Optare per il MALE MINORE è dovere morale; rifiutarne il criterio denoterebbe fondamentalismo e/o zampino di potenti matrici?

<educat/catechismo> quando due alternative decisionali malefiche apparissero obbligate in mutua esclusività e la decisione non potesse essere rimandata, si deve scegliere ciò che si riconoscesse come il male minore. [CzzC: configurerebbe indicatore di arroganza dei potenti il rifiuto del compromesso su un male minore offerto da chi fosse seriamente impegnato ad evitare il male maggiore, talvolta configurato da immani catastrofi umanitarie come quella siro-irachena provocata da terroristi foraggiati da turco-wahhabiti inciuciati con occidentali orditori di ciniche trame lfb. Vedi anche la prudenza: <Luca 14:31> «quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila?»]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/11/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: bene comune; il male; coscienza, discernimento e giudizio, responsabilità e what if? prudenza, providet qui praevidet, reato e peccato; tanto peggio tanto meglio?

 

2018.11.03 <asianews tempi> Asia Bibi resta in Pakistan ostaggio degli islasmisti a causa di un accordo (definito “una vergogna” da Kashif Hussain, scrittore e attivista) tra l’esecutivo di Imran Khan e i fondamentalisti del Tehreek-e-Labaik Pakistan (TLP), che prevede l’inserimento del nome di Asia nella lista delle persone che non possono lasciare il Paese. Il governo si impegna a risarcire le vittime delle violenze dei giorni scorsi. [CzzC: i cristiani siano prudenti e stiano calmi per evitare il MALE PEGGIORE: i radicali islamisti non starebbero attendendo altro di meglio che una reazione cristiana, che brandirebbero come pretesto per una loro susseguente ancor più micidiale offensiva; ricordiamo anche precedenti cessioni di governanti pakistani ai fondamentalisti, e speriamo che l’attuale cedimento non prospetti ai radicali un’agevolazione nel farsi giustizia da sé: la vita di Asia Bibi è in pericolo giudiziario ed extra-giudiziario in quel contesto di civiltà, verso la quale i nostri illuminati non vorrebbero che si parli di scontro di civiltà]

 

2018.09.28 <fq> auspichiamo che il summit tra Merkel, Putin, Erdoğan e Macron previsto in ottobre sulla Siria, serva per trovare un accordo per costruire vera pace in quel martoriato Paese e forse dobbiamo considerare come un tributo, un sacrificio-incenso al sultano, il fatto che <ansa cdt> sia stato allontanato dall’incontro Erdogan-Merkel il giornalista che indossava una t-shirt con su scritto "libertà per i giornalisti in Turchia": speriamo che serva per evitare i mali peggiori.

 

↑2017.02.10 <avvenire>: intesa in vista tra Cina e Chiesa sulla nomina dei vescovi? Un'eventuale "elezione" locale rappresenterebbe solo «un modo di esprimere raccomandazioni della Conferenza episcopale locale» e sarebbe irrilevante che da parte cinese si continuasse a parlare di «elezione» dei vescovi. [CzzC: l’uso di uno stesso termine con accezione semantica sensibilmente diversa tra le parti fu storicamente foriero di inganni e conflitti; tuttavia, se in contropartita chiara qui si ottenesse la cessazione delle sofferenze di tanti inermi perseguitati, vada per il temporaneo male minore]

 

↑2016.08.01 [CzzC: sarebbe machiavellico dire che è meglio una bugia al momento giusto che la verità al momento sbagliato, anche se talvolta è vero, ma è cristiano il criterio del male minore, per cui può essere meglio una mezza verità al momento giusto che la piena verità al momento sbagliato. Così comprendo il Papa che dice "se parlassi di violenza islamica dovrei parlare anche di violenza cattolica, di cattolici battezzati" ... Il Papa non può oggi dire in pubblico certe verità; noi ancora sì: spiego perché]

 

↑2016.06.19 <fattoq>: Matrimonio riparatore? Meglio la convivenza. Così matura anche la fedeltà. Bergoglio ha raccontato che quando era arcivescovo di Buenos Aires aveva proibito le nozze 'de apuro', cioè 'di fretta', cioè le unioni che si celebrano quando è in arrivo un figlio. "Così i due non sono liberi. Poi, dopo qualche anno, ho visto che decidevano di sposarsi. Ma erano consapevoli" [CzzC: saggezza di saper scegliere ed additare la strada per evitare il peggio]

 

↑2016.03.19 <ansa>: Siria: caccia russi e di Damasco bombardano la zona di Palmira [CzzC: le bombe sono sempre sporche (ricordiamoci delle due atomiche sganciate dal massone Truman su Nagasaki e Hiroshima solo perché non gli bastava la resa normale del Giappone ma volle piegarlo alla resa incondizionata), ma pur assistendo ad un procedere di male in peggio in quest'atomo opaco del male, residua qualche umile saggezza che accetta il compromesso del male minore: abbiamo buone ragioni per ritenere che quello delle bombe contro Isis sia un male meno grave di quello commesso da Isis contro persone inermi e contro il patrimonio artistico].

 

↑2015.11.14 <lib&pers> non concorda in questo caso con il concetto di male minore: «il male minore porta male»; occorre discernere: si può legiferare sulla fecondazione assistita senza necessità di lecitare gli uteri in affitto e senza negare la bontà del criterio di male minore, a mio avviso opportunamente applicabile anche in questo caso.

 

↑2015.09.30 <sussidiario 30/09/2015>: Putin ha raggiunto un accordo con Iraq, Siria e Iran per un infocenter anti-Isis a Bagdad. [CzzC: mentre gli stati del suddetto accordo mirano a contrastare il male maggiore (Isis) senza la precondizione di eliminare Assad, il masso Nobel Obama si ostina a brandire quella precondizione e cinicamente rifiuta (tipico indicatore di potentati) il criterio del male minore, costasse pure la catastrofe umanitaria siro-irachena, fotocopia del medesimo colossale errore compiuto dai medesimi potentati in Libia

 

↑2014.11.12 cito il male minore a proposito della dissimulazione cosiddetta onesta, cui ricorrere per necessità, appunto, col criterio morale del male minore.

 

↑2014.08.28 Creo questa pagina cercando risposta alla domanda: perché i Cristiani sono così tanto perseguitati?