OLOCAUSTO, SHOAH e i suoi padri nobili, Giornata della MEMORIA, NEGAZIONISMO, antisemitismo

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario» (P.Levi)

Su Wikipedia i termini OLOCAUSTO, SHOAH, il giorno della memoria (il 27 gennaio). Su Google alcune immagini.

Hitler e la Shoah hanno avuto purtroppo dei nobili padri illuminati, mentre la cultura dominante dissimula questa affinità genetica e neglige che la dignità umana e l’uguaglianza siano biblicamente fondate (ad immagine e somiglianza di Dio); eppure essa è tanto più minacciata quanto più si nega tale fondamento: non a caso la Shoah ha avuto illustri padri accomunati da misantropia, antisemitismo, cristianofobia fascino per animaliinduismo e buddismo: emblematico Hitler, ma anche i suoi padri ideologici tra i quali Shopenhauer secondo il quale  <tempi> la «morale naturale» è un’invenzione; l’uguaglianza e l’idea della pari dignità degli uomini, derivazione del concetto biblico di Dio padre, esattamente come in Nietzsche, sono menzogne.

<yt.fb♫ barbflo frasi> Annah Arendt: esiste qualcosa tra un'impossibile resistenza al male e la cooperazione col male; la manifestazione del vento del pensiero non è la conoscenza, ma l’attitudine di discernere il bene dal male, la bellezza del mondo dalle sue brutture, e quindi voglio sperare che pensare possa donare alle persone la forza di saper prevenire terribili CATASTROFI in questi rari momenti in cui sopraggiunge la resa dei conti.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 02/02/2021; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: La tremenda banalità del male; dignità umana fondamento dei diritti umani; antisemitismo; neonazismo; false accuse a Pio XII in relazione agli ebrei

 

2021.01.30 <agi> ancorché non annoverabile nell'antisemitismo ebraico, vedi come l'ebreo Omer Meir Wellber, direttore musicale del Teatro Massimo di Palermo e della Bbc Philarmonic, ha scritto verità ritenute tanto scomode dai sionisti, che il suo libro ("Storia vera e non vera di Chaim Birkner", che esce ora nei giorni della memoria) è stato rifiutato da 23 editori in Israele. [CzzC: io detesto l'antisemitismo che intende colpire gli ebrei in quanto tali e difenderei lo stato di Israele da chi per statuto ne negasse il diritto all'esistenza; tuttavia, addito con amarezza (e delusione pensando alla fede dei fratelli ebrei) le responsabilità di Israele nelle guerre in Medio Oriente e nella relativa diaspora di cristiani]

 

2021.01.28 ricordiamo che <fb> L’antisemitismo etnico dell’Ottocento laico ed illuminista, premessa teorica degli orrori del nazismo era rappresentato da intellettuali e scienziati: non sarebbe razionale credere che in futuro il pericolo si limiti a bulli ed ignoranti

Pierre Joseph Proudhon (1809 - 1865), filosofo padre dell’anarchismo: a lui dobbiamo lo slogan “La proprietà è un furto” e il simbolo della A cerchiata (A-narchie) est O-rdre); scrisse “Ebrei razza che infetta qualsiasi cosa ... abolire le sinagoghe ..."

Joseph Arthur de Gobineau (1816 - 1882),  francese, diplomatico, filosofo e scrittore, sostenitore del primato della razza ariana: esportò le sue idee nel centro universitario tedesco di Friburgo nel 1894; vedi suo libro “Essai sur l'inegalitè des races humaines"

Herbert Spencer (1820. - 1903), britannico filosofo e scrittore, considerato il padre del darwinismo sociale teoria in cui il concetto di selezione naturale viene esteso ai rapporti tra gli uomini sostenendo che lo sfruttamento dei popoli più forti sugli altri popoli è giustificato dalle leggi naturali.

Edouard Drumont (1844 - 1917), parlamentare francese, giornalista  e scrittore premiato dall’Académie Française, autore del saggio ‘La France Juive’; ideatore nel 1889 della Lega antisemitica di Francia, fondatore nel 1892 del quotidiano antisemita ‘La Libre.

