1/3 rispetto al mercato Us.

30/10
2015

<avvenire>: utero in affitto: un crimine da fermare che si allarga come pratica legittimata in diversi Stati ed eseguita "clandestinamente" in altri.

29/10
2015

<avvenire>: Sylviane Agacinski, una delle femministe più celebri di Francia, donna di sinistra, moglie dell’ex premier socialista Lionel Jospin, promuove l’abolizione universale dell’"utero in affitto". «si è radicata l’idea che esista un diritto al figlio, indipendentemente dai mezzi per farlo nascere. Nonostante questa propaganda, si comincia a comprendere la violenza che rappresenta, per le donne, l’ingresso della maternità su questo mercato. Il Partito socialista ha condannato questa pratica a partire dal 2010. Hollande e il premier Manuel Valls hanno escluso qualsiasi legalizzazione della maternità surrogata in Francia».

04/09
2015

<forbes>: sei reo di omofobia se neghi ai gay l’utero in affitto? Sì per gli affaristi della maternità surrogata, prima ancora che per Scalfarotto. La rivista economica Forbes ... continua ...

30/08
2015

<avvenire>: «I bambini si generano, non sono cose» dice Bagnasco [CzzC: se insegnassi a scuola che i cuccioli d'uomo si generano ma non si comperano, negherei ai gay il diritto di affittare uteri per procurarseli, per la qual libertà di espressione, se passasse il ddl Scalfarotto, che àncora l'omofobia al razzismo, sarei reizzato come omofobo e sarebbe compromesso il mio pubblico insegnamento: Scalfarotto ha già precisato che si ammetterebbe tolleranza per quelle vetero-opinioni solo all'interno di comunità religiose. O sbaglio?]

01/08
2015

<Lib&pers>: La senatrice Pd Cirinnà (omonimo ddl) avrebbe come suo fido consulente il senatore gay Sergio Lo Giudice, fruitore di utero in affitto made  in Usa [CzzC: che accetterebbe un matrimonio di serie B solo come trampolino per quello di serie A]

30/07
2015

<avvenire>: Giro di vite della Thailandia contro la pratica dell'utero in affitto. È entrata in vigore oggi la legge che tutela maggiormente i neonati e vieta la maternità surrogata "per profitto", in particolare alle coppie straniere.

24/07
2015

<tempi>: Eugenio Scalfari «scienza incivile dell’utero in affitto». Cinque drammatiche osservazioni sulla «battaglia di Manuel e Gordon per riavere la figlia». Strappandola (magari perfino legalmente) alla madre biologica.

06/07
2015

<losai.eu>: è vietato (regolamento comunale presentato da Cirinnà nel 2005 quale Delegata dal Sindaco di Roma per le politiche dei Diritti degli Animali) separare i cuccioli di cani e gatti dalla madre prima dei 60gg, se non per gravi motivi certificati da veterinario, ma i cuccioli d’uomo possono essere separati dalla madre subito dopo il parto da utero in affitto.

26/06
2015

<ansa e vari>: La corte suprema federale impone i matrimoni gay a tutti gli stati USA: con un 5a4 è imposto a tutti gli stati USA il same-sex marriage (SSM). Obama agli avvocati: «orgoglioso di voi, l’amore vince». [CzzC: è uno strano amore quello che vince contro il diritto all’amore eterogenitoriale dei cuccioli d’uomo fatti produrre per i gay da uteri in affitto]

26/05
2015

odo Mancuso a Radio1 Radio anch’io h8,45 che sui matrimoni gay sostiene necessità di andare oltre le legislazioni di Germania, Austria e Svizzera che ancora hanno delle limitazioni rispetto al matrimonio di serieA, mentre si dovrebbero equiparare a tutti gli effetti: h9,08 mando un sms al 335 6992949: su matrimoni gay: nemmeno Galantino pare contrario al matrimonio di serieB per i gay, ma mi pare che Mancuso voglia quello di serieA per i gay, cioè riconoscendo loro il diritto di spesarsi uteri in affitto. O sbaglio?

16/05
2015

<tempi>: in Francia l’utero in affitto è illegale, ma l’ultima sentenza della corte penale di Nantes (rimborso) l’ha di fatto legalizzato, sulla scia dell’ultimo verdetto della Corte europea dei diritti dell’uomo. [CzzC: quando un figlio si fosse affezionato, non glielo strapperei (male minore), ma rimborsare una pratica illegale appare come scandalo legale prima che etico]

12/05
2015

<tempi>: Francia. Manifesto femminista e di sinistra contro l’utero in affitto: «Non esiste il diritto al figlio». Tra gli oltre 160 firmatari dell’appello ci sono la femminista Agacinski, tanti socialisti, l’ateo Onfray, insieme a molte donne che hanno venduto il proprio utero e si sono pentite.

