modificato 21/11/2016

 

Caro Papa Fr1, i potenti potrebbero farti pagar care certe chiarezze di giudizio

Correlati: Papa Francesco magistero petrino, legge naturale, gendercrazia, giudizio

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

Caro Papa, siamo incoraggiati da tuoi coraggiosi interventi a difesa di naturali valori e diritti umani, ma siamo preoccupati perché tale tua chiarezza spiace tanto a certi potentati che potrebbero fartela pagar cara, ad esempio con vuolsi criminalizzare; perfino taluni fratelli cristiani protestanti potrebbero analogamente intentarsi in onta allo spirito ecumenico per aver tu detto che a Gesù certe cose non piacciono, trattandosi invero di cose che loro non dispiacciono.

 

 

20/11
2016

<stampa>: 1ª«Mandare via i bambini prima della nascita, questo crimine orrendo»«il nemico più grande di Dio è il denaro» «Ho allergia degli adulatori, mi merito i detrattori» [CzzC: Fr1, al 2° poco importa la 3ª ma potrebbe farti pagar cara la 1ª]

22/01
2016

<corriere>: papa Fr1:  «Non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione»: troppo chiaro questo discernimento per le matrici della cultura dominante; odo stormir di fronde “Fr1 indietro tutta?” agitate ad esempio da chi, come il governo Renzi l’08/07/2014 alla commissione ONU per i diritti umani votò a favore dell’emendamento che voleva sostituire il termine «famiglia» con la frase «famiglia nelle sue varie forme» e fu scornato, perché la maggioranza respinse quell’emendamento. E ora con Fr1 così poco confondente? Scatta prontamente l'illuminata riduzione del discernimento papale, letto, ad esempio da D.Menozzi e Melloni al Gr1, come grande innovazione di percorso, perché Fr1 indicherebbe la famiglia tradizionale come SOGNO di Dio non civilmente normativo, dottrina che finalmente non accampa più ancoraggio alla legge naturale: pongo queste domande a Menozzi in tentativo di correzione fraterna, reciprocabile]

06/11
2015

Concordo in larga misura con <g.guzzo>: il nido dei corvi non è in Vaticano: il vero nido dei nemici della Chiesa – e di Papa Francescoè fuori. E’ anzitutto in quelle redazioni, che cercano notizie da vendere; è nelle trasmissioni radiotelevisive dove si selezionano le parole del Santo Padre per depotenziare il Vangelo; è negli editoriali di chi scrive che il Sinodo ha detto sì all’eucaristia ai divorziati risposati quando neppure poteva, in quanto Sinodo, deliberare alcunché. Ciascuno di noi è nello scandalo con i propri peccati e, se non chiediamo aiuto a Colui che può aiutarci, berremo la notizia di qualche corvo scoperto per illuderci di essere migliori, quasi gaudenti le chiacchiere da quattro soldi, distratti dallo sguardo di Cristo. [CzzC: commento]

03/11
2015

<tempi>: Vatileaks bis. Vendete pure i vostri libri ma non rifilateci la balla che lo fate per papa Francesco. «Bisogna assolutamente evitare l’equivoco di pensare che ciò sia un modo per aiutare la missione del Papa», scrive la Sala stampa vaticana. Ma Nuzzi e Fittipaldi non lo evitano assolutamente. Anzi [CzzC: te lo dissi, caro Fr1, che te l’avrebbero fatta pagare cara certa chiarezza di giudizio]

02/11
2015

<fattoq corriere repubblica>: sull’8x1000 la Corte dei conti accusa: “Poco trasparente e favorisce la Chiesa”. Per la magistratura contabile l'istituto manca della trasparenza e dei controlli necessari a garantire un'equa distribuzione delle risorse. [CzzC: per culto alla cultura dominante si fa surrettiziamente credere che la CEI violi i patti; se i patti non piacciono più allo stato, questo ne provi ad avviare un processo di revisione, senza montare nel frattempo l’illazione che i cattolici li stiano violando: ma il movente potrebbe essere altro, caro Fr1: te l’avevo detto che te l’avrebbero fatta pagare cara certa trasparenza di giudizio ...]

22/10
2015

Papa Fr1 malato di cancro? <corriere>: La notizia, rivelatasi subito infondata, lascia l'impressione di una «trappola» che mira a delegittimare Papa Francesco [CzzC: delegittimazione o criminalizzazione per lo stesso obiettivo ritorsivo?]

