Prudenza, cautela, virtù della saggezza insegnataci esplicitamente anche da Gesù

<Luca 14:31> «quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila?».

La prudenza è la prima delle 4 virtù cardinali (prudenza, giustizia, fortezza, temperanza); essa sottende il comportamento di chi valuta  bene il meglio da farsi, ponderando opportunità, risorse, rischi e vincoli, senza lasciarsi ingannare da impulsi incontrollati, da apparenze, da alterazione di priorità.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 01/08/2018; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: causa-effetto, rapporti di forza, responsabilità e what if, male minore, sicurezza, providet qui praevidet

 

Immagine della Prudenza: Palazzo Morenberg del Comune di Sarnonico (TN)

 

Dal catechismo della Chiesa cattolica

-          «1787. L’uomo talvolta si trova ad affrontare situazioni che rendono incerto il giudizio morale e difficile la decisione. Egli deve sempre ricercare ciò che è giusto e buono e discernere la volontà di Dio espressa nella legge divina.

-          1788. A tale scopo l’uomo si sforza di interpretare i dati dell’esperienza e i segni dei tempi con la virtù della prudenza, con i consigli di persone avvedute e con l’aiuto dello Spirito Santo e dei suoi doni»

-          «1806. La prudenza è la virtù che dispone la ragione pratica a discernere in ogni circostanza il nostro vero bene e a scegliere i mezzi adeguati per compierlo. L’uomo “accorto controlla i suoi passi” (Prv 14,15). “Siate moderati e sobri per dedicarvi alla preghiera” (1 Pt 4,7). La prudenza è la “retta norma dell’azione”, scrive san Tommaso sulla scia di Aristotele. Essa non si confonde con la timidezza o la paura, né con la doppiezza o la dissimilazione. È detta “auriga virtutum” - cocchiere delle virtù - essa dirige le altre virtù indicando loro regola e misura. È la prudenza che guida immediatamente il giudizio di coscienza. L’uomo prudente decide e ordina la propria condotta seguendo questo giudizio. Grazie alla virtù della prudenza applichiamo i principi morali ai casi particolari senza sbagliare e superiamo i dubbi sul bene da compiere e sul male da evitare»

 

2018.06.22 <agensir> Fr1 a Ginevra raccomandava che l’accoglienza degli immigrati sia fatta «con la virtù della prudenza», perché «un Paese deve accogliere tanti rifugiati quanti ne può integrare, educare, dare lavoro». <>

 

↑2018.05.06 <vocetn viptn> musulmano ubriaco entra nel Duomo di Trento, si prostra al centro della navata inneggiando ad Allah mentre erano in corso le Cresime: molte persone si sono spaventate, alcuni sono fuggiti; poi barcollando è uscito senza creare altri disagi [CzzC: anche se fosse una provocazione con la tecnica del balordo, calma e prudenza! Facciamo buon viso a cattivo gioco di fronte alle offese da islamisti]

 

↑2018.01.14 <vatican> giornata mondiale dei migranti: il messaggio di Fr1 centrato sulle parole accogliere, proteggere, promuovere, integrare. Estrapolo: il processo di integrazione «può essere accelerato attraverso l’offerta di cittadinanza slegata da requisiti economici e linguistici e di percorsi di regolarizzazione straordinaria ...» [CzzC: prudenza vuole che, prima di dare la cittadinanza, più della padronanza linguistica o economica è importante appurare il rispetto dei diritti umani sanciti dalla nostra dichiarazione universale, il che ben sa Fr1, ma ... continua ]

 

↑2017.09.12 Odo <Radio3 h8,45> ottima sintesi del giudizio di Fr1 su migrazioni: Accoglienza sì, ma con prudenza: occorre tenere conto dei numeri per poterli integrare: «quanti posti ho? ... non solo riceverli, ma anche integrarli ... anche la Svezia ha detto, con prudenza: “Il numero è questo; di più non posso”, perché c’è il pericolo della non-integrazione ... mi dà l’impressione che il governo italiano stia facendo di tutto per risolvere anche il problema che non può assumere» [CzzC: commento]

 

↑2017.04.12 <giornale>: E ora Putin boccia il tycoon Trump che sermona così "Assad è un animale e Putin va col diavolo", quasi volesse proprio rovinare l’incontro negoziale tra il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov e il segretario di Stato Usa Rex Tillerson [CzzC: cari amici che tifavate Trump, non era meglio diffidare con prudenza?]

 

↑2017.02.10 <giornale>: Trump telefona a Xi Jinping: "C'è una sola Cina" con riferimento a Taiwan [CzzC: vedi, Trump, se fossi stato più prudente quando relazionasti con Taiwan prima che con la Cina, non saresti stato costretto ora, per ricucire lo strappo, a negare esplicitamente il diritto all’autodeterminazione del popolo Taiwanese. Fatti consigliare meglio, perché non hai esperienza politica sufficiente x1 presidente Us]

 

↑2016.04.05 Vescovi cattolici polacchi stanno istanziando il divieto totale di aborto in supero della legge 1993 che lo consente solo nei casi estremi (rischio vita gestante, stupro, malformazione grave). [CzzC: cari fratelli polacchi, non fatevi ingannare da intolleranti che in buona o mala fede sono funzionali al nemico dei pro-life e che vi fanno commettere un errore simile a quello in cui provò ad indurci qualche intentatore di un nuovo referendum abrogativo della 194: rafforzate piuttosto l’assistenza e l’aiuto alle gestanti e il diritto all’obiezione di coscienza: perché? Continua]

 

↑2009.03.06 lezione di P.M.Pangallo sulla virtù della prudenza