Padre GIOVANNI CAVALCOLI (n1941)

Ho attinto testimonianza di fede da Padre Cavalcoli (IsolaDiPatmops) e anche di energica difesa del Magistero petrino: l’integralità espressa come defensor fidei potrebbe talvolta assumere toni tutt’altro che adulatori verso certe espressioni di Fr1, ma <IsolaDiPatmos> senza mai perdere di vista che Fr1 sia la pietra attraverso la quale, sopra la roccia di Cristo, il Verbo di Dio incarnato ha edificata la sua Chiesa.

Docente di Metafisica e Teologia sistematica sui Novissimi. Conobbe Padre Tomas Tyn (1950-1990), grande filosofo e teologo cecoslovacco della cui causa di beatificazione è Vicepostulatore: vedi La liberazione della libertà, col fondamento della verità e il messaggio di Padre Tomas Tyn ai giovani.

Alcuni suoi libri. La riscossa cristiana ospita numerosi suoi interventi, ma il 2017.09.26 Cavalcoli affonda il suo direttore Roberto De Mattei.

Ateismo e panteismo/youtube.  Karl Rahner, il Concilio tradito e il suo cristianesimo anonimo

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 26/04/2021; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: come x Paolo Deotto anche per Padre Giovanni prego che non cada in fondamentalismo

 

2021.03.01 <padre cavalcoli> Un Rahner mite agnello? Una presentazione ingannevolmente edulcorata del pensiero rahneriano è apparsa sull'Osservatore Romano del 22 febbraio scorso in occasione dell’80° anniversario della pubblicazione un suo famoso libro: Uditori della parola: Dimensione ignaziana di Mons. Ignazio Sanna e Una visione ottimistica dell’umano di Giorgia Salatiello. Si tratta di un breve schizzo del pensiero rahneriano, che descrive indubbiamente taluni aspetti positivi e si nota uno sforzo di interpretazione benevola in sé buono, ma tutto sommato non riuscito, perché si nota un voler celare ad ogni costo i lati negativi, e questo non è bene, perché il metterli in luce serve a trovare il modo di correggerli.

 

2020.10.26 <Cavalcoli>: le tesi della dogmatica buonista sulla sofferenza (dedicato al card Raniero Cantalamessa) [CzzC: a differenza di padre Cavalcoli condivido alcune tesi, che non mi sembrano "ad usum delphini"; concordo con Cavalcoli nel dissentire da altre tesi come la 9. Non sono all'altezza di fare teologia della sofferenza; mi limito a pensare a Cristo sulla croce e mi conforta essere ancora capace di qualche piccolo gesto paragonabile seppur lontanamente al Cireneo].

 

↑2020.10.17 <blog di Cavalcoli> Alberto Melloni è un noto storico modernista contemporaneo, continuatore della Scuola di Bologna di storia del cristianesimo e della Chiesa fondata da Giuseppe Alberigo, la cui impostazione ermeneutica va d'accordo con lo storicismo di Wilhelm Dilthey, erede di Hegel, per il quale non esiste una verità assoluta, eterna e indipendente dagli eventi della storia: la verità sarebbe relativa al mutare dei tempi e delle circostanze storiche o, come si dice, veritas filia temporis.

 

↑2020.10.11 secondo il <blog>  di Padre Cavalcoli i, l'enciclica "Fratelli tutti" sembrerebbe il discorso programmatico di un saggio Presidente di turno all’Assemblea plenaria dell’Organizzazione delle Nazioni Unite prima che il discorso di un Pontefice, maestro della fraternità umana perché maestro della fratellanza cristiana. Vedi anche seconda, terza, quarta.

 

↑2020.10.07 Padre Cavalcoli qui ora vede una positiva risalita di Luigino Bruni su Avvenire dopo gli scadimenti di alcuni articoli, in relazione ai quali il domenicano sin dal marzo scorso avevo azionato discernimento correttivo, ravvisando dissoluzione di valori cristiani (vedi la conclusione, nell’agosto scorso, con la «farfalla di un giorno»): ora Luigino brilla e si spera che continui così.