Alfred Hoche (1865 – 1943), professore di clinica psichiatrica e Karl Binding (1841 – 1920), professore di diritto penale; “Il permesso di annientare vite indegne di vita” un saggio pubblicato nel 1920 che anticipa di 13 anni la politica di “igiene razziale” dei nazisti al potere.

 

2021.01.27 da F.Agnoli.fb Durante l'occupazione tedesca migliaia di coraggiosi salvarono adulti e bambini, a rischio della propria vita. Irena Sendler, polacca, mise in salvo 2500 bambini: «Ho mandato la maggior parte dei bambini in strutture religiose. Sapevo di poter contare sulle religiose.» In Francia ci fu la Rete Marcel, con la copertura del vescovo di Nizza...In Italia tra i tanti ricordiamo almeno don Arrigo Beccari, di Villa Emma. Ad uno di questi eroi, padre Jean, carmelitano, morto nel campo di Mauthausen, è stato dedicato un film, Arrivederci ragazzi. <yt♫>

 

2021.01.27 <orizzontescuola> Come avvicinarsi all’insegnamento della Shoah: allegato un memorandum sull’Olocausto

 

2021.01.27 Ricordiamo anche altri collusi coi nazisti <skyTg24 > Anche la famiglia reale inglese ha in qualche misura legato se stessa alla Germania nazista: la reputazione della famiglia reale è stata salvata da Winston Churchill, mentre <stampa> il re Edorardo VIII era nazista e omosessuale <inkiesta> che benediva le bombe di Hitler, <msgr repubbl> e la sua amante, Wallis Simpson, una spia nazista. Per non parlare di altri imbarazzanti componenti della famiglia, come lord Mountbatten. Le cose sono migliorate dal principe Carlo in avanti.

 

2021.01.27 <ladigetto> Giorno della memoria: «L’Oro di Mori», la storia del dott. Riccardo Grigolli di Mori che nel corso della Seconda Guerra Mondiale salvò una famiglia ebrea rischiando la vita. Il racconto del nipote Germano, 90enne. Una sera dei primi mesi del 1944 arrivò a Mori lo zio Riccardo in compagnia di Giulio Neiger, un distinto ebreo con una cassa pesante per i tanti oggetti di oro e lingotti, il ricavato dalla vendita di tutti i beni della famiglia Neiger le cui sorti il dott. Grigolli si era prese a cuore (rischiando molto lui antifascista) prima ospitandoli e poi facendoli ospitare in un convento delle Dame Inglesi di Vicenza, dove li ritrovò alla fine della guerra e restituì loro la cassa. Veridicità attestata dai figli Neiger e dal Centro di Documentazione Ebraica.

 

2021.01.26 <fb> Albert Einstein: "lo scopo non è solo sterminare noi, ma insieme a noi quello spirito espresso nella Bibbia e nel cristianesimo....". Dal libro "Filosofia, religione, politica in Albert Einstein" di Francesco Agnoli.

 

2020.02.01 <foglio glob> Grandi scienziati del tempo ambirono di lavorare al fianco del prof Mengele, il dottor morte. La disumanità del Nazismo fu capita troppo tardi perché il suo pensiero “cosi moderno” aveva affascinato non pochi progressisti dell’epoca. John Gray, filosofo inglese insegnante per molti anni alla LSE (London School of Economics), scrive nel saggio "Al Qaeda e il significato della modernità": «ll nazismo viene spesso considerato come un attacco ai valori occidentali. Di fatto, come il comunismo sovietico, esso incorporava alcune delle più potenti tradizioni europee. I nazisti disprezzavano gli ideali illuministi di tolleranza, libertà personale e uguaglianza umana. Ciò nonostante, essi condividevano le speranze più presuntuose dell’Illuminismo. Come Marx, essi credevano che il potere della tecnologia potesse essere usato per trasformare la condizione umana

 

