MAESTRI DI ODIO ISLAMISTA, talora anche ben pagati

Come già detto per gli altri maestri di odio, forse anche i maestri di odio islamista citati in questa pagina sono convinti di servire il bene dell'uomo, come da loro concepito: auspico che si ricredano e che aprano gli occhi ai discenti che ingannarono coi loro insegnamenti, mentre non è escluso che perfino loro beneficino della misericordia di Dio, soprattutto se sinceramente convinti di perseguire il bene dell'umanità, ingannati a loro volta da cattivi ammaestramenti: la memoria dei nostri anni di piombo (→terroristi) e di chi insisteva a chiamarli “lupi solitari, compagni che sbagliano” e di chi li accoglieva nel paese dei lumi come perseguitati politici, dovrebbe aiutarci a riconoscere in parole, opere, omissioni e giustificazioni la reale pericolosità dei maestri di odio islamista, talora anche ben pagati.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 12/10/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: foraggiatori di maestri di male fisico mandatorio, cambiare i relativi insegnamenti; università islamiche; chi foraggia il mostro Isis? Odio del demonio

 

2018.10.12 <asianews> Egitto, tribunale militare condanna a morte 17 persone per l’attacco alle chiese copte. Condannati altri 19 imputati all’ergastolo o a diversi anni di carcere. Per i giudici sono colpevoli di adesione allo Stato islamico. [CzzC: se fossi un copto egiziano, magari anche con qualche parente ucciso dai condannati, chiederei al governo/magistratura di commutare le condanne a morte in pena detentiva, perché, anche laicamente, sarebbe una mossa vincente contro i maestri di odio; sarebbe un segnale forte anche per quelli di Al-Azhar che ancora prescrivono ... continua]

 

↑2018.10.09 <tempi> «Se Asia Bibi sarà assolta, mio padre otterrà giustizia. Ma gli islamisti cercheranno di ucciderla» Intervista a Shaan Taseer, figlio di Salman, il governatore musulmano del Punjab ucciso dagli estremisti nel 2011 per avere difeso pubblicamente la donna: «Il caso di Asia Bibi riguarda la coscienza dell’intero paese»

 

↑2018.10.06 Preghiamo per Asia Bibi: <F.Scaglione avvenire> si apre lunedì alla Corte Suprema di Islamabad il processo di appello per Asia Bibi: è l'ultima speranza per sfuggire alla condanna a morte per blasfemia commniata il il 2010.11.11 alla giovane madre di 5 figli, che era stata arrestata 2009.07.19  sulla sola base della denuncia presentata da alcune donne musulmane con cui aveva avuto un diverbio. Nel 2011, un estremista islamico uccise Salman Taseer, il governatore (musulmano) del Punjab che si era espresso a favore della condannata e pochi mesi dopo fecero fare uguale fine a Shabaz Bhatti, il cristiano che era diventato ministro per i Diritti delle Minoranze. Le forze dell’odio hanno continuato a infierire fino a oggi, costringendo il marito e le figlie di Asia Bibi e lasciare il Pakistan per timore di ritorsioni.

 

↑2018.09.19 <oltrefront> Maalula, la guerra e i cristiani d’oriente: "Per noi i musulmani erano come fratelli” spiega Jihad Abou Mousa, capo della milizia locale di Saydnaya “ma abbiamo scoperto in molti di loro un odio nei nostri confronti che non conoscevamo”. Anche dopo la guerra resteranno nei siriani le ferite che essa ha lasciato, insieme a una grande voglia di normalità e di cambiamento.

 

↑2017.08.23 Maestri di odio islamista <Tgcom>: l’imam Abdelaqui Es Satty, il capo della cellula terrorista della Rambla, era stato arrestato, ma uscito dal carcere non fu espulso perché un giudice lo giudicò “non pericoloso”. Anche il Belgio invece lo temeva.

 

↑2017.02.10 Giornata del ricordo: partecipo alla Messa h10 seguita dalla deposizione di una corona in Largo vittime delle foibe: toccante l’omelia di P. Gianni Landini, ma anche le testimonianze del Sindaco Valduga e di Annamaria Marcozzi Keller, consigliera onoraria della Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Spero di riuscire a trovare il testo delle due splendide poesie che mi hanno strappato una lacrima. Ho pensato a inermi cristiani e yazidi del Medio Oriente dilaniati e diasporati da jihadisti richiamato dalla poesia del pastore Martin Niemöller sull'inerzia di cultura e politica a fronte dei maestri di odio: prima presero gli zingari e non reagii ... poi gli ebrei ... poi ... un giorno vennero a prendere me, e non era rimasto nessuno a protestare. TGRai2.20.30.mp3

 

