modificato 10/11/2017

 

Ius soli solo se ...

Correlati: libertà di abiura e di espressione, donna nell’islam, scontro di civiltà, islam si riformi, intolleranza insegnata; integrazione

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Ius soli o ius culturae si potrebbero anche far diventare un diritto pratico oltre che teorico, ma dipende a che condizioni. Ad esempio:

- proviamo ad ipotizzare che, oltre a verificare gli ordinari criteri previsti attualmente per la concessione della cittadinanza agli adulti, (periodo di residenza, scolarizzazione, lingua, ... ) si  concedesse la cittadinanza ai minori nati in Italia solo a condizione che i genitori (e i candidati sedicenni) esplicitamente condividano la nostra dichiarazione universale dei diritti umani (diversa da quella islamica), inclusi il diritto di abiura (art.18), la libertà di espressione (art.19) e di abbigliamento (velo), le pari opportunità uomo-donna;

- purtroppo tali vincoli, guarda caso, non sono chiaramente esplicitati nell’attuale dsl 2092

 

 

10/11
2017

<giornale>: io insegnante in classi multietniche, un tempo simpatizzante Pd, spiego perché no a questo ius soli: a scuola e fuori si autoghettizzano; talune loro famiglie diffidenti non li mandano nemmeno in gita. Cercano welfare più che integrazione.

[CzzC: lascio sul giornale un commento come in sottotitolo]

17/09
2017

Ci sono anche immigrati contrari alla permissività dell’attuale ddl ius soli <interris>:  l’italianità è appartenenza culturale e non iter burocratico: se passasse questo ddl, tra 10-15 anni saremmo pieni di ragazzi di 2ª o 3ª generazione con cittadinanza italiana ma cultura non italiana, visto il senza se e il senza ma su conversioni, velo, ...