modificato 13/08/2017

 

Karl Marx 1818-1883

Correlati: Lenin, comunismo; capitalismo, sessantonite; teoglib

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Non occorre essere materialisti per convenire con lui che il capitalismo tifato dai tifosi di Soros fa più male che bene al bene comune: considerato che Karx detestava quella specie di capitalismo ma non il capitale, dedurremmo che la dottrina sociale della Chiesa possa fare meno male al bene comune dell’ideologia dei compagni che nel ’68 si sgolavano gridando ritmati ”viva Marx, viva Lenin, viva Mao Tse Tung” molti dei quali, mutato l’eskimo in cravatta, continuano a perseguire più i loro privilegi/vitalizi che il bene comune.

<wikipedia>: ha teorizzato la concezione materialistica della storia (e, assieme a Friedrich Engels, il socialismo scientifico) declinata nella critica materialista dell'economia, della politica, della società e della cultura capitalistiche; il suo pensiero ha dato vita alla corrente socio-politica del marxismo quindi alle ideologie socialiste e comuniste.

 

 

12/08
2017

<sole24h>: l libro di Karl Marx dovrebbe intitolarsi Il capitalista, piuttosto che Il Capitale». Questo perché del capitale non disconosce l’importanza, anzi «ammette che deve non solo riprodursi ma ancora aumentarsi per poter sviluppare “le forze produttive e le condizioni materiali che sole possono formare la base d’una società nuova”». «È il capitalista il nemico».