03/10
2015

[CzzC: siamo alla vigilia del sinodo sulla famiglia e con tempismo perfetto la lobby gay fa pagare a Papa Fr1 la libertà di dire che lateoria del gender è uno sbaglio della mente”] <rainews fattoq liberoq corriere>: il prete teologo polacco Krzysztof Charamsa si esibisce gay col compagno: «Voglio scuotere questa mia Chiesa ... l'amore omosessuale è un amore familiare, aprano gli occhi». ... [CzzC: operazione di delegittimazione del Magistero e di condizionamento del Sinodo: continua]

12/04
2015

<lastampa>: Papa Francesco: “Quello armeno fu primo GENOCIDIO. Ma ne vediamo anche oggi”  Messa solenne in San Pietro celebrata da Papa Fr1 con S. B. Nerses Bedros XIX, Patriarca degli Armeni cattolici e alla presenza del Catholicos S.S. Karekin II. «La nostra umanità – dice il Papa - ha vissuto nel secolo scorso tre grandi tragedie inaudite: la prima, quella che generalmente viene considerata come "il primo GENOCIDIO del XX secolo"; essa ha colpito il vostro popolo armeno – prima nazione cristiana –, insieme ai siri cattolici e ortodossi, agli assiri, ai caldei e ai greci. Furono uccisi vescovi, sacerdoti, religiosi, donne, uomini, anziani e persino bambini e malati indifesi». [CzzC: termo per te, caro Fr1, perché la erdoganite ti farà pagare questa chiarezza di giudizio sul GENOCIDIO degli Armeni]

21/03
2015

<zenit>: Papa Francesco a Napoli: "La teoria del gender è uno sbaglio della mente umana":  la “colonizzazione ideologica”, che, diffondendo quello “sbaglio della mente che è la teoria del gender, crea “tanta confusione”. [CzzC: sono preoccupato per te, caro papa Francesco, perché i potentati della cultura dominante sono irritati da questa tua chiarezza di giudizio e potrebbero fartela pagare cara, non solo per gli acufeni che queste tue parole avessero causato in contemporanea a certi illuminati “in Europa e Oltreoceano”: hai pensato al peso di un certo masso-Obama? Quello che rovinò rumorosamente su un paralogismo antitetico alle tue parole : il valore del riconoscimento del matrimonio tra persone dello stesso sesso è equiparabile alla conquista dell’uguaglianza tra neri e bianchi]

18/11
2014

<M.Introvigne>: Il Papa condanna la devastazione del gender. La rivoluzione antropologica «ha spesso sventolato la bandiera della libertà - fra virgolette - ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili ... la crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti ... anche nella nostra cultura cattolica, siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana». «i bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma ...», Questo è oggi negato da «concetti ideologici» che funzionano come una «trappola». ). [CzzC: caro Papa, sono preoccupato per quanto potrebbero farti pagare cara questa chiarezza i potentati della cultura dominate; ad esempio? Un anno fa osasti definirti scioccato per la legge maltese sulle adozioni gay

due settimane, uno che VT definisce lucido analista, ci voleva allarmare così «Papa Francesco: indietro tutta? Il pontificato di Bergoglio è già in crisi»;

- due mesi dopo la Santa Sede veniva messa alla gogna, rea per l’ONU di non aver fatto abbastanza sulla questione della clero-pedofilia;

due mesi dopo ancora la commissione ONU contro la tortura (CAT) accusava il papato di tortura, per le sue obiezioni all’aborto;

Mi chiedo cosa programmeranno ora, per farti pagare cara questa ri-chiarezza.].

02/06
2014

La famiglia: fedeltà, perseveranza, fecondità, luogo in cui Gesù cresce, per questo il diavolo vuole distruggerla; anche di fronte alle difficoltà i coniugi guardano Gesù e prendono la forza della fecondità della perseveranza e del perdono che Gesù ha con la sua Chiesa, mentre ci sono cose che a Gesù non piacciono, come i matrimoni sterili per scelta (Papa Francesco I). ). [CzzC: caro Papa, i potentati della cultura dominate potrebbero farti pagar cara questa chiarezza].

