modificato 17/01/2017

 

Sergio Mattarella 1941 Presid Rep.IT 31/01/2015

Correlati: chi è

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Giovane presidente del Movimento Studenti di Azione Cattolica, esponente della sinistra DC/PPI in opposizione all’ala di centro-destra, più volte Ministro, dimissionario per protesta a legge favorente TV Mediaset, Giudice della Corte Costituzionale, Presidente Repubblica.

 

 

13/05
2016

<tempi>: Chi le paga adesso queste unioni civili? Il presidente dell’Inps ammette che ci sarà un «impatto sui conti». [CzzC: Mattarella, ci sei? Ora tocca a te]

01/05
2016

<ansa>: Mattarella: Paese senza lavoro per i giovani ... creare lavoro è impegno costituzionale vivo e attuale affinché la cittadinanza sia piena e non mutilata. [CzzC: perché non dice una parola circa le responsabilità della sua generazione sul latrocinio generazionale? Nulla sulle responsabilità dei suoi colleghi magistrati, nostalgici del '68, che hanno cancellato i pur minimi tentativi di perequazione intergenerazionale che limavano i loro privilegi pensionistici smisurati rispetto al metodo contributivo imposto ai giovani? Lui e i suoi colleghi tutori della legge uguale per tutti?].

17/04
2016

<imola.vid>: gli onori di Mattarella a Rockefeller e alla sua commissione trilaterale (di cui M.Monti fu presidente 2010-2011) benché siano privati big di speculazione fiananziaria. [CzzC: non concordo con i toni infamanti di <imola.vid>, ma da tale sceneggiata emerge sostanza pregnante bastevole a farmi ritenere che per il bene comune sia stata più utile la presenza <stampa 2016.04> di Bernie Sanders in Vaticano dove ha detto che «Dobbiamo rigettare le fondamenta di questa economia immorale e insostenibile ... la frode a Wall Street è la norma, senza vergogna].

11/04
2016

<sole24h>: Il presidente della Consulta Paolo Grossi: «Al referendum trivelle si deve votare». [CzzC: se ciò avesse detto a titolo personale, sarebbe scusabile come tante leggerezze che pullulano in merito, ma se l’avesse detto a titolo istituzionale, meriterebbe una rettifica dal Presidente della Repubblica per il “si deve”, distonico rispetto alla costituzione che apposta previde il quorum sui referendum abrogativi, a tutela della democrazia rappresentativa, onde evitare che la maggioranza dei cittadini fiduciosi in tale democrazia, sia vessata da continui referendum azionati da piazzaioli assemblearisti modo ’68 che sanno di poter lucrare brillantina a prescindere dall’esito: il non votare qui è pieno diritto costituzionale; sostenere il dovere di votare un referendum abrogativo sarebbe ideologia di parte: o sbaglio? Nei gg seguenti si mosse Napolitano a disingannare, silente Mattarella: diversa caratura]

27/01
2016

Giornata della memoria 2016: il discorso di Mattarella <prox youtube; rainews>. Lo trovo notevole, incisivo, toccante; mi sarei aspettato, peraltro, un accenno alle radici ebraico-cristiane della nostra dichiarazione universale dei diritti umani, non uguale a quella di altri, in radici, parole e conseguenze.

03/02
2015

Il discorso del Presidente <sole24h> e <dossier sull’elezione>

01/02
2015

<sole24h>: A messa benedizione speciale, poi “selfie” con le suore  

Nel corso della messa, il celebrante al momento dell'omelia ha invitato i fedeli a pregare «per il neoeletto Presidente e per chi è chiamato a svolgere un ruolo nell' amministrazione affinché le sue scelte pongano al centro la dignità della persona, dei poveri e degli umili». Un cenno esplicito all'elezione anche nella benedizione finale, impartita «sul Paese, su chi ci Governa e su chi è chiamato ad assumere responsabilità». Tocco renziano al termine della funzione, quando Mattarella è stato avvicinato da tre suore che gli hanno chiesto un selfie. Dopo lo scatto, Mattarella ha chiesto alle religiose una preghiera «affinché' io sia uno strumento al servizio del Paese».». [CzzC: Foto con GP2°: prego che lo aiuti pro bene comune]

31/01
2015

Diffida di questa macchinazione di <sanadottrina> che annota Mattarella tra i cavalieri di gran croce alludendo alla massoneria e cita Nazarbaev presidente kazako come ateo conclamato insignito di gran croce, come colui che avrebbe fatto costruire la città degli illuminati di nome Astana (satana).

31/01
2015

eletto Presidente della Repubblica al 4° scrutinio con  665 voti col sostegno dei partiti della maggioranza di governo Renzi + SEL di Vendola: censire qui audio profilo

2011

Giudice costituzionale di nomina parlamentare: sarà tale fino alla nomina a Presidente della Repubblica 31/01/2015

07
1994

congresso PPI <wikipedia> si oppone alla candidatura di Rocco Buttiglione alla segreteria del partito, in sostituzione del dimissionario Martinazzoli. Vince Buttiglione, non ne condivide la linea politica orientata ad un'alleanza con il Polo delle Libertà di Silvio Berlusconi, si dimette dalla direzione de Il Popolo. L’anno dopo al culmine dello scontro interno al PPI, apostroferà il segretario così: «el general golpista Roquito Butillone...»; e riterrà «un incubo irrazionale» l'ipotesi che Forza Italia potesse essere accolta nel PPE

1999-
2001

Ministro della Difesa

27/07
1990

<wikipedia>: si dimette da ministro insieme ad altri esponenti della sinistra democristiana, per protestare contro la fiducia posta dal governo sul disegno di legge Mammì che ritiene pro gruppo televisivo Mediaset di Berlusconi.

1987-
1989

Ministro per i Rapporti con il Parlamento

1960-
1964

Presidente MSAC (Movimento Studenti di Azione Cattolica)