modificato 26/10/2017

 

Spirito santo

Correlati: Fede, preghiere

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Lo Spirito Santo è colui che glorifichiamo ed adoriamo con il Padre ed il Figlio.

 

Lo Spirito Santo nella vita di Gesù:

- Gesù è stato concepito per opera dello Spirito Santo, che colma così di Grazia la Vergine Maria;

- Lo Spirito Santo rivela nel Battesimo l'identità di Gesù come Figlio di Dio;

- Gesù parla ed agisce guidato ed illuminato dallo Spirito Santo;

- Gesù muore nello Spirito Santo;

- Gesù risorge per opera dello Spirito Santo;

- Gesù nel cenacolo dona lo Spirito Santo agli apostoli.

 

Lo Spirito Santo dona ai credenti la vita di Dio.

- "In verità, in verità vi dico, se uno non nasce da acqua e Spirito non può entrare nel regno di Dio" (Gv 3s)

- Lo Spirito Santo ci trasforma, dona al credente una nuova vita. Quando riceviamo il Battesimo la nostra vita non è più terrena, ma diventa eterna, una vita da figli di Dio.

 

 

Vieni, Santo Spirito,

manda a noi dal cielo

un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri,

vieni, datore dei doni,

vieni luce dei cuori.

Consolatore perfetto,

ospite dolce dell'anima,

dolcissimo sollievo.

 

Nella fatica, riposo,

nella calura, riparo

nel pianto, conforto.

O luce beatissima,

invadi nell'intimo

il cuore dei tuoi fedeli

Senza la tua forza,

nulla è nell'uomo,

nulla senza colpa.

 

Lava ciò che è sordido,

bagna ciò che è arido,

sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido,

scalda ciò che è gelido,

drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli

che solo in te confidano

i tuoi santi doni.

 

Dona virtù e premio,

dona morte santa,

dona gioia eterna.

Amen.

Vedi anche il canto “Vieni, vieni Spirito d’Amore

 

 

i 7 doni dello Spirito santo

 

Traggo da catechismo: «1831 I sette doni dello Spirito Santo sono la sapienza, l’intelletto, il consiglio, la fortezza, la scienza, la pietà e il timore di Dio. Appartengono nella loro pienezza a Cristo, Figlio di Davide. Essi completano e portano alla perfezione le virtù di coloro che li ricevono. Rendono i fedeli docili ad obbedire con prontezza alle ispirazioni divine.»

 

Traggo da <preghieracontinua> e da altre fonti, integrando

 

Sapienza:

La parola sapienza deriva dal latino "sapere", "avere gusto". Grazie a questo dono si acquista una confidenza con Dio. È la luce che ci viene dall'Alto. Ci fa distinguere il bene dal male.

Serve a capire come funziona la vita e ad ordinare le cose secondo una classifica giusta riservando il primo posto a Dio. Spiega come le piccole  e grandi gioie aiutano a vivere meglio ma non durano per sempre. Per questo la persona saggia costruisce la casa sulla roccia e non sulla sabbia. La sapienza ti permette di vedere le cose con il Cuore stesso di Dio... Cioè come le comprende Lui.

 

Intelletto:

La parola intelletto deriva dal latino "intus legere", che significa leggere dentro, comprendere. Questo dono ci aiuta a non essere superficiali ma ad arrivare al cuore delle cose. È il dono dell'essere e non dell'apparire.

Fa riconoscere la presenza di Dio nei diversi episodi della giornata. Non si ferma al look, ma dà importanza a ciò che è “dentro”. La persona intelligente non dà peso all'apparenza, ai pettegolezzi, alla banalità: cerca invece la verità nelle persone e nelle parole che ascolta e che dice.

 

Consiglio:

Questo dono ci aiuta a realizzare quello che è il progetto di Dio su di noi. Ci aiuta a decidere per la nostra vita, a conoscere ciò che Lui si aspetta da ognuno.

Ci facilita la vita mettendoci accanto persone di Sua fiducia (genitori, catechisti, amici, suore, Don...) che indicano la strada giusta da seguire. Lui si aspetta però anche che sappiamo dare consigli ai compagni di viaggio con parole e opere.