 

↑2020.09.08 <padre Cavalcoli> Rahnerismo del Papa? Le false affermazioni di Andrea Grillo uno dei teologi modernisti oggi più noti, che si distingue tra l'altro per il suo attacco alla dottrina del matrimonio e della famiglia, denigrando S.Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e testimoni della fede oggi presenti nel collegio cardinalizio, come per esempio i Cardinali Müller, Brandmüller e Burke, nonché i recentemente scomparsi Meisner e Caffarra.

 

↑2020.09.06 non mi dispiace <qui su Avvenire> il sermone di Luigino Bruni su «Il primo "padre misericordioso’" della Bibbia è la Bibbia stessa, Nuovo e Antico Testamento insieme», ma, memore di certe sue altre navigazioni teologiche, colgo l'occasione per commentare su fb così: mi piace il Bruni dell'economia di Comunione, ma se è lo stesso cui Avvenire offre pulpito per sermoni teologici, beh, in questa competenza gli preferisco assai quel Cavalcoli che, stando al Vangelo di oggi, gli usa cristiana correzione fraterna. E Bruni così mi risponde: de gustibus... La lascio volentieri in compagnia del padre domenicano.....

 

↑2020.09.05 Antonio Spadaro su <civiltacatt> si chiede se è ancora attiva la spinta propulsiva del pontificato di Fr1 [CzzC: rimando a Cavalcoli per adeguato discernimento sulla grossolanità del suddetto interrogativo retorico, che mi fa ricordare l'«indietro tutta» di un altro tifoso dell'ermeneutica di rottura; domenica 6 udivo Spadaro a Radio1 poco prima dell'Angelus e dissi a NC: scommetto che invocherà il sinodo dell'Amazzonia; indovinai. Non ti parrebbe deluso che quel sinodo non abbia ancora indotto Fr1 a sacerdotare matrimoniati e a lasciar matrimoniare sacerdoti (magari come tappa propedeutica alle donne vescovo)?]

 

↑2020.09.02 Traggo da <cavalcoliBlog> di Padre Cavalcoli: Luigino Bruni nell’articolo di Avvenire del 30 agosto intitolato «La civiltà della cicogna», dopo un’introduzione ben fatta sulla gratitudine a Dio, ci presenta la solita solfa luterana della salvezza per sola grazia senza meriti. In precedenza abbiamo visto come Luigino mostri di avere una concezione magico-kabbalistica della reciprocità Dio-uomo; qui sembrerebbe di voler rimediare a questo pelagianismo prometeico, ma cade nell’eccesso opposto di negare addirittura il merito.

 

↑2020.07.18 <P.Cavalcoli> A Dio per mezzo del Corano, il cammino spirituale di Silvia Aisha Romano "Troverai Dio se lo cerchi con tutto il cuore" Dt 4,29. Aisha concorda col Concilio

 

2020.06.25 Avvenire pubblica 4 articoli "teologici" di Luigino Bruni che analoga metafore fino a sminuire il Deus Caritas est in un Dio antropomorfico, che piacerebbe al citato ebreo kabbalista Abraham Heschel; scrive Bruni: «conosciamo e riconosciamo Dio ... quando vediamo uomini accogliere e onorare altri uomini e donne ... comportamenti che arricchiscono anche Dio, perché ogni volta che dall’alto dei suoi cieli osserva un pastore prendersi cura del suo gregge, un ospite onorare un altro essere umano, impara qualcosa di nuovo...», [CzzC: quasi come Heschel per il quale «La Bibbia non è un libro su Dio: è un libro sull’uomo»; caro Bruni, apprezzo come azioni il tuo cristianesimo in economia, ma, auspicherei che Avvenire fosse più cauto nell'ospitare i tuoi interessi in teologia, occorrendo una capacità di discernimento che eviti quantomeno la catechesi confondente, come potresti apprendere qui da un Padre Cavalcoli un po' severo, ma non certo equivocabile].

 

2020.05.31 <blog> di Padre Cavalcoli: Bianchi è il maggior esponente del rahnerismo popolare, di quel cristianesimo buonista, laicista, naturalista, liberale ed edonista, senza peccato originale o sacrifici espiativi, senza gerarchie ecclesiastiche col Papa come semplice capo religioso come tutti gli altri, che piace ai non-cattolici, protestanti, musulmani, massoni, ... [CzzC: piace al mainstream e allo spirito del mondo] Come reagiranno adesso i modernisti dopo che il Papa l’ha fatto allontanare da Bose?

