Trump contro l'Iran: Arabia e Israele soddisfatti, Europa preoccupata

[CzzC: basterebbe il connubio di esultanza Wahhabiti-Netanyahu per mostrarci quanto tu, caro Trump, stia ordendo per il male più che perorare il bene comune]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 14/12/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: criminalizzare pro guerra, condizionati da finanza cinica e armigeri filo-Sauditi e filo-Israeliani, Sion-Riad

 

2018.10.20 <post> Perché Trump non vuole mollare l’Arabia Saudita nonostante che quella monarchia islamista sia ultraconservatrice, strapazzi i diritti umani, e nonostante l'omicidio di Jamal Khashoggi? Non c'entrano solo i petroldollari, c'entra anche l'alleanza anti Iran e ci sarebbe quella anti terrorismo se non fosse che Daniel Byman, esperto di antiterrorismo, ha detto in una recente audizione al Congresso: «Da un lato il governo saudita è un partner molto stretto degli Stati Uniti sull’antiterrorismo. Dall’altra parte, il sostegno saudita verso una schiera di predicatori e organizzazioni non governative contribuisce a un generale clima di radicalizzazione, rendendo più difficile contrastare l’estremismo violento».

 

2017.10.13 <raiVid repubblica avvenire 2017.10.13>: Trump: «L'accordo sul nucleare doveva servire alla pacificazione dell'area e invece il regime continua a sponsorizzare il terrorismo in Medioriente e nel mondo ... Il più grande sponsor del terrorismo non deve avere il nucleare». Mogherini: l'intesa non è bilaterale, non è esclusiva degli Usa. Merkel, May e Macron: per noi l'accordo resta valido; idem per la Russia. Fu ratificato dall’ONU.

[CzzC: caro Trump, ci vorresti ingannare con la menzogna? Non ti parrebbe questo tuo sermone contro l’Iran un esempio di criminalizzazione dell’avversario pro guerra?

Non che l’Iran sia emblema di rispetto dei diritti umani (peraltro le donne sono più libere lì che con i Sauditi), ma non è la centrale del terrorismo mondiale, anzi è uno dei più attivi nel combatterne l’attuale espressione più cruenta, Isis: sono ben altri (et et et et) i primari foraggiatori del terrorismo islamista e dei maestri che lo alimentano, caro Trump, e tu non li additi: perché?

- perché Us-Uk-Fr sono inciuciati in affari e armi con quei foraggiatori?

- perché l’Iran è additato da Israele come principale nemico, essendo rimasto - a differenza dei sauditi - difensore dei diritti dei palestinesi cacciati dalla loro terra occupata da Israele?

- ma forse la ragione più influente è la scelta di campo operata dalla supremazia dei petroldollari: sì al Sunnismo filo wahhabiti, no allo sciismo filo iraniano, costasse

- spingere i wahhabiti ai vertici di UNHRC

- chiudere gli occhi sul loro foraggiamento ai terroristi siriani e ai maestri di odio che radicalizzano i terroristi nostrani

- ignorare che il loro salafismo strama la libertà della donna, lapida e frusta i dissidenti;

- far guerra diretta e indiretta contro Alawiti siriani, Hezbollah libanesi, huthi yemeniti, ..., perché aiutati dall’Iran contro i soverchianti sunniti manovrati dai Sauditi i cui nababbi vogliono la supremazia sull’islam come i tuoi gnomi sulla finanza e armi nel mondo.

Credi, caro Trump, che gli uomini di questo mondo siano tutti abbagliati dalle tue messinscena così tanto, da non vedere che stai alterando le priorità, sei eterodiretto e più ricattabile di Obama? Grazie a Dio nemmeno in Israele sono tutti seguaci di Netanyahu, in Usa più della metà dei cittadini non ti voterebbe, al mondo ci sono decine di milioni di islamici che, se pur vanno a La Mecca, diffidano dei Sauditi e amano la pace assai più di te: il mondo non è tutto dei tuoi gnomi di finanza ed armi.

A proposito di contrarietà con la nostra civiltà Occidentale, caro Trump, se fosse vero (cbdi) che gli sciiti studiano Kant mentre nel sunnismo filo saudita no? Ma forse non conosci il pensiero di Kant, visto che in Usa avete candidati presidente che non sanno cosa sia Aleppo.]