GOOGLE sa tutto di noi? Non solo Google

<wikipedia>: è un'azienda statunitense che offre servizi online tra i quali il motore di ricerca Google, il sistema operativo Android e servizi web quali YouTube, Gmail, Google Maps ... Capitalizza oltre 650G$ e dà lavoro a 60k persone. Da 2015.10 è controllata dalla holding Alphabet, con a capo Larry Page.

[CzzC: esiste un rischio effettivo per la tutela della nostra privacy ed in ultima analisi della nostra libertà: esso è configurato soprattutto dalla particolarità che, anche nei regimi democratici, la politica è in ritardo rispetto agli spazi di manovra che la tecnologia si sta conquistando come in un Far West grazie alle sue iniziative che si possono auto-legittimare brandendo il principio che “è lecito tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge”  ... continua]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/05/2023; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: social networks; informazione, comunicazione, big data e privacy, cultura dominante, eterodirezione, manipolazioni, conformismo, emergenza educativa e valoriale; facebook Redmedy

 

2023.05.02 <avvenire ansa> ICT: Geoffrey Hinton, il pioniere dell'intelligenza artificiale lascia Google: «AI pericolosa»; è considerato uno dei maggiori esperti di reti neurali, si dimette per potere esprimere le proprie preoccupazioni sull'evoluzione dei sistemi. «Non sappiamo se possiamo controllarli»

 

↑2022.01.19 ascoltando s24h, riassumo dalla presentazione di Francesco Grossetti prof Bocconi. Blockchain e decentralizzazione: si va verso il web3, gestito in modo decentralizzato, anziché, ad esempio, tramite Google; non è dietro l'angolo ma potremmo arrivare a fare a meno dei player ..., continua qui alla data con key El Salvador (bit-bond), Norvegia (tracciamento pesce), bitcoin

 

↑2021.12.06 <giornale> anche Google "censura" il Natale: addobbato il doodle del motore di ricerca, ma con la voce "festività stagionali 2021"

 

↑2021.09.24 <linkiesta quote> Sundar Pichai, CEO di Google, paragona lavoro, famiglia, salute, amici, anima a 5 palline da far girare in aria cercando di non farle cadere: quella del lavoro è di gomma, altre 4 sono di vetro; ogni volta che cadrai sul lavoro potrai saltare di nuovo (e anche meglio di prima) in un altro lavoro. Se invece a cadere sarà una delle altre, si danneggerà, non ritornerà alla sua forma di prima.

 

↑2020.10.14 <fq> Le tasse pagate in Italia dai giganti web: Amazon 11 M€, Google 5,7 M€, Facebook 2,3 M€, Netflix 6 k€: con le prime 25 società internet al mondo in 5 anni sottratti al fisco 46 miliardi di euro nonostante ricavi e profitti volino.

 

2020.04.22 <startup> Contact tracing Immuni: sarà un’app Open Source, si attendono le API del protocollo AGCT (Apple-Google Contact Tracing), annunciate congiuntamente da Apple e Google; Immuni non accede alla rubrica del telefono né alle funzioni telefoniche, non necessita abbinamento a numero di telefono per poterla utilizzare; non usa WiFi né GPS perché non ci sono dappertutto e sarebbero meno precisi nel sentire le prossimità tra portatori di App.

 

↑2018.08.01 <theIntercept> rivela che Google sta progettando una versione del suo motore di ricerca per il mercato cinese che rispetti la censura imposta dal governo locale; <s24h17Ago first parole google> Google cercava di tenere all'oscuro i dipendenti, i quali ora reagiscono e <post> firmano una lettera aperta di dissenso. [CzzC: nel 2019.07 leggeremo che Google ha abbandonato il suddetto “progetto Dragonfly”].

 

↑2017.09.27 <corriere>: Facebook e Google: quanto evadono in Italia: i giganti del web non contribuiscono alle politiche economiche degli Stati in cui fanno profitti

 

↑2017.09.13 <sole24h>: La Ue: persi 5,4 miliardi di tasse da Google e Facebook: facciamo la web tax europea? Ci sarà il “niet” dei paradisi intra Ue per i quali questa materia sarebbe da votare non a maggioranza qualificata ma all’unanimità [CzzC: se di fronte ai miliardari dei big data la politica è in ritardo anche sulla fiscalità rimettendoci miliardi, figurarsi come possa essere in ritardo con la normativa a tutela della nostra privacy, notoriamente invisa alla dea pecunia]

 

2016.01.25 Google chiude il progetto Coogle Code dopo averli esortati dal 2015 a muovere i loro progetti verso altre piattaforme come ad esempio GitHub che è usato anche da Apple, Microsoft, NASA, Facebook, Twitter, ...