 

2020.05.31 <blog> di Padre Cavalcoli: Dispiace il gioco poco leale condotto da anni dal prof. Roberto De Mattei, storico della Chiesa, il quale, senza giungere ad accusare formalmente il Papa di eresia, si sforza di dimostrare la possibilità di un Papa eretico con esempi storici, che in realtà non tengono.

 

↑2020.02.13 apprezzo questa chiarezza di p.Cavalcoli <p.cavalcoli> Pregi e difetti dell’Esortazione postsinodale "Querida Amazonia": riassumo alcuni pregi:

- Si prescrive un’evangelizzazione ed una liturgia inculturate, si condannano i soprusi fatti agli indigeni e alle risorse naturali dell’Amazzonia

- Si auspica un maggior impegno evangelizzatore dei laici, in particolare delle donne.

- Si condanna implicitamente la falsa concezione rahneriana e schillebeeckxiana del sacerdozio, come semplice «presidenza della comunità», carica scelta dalla comunità, accessibile ad ogni battezzato, comprese le donne (protestantizzazione).

Riassumo difetti

- Se è possibile liberare la devozione a Pachamama dall'idolatria e quindi usarla per giungere a Dio, si sarebbe dovuta rimarcare il dovere dei missionari di liberare le popolazioni amazzoniche dai culti idolatrici.

- Il n.104 presenta un delicato problema di ermeneutica delle parole del Papa che potrebbero far pensare che egli in qualche modo condivida la dialettica hegeliana della conflittualità come condizione e fattore di una superiore sintesi, che identifica gli opposti senza annullarli.

- Questa infatti sembra essere l’interpretazione del Padre Antonio Spadaro, che, infetto dal dialettismo hegeliano, ha buon gioco in questa interpretazione tendenziosa, che, se fosse vera, farebbe apparire un Papa che ricorre a un linguaggio ambiguo, quasi che ritenesse normali i conflitti intraecclesiali, invece che arbitrare per ricomporli, In ogni caso, possiamo sempre fare la seguente dichiarazione di principio e dire: la vera sintesi superiore, opera del saggio Superiore, del giusto giudice e costruttore di pace, limpido e leale, si edifica prendendo e sintetizzando il buono delle due parti e togliendo il fattore di conflitto col dar ragione a chi ha ragione e dar torto a chi ha torto. Altrimenti le due parti restano in conflitto e non si ottiene l'accordo e la pace o si copre il conflitto col pretesto della "diversità".

 

↑2020.02.03 Preti sposati a partire dagli Indios? Posto su Fb un commento a seguito della nota di Padre Cavalcoli in attesa del prossimo documento post-sinodale/Amazzonia del Santo Padre. Venire incontro ad urgenze pastorali, parare danni ideologici; fase 1, 2, 3. Se Benedetto XVI ha facoltizzato il card. Robert Sarah a pubblicare il suo pensiero in merito al celibato sacerdotale in questo delicato momento, è probabile che lui stesso ritenesse imminente una modifica del codice vigente, finalizzata a conferire il sacerdozio a sposati e il matrimonio a sacerdoti, a partire dall'Amazzonia.  ... continua qui (troverai altre parole chiave: protestantizzatori, sdoganamento di Lutero, donne prete, anzi vescove, Anglicani, illuminati, vescovi gay, divide et impera)

 

↑2019.12.21 Bella spiegazione di P.Cavalcoli <p.cavalcoli> su cosa è il soggettivismo, a partire fin da Pitagora, ma soprattutto da Guglielmo di Ockham (principio volontaristico del vero non come adeaquatio alla res, dal che si può arrivare alla riduzione dell’universale al singolare o dell’astratto al concreto, fino a sopprimere la metafisica) e da Cartesio (gnoseologia col primato del pensiero sull’essere, dal che si può arrivare all’identificazione hegeliana dell’essere con l’essere pensato e col concetto. Chiara la distinzione tra oggetto e soggetto (attenzione a cosa si intende per res e oggettività), e le conseguenze del soggettivismo: relativismo, gnosticismo, idealismo, fenomenismo, storicismo, ...

