FACEBOOK e Mark Zuckerberg: possono e debbono frenare i mestri di odio su web?

La Boldrini scrive a Zuckerberg e secondo il <fattoquotidiano> sbaglia obiettivo perché educare non è compito di Facebook ma delle istituzioni: la politica abdica alle proprie responsabilità, chiedendo ad altri di fare il suo mestiere. [CzzC: tenterei correzione fraterna sia alla Boldrini sia a Borracino del Fattoquotidiano ... continua.

Esiste un rischio effettivo per la tutela della nostra privacy ed in ultima analisi della nostra libertà: esso è configurato soprattutto dalla particolarità che, anche nei regimi democratici, la politica è in ritardo rispetto agli spazi di manovra che la tecnologia si sta conquistando come in un Far West grazie alle sue iniziative che si possono auto-legittimare brandendo il principio che “è lecito tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge”  ... continua]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 25/02/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: social networks; informazione, comunicazione, big data e privacy, cultura dominante, emergenza educativa e valoriale; Google;

 

2021.02.18 <equos> Avviso a pagamento sul Corriere: «Il lavoro non è un gioco ... Dopo 220 giorni di chiusura, le lavoratrici e i lavoratori del Gioco Pubblico chiedono di riaprire le attività. 150k posti di lavoro sono a rischio ...». L'<articolo su Avvenire+20Feb> con cui Umberto Folena osserva che l'azzardo, per legge, non potrebbe farsi pubblicità solleva un vespaio <agimeg>. Convengo che la sacrosanta difesa dei diritti dei lavoratori legali potrebbe essere usata come vettore di una altrimenti illegale pubblicità, ma additerei altrove la radice della controversia: essa è radicata nell'humus inquinato che si configura tutte le volte che lo stato legalizza attività ai limiti del salutare, dato che il cittadino ordinario tende ad equiparare legale a lecito, agevolato dai pagamenti anonimi. Senza nulla togliere alla dignità dei dipendenti delle sale gioco, non possiamo scordare quanto alimentino l'azzardopatia, devastante vite e famiglie nonostante il lavoro di assistenti sociali, AdS e relativi giudici. Dovremmo bandirle? Bandire finanche il lotto? Basterebbe far sparire le banconote]. 2021.02.25 U.Folena al termine di una settimana di shitstorm posta su fb il messaggio pervenuto da un autorevole rappresentante dell'industria italiana dell'azzardo: «Facebook mi ha bloccato perché ho scritto che sei un gran pezzo di m* ...». [CzzC: tal Fabrizio Thai, Chief executive officier presso olimpiagiochi srls, ribadisce e aggiunge di peggio che non pubblico per decenza].

 

2020.12.16 <corriere, tempi fr24 bbc google>: Azeri sgozzano anziani armeni nella zona del Nagorno Karabakh, il 69enne Genadi Petrosyan, l'82enne Yuri Asryan. <theGuardcian10Dic gagrule> Le organizzazioni per i diritti umani hanno lanciato l'allarme dopo l'emergere di video di torture, decapitazioni e altri abusi, in gran parte condivisi sui social network, dalla recente guerra tra Azerbaijan e Armenia nel Nagorno-Karabakh. [CzzC: ci chiediamo cosa aspettino gli stati Europei a reagire coralmente, abbandonando il silenzio complice, quantomeno stante la presenza dell'Azerbaijan nella Corte Europea dei diritti dell’uomo (CEDU), altrimenti ipocrita. Appresi dei suddetti crimini di guerra da questo raccapricciante post su fb; colsi l'occasione per chiedere di indicare data e link all'originale e alle testate citate, links che poi autonomamente cercai e trovai]

 

↑2020.10.14 <fq> Le tasse pagate in Italia dai giganti web: Amazon 11 M€, Google 5,7 M€, Facebook 2,3 M€, Netflix 6 k€: con le prime 25 società internet al mondo in 5 anni sottratti al fisco 46 miliardi di euro nonostante ricavi e profitti volino.

 

2020.03.23 h10:29 alle tante inutilità che si scrivono su facebook, anche in emergenza coronavirus, aggiungerei questa mia su un'ipotetica app per tracciare i contatti ravvicinati anche tra sani. <linkedin> <hcopy>

 

↑2019.03.01 <vietat> i monopoli informativi (di serie Facebook, Twitter, YouTube, Liveleak) stanno eliminando selettivamente (framing) alcuni documenti che sarebbero indispensabili per una corretta narrazione dei fatti siriani. E’ il caso per esempio di un video pubblicato dall’agenzia siriana SANA e subito rimosso dal gestore YouTube il 22/02/2018: mostrava i preparativi dei White Helmet di un falso attacco chimico.

 

↑2018.11.23 <sw vox> Facebook si accorda con l'Agenzia delle Entrate: verserà 100 milioni di euro per mettere pietra tombale sulle contestazioni per le fiscalità 2010-2016 [CzzC: recuperati meno di 15M€/anno: da ridere per un colosso come Facebook, da piangere per l’Italia che con lo spread fatto balzare a 300 spende in più dello scorso anno 400M€/mese per interessi sul debito e, se va avanti così, nel 2019 spenderà in più per interessi quanto basterebbe per finire la TAV]

 

2018.09.25 <libq> Marocco, grazie alle foto su Facebook la polizia blocca le nozze della bambina di 13 anni (lui 27 anni); la barbara usanza diffusa nei Paesi islamici in realtà è vietata in quelli più evoluti, come il Marocco (minimo 18 anni).

 

↑2017.09.27 <corriere>: Facebook e Google: quanto evadono in Italia: i giganti del web non contribuiscono alle politiche economiche degli Stati in cui fanno profitti

 

↑2017.09.13 <sole24h>: La Ue: persi 5,4 miliardi di tasse da Google e Facebook: facciamo la web tax europea? Ci sarà il “niet” dei paradisi intra Ue per i quali questa materia sarebbe da votare non a maggioranza qualificata ma all’unanimità [CzzC: se di fronte ai miliardari dei big data la politica è in ritardo anche sulla fiscalità rimettendoci miliardi, figurarsi come possa essere in ritardo con la normativa a tutela della nostra privacy, notoriamente invisa alla dea pecunia]

 

↑2017.06.14 <ansa> Fakenews e giornalismo a SMMdayIT. Serve rigore. "Sono troppi gli scontenti per la politica quasi monopolista del social di Mark Zuckerberg, dagli editori, alle tv, alle compagnie telefoniche alle agenzie pubblicitarie. E se la bolla di Snapchat si va sgonfiando, le uniche vere alternative a FB sono Twitter e Linkedin perché hanno una identità definita” [CzzC: vere alternative? Dubito a breve]

 

↑2017.mm.gg dovrei annotare l’art di Tempi che documenta la disinvoltura con cui per pura devozione alla dea pecunia si fanno accordi anche con regimi come la Cina favorendo il loro detrimento della libertà di informazione