↑2016.07.22 Come son ben pagati i maestri di odio! <vita>: Wael Farouq: Sì, gli islamisti sono i più organizzati e la loro voce è la più forte ... grazie alla risonanza fornita dai mass media occidentali e all’illimitato finanziamento wahhabita. Uno studioso italiano che stimo molto mi ha raccontato che intende tradurre le lettere di Hassan al-Banna, il fondatore della Fratellanza Musulmana. Gli ho chiesto perché, dopo anni di studi dedicati a Sayyed Qutb, ideologo della Fratellanza e fautore del jihad violento, ora volesse tradurre anche Hassan al-Banna. Lui mi ha risposto: mio caro, è questo che vuole il mercato! [CzzC: comanda chi paga; dea pecunia adorata da potenti matrici della cultura dominante]

 

↑2016.07.03 Dacca2016 <giornale>: quei petroldollari alle radici dell’odio: Arabia Saudita e Qatar finanziano le scuole che formano i jihadisti: nelle madrasse islamiste, fuori dal controllo governativo, ~1,5M di studenti (~34%), viene educato all'odio e al fanatismo

 

↑2016.05.26 [CzzC: già Thomas Hobbes (1588-1679) sosteneva che l'unico modo per impedire le violenze che le controversie di natura religiosa o filosofico-ideologica innescano è la promulgazione di leggi civili che vietino le espressioni di odio. Aggiungerei che la stessa libertà di espressione (art.19) andrebbe subordinata a tale criterio, a valere quando i destinatari dei messaggi di odio e vilipendio siano persone fisiche, ma anche entità che milioni di persone abbiano di più caro nella vita, cara Taubira. Aggiungerei un aspetto ancora più importante: vietare a livello mondiale di punire inermi per questioni di coscienza, ad esempio gli abiuri; purtroppo non solo ciò l’ONU permette, ma ha plaudito regimi islamisti che si son dati una diversa dichiarazione universale dei diritti umani con la quale possono legittimare la persecuzione di abiuri in onta all’art.18 della nostra dichiarazione universale]

 

↑2016.04.17 <ansa>: Fr1: a Lesbo ho visto tanti bambini che hanno assistito alla morte dei genitori e dei compagni ... voglio raccontare un caso particolare, un uomo con meno di 40 anni, che l'ho incontrato ieri con i suoi due figli, lui è musulmano e mi ha raccontato che era sposato con una ragazza cristiana, si amavano e si rispettavano ma questa ragazza è stata sgozzata dai terroristi perché non ha voluto negare il Cristo e abbandonare la sua fede, è una martire e quell'uomo piangeva. [CzzC: narrare questi fatti col cuore spezzato dal dolore per l'atroce crimine, ma senza odio per gli efferati assassini di un'inerme madre, sarebbe il segno di una nuova umanità, quella fondata da Cristo per il bene di tutti, non solo dei cristiani, forse l'unica maniera per convertire al rispetto della libertà e della dignità umana anche gli ancora troppo numerosi maestri di odio e relativi foraggiatori]

 

↑2016.03.07 <mattinonline>: giornalista islamica Nadine Al-Budair: Immaginate che i giovani occidentali vengano qui e compiano una missione suicida in una delle nostre piazze in nome della Croce. Immaginate di sentire le voci di monaci e sacerdoti ... che urlano negli altoparlanti e lanciano accuse contro i musulmani, chiamandoli infedeli e cantando: «Dio, elimina i musulmani e sconfiggili tutti.» ... [CzzC: la zittirebbero i depistatori che additano nel mercato delle armi la causa del terrorismo islamista?]

 

↑2015.12.14 <libero>: «La violenza è la malattia dell'islam, l'integrazione è fallita, il buonismo di certa sinistra fa il nostro male e ai musulmani servirebbe un Papa come Francesco». Scusi, ma lei si chiama Khalid Chaouki? «Sì, sono proprio io, l' unico parlamentare musulmano della Repubblica, nato a Casablanca, Marocco, 32 anni fa, ma in Italia dal 1992 e nel Pd da prima della sua fondazione. Perché?».

 

↑2015.06.30 Faccio monotematica sulla responsabilità dei foraggiatori dei maestri di odio la newsletter mensile di questo mese, causa primaria del terrorismo jihadista

 

↑2015.06.29 Dall’alto gli insegnamenti ad uccidere: <lastampa>: il terrorista di Sousse/Tunisia, frequentava il centro di culto nella città di Kairouan. Il padre del killer Isis: uno manda il figlio all’università e lo indottrinano in questo modo. [CzzC: ci chiediamo perché la cultura dominante e le relative potenti matrici inciuciate coi petroldollari non perseguano i regimi (ad es.) foraggiatori dei maestri di odio, fino a lasciarli assisi nelle commissioni ONU per i diritti umani, mentre con diligente acredine accusano il Vaticano di tortura]

 

↑2015.01.14 Un esempio opposto dell’islam moderato, che chiuderebbe spiragli di apertura <youtube>: Intervista all’imam di Londra: chiunque insulti il profeta deve morire; libertà di espressione è un eufemismo rispetto a quello che quel giornale faceva da anni ... Roma sarà sotto la Sharia e sarà cosa bella. [CzzC: c’è un punto, peraltro, in cui non posso dar completamente torto all’imam, laddove delimita la libertà di espressione col confine della provocante offesa, che la nostra legge permetterebbe di punire se l’offeso che facesse causa fosse una persona fisica o giuridica, ma non punisce quando venisse offeso ciò che milioni di persone hanno di più caro nella vita: io riformulerei l’art. 19 della dichiarazione universale come qui accenno].