 

2019.12.14 Padre Cavalcoli <blog> e Aldo Maria Valli <fb> manifestano sorpresa per il no di Fr1 ad un nuovo dogmaMaria corredentrice”. [CzzC: rispondo su fb: sono un povero laico, inesperto di teologia, ma ritengo di non sbagliare se mi attengo a quanto chiarì nel 2000 in proposito il prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il futuro papa Ratzinger: alla domanda precisa se prevedeva che la Chiesa desse seguito alla richiesta di un dogma "Maria corredentrice", Ratzinger così rispondeva: «Non credo che si darà seguito a tale richiesta  ... continua.

 

↑2019.12.03 nel dare l’addio a Johann Baptist Metz <avvenire> lo ricorda come fautore del dialogo pubblico tra Habermas e Ratzinger a Monaco nel 2004, lo definisce "padre" della Teologia politica” e lo annovera tra i veri “padri nobili” fondatori della rivista internazionale di teologia “Concilium” assieme a uomini del rango di Karl Rahner, Yves Congar, Edward Schillebeeckx, Hans Küng e Gustavo Gutiérrez [CzzC: modestamente alimento la mia fede cristiana grazie a santi padri che mi parrebbero più meritevoli del termine nobiltà; Quanto a queste nobiltà mi faccio aiutare nel discernimento da <cavalcoli>: fare chiarezza sulle quattro cristologie eretiche Rahner, Kasper, Schillebeeckx, Teilhard de Chardin]

 

2019.11.08 <suoBlog> molti osservatori e studiosi informati, obiettivi ed imparziali, ma anche comuni fedeli, sensibili al bene della fede, delle anime e della Chiesa, oggi constatano che in questi anni di pontificato, Papa Francesco, non scarso di doti, ma per desiderio, come pare, di successo, attratto dal riformismo modernista e da un malinteso dialogo col mondo, si è lasciato andare, adulato dai collaboratori e dalle folle mondane, a tali imprudenze pastorali, che adesso si trova in tali strettezze, da  dover gestire, come sembra, una situazione ecclesiale così caotica, che si presenta pressoché ingovernabile. [CzzC: forse il quadro non è a tinte così fosche, anche perché almeno Fr1 sta sgretolando la maschera di intolleranza montata sulla faccia dei cattolici da chi, ad esempio vorrebbe comminare adeguata punizione alla donna che abortisse, ma condivido più di un elemento di preoccupazione e prego per il Papa più intensamente di prima]

 

2019.11.06 <cavalcoli> Può esistere una liturgia amazzonica? Il documento finale del Sinodo sull’Amazzonia, in vista della elaborazione di un rito cattolico amazzonico, osserva che la vita delle comunità amazzoniche «si riflette nelle credenze e nei riti sull’azione degli spiriti della divinità, chiamati in innumerevoli modi, con e nel territorio, con e in relazione alla natura» (n. 14) ...

 

2019.10.08 <2019.10.08> Padre Cavalcoli: attenzione alle aberrazioni del culto divino: occorre discernere nei culti indigeni cosa in essi si concilia col culto cattolico e che cosa vi contrasta, distinguendo modi diversi e quindi leciti e legittimi di render culto a Dio da modi illeciti e dannosi in quanto culto superstizioso idolatrico o spiritistico o magico agli angeli, alle bestie, alla natura, alle anime dei defunti, al demonio o a divinità pagane.

 

↑2019.09.14 Lancio di un nuovo umanesimo, ma di che tipo? G.C. <cavalcoli> quello di un progetto ateo-gnostico, simile a New Age, che si potrebbe collegare con il pensiero monista-eternalista di Emanuele Severino? O l'umanesimo cristiano, quell’«uomo nuovo» nel senso della novità del Vangelo, frutto della Grazia? Più volte negli ultimi secoli sono sorti nuovi umanesimi distruttivi del negligenti l’umanesimo cristiano, come per esempio quello illuminista-massonico-marxista o quello rousseauiano o quello hegeliano.