2020.01.31 a proposito degli italiani negli anni della Shoah <voceTN, occident> F.Agnoli ci aiuta a ricordare cosa scrissero gli ebrei De Felice ("nel soccorso agli ebrei il contributo più notevole fu quello dei cattolici", Einstein ("in questa straordinaria situazione ove la solidarietà umana è tutto, gli italiani si sono rivelati i più onesti e i più nobili tra le genti da me conosciute", Mosse ("L'Italia sabotò la politica ebraica nazista nei territori sotto il suo controllo") e Hannah Arendt ("prima che i tedeschi occupassero Roma e l’Italia settentrionale, Eichmann e i suoi uomini non avevano mai potuto lavorare in questo paese.").  Gli italiani, persino la gran parte dei fascisti, non seguirono il servilismo di Mussolini verso Hitler, e salvarono ebrei non solo in Italia, ma anche in altri paesi, grazie a conventi, ambasciate ecc. Vedi qui pag127 de "La Belva in gabbia" di Sergio Minerbi, il giornalista ebreo italiano che seguì in diretta il processo ad Eichmann: Eichmann si lagnò vivamente del ‘boicottaggio’ italiano nei paesi occupati ... Dopo l'occupazione tedesca, grazie all’aiuto degli italiani, che nascosero molti ebrei a rischio della propria vita ... Anche il clero italiano aiutò e nascose molti ebrei nei monasteri. Il Papa stesso intervenne a favore degli arrestati a Roma ....

 

2020.01.27 <tpi> Il discorso di Liliana Segre al parlamento Ue: deputati in lacrime; l’Eurocamera ha poi osservato un minuto di silenzio su richiesta del presidente David Sassoli. “Che emozione. Io esisto e anche il Parlamento europeo. Non era questo il disegno di qualcuno”; “anche oggi qualcuno non vuole guardare e anche adesso qualcuno dice che non è vero". Non fu solo il popolo tedesco, ma gran parte degli europei occupati aiutarono il razzismo nazista, con delazioni dal vicino di casa e collaborazionismo.

 

↑2019.01.29 <prof2.0> Il Taccuino di Bor è l’unica raccolta di poesie sopravvissuta all’Olocausto ed è il dialogo tra un marito e una moglie. La vita tessuta dall’amore non è di una stoffa solo umana, è fatta di fili e trame che appartengono alla Memoria di Dio, dove niente di ciò che è fatto e detto per amore può essere rovinato o andar perduto, ma rimane. <corriere> Mik e Fifi, letti da rifare: «Sei tu a dare un senso alla mia vita. Resterò in vita per te».

 

↑2019.01.24 La bufala complottista del Priorato di Sion <google> una bufala moderna che periodicamente viene rilanciata come se bufala nulla fosse, il che non solo grazie alle pelosità di Dan Brown. Sono bufala anche I Protocolli dei Savi di Sion <google, post tpi> un falso documentale creato dalla polizia segreta zarista con l'intento di diffondere l'odio verso gli ebrei, bufala rilanciata 2gg fa <corriere Rai> con tweet antisemita dal senatore M5S Elio Lannutti [CzzC: più vergogna o più ignoranza o più malafede in questo migrato IdV→M5S? E siamo a ridosso della giornata della memoria]

 

↑2018.01.26 <qnet> Domani è la giornata della memoria 2018, frasi e aforismi per non dimenticare, a partire dai versi di Primo Levi, della poesia  'Shemà' (ovvero 'Ascolta') che apre il romanzo "Se questo è un uomo". Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici: considerate se questo è un uomo ...

