L’abbaiare della Nato alla porta della Russia

forse ha indotto il capo del Cremlino a reagire male e a scatenare il conflitto. Fr1: «Un’ira che non so dire se sia stata provocata ma facilitata forse sì».

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 13/09/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: danni NATO; inciucio con foraggiatori di terroristi; Kosovo; Iraq, Libia, Siria contro Russia2.0

 

↑2022.05.03 <corriere legge> Fr1: forse «l’abbaiare della Nato alla porta della Russia» ha indotto il capo del Cremlino a reagire male e a scatenare il conflitto. «Un’ira che non so dire se sia stata provocata - si interroga -, ma facilitata forse sì». A Kirill aveva detto: «Fratello, noi non siamo chierici di Stato, non possiamo utilizzare il linguaggio della politica, ma quello di Gesù. Siamo pastori dello stesso santo popolo di Dio. Per questo dobbiamo cercare vie di pace, far cessare il fuoco delle armi. Il Patriarca non può trasformarsi nel chierichetto di Putin.» <huff, tempi> per Flores d'Arcais anche il Papa cade nella propaganda di Putin: non dare le armi a Kiev per difendersi è aiutare l'aggressore, è un ipocrita sostegno all'imperialismo putiniano.