22/04
2015

<campariedemaistre>: Le femministe (all’estero) denunciano l’utero in affitto come schiavitù: esempio un recente documento francese – Contribution d’un groupement d’associations féministes et de défense des Droits Humains aux travaux de la Conférence de La Haye de droit international privé – indirizzato agli organi internazionali che denuncia pubblicamente l’utero in affitto quale nuova forma di schiavitù. E’ di particolare interessante, anzitutto, soffermarsi sulle associazioni firmatarie di queste venticinque pagine: una dozzina di realtà e movimenti – da Le Collectif pour le Respect de la Personne a Coordination Lesbienne en France, da Assemblée des Femmes a Elu/es Contre les Violences faites aux Femmes – certo non etichettabili come conservatori. Anzi: trattasi di una vera e propria galassia femminista che però non ne vuole sapere di accettare la pratica dell’utero in affitto, «dite par euphémisme “gestation pour autrui” ou “GPA”»

25/02
2015

In relazione al caso del 06/02, apprendo da <manif> che il bambino fu comperato nel 2011 da lui/lei:56/44 con utero russo in affitto e fu sottratto alla coppia nel 2013, quindi aveva già 2 anni; trovo barbara la pratica dell’utero in affitto, e firmerei contro la sentenza UE "Paradiso e Campanelli” se servisse solo a impedire futuri analoghi affitti ai gay, ma non firmo per non avallare la pratica di sottrazione di minore con legami affettivi già maturati.

06/02
2015

<manif>: la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha condannato l’Italia per l’allontanamento di un minore dalla coppia che lo aveva ottenuto sfruttando all’estero la barbara pratica dell’utero in affitto, allontanamento ratificato dai tre gradi di giudizio interni al nostro ordinamento. [CzzC: con tutte le gravi violazioni dei diritti umani che la Corte avrebbe da perseguire in Europa (in specie con rif agli art18,19 e 26.3 della dichiarazione universale), l’accanimento contro l’Italia nella fattispecie puzza di ordito da potentati quantomeno per l’alterazione delle priorità; ma a mio avviso avrebbe sbagliato anche il giudice italiano, per non aver applicato il criterio del male minore, se avesse allontanato dai suoi compratori un bambino che avesse già maturato vs di loro un legame ...  msg a Manif Pour Tous ... continua ...].

30/01
2015

<zenit>: Utero in affitto: una proposta di moratoria all'ONU: il quotidiano "La Croce" si schiera a difesa dell'Italia sanzionata dalla Corte di Strasburgo (se nella maggior parte dei paesi asiatici dove l’utero in affitto è legale, si sta andando verso delle restrizioni quando non (come in Thailandia) verso la totale abolizione della normativa, nella ‘civile’ Europa, l’Italia viene sanzionata dalla Corte di Strasburgo per non aver ancora legalizzato la pratica della genitorialità surrogata).

10/01
2015

Rispondo ad un’intervista del sito whitehouse, scegliendo la voce riforme del codice fiscale per fornire il mio parere: nessuna legge fiscale o sanitaria imponga ad un cittadino o a un’azienda di pagare oneri che, in violazione del diritto all'obiezione di coscienza, servano specificamente a pagare l'uccisione di vite umane o a consentire ai gay di affittare uteri per procurarsi cuccioli d'uomo.

30/11
2014

<lucacoscioni>  Dal ‘76 a oggi, calcola l’Organization of Parents Through Surrogacy, sono venuti al mondo circa 28k bambini negli US con costi dai 30 ai 60k$, tutto compreso. Vicino a noi, in Ucraina, si può trovare una donna che porterà avanti una gravidanza altrui «ospitando» seme e ovulo per 20-40k€. Illegale? In Italia sì, ma solo in teoria. Se ne fa pubblicità in ampia permissività legale

29/11
2014

<avvenire>: dopo il caso del gemellino rifiutato la Thailandia ora vieta l’utero in affitto

10/08
2014

<provita>: trovati nove bambini, in circostanze sospette, in un appartamento di Bangkok. Si tratta di bambini “comprati” col sistema dell’utero in affitto il cui padre è un ricco uomo d’affari giapponese. L’avvocato, Ratprathan Tulathorn, che rappresenterebbe il padre dei bambini, sostiene che il Giapponese li ama e spende migliaia di dollari/mese perché siano ben curati.

17/07
2014

<Avvenire.p16 et > “Allevatrici 2.0″ , va in onda il dolore. Jennifer Lahl, a capo del Center for Bioethics and Culture Network negli Stati Uniti, ha realizzato un trittico di documentari-denuncia sulla maternità surrogata; un crescendo di testimonianze choc contro il business legato al settore.

15/07
2014

Francia: fra le 60 personalità firmatarie di un vibrante appello all’Eliseo contro la pratica dell’utero in affitto spiccano anche diversi nomi “di sinistra”: Jacques Delors,  Lionel Jospin, Yvette Roudy (femminista), Marie-George Buffet (segretario nazionale del Partito comunista 2001-2010): «Se la Francia si piega, il mercato dei bambini diventerà realtà». Hollande viene anche invitato a «presentare un progetto di convenzione internazionale volto a proibire la pratica delle madri surrogate e a lottare per via penale contro questa pratica, secondo la convezione del Consiglio d’Europa contro la tratta degli esseri umani». La Manif pour tous non avrebbe potuto essere più chiara.