 

↑2018.01.25 <atuttascuola> convegno “convivere con Auschwitz” riunisce i 10 dipartimenti di Uni_TS: memoria dell’olocausto e della deportazione, immani crimini contro l’umanità. Risiera di San Sabba, unico Lager con forno crematorio in Italia. Annoto “scienza, responsabilità e destino

 

↑2017.08.18 <pi-news nbq> il tribunale distrettuale di Monaco (Germania) ha condannato il giornalista Michael Stürzenberger per aver pubblicato sul suo profilo Facebook una foto storica (1941) che immortalava la stretta di mano a Berlino tra un gerarca nazista e il Gran Mufti di Gerusalemme, Haj Amin al-Husseini [CzzC: che <stampa, foto con Hitler> incoraggiò Hitler a perseguire sino in fondo il programma di sterminio del popolo ebraico]. Stürzenberger è stato accusato di "incitamento all'odio contro l'islam" e di "denigrare l'islam", e la Corte lo ha ritenuto colpevole di "diffondere propaganda di organizzazioni anticostituzionali". [CzzC: credi che ci sarebbe stato medesimo esito se la foto avesse avuto il primate cattolico al posto del Gran Mufti in quella stretta di mano? Censura sbilanciata, neutralizzazione sbilanciata, lumi sbilanciati?]

 

↑2017.04.20 <stampa>: negli Anni 30 del Novecento il nazionalismo arabo, nella sua (legittima) lotta per l’indipendenza, cercò e ottenne sostegno da fascisti e nazisti: il gran Mufti di Gerusalemme Amin al-Husseini, una delle più alte autorità dell’Islam sunnita, fu alleato e amico di Hitler e lo incoraggiò a perseguire sino in fondo il programma di sterminio del popolo ebraico. [CzzC: stendiamo un velo pietoso sul passato, ma oggi offenderebbe la nostra lotta di liberazione chi marciasse il 25 aprile con palestinesi che brandissero in statuto la distruzione di Israele o escludesse gli Ebrei dalla marcia]

 

↑2017.01.09 <uccr, bbc> le storiche scuse della Bbc per le false accuse contro Pio XII: «aiutò gli ebrei, abbiamo mentito». Con un gesto di onestà intellettuale, l’emittente inglese ha ammesso che un suo servizio televisivo (in onda 2016.07.29 durante la visita di Fr1 ad Auschwitz in occasione della GMG) che accusava la Chiesa cattolica di essere rimasta inerte dinanzi alle persecuzioni degli ebrei da parte dei nazisti, era basato su false notizie.

 

↑2016.06.08 <ansa>: carcere ai negazionisti <vatican>: resta il timore che il provvedimento possa perseguire il reato di opinione. Nel 2013 lo storico Ginzburg spiegava <repubblica> "Perché è un errore punire i negazionisti ... Si tratta di un fenomeno ignobile, ma è inaccettabile farne un reato” [CzzC: Leggo «reclusione da 2 a 6 anni nei casi in cui la propaganda ... si fondi "in tutto o in parte sulla negazione della Shoah o dei crimini di genocidio, dei crimini contro l'umanità e dei crimini di guerra" come vengono definiti dallo Statuto della Corte penale internazionale» e MI CHIEDO: che faranno i nostri tutori della suddetta norma ai turchi italiani che negano il genocidio degli Armeni o agli iraniani italiani che negano la Shoah? La nostra magistratura creativa ha già previsto il modo per aggirare la norma? Mica possiamo irritare i potenti condizionanti i nostri affari economici e strategici Nato: vedi Merkel; diritto della forza sulla forza del diritto]

 

↑2015.mm.gg <movie> Nel suo libro del 2015, La memoria rende liberi, scritto insieme a Enrico Mentana, c'è un passaggio in cui Liliana Segre commenta due dei più famosi e osannati film sull'Olocausto della storia del cinema: Schindler's List e, appunto, il film di Benigni. Su quest'ultimo si sofferma maggiormente e lo definisce un film con "un bel finale, un inno alla vita, ma "è tutto falso".