 

2019.07.19 Padre Cavalcoli: l’Instrumentum Laboris in preparazione al sinodo dei vescovi sull’Amazzonia: è oggetto di vivaci dibattiti, fino a severe critiche, che arrivano alla stroncatura e a parlare addirittura di relativismo religioso, di panteismo, di eresia e di apostasia. Vi sono bensì alcune tesi inaccettabili, che segnalo e correggo; ma nell’insieme mi sembra un buon documento, ricco di spunti, basato su ampie informazioni provenienti dalle comunità ecclesiali locali. continua

 

↑2019.05.03 Padre Cavalcoli spiega perché è sostanzialmente da disapprovare la lettera di un gruppo di teologi ai Vescovi, con la quale <sussidiario> accusano Fr1 di eresia [CzzC: hai visto l’”alto” profilo <stampa> di questi dissenzienti?]. <5Mag Cavalcoli> risponde alle obiezioni e anche sulle proposizioni (nn.295, 298, 299, 301, 304) dell’Amoris Laetitia/dubia, riportate nella Lettera e la Lettera del Papa ai Vescovi argentini del 2016: non contengono eresie con riferimento alla negazione dell’indissolubilità del matrimonio, all’assolutezza della legge morale ed alla sacralità dell’Eucaristia. [CzzC: questa precisazione di Cavalcoli valga anche per altri accusatori di eresia, come ad es questo tanto velenoso da farsi sospettare ispirato da corna e coda, dal caprone]

 

↑2018.11.14 <fedeq> Nel suo libro “Il fuoco sulla terra” Padre Cavalcoli tratta anche del caso Viganò e della Massoneria, portando ad osservare che è in atto nella Chiesa una battaglia con le forze del male, ma il vero satana non sarebbe Monsignor Viganò, bensì il circolo dei modernisti che attorniano il Papa, un potere occulto che non si propone di distruggere la religione in quanto tale, ma nel particolare quella cattolica. Del resto, la massoneria avrebbe origine luterane. Cavalcoli chiede: sapete perché i lassoni lodano Bergoglio? Perché la massoneria lavora dentro la Chiesa attraverso i modernisti attorno a Bergoglio. [CzzC: inquietante, ma da prendere cbdi]

 

↑2018.01.26 <vatican> discorso di Fr1 ai membri della Pontificia Academia Theologica, che celebra quest’anno i tre secoli di istituzione, avvenuta il 23 aprile 1718 con Papa Clemente XI: promuovere, nella sue varie forme l’intelligenza della fede nel Dio rivelatosi in Cristo; fedele al magistero della Chiesa e aperta alle sfide della cultura, luogo di confronto e dialogo per la comunicazione del Vangelo in contesti sempre nuovi ... [CzzC apprendo da Cavalcoli che ne è socio ordinario dal 1992]

 

↑2018.01.09 <isoladipat>: Nel suo libro "come la chiesa finì" AMV immagina un futuro nel quale la Chiesa, per una cattiva interpretazione del rinnovamento e sotto la pressione della massoneria subirà il compimento del processo di «auto-demolizione», come lo chiamava il Beato Paolo VI, in omologazione al mondo, sotto il pretesto del «dialogo col mondo» e dell’ «immersione nel mondo». Come paradigma di questa operazione dissolvente, Valli avrebbe potuto richiamare Rahner o Schillebeeckx o la Teoglib o il teilhardismo o la “religione globale” inventata dalla massoneria. Invece sceglie il progetto di Marcione, eretico del II secolo, cogliendone l’enorme seducente attualità [CzzC: il rischio c’è, ma Fr1 ha anche il merito di smontare la maschera di intolleranza]

 

↑2017.12.30 Annoto da G.Cavalcoli/fb una bella riflessione su Padre Tomas Tyn:  «il 1 Gennaio 2018 ricorre il 28° anniversario della pia morte del Servo di Dio Padre Tomas Tyn, splendido esempio di Religioso, di Predicatore e di Teologo Domenicano, il quale, in questi tempi tormentati di oblìo di tanti valori perenni della nostra fede e della condotta cristiana, con la sua voce potente e suadente, ha illuminato e confortato tante anime sofferenti e smarrite, riconducendo  ... continua

 

↑2017.12.17 <ipatmos>: Amoris Laetitia: pensavamo fosse amore, invece è una drammatica spaccatura all’interno della Chiesa. I forti dubbi del canonista newyorkese Gerald Murray [CzzC: ma, caro Giovanni Cavalcoli, Lei è pienamente d'accordo che si tratti solo di spaccatura? E non anche di un tentativo, seppure imperfetto ... continua]

 