 

Fortezza:

È il dono della costanza, del coraggio e della tenacia. Pensiamo al coraggio e la forza degli

apostoli.

Sostiene la resistenza contro le tentazioni che portano al male e fa realizzare il bene. Aiuta a mantenere gli impegni presi nei confronti nella vita, di noi stessi e con Dio. Dà energia sufficiente per non comportarsi da "pecoroni" che imitano i modi sbagliati dei prepotenti. Questo dono insegna a sostituire l'amore per la forza con la forza per l'amore.

 

Scienza:

Questa parola nella Bibbia assume il significato di amore, quindi diventa scienza – conoscenza-amore. È il dono che mette amore nel conoscere.

È sinonimo di conoscenza e di amore totale verso Dio. Se conosci Dio vedi le persone e le cose in relazione con Lui. L'amore per le creature deriva dall'amore per il Creatore. Per questa ragione rispetta la natura, comprende gli altri e con essi cammina verso la felicità, verso l'Amore (con la A maiuscola) che è alla base di ogni amore. Questo è il vero "scienziato" che migliora la sua vita e quella degli altri.

 

Pietà:

È il dono che ci aiuta a considerare Dio come Padre. Questo ci dona forza, pace, gioia. Ad es. non considero gli eventi della giornata fortuiti, ma frutto di un Padre che vuole il mio bene.

Aiuta a riconoscere Dio come un padre buono che pensa a tutti, con cui si può dialogare volentieri e si fa il possibile per accontentarLo. Uno dei modi più belli è di riconoscere tutti i Suoi figli come fratelli e sorelle. Se li amiamo, ha detto Gesù, si ama anche il Padre che è nei cieli.

 

Timor di Dio:

Se il dono della pietà ci rende consapevoli dell' amore paterno di Dio, il dono del timore, invece, ci fa consapevoli della sua sovranità, grandezza. Dio è amore infinito ma è anche potente.

Per questo gli dobbiamo rispetto e non possiamo fare quello che ci pare e piace beffandoci di lui. Non è un Tipo suscettibile che spaventa e castiga, ma agire contro le sue indicazioni non esime la nostra responsabilità dalle relative conseguenze. È il Dio Amore di cui bisogna parlare bene nei discorsi e nei fatti. Dio non vuole spaventare nessuno, vuole solo che noi ci assumiamo la nostra responsabilità, usiamo bene della nostra libertà aprendo a Lui il  nostro cuore.

 

21/10
2017

<giornale>: Galantino: «La Riforma avviata da Martin Lutero 500 anni fa è stata un evento dello Spirito Santo». [CzzC: anche tutte le vittime che ne susseguirono?] <nbq> Müller: quella di Lutero non fu riforma, ma rivoluzione che stravolse dottrina cristiana fino a sostituire l'efficacia oggettiva dei sacramenti con una fede soggettiva.

05/03
2016

Catechesi genitori del 5° 6° 7° 8° anno a tema Spirito Santo con relatore Padre Mario Pangallo. Appunti; audio.wma a richiesta

02/02
2016

Catechesi genitori del 5° 6° 7° 8° anno a tema Spirito Santo: appunti. Riassumerò alcuni feedback

06/01
2016

Fr1 Epifania2016: chiarire il desiderio di Dio che ognuno porta in sé, la voce dello Spirito Santo che lavora in tutte le persone, in ricerca dei segni che Dio offre sapendo che richiedono il nostro impegno per decifrarli e comprendere così la sua volontà [CzzC: vedi dettaglio ed audio-video, da proporre al gruppo di catechesi]

15/12
2015

Catechesi genitori del 5° 6° 7° 8° anno a tema Spirito Santo: riassumo alcuni feedback.

19/11
2015

Catechesi genitori del 5° 6° 7° 8° anno: qui una traccia di riflessione sullo Spirito Santo; Vieni Spirito Santo e i suoi 7 doni; qui appunti in attesa di riassumere.