modificato 17/01/2016

 

Monaci e suore: ritirarsi in convento

Correlati: Preghiera, Fede, Speranza, Carità, Chiesa,

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: "Monastero" non è sinonimo di "convento" che venne introdotto con l'avvento degli Ordini mendicanti, i cui membri sono chiamati "frati" e "suore". Rispetto alle abbazie medievali, il convento non ha esigenze di autodifesa e di riorganizzazione socio-culturale post-barbarica, ma consente un’autonomia spirituale della comunità, che può essere dedita alla vita contemplativa e/o attiva nel mondo (per servizi religiosi e assistenza sociale).

 

 

16/01
2016

<papaboys>: Bella, talentuosa, sicura di sé, 26 anni: lascia tutto per il convento: Una follia agli occhi degli uomini, ma non agli occhi di Dio”. Dopo alcuni anni di discernimento, la giovane professoressa Stéphanie, ha preso la decisione della sua vita: offrire tutta la sua esistenza a Dio, entrando in convento. Abbiamo parlato con lei qualche giorno prima del suo ingresso nella comunità benedettina dell’Abbazia di Nostra Signora di Pesquié, ad Ariège (Francia).

14/01
2016

Apro questa pagina avendo appreso in conferenza dal Vicario Tisi sul volto di Cristo la testimonianza di un suo tentativo di spiegare a due genitori perplessi perché la loro brillante figliola avesse deciso di lasciare professione e vita pubblica per ritirarsi in convento: non poteva continuare a fare del bene con la sua professione e il suo volontariato stando nel mondo?