↑2017.09.26 su <IsolaDiPatmos> circa la lettera dei 62 il prof Cavalcoli salva Ettore G.Tedeschi ma affonda Roberto de Mattei: sarebbe uno studioso che tende ad applicare alla Chiesa schemi socio-politici celati dietro la difesa della purezza della fede. Come farebbero i lefebvriani (eredi inconsapevoli dello stile di Martin Lutero): abbattere il pontefice col falso pretesto di difendere il papato che non difende a loro dire la purezza della fede. Le attività di Roberto de Mattei sarebbero foraggiate anche da oltre oceano: le molteplici attività di una fondazione come la Lepanto non possono essere sostenute con la vendita per abbonamento del mensile Radici Cristiane

 

↑2017.09.26 I Padri de l’<IsolaDiPatmos> non possono essere accusati di spirito adulatorio nei riguardi del Sommo Pontefice, al quale abbiamo rivolto numerose volte delle critiche parecchio dure e severe, senza mai perdere di vista per un solo istante che egli è la pietra attraverso la quale, sopra la roccia di Cristo, il Verbo di Dio incarnato ha edificata la sua Chiesa

 

↑2017.02.15 <stampa>: Coccopalmerio e la via domenicana: le conclusioni a cui arriva il Presidente dei testi legislativi nel libro sul cap. VIII dell'Amoris Laetitia sono in linea con quanto espresso dal teologo Cavalcoli e dal cardinale Schönborn: per GP2° «c’è differenza tra quanti sinceramente si sono sforzati di salvare il primo matrimonio e sono stati abbandonati ingiustamente, e coloro che invece hanno distrutto con colpa grave un matrimonio valido. Poi c’è chi ... continua

 

↑2017.02.14 Enzo Bianchi contrappone Fr1 a Gp2 sulla libertà: <stampa>: il maggior limite di GP2? La chiusura nella Chiesa, impermeabile qual era alla libertà, mentre con Fr1 la libertà si è riconciliata con la Chiesa [CzzC: annoto da <patmos/Cavalcoli>: come se prima di Fr1 la libertà nella Chiesa non esistesse; chissà se Fr1 ha telefonato a Bianchi scongiurandolo di non dire simili sciocchezze.]

 

↑2017.02.02 Padre Giovanni Cavalcoli sospeso parzialmente a divinis dai suoi superiori: video Giovanni Zenone di Fede&Cultura difende Cavalcoli che non può più confessare, predicare e pubblicare. [CzzC: la difesa di Zenone è accorata, ma suppone che l’accusa sia destituita di fondamento, mentre a me pare che l’allusione di ieri sia rilevante] <opportune> forse a causa del suo ultimo intervento sull'Isola di Patmos dove è troppo evidente l'accostamento dell'eretico a qualcuno che sta in alto?

 

↑2017.01.31 <isolaDiPatmos>: i seguaci di satana dicono “dobbiamo costringere Dio ad essere misericordioso. Deve prenderci come siamo”. L’eretico, non avendo argomenti per difendersi, mentre l'accusa che gli vien fatta gli brucia, reagisce con l'odio, la calunnia, la diffamazione e la violenza e, se è Superiore, con mezzi repressivi, anche sleali o illegali, abusando della sua autorità. [CzzC: ma a chi alludi, Cavalcoli? Non mi sono mai piaciuti gli allusivi: è una forma di calunnia, pure sleale e vigliacca]

 

↑2016.11.10 <fedeq>: “Tanta tolleranza  per l’eretico don Gallo e si bacchetta Padre Cavalcoli per la sua ortodossia. Ho promesso obbedienza alla Verità, non a Becciu e Galantino” dice don Ariel Levi di Gualdo, teologo dogmatico e direttore del sito “Isola di Patmos”.

 

↑2016.11.06 <meteoweb>: Padre Cavalcoli scaricato anche dai Superiori che chiedono scusa per le sue «dichiarazioni sconclusionate» a Radio Maria, che ne sospende la rubrica.

 

↑2016.11.04 <avvenire> Dopo che il Vaticano aveva definito le affermazioni sul «terremoto castigo divino» «offensive e scandalose», anche Radio Maria ha deciso oggi di scusarsi coi terremotati.

