modificato 05/08/2017

 

Antonio Spadaro ai vertici dei gesuiti e di Civiltà cattolica

Correlati: più ermeneutica di rottura che di continuità? Con qualche leitmotiv del dissenso? Quanto teoglib e cadudem?

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

caro Antonio, ti chiedo se sbaglio a ritenerti esigere più libertà di espressione e più democrazia nella Chiesa che portasse più consenso al progressismo della tua ermeneutica dello spirito CV2°, costasse superarne i documenti e concedere al relativismo etico preteso dallo spirito del mondo; te lo chiedo perché, per contro,

- mi pare che non negligi il linciaggio mediatico aggredente i 4 che posero domande sui 5 dubia,

e tacci l’enciclopedia <Wikipedia> come pericolosa utopia rispetto all'enciclopedia tradizionale, intesa come costruzione autorevole, organica e integrata del sapere (come il tuo?) ... Wikipedia nasconde un'altra utopia, a suo modo, ambigua: la democrazia assoluta del sapere e la collaborazione delle intelligenze molteplici che dà vita a una sorta di intelligenza collettiva; questa utopia potrebbe nascondere una nuova forma di "torre di Babele", che ha il suo tallone di Achille non solo nell'inaffidabilità, ma anche nel relativismo».

[CzzC. temo più il tuo relativismo etico, caro Antonio, che quello informativo di Wikipedia, quantomeno perché appari tanto contraddittorio, quanto autoreferenziale, sia sulla libertà di espressione sia sulla democrazia, fatta eccezione per la lodevole opzione preferenziale per i poveri, che è anche mia, ma con caritas in veritate, non con la carità solo materiale; scusami i toni coloriti, ma ti eleverò in credibilità quando ti leggerò linciare mediaticamente anche

- i tifosi di quell’illuminato Soros cui i tuoi compagni di Bologna han dato laurea honoris causa dopo che si era vantato di aver speculato contro la lira

- e i tifosi di quei radicali che lo hanno sublimato come filantropo.

Scusa se sottolineo aspetti che di te meno lusinghieri di altri per cui ti apprezzo: bravo ad esempio per l’intervista a Fr1.]

 

 

03/08
2017

Diplomazia vaticana tenta di ridurre gli errori e le vittime del castro-chavismo: donde deriva il "potere" vaticano, che altrove sarebbe rifiutato come ingerenza?

17/07
2017

A.Spadaro antiamericano? Lo facesse per giusta causa! Invece <acton> con l'articolo “Fondamentalismo evangelicale e integralismo cattolico. Un sorprendente ecumenismo dell’odio”, fa paralogismo tra evangelismo americano e l’Isis, tra Sacro Romano Impero e intento di realizzare il Regno di Dio sulla terra, tra ignoranza fondamentalista e adesione al diritto naturale. [CzzC: caro Spadaro, taci il nefasto imperialismo del petroldollaro, ma miri a delegittimare come  “borderline” i difensori del diritto del concepito di non essere programmato a nascere per due gay?]

01/12
2016

<nbq> linciaggio mediatico in aggressione dei "quattro cardinali" rei di aver espresso i 5 dubia, dipinti come “vecchi rincoglioniti”, isolati e fuori dal mondo, rimasuglio di una Chiesa ormai superata, neanche degna di un “sì” o un “no” alle loro domande. Tra i protagonisti (vescovi con conti da regolare, cardinali nostalgici dei sogni rivoluzionari, intellettuali e giornalisti “guardiani della rivoluzione”) spiccano A.Spadaro e Alberto Melloni, punto di riferimento della Scuola di Bologna che vuol riformare la Chiesa con lo “spirito” del Concilio Vaticano II.

10/10
2015

<espresso>: per far tacere la protesta per carenza di informazioni e traduzioni, la mattina del secondo giorno del sinodo è intervenuto papa Fr1 che ha rivendicato a sé la decisione sulle procedure adottate e ha chiesto ai padri di "non cedere all'ermeneutica cospirativa, che è sociologicamente debole e spiritualmente non aiuta". C'è voluto però un tweet del membro gesuita padre Antonio Spadaro, perché si avesse notizia di queste precise parole di Francesco.

19/12
2014

Commento con ampie riserve questo articolo in cui Sandro Magister dice che da un paio di mesi si è costituito a Roma un "Cenacolo degli amici di papa Francesco" che vanta tra i suoi soci più assidui i cardinali Walter Kasper e Francesco Coccopalmerio, il direttore de "La Civiltà Cattolica" Antonio Spadaro e il segretario del pontificio consiglio della giustizia e della pace Mario Toso. ... continua

13/11
2014

<italiaoggi Sandro Magister> Il Sinodo ha lanciato sempre più il direttore della Civiltà cattolica, padre Antonio Spadaro? R. Si atteggia ormai a portavoce del Papa e la rivista dei gesuiti, che era avviata a un progressivo declino (già con lui direttore, che si occupava molto di web e di socialnetwork), oggi è espressiva del vertice supremo vaticano. [CzzC: convengo; già dissi che non trovo del tutto benefiche per il nostro cammino di fede le illuminazioni di un certo gesuitismo partitico. Continua]

05/11
2014

<news.va» "Oltre il muro. Dialogo tra un musulmano, un rabbino e un cristiano” libro sulle conversazioni tra padre Antonio Spadaro, il dottor Omar Abboud e il rabbino Abraham Skorka, protagonisti assieme a Papa Francesco dello storico abbraccio a Gerusalemme

19/09

2013

Il testo completo dell’intervista di Spadaro: Papa Francesco a tutto campo: Cristo, l’umanità, la Chiesa, il peccato, il perdono. [CzzC: la parola che mi pare più ricorrente è discernimento, che si realizza sempre alla presenza del Signore, (non a caso il Papa fa un’ora di Adorazione davanti al Santissimo ogni giorno) che prevede anche l'incertezza, perché Dio è sempre una sorpresa; no esagerazione sulla “sicurezza” dottrinale con visione statica e involutiva; io ho una certezza dogmatica: Dio è nella vita di ogni persona]