CITTADINANZA SVIZZERA: criteri per la domanda di naturalizzazione in Svizzera

Servono 12 anni di residenza, ma soprattutto deve essere accertata l’integrazione con usi, costumi e ordinamento svizzeri, con esclusione di convinzioni / comportamenti dei candidati che siano contrari ai diritti e ai principi di tolleranza nei confronti di altri gruppi e/o religioni (ad es. approvazione dei matrimoni forzati, preferenza per la sharia rispetto all’ordinamento giuridico svizzero). No ius soli.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 29/11/2018; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cittadinanza, ius soli solo se

 

Traggo da <legge federale svizzera 2014 e SEM segreteria di stato per la migrazione>: per presentare domanda di naturalizzazione ordinaria in Svizzera il cittadino deve aver vissuto complessivamente 12 anni in Svizzera, tre dei quali nel corso dei cinque anni che precedono immediatamente la domanda; per calcolare il periodo di 12 anni di residenza, gli anni compresi tra il decimo e il ventesimo anno d’età sono computati due volte.

Devono inoltre essere soddisfatte le restanti condizioni di idoneità ai sensi delle varie disposizioni cantonali, compreso l’accertamento dell’integrazione con la comunità svizzera (familiarità con il modo di vita e gli usi e costumi svizzeri, conformarsi all'ordinamento giuridico svizzero): in particolare, l’integrazione si rivela insufficiente nei seguenti casi:

- comportamento negativo dei giovani (violenza, comportamento evidentemente e ripetutamente negativo, ad es. a scuola o nel vicinato, risultante dagli atti);

- convinzioni/comportamenti dei candidati che siano contrari ai diritti e ai principi sanciti dalla Costituzione (ad es. intolleranza nei confronti di altri gruppi e/o religioni, approvazione dei matrimoni forzati, preferenza per la sharia rispetto all’ordinamento giuridico svizzero, ecc.).

Anche il divieto di partecipare alle lezioni di nuoto o ai campeggi scolastici indica un’integrazione inadeguata, se con le autorità scolastiche sono state ricercate soluzioni concordate.

Ovviamente le iscrizioni nel Casellario giudiziale e i procedimenti penali pendenti costituiscono impedimento alla naturalizzazione, ma anche il caso di pignoramento dello stipendio o di debiti fiscali è considerato cattiva reputazione.

La naturalizzazione può essere annullata entro il termine di otto anni se conseguita con dichiarazioni false o in seguito all’occultamento di fatti essenziali; tale annullamento implica la perdita della cittadinanza svizzera anche per i membri della famiglia che l’hanno acquistata in virtù della decisione annullata.

 

2018.01.14 <vatican> giornata mondiale dei migranti: il messaggio