 

↑2016.04.18 <isolaDiPatmos>: Amoris laetitia: questa esortazione ribadisce le verità fondamentali di ragione e di fede, che riguardano il matrimonio e la famiglia, ne delinea le caratteristiche, le finalità e le proprietà così come le ha volute il Creatore, il Quale, mediante la missione e l’opera di Cristo, ha concesso alla Chiesa e alla società civile di legiferare con più precisione in materia, a seconda dei tempi e dei luoghi, tenendo conto della fragilità e peccaminosità umana conseguente al peccato originale, al fine di assicurare il più possibile alla famiglia il massimo dell’esercizio delle virtù, soprattutto della carità, che sboccia nella laetitia amoris.

 

↑2015.10.23 <cronicas>: Quando mons. Livi aveva previsto l’arrivo delle “cavalcolate”… [CzzC: questo frasario mi basterebbe come indicatore sufficiente per bannare l’autore, e non per difesa di Cavalcoli, che non ne abbisogna da me, ma per offesa] Mons. Antonio Livi lasciò l’Isola di Patmos qualche mese fa, pur essendone uno dei fondatori.

 

↑2014.08.05 Mentre cristiani sono perseguitati a sangue in Medio Oriente, da noi adiscono a vie legali per polemiche paradogmatiche: mi permetto di tentare correzione fraterna a Paolo Deotto, avendo letto che il suo discutere con Enzo Bianchi sta passando per avvocati. 06/08 rivolgo domanda anche a Padre Cavalcoli, che mi risponde <rsrvd>

 

↑2014.04.15 Dopo la pubblicazione, su Riscossa Cristiana dell’8/04/2014, del commento di Piero Vassallo al libro “Unam Sanctam” di Paolo Pasqualucci, P.G.Cavalcoli, scrive a Piero Vassallo, confutando lui e Pasqualucci  sul Concilio Vaticano II: interessante il dibattito tra i tre illustri Autori ...

 

↑2013.09.11 Sulla teologia della liberazione: sul sito Vatican Insider compare intervista a Gustavo Gutierrez, il teologo fondatore della Tdl: egli assicura che la Tdl non è altro che il Vangelo difensore e liberatore dei poveri e degli oppressi ed è convinto di avere in ciò la piena approvazione di Mons.Gerhard Müller e del Papa. [CzzC: io distinguerei tra la Tdl (valorizzandone la grande attenzione per gli ultimi) e i teoglib avversi al Magistero; mi pare che Gutierrez si sia alquanto smarcato dalla teologia errante sostenuta dai laceranti Boff, Sobrino e compagni e non sia stato condannato come loro dalla Congregazione per la Dottrina della Fede]

 

↑2012.10.17 Presentazione del libro VATICANO II 50 anni dopo con l’autore don Enrico Finotti parroco di S.Maria e con padre Giovanni Cavalcoli, domenicano: presso Palazzo Fondazione CaRiTRo /Invito. Dovrei linkare qui appunti manoscritti durante l’incontro ed eventuali registrazioni facoltizzate.

 

↑2012.04.09 Commento una riflessione di Cavalcoli sulla Comunità di Bose (di Enzo Bianchi): concordo sulla poca umiltà, ma non su tutto.

 

↑2012.01.16 Risposta della Segreteria di Stato alla lettera dell'8/01

 

↑2012.01.08 Lettera al Papa per lo spettacolo offensivo del Volto di Cristo in programma a MI

 

↑2011.11.29 La teologia di Martin Lutero: si nota bene nel suo teologare l’impostazione occamistica di tipo accentuatamente volontaristico e soteriologico, nella quale Dio, in forza della sua libertà ed onnipotenza, appare come un despota arbitrario che può dichiarare vero il falso e bene il male e viceversa, mentre il mistero delle sue decisioni è avvolto da una tenebra così fitta che risulta assolutamente ostica anzi contraria alla ragione. Dio appare, secondo una famosa espressione di Lutero, “sub contraria specie.

 

↑2011.03.31 <youtube>Presentazione del libro Il Concilio Vaticano II. Una storia mai scritta, con Roberto De Mattei e Giovanni Cavalcoli. R.De Mattei, senza entrare nel merito della discussione teologica, sostiene sul piano storico l'impossibilità di separare il Concilio dagli abusi postconciliari, isolando questi ultimi come una patologia sviluppatasi su un corpo sano.

 

↑2010.04.21 Lettera di solidarietà al Papa per le accuse di cui è fatto oggetto.