23/05
2014

La commissione ONU contro la tortura (CAT), di concerto col Crr (Centre for Reproductive Rights), accuserebbe il papato di tortura, perché con le sue obiezioni all’aborto opererebbe tortura psicologica contro le donne che volessero esercitare con tale mezzo i propri diritti riproduttivi. [CzzC: gli accusatori fingono di non vedere che ben più aggettivabile come tortura potrebbero essere ad esempio lo stesso aborto o la negazione del diritto all’obiezione di coscienza]. Tomasi risponde. Vedi le varie accuse e risposte nel rapporto della Santa Sede al CAT.

Il CAT riconosce oggi che «la Santa Sede, le diocesi cattoliche e gli ordini religiosi hanno messo in campo importanti sforzi per la prevenzione degli abusi sessuali contro i minori e le altre persone». [CzzC: ma che ci sta a fare l’ONU se non riesce ad impedire che suoi stati come Sudan, Pakistan, Arabia, ..., giochino sadici a reiterare “legalmente” abominevoli torture contro i diritti umani, come nell’attuale caso Meriam/Sudan, per fregiarsi poi magnanimi col ritiro della condanna, sorridendo impunemente beffardi sotto i baffi? Crede l’ONU svergognata di rifarsi il maquillage, accusando il Vaticano di tortura per poi magnanimamente ammettere che, a seguito della reprimenda, il Vaticano si stia mettendo in riga?]

06/02
2014

Il rapporto del Comitato Onu per i diritti del fanciullo presentato ieri a Ginevra ripropone la gogna per la Santa Sede, rea ancora una volta (a giudizio del rapportante), di non aver fatto abbastanza sulla questione degli abusi sessuali su minori commessi da esponenti del clero: è vero che la Chiesa è stata deturpata dai peccati di alcuni suoi figli e dalla cecità di alcuni pastori, ma della purificazione impressa da un Papa inflessibile nell'affrontare i mali della "santa meretrice" non hanno voluto tener conto le 16 pagine di burocratese redatte da 18 esperti capitanati dalla pastora luterana norvegese Kirsten Sandberg. Perché? Come pretesto per interferire (diritto della forza), nella politica della Santa Sede cui il rapporto chiede di modificare il diritto canonico in materia di aborto, contraccezione e identità di genere. [CzzC: fanno pagar caro a Bergoglio l’ardire con cui da Vescovo invocò il principio di precauzione per dubitare della opportunità di legalizzare le adozioni gay].

29/12
2013

Caro Papa, intanto che i potentati ti stanno preparando la punizione per la tua chiarezza di 2 settimane fa, vedi come reagiscono lucidi analisti cattolici: «Papa Francesco: indietro tutta? Il pontificato di Bergoglio è già in crisi», qualcuno dei quali, non pago di questo allarme, suVT#15 rinforzerà VT#13 col prof Ghia a dire che la chiesa, non considerando cangiante nei tempi moderni l’accezione di legge naturale, non si rende conto di un vizio di pre-comprensione, e che si tratta di una presunta verità delle cose. Questo commovente abbraccio del Papa potrà placare il lucido dissenso?

13/12
2013

Papa Francesco scioccato per la proposta di legge maltese sulle adozioni gay, incoraggia il Vescovo ad esprimere pubblicamente questa sua preoccupazione. [CzzC: sei pronto, caro Papa, a pagar cara questa chiarezza?]

marzo 2013

Appena eletto papa, parte contro Francesco I il tentativo di criminalizzarlo compromesso con il regime argentino dei desaparecidos. Bergoglio esce presto scagionato dalla falsa accusa, anzi emerge la sua figura di salvatore di perseguitati dal regime. [CzzC: perso il primo set, vedrai che successivi rounds di criminalizzazione ti ordiranno contro i prìncipi di questo mondo, per farti pagar care certe chiarezze contrarie alla loro cultura dominante]

22/06
2010

Matrimoni e adozioni gay? «È l’invidia del Demonio». Dalla lettera del cardinale Bergoglio ai quattro monasteri carmelitani di Buenos Aires in occasione del voto al Senato della Repubblica Argentina sulla proposta di legge intesa a legalizzare il matrimonio e le adozioni omosessuali (approvata il 15 luglio 2010). [CzzC: queste chiarezze non ti allibrerà in conto ritorsioni la cultura dominante, perché non eri ancora Papa, caro Fr1, ma quelle dopo ...]