 

↑2013.10.22 <repubblica>: Ginzburg: "Perché è un errore punire i negazionisti": lo storico spiega le ragioni che lo vedono contrario a una norma “Si tratta di un fenomeno ignobile, ma è inaccettabile farne un reato”

 

↑2016.02.16 <nextq, corriere>: prof Antonio Caracciolo, candidato M5S su RM, negava l’Olocausto, definendolo una “leggenda” sulla quale esistono “solo verità ufficiali non soggette a verifica storica e contraddittorio”. Una “leggenda” usata “per colpevolizzare moralmente i popoli vinti”. Anche le camere a gas, “ammesso e non concesso che queste siano mai veramente esistite”, sono una delle tante verità “da verificare”. [CzzC: come tant’altro che olet ma che per M5S non olet]

 

↑2016.02.03 Hitler e la Shoah hanno avuto purtroppo dei nobili padri illuminati, mentre la cultura dominante dissimula questa affinità genetica e neglige che la dignità umana e l’uguaglianza siano biblicamente fondate (ad immagine e somiglianza di Dio); continua con quest’ottimo articolo di Tempi ...

 

↑2016.01.27 Giornata della memoria 2016: il discorso di Mattarella <prox youtube; rainews> lo trovo notevole, incisivo, toccante; mi sarei aspettato, peraltro, un accenno alle radici ebraico-cristiane della nostra dichiarazione universale dei diritti umani, non uguale a quella di altri, in radici, parole e conseguenze. Discorso del rabbino Umberto Piperno <youtube>: Segnalo anche (da atuttascuola) i contributi di Gianni Peteani e Giuseppe Pulina sull’olocausto:

27 gennaio Giornata della memoria del Prof. Romano Pesavento, del Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani

27 gennaio Giornata della memoria Università di Trieste

Perché Auschwitz? di Giuseppe Pulina; presentazione del suo libro Auschwitz e la filosofia nel giorno della memoria mercoledì 27 gennaio 2016 a Sassari

Convivere con Auschwitz invito al Convegno nella Università di Trieste giovedì 21 gennaio 2016 - ore 17; Convivere con Auschwitz articolo sul "Piccolo" di TS

AUDIO.mp3 Convivere con Auschwitz - I reticolati del Terzo Millennio registrazione di Radio3 Suite del 22.01.2016; anche in video YouTube

 

↑2015.01.27 <ilfattoq>: giornata della memoria 2015: come raccontare la Shoah a bambini e ragazzi. [CzzC: ottimi suggerimenti; aggiungerei anche per i più grandicelli qualche antidoto affinché non cadano vittime di negazionismo o di false accuse al nostro Papa, memori che «Mentre l’80% degli ebrei morirono in quegli anni, l’80% degli ebrei italiani furono salvati, seguendo le istruzioni dirette di Pio XII. Solo a Roma, 155 conventi e monasteri diedero rifugio a 5.000 ebrei. Almeno 3.000 vennero nascosti nella residenza estiva del papa a Castel Gandolfo» (Rabbino David G. Dalin). Rimando all’ottima raccolta kenosis di questa ed altre eccellenti testimonianze in difesa di Pio XII dalle false accuse in relazione agli ebrei]

 

↑2014.01.27 Anita B. il film sulla "trappola" che allontana gli uomini dalla verità. Anche il non voler ricordare è una forma di negazionismo.

Segnalo anche il film Hannah Arendt: Alain Finkielkraut scrisse che in Occidente il peggiore antisemitismo non si manifesta nei rozzi “naziskin”, ma in quanti, soprattutto a sinistra, sono pronti a commiserare gli ebrei morti, restando inerti pro ebrei vivi attentati; per fare vera “memoria” uno deve chiedersi: ma da che pianeta è venuta quella genìa di belve che pianificò ed eseguì materialmente l’Olocausto? Risponde l’ebrea Hannah Arendt raccontata nel film di Margarethe Von Trotta.

 

↑2014.01.17 Susanne Raweh, autrice del libro "La storia della nonna bambina", ha incontrato i bambini delle scuole primarie di primo grado e 150 cittadini a TN (video).

 

↑2013.10.22 <repubblica>: Ginzburg: "Perché è un errore punire i negazionisti": lo storico spiega le ragioni che lo vedono contrario a una norma “Si tratta di un fenomeno ignobile, ma è inaccettabile farne un reato”

 

↑2013.01.27 Giornata della memoria: ricordare l'orrore nazista senza chiudere gli occhi sulla parte viva di quel cancro ideologico, il mito della razza pura.