15/07
2014

La presentatrice tv americana Sherri Shepherd affitta un utero e poi divorzia: «Non voglio più il bambino». Ha detto di amare il figlio, ma poi i piani sono cambiati e ha fatto ricorso chiedendo che le sia tolta la potestà genitoriale

08/05
2014

«Utero in affitto: sfruttamento della donna» secondo il ministero della Salute IT, che ricorda come da noi la maternità surrogata sia un comportamento sanzionato dalla legge vigente: si tratta di sfruttamento nei confronti di donne povere e che spesso si trovano in una condizione di vulnerabilità dal punto di vista della tutela dei diritti personali, le quali vengono indotte a condurre una gravidanza a pagamento e a consegnare il neonato ai committenti".

23/05
2014

Il figlio di Elton John: utero in affitto acquistato ed anni di sofferenza per il bambino: Mario Adinolfi descrive il fenomeno dell’utero in affitto nel suo libro “Voglio la mamma”, prendendo a modello la storia di Elton John e del suo compagno. Privilegiare il capriccio di due adulti  o i diritti di un bambino? [CzzC: usare, appunto,  il criterio di precauzione, onde far valere la forza del diritto sul diritto della forza che i più deboli non possono avere]

200x

Un esempio di utilizzo del principio di precauzione verso la legalizzazione delle adozioni LGBT: osò così Bergoglio prima di diventare Papa. [CzzC: se avesse fondamento il principio di precauzione in relazione alle adozioni da parte di single o Lgbt , analogamente si dovrebbe adottare tale criterio di valutazione in relazione alla pratica degli uteri in affitto]

08/08
2013

<Libertà&Persona>: la Francia del socialista Hollande, dopo aver legalizzato i matrimoni gay, cerca ora di legalizzare, coerentemente, anche la pratica dell’utero in affitto. La cronaca francese ci parla già di donne che si fanno inseminare a pagamento da coppie gay, e di altre che affittano il proprio seno per allattare i neonati delle coppie gay.

03/08
2013

La maternità surrogata è legale in UK; in Francia lo potrebbe diventare presto: la «fabbrica dei bimbi», nuovo diritto.

26/01
2013

Uteri in affitto, in India è un business. “Donne sfruttate e non informate su rischi” Nel subcontinente, "volontarie" reclutate nelle aree più povere "producono" più di 1.500 bambini l'anno con ovuli impiantati. La maggior parte della domanda viene dall'estero, attratta dai costi bassi. Ma le ragazze che si prestano non hanno alcuna tutela medica

19/01
2013

Le maternità comprate: quanto ossequio riceve sui media l'intervento dell'attrice Jodie Foster ai Golden Globe, eroina per sdoganare le famiglie gay. [CzzC: non cadere nel tranello dei casi eccezionali, non puoi imporre l’astinenza perpetua ad un coniuge cui fallisse il matrimonio né potresti strappare il figlio ad una madre perché lesbica. Dobbiamo concedere eccezioni per le situazioni estreme, senza prenderle come fondamento della normativa ordinaria: per legiferare bene dovremmo intenderci bene su cosa significa famiglia e matrimonio e decidere di conseguenza. Vedi significato del termine famiglia, e conseguenze sulle adozioni]

10/08
2012

Adozioni gay e uteri in affitto sono indifferenti verso i diritti del neonato o li violano? Sarebbe meglio evitarli quantomeno per il principio di precauzione? La domanda pongo ad uno dei più grandi neonatologi italiani che mi risponde così

04/05
2010

Sono diritti individuali o sfizio le adozioni gay? Secondo il Consiglio d’Europa NON sono un diritto. Vedi qui alla data 04/05/2010. [CzzC: analogamente dovrebbe intendersi per gli uteri in  affitto]

2004

<wikipedia>: Oriana Fallaci intervista sé stessa - L'Apocalisse, il terzo libro della Trilogia di Oriana: «la bravata del senor Zapatero che imitando il sindaco di San Francisco buttava alle ortiche il concetto biologico di famiglia e autorizzava il matrimonio gay ... Tutti ricattati dalla tirannia dei Politically Correct. Perché se dici la tua sui matrimoni-gay e l'adozione-gay, finisci al rogo come quando dici la tua sull'Islam. Ti danno di razzista, di fascista, di bigotto, di incivile, di reazionario ... Con quale diritto la coppia gay si serve d'un ventre di donna per procurarsi un bambino e magari comprarselo come si compra un'automobile? ... Lo Stato non può consegnare un bambino, cioè una creatura indifesa e ignara, a genitori coi quali egli vivrà credendo che si nasce da due babbi o due mamme non da un babbo e una mamma. E a chi ricatta con la storia dei bambini senza cibo e senza casa (storia che oltretutto non regge in quanto la nostra società abbonda di coppie normali e pronte ad adottarli) rispondo: un bambino non è un cane o un gatto da nutrire e basta, alloggiare e basta. È un essere umano, un cittadino, con diritti inalienabili. Ben più inalienabili dei diritti o presunti diritti di due gay con smanie paterne ... Ma guai a chi fa del male a un omosessuale in quanto omosessuale ... li accolsi sfrattati ...