 

↑2015.01.13 <unionesarda>: sui musulmani "Da sterminare come Hitler con gli ebrei" postato sul profilo facebook dell'assessore alla Cultura di Bonorva (SS), Giovanna Tedde, poi rimosso. [CzzC: spero nelle dimissioni o in pubbliche scuse]

 

↑2015.01.07 Aggressione armata alla sede del Charlie Hebdo: 12 morti + feriti; <vatican>: qualunque possa esserne la motivazione, la violenza omicida è abominevole, non è mai giustificabile, la vita e la dignità di tutti vanno garantite e tutelate con decisione, ogni istigazione all’odio va rifiutata, il rispetto dell’altro va coltivato.

 

↑2014.11.19 <lastampa> Attentato in sinagoga, strage a Gerusalemme: uccisi quattro rabbini, fatti a pezzi con le asce. Hamas rivendica e festeggia: «Vendetta contro Israele». <ansa> Papa, ''Violenza inaccettabili, si fermi l'odio'' [CzzC: la prima responsabilità della secolare crisi in Palestina è dei maestri di odio; la seconda di entrambi i contendenti che non vogliono l’internazionalizzazione di Gerusalemme, unica soluzione che mi pare abbia qualche prospettiva di efficacia per la pace].

 

↑2014.11.13 <tempi> Pakistan: Mentre bruciavano vivi i coniugi cristiani Shehzad Masih e la moglie Shama Bibi, la polizia era presente ma si rifiutò di intervenire. Sarebbero stati diversi imam a fomentare la folla di musulmani dalle moschee.

 

↑2013.11.30 Capo equipe nella giornata della colletta alimentare, dialogo con un giovane volontario collaboratore, marcando la responsabilità dei maestri di odio sul tanto male fisico causato ad innocenti: Andrea fatica a capire, inibito dal pregiudizio della cultura dominante che impedisce di cogliere cotale ferale correlazione, confondendola con le colpe di erranti, che pur ci sono anche tra seguaci di buoni maestri, che li sconfessano: ben altra responsabilità sulla produzione di male comune è configurata dai fatwatori di male fisico al prossimo, non sconfessati (gli facessero una contro-fatwa!) dai vertici delle rispettive confessioni ideo-religiose, con l’alibi (loro concesso anche da alcuni cadudem del dialogo interreligioso) che non avrebbero una guida di riferimento come il Papa.

 

↑2011.01.07 Strage alla chiesa di Alessandria d'Egitto: «anche noi liberali moderati abbiamo la nostra responsabilità, anche noi abbiamo permesso a questi fanatici di andare in televisione, avvelenando le idee della gente». Interrogato sull’episodio, il maestro teologo Paul Renner  incolpa i cristiani: «la categoria di vera e falsa religione l'abbiamo inventata noi anche se oggi siamo quelli che ne subiscono le conseguenze»

 

↑2010.10.04 Nosheen di 20 anni in coma a Modena, picchiata dal padre Ahmad Khan Butt, operaio di 53 anni, perché si rifiutava di frequentare un ragazzo della sua nazionalità e di sposarlo con un matrimonio combinato.

 

↑2009.09.22 <corriere repubblica wikipedia> vedi anche le istigazioni all'odio profuse da Farouk Hosni, antisemita ministro della Cultura egiziano, che cercò di dissimularne la carica di odio letale quando volle arrivare alla presidenza dell'UNESCO, ruolo cui fu candidato con pressione diplomatica di tutto il mondo arabo e perfino dell'Italia; non raggiunse quella presidenza per un pelo, battuto in extremis da Irina Bokova

 

↑2009.09.17 ISLAM/Sbai: Sanaa, un’altra vittima del fanatismo silenzioso che uccide la libertà, donna trucidata dalla mano di un padre indottrinato e accecato da estremismo, giustificato anche dalla moglie.

 

↑2006.12.11 <repubblica> vedi proclami proclami di capi di stato (Ahmadinejad): Oggi la conferenza revisionista sull'Olocausto voluta dal regime; Olmert: "Iniziativa nauseante che dimostra l'odio verso Israele"