LETTERALISMO: Littera enim occidit, spiritus autem vivificat

<treccani pensieri dizionar>: (lat. «infatti la lettera uccide, lo spirito invece vivifica»). – Parole di s. Paolo, nella 2ª lettera ai Corinzî con le quali egli intendeva affermare la superiorità del messaggio di Cristo (fondato sullo spirito, che è vita) rispetto alla legge giudaica (che è lettera scritta e cioè formulazione esteriore). La frase è talora ripetuta per contrapporre all’interpretazione letterale di un testo (norme, leggi, precetti, ...), ritenuta iperbolica e/o metaforica e/o anacronistica, l’interpretazione dell’intenzione più sensata dell’autore o un nuovo intendimento rapportato, dopo secoli, alle mutate conoscenze scientifiche e relazionali dell’odierna umana esistenza.

[CzzC: a differenza di ancora troppi islamici renitenti alla reinterpretazione moderna dei loro testi sacri, noi cristiani (e un po' anche gli ebrei) abbiamo reinterpretato la parte antica della Bibbia che, se presa alla lettera, ci presenterebbe un Dio degli eserciti tutt'altro che mite, diremmo spietato contro infedeli, dissoluti e perfino contro i loro inermi innocenti pargoletti: quasi ispirazione per Isis. Ma siccome c’è chi ancora considera alcuni cristiani come fossero dei talebani o come se tifassero ecumenismo dell’odio, potremmo cominciare a ripulire le nostre invocazioni e preghiere (anche come incoraggiamento di riforma ai fratelli islamici) da quelle espressioni tipo “Dio degli eserciti” che abbondano ad esempio nella Liturgia delle Ore: o sbaglio?]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 18/10/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Dio degli eserciti; cessino le costrizioni;

 

2020.01.12 Lutero svendutosi ai prìncipi, massacratori di contadini: cosa scrisse Friedrich Engels di lui: <storia&ch>  “Lutero doveva scegliere tra di essi ( i contadini e i principi, ndr). Egli, il protetto del grande elettore di Sassonia, lo stimato professore di Wittenberg, [Federico III ndr],  che a un tratto era diventato potente e famoso, circondato da una folla di sue creature e adulatori, non esitò un solo istante: abbandonò gli elementi popolari del movimento e si alleò con la parte dei borghesi, dei nobili, dei principi…”; dopo aver usato la Bibbia per sollecitare rivolte, “la rivolse contro di loro” (i contadini, ndr) ” e dalla Bibbia trasse un ditirambo sull’autorità stabilita da Dio, come nessun leccapiedi della monarchia assoluta aveva fatto sino ad allora. La sovranità per grazia di Dio, l’obbedienza passiva e perfino la schiavitù fu sanzionata dalla Bibbia … a vantaggio dei principi” (F. Engles, La guerra dei contadini in Germania, edizioni Rinascita, Roma, 1949, p. 57-61).

 

2019.03.21 Uk rifiuta asilo a cristiano iraniano convertito in quantoil cristianesimo non è religione pacifica: <sussidiario crux giornale verità sopra vox tempi>: come riferisce il The Independent, nel testo del rifiuto di accoglienza si legge che “la sua affermazione di convertirsi al cristianesimo dopo aver scoperto essere una religione di pace, in opposizione all’islam che contiene violenza, rabbia e vendetta, non è valida”. <occhi> Nel giustificare questa decisione, i funzionari del Foreign Office elencano alcuni passi della Bibbia e del Vangelo ... [CzzC: commento anche in riferimento a discriminazione dei cristiani, a sbilanciamento dei lumi, dea pecunia, letteralismo, Dio degli eserciti, il mantra laicista della cultura dominante «tutte le religioni alimentano parimenti violenza e intolleranza», castigare chi discernendo additasse la violenza come malattia purtroppo perdurante nell’islamismo, come accadde contro B16/Ratisbona]

 

2018.mm.gg <cesnur> Gli autori dei testi della Chiesa di Dio Onnipotente non sono degli sprovveduti in campo teologico, ma praticano un letteralismo di stampo fondament

lista.

 

↑2018.01.09 estraggo da <liberoq, imolaoggi> intervista a Mons.Luigi Negri/Ferrara: la Chiesa sta rischiando di arrendersi alla forza dilagante dell’ anticristianesimo, cedendo alla mentalità dominante che strumentalizza anche Fr1 e snerva la sua denuncia iniziale. Il cattolicesimo ha la sua radice nell’eucarestia e la sua espressione in una comunità sociale nuova; oggi molti laici elogiano l’ autorità della Chiesa e dei suoi vertici, ma poi li trattano come prodotti di magic shop e ne utilizzano il pensiero secondo le proprie convenienze. Fr1 ci fa superare la paura del diverso e considerare l'apertura come dimensione necessaria della vita cristiana, ma compete alle istituzioni impedire l'esilio della civiltà cristiana in casa propria. L’islam più che una fede è una legge, uno status, sintetizzato dal termine sharia e tende ad abbattere i valori della civiltà occidentale, in primis la distinzione tra politica e religione; c’è poi l’ aggravio dell’ assenza di una interpretazione univoca dei testi religiosi. Diceva il cardinale Caffarra che la verità è diventata un’ opinione, la giustizia è diventata giustizialismo e il bene è diventato benessere.

 

↑2015.01.30 <tempi>: in Francia ancora in vendita il libro La Voie du Musulman, che inneggia al jihad: «Dio vuole che i musulmani sterminino i politeisti». Nonostante gli attentati al Charlie Hebdo, la Fnac continua a vendere il libro. Per il ministero degli interni francese (Bernard Cazeneuve che non nasconde la sua appartenenza alla massoneria) «Sponsorizzare il jihad non è un delitto». INNO AL JIHAD. Alcune frasi contenute nel testo scritto dallo sheikh algerino Abu Bakr al Jazairi sono «molto sensibili», per usare l’eufemismo della stessa Fnac e rimandano all’eterno problema dell’interpretazione dei testi sacri all’interno dell’islam: Continua qui per l'estratto:

 

↑2013.02.10 <aleteia>: perché la Bibbia non va interpretata alla lettera? Se è realmente ispirata da Dio perché non va compresa e quindi applicata così com'è? La Bibbia è una comunicazione divina, in una espressione umana, secondo quindi un linguaggio, generi letterari ed esperienze storiche profondamente connessi ad autori legati al tempo e allo spazio. Una interpretazione che si concentri solo ed esclusivamente sull’aspetto letterale del testo sacro non solo snatura questa duplicità, ma paradossalmente può giungere a esiti opposti.

 

↑2009.12.01 Deborah Callegari paralogista <ariannaeditrice>: la trentina convertitasi all'islam sa bene che tanti islamisti uccidono oggi gli abiuri dell'islam (ridda), ma ci rinfaccia il Deuteronomio del 500 aC che prescriverebbe analoga punizione, pur sapendo che ebrei e cristiani hanno superato da secoli quel letteralismo, mentre la prescrizione islamista è applicata anche OGGI da milioni di fanatici assetati di sangue innocente e da leggi di stato. La suddetta, come tanti suoi pari, si fregia pure dell'apprezzamento del massone ladro e stragista Napoleone Bonaparte per il quale «L'Islam conquistò mezzo mondo per mezzo secolo grazie alla forza dell'idea dell'Islam» anziché per la forza della spada e non solo per le decapitazioni suddette; anche il paralogismo può servire ad ingannare gli infedeli. Continua]