 

↑2012.01.27 Per non dimenticare: alcuni filmati di quell'immane crimine contro l'umanità, montati in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico.

 

↑2011.07.07 Ahmed Ezz El Arab, leader di uno dei pochi partiti laici egiziani: «L’Olocausto è una balla». E il Diario di Anna Frank «Posso giurare che si tratta di un falso». Nota[1]

 

↑2011.01.28 Ho ricevuto più di un riscontro al commento di ieri sul PERDONO CRISTIANO[2]

 

↑2011.01.27 Giornata della Memoria: ma non ci può essere libertà nell'odio e nella vendetta: Ciò che può rompere il meccanismo dell’azione-reazione è l'imprevedibile e liberatorio "io TI PERDONO". È un’altra storia che incomincia. Nota[3]  Materiale didattico per non dimenticare

 

↑2011.01.12 Unanime sdegno per la Lista nera ebrei influenti pubblicata sul forum neonazista statunitense Stormfront. Nota[4]

 

↑2010.09.23 Il negazionista IRVING, pseudo-storico inglese, vuole guidare a pagamento gruppi di negazionisti nei luoghi più importanti della Shoah, per mostrarne l’inesistenza de visu. Da Avvenire, Foa: ... personalmente, sono fra quanti considerano con esitazione e dubbio la scelta, fatta da molti Paesi europei, di mettere fuori legge il negazionismo. Legge che, in Austria, è costata allo stesso Irving più di un anno di prigione. Credo, nonostante tutto, che si tratti di un delitto di opinione. Altra cosa è però lasciare i negazionisti liberi di insegnare le loro menzogne nelle scuole, nelle università, nella società. Altra ancora è lasciarli liberi di profanare, con la loro sola presenza, lo spazio di un campo di sterminio.

 

↑2010.09.22 Memoria, non sensi di colpa da parte dei tedeschi di oggi. Nemmeno Roosevelt e Churchill potrebbero vantare la coscienza pulita di fronte al dramma dell'antisemitismo.

 

↑2010.01.19 The Habsburgs and the Jewish Philanthropy in Jerusalem during the Crimean War (1853-6)

 

↑2010.01.18 Foto dell'olocausto e il negazionismo nostrano

 

↑2009.11.25 Il nuovo negazionismo che si sta diffondendo con l'aiuto della ignoranza storica: “Gerusalemme mai fu ebraica

 

↑2009.11.25 Il nuovo negazionismo che si sta diffondendo per paura degli (o per ingraziarsi gli) islamisti: educazione succube del potere: Inghilterra: insegnanti riluttanti a parlare della Shoah per paura di offendere gli studenti musulmani. Potenza dei petroldollari investiti in UK o gestiti dalle locali borse.

 

↑2009.03.30 <libero>: Il grande scandalo dei fondi ebraici dormienti nelle banche svizzere che nel 1997 si rifiutavano di restituire agli eredi dei titolari sterminati nella Shoah e accusarono il funzionario rivelatore di aver violato il segreto bancario.

 

↑2009.01.28 Giornata della Memoria: Benedetto XVI ad Auschwitz: «Dove era Dio in quei giorni? Perché Egli ha taciuto? Come poté tollerare questo eccesso di distruzione, questo trionfo del male?»

 

↑2007.04.27 <corriere> Inghilterra: insegnanti riluttanti a parlare della Shoah per paura di offendere gli studenti musulmani. [CzzC: non per rispetto della loro sensibilità, ma per PAURA: la DISSUASIONE minacciosa (violenza, terrorismo, perdita di affari) è efficace almeno quanto la PERSUASIONE dei petroldollari che comperano spazio economico-finanziario, giudiziario, consenso mediatico, conversioni].

 

↑2006.12.11 <repubblica> vedi proclami proclami di capi di stato (Ahmadinejad): Oggi la conferenza revisionista sull'Olocausto voluta dal regime; Olmert: "Iniziativa nauseante che dimostra l'odio verso Israele

 

↑1938.12.20 Per la legge 1728/1938 il Podestà impone agli Ebrei di autodenunziarsi tali: povera storia d'Italia macchiatasi di cotale vergognoso male.

 



[1] … sconcertanti le tesi di Ahmed Ezz El Arab, leader di uno dei pochi partiti laici in grado di contrapporsi ai Fratelli Musulmani…in un’intervista al Washington Times.. esprime le sue idee.. sull’Olocausto e sui Diari di Anna Frank. Idee più simili a quelle di un seguace del presidente iraniano Ahmadinejad che non a quelle di un campione della democrazia.

«L’Olocausto è una balla - sancisce nell’intervista rilasciata a Budapest dove partecipa ad una conferenza sui diritti umani -. Gli ebrei sotto l’occupazione tedesca erano 2 milioni e 400mila. Se li hanno sterminati da dove sono arrivati i 3 milioni 600mila che avanzavano?».

Forte dei suoi calcoli matematici El Arab ammette l’uccisione di qualche centinaio di migliaia di deportati, ma liquida come leggenda tutto il resto: «Le camere a gas e le favole sugli ebrei? Sono tutte storie immaginarie». Nel capitolo fantasie viene archiviato anche il Diario di Anna Frank. «Posso giurare che si tratta di un falso... la ragazza probabilmente esisteva, ma quelle memorie – spiega El Arab - sono un’invenzione». Le tesi di El Arab suonano ancor più preoccupanti se si considera che il suo partito era considerato - a torto o ragione - il più importante catalizzatore di voti laici e liberali…

[2] [CzzC: IL PERDONO: questo imprevedibile che rompe gli schemi e libera, è quasi sovrumano, e io ringrazio Cristo che me ne rende capace. Ma mi pare che anche chi non avesse fede potrebbe trovare il PERDONO ragionevole; a mio avviso potrebbe trovarlo perfino razionale in base alla teoria dei sistemi; sto leggendo in questi giorni "Change" di Watzlawick e nella parte 1 "persistenza e cambiamento" trovo che le categorie che egli attinge dalla teoria dei "tipi logici" ben si prestino a razionalizzare l'imprevedibile liberante problem solving generato dal PERDONO CRISTIANO, pur non nominato].

[3] dalle parole di Hannah Arendt: La “giornata della memoria” ci orienta al futuro sperando che i nostri figli non abbiano mai a vedere e subire ciò che altri figli, innocenti come loro, hanno invece visto e subito. Ma non può essere soltanto questo. Essa deve essere in qualche modo anche una giornata del PERDONO e della riconciliazione. Non con i carnefici e gli assassini, ma con noi stessi, con i nostri contemporanei e con le generazioni ci hanno preceduto ... solo così la “giornata della memoria” ... mette in moto qualcosa di veramente nuovo e imprevisto. Un po’ come l’apprendista stregone che non aveva la formula magica per rompere l’incantesimo, gli uomini tendono purtroppo a perpetrare la catena dell’odio e della vendetta. In questo modo, però, è sempre Hannah Arendt a dirlo, essi restano “per sempre vittime” delle conseguenze delle loro azioni; la stessa memoria si incancrenisce. Il perdono ristabilisce invece l’alleanza con le generazioni presenti e con quelle passate. NON PUÒ ESSERCI LIBERTÀ NELL’ODIO E NELLA VENDETTA; reagire con l’odio all’odio di un altro è, potremmo dire, meccanico, addirittura naturale. Ciò che invece può rompere il meccanismo prevedibile dell’azione-reazione è imprevedibile e liberatorio perché veramente frutto della libertà: io TI PERDONO la sofferenza che mi hai procurato. È un’altra storia che incomincia.  Auguriamoci che la “giornata della memoria” serva anche a questa catarsi culturale e civile, di cui abbiamo tutti bisogno.

[4] Lista nera-ebrei. Artisti, imprenditori, giornalisti e uomini dello spettacolo sono finiti, per la loro presunta influenza, in una lista nera pubblicata sul forum neonazista statunitense Stormfront, fondato da Don Black, l’ex leader del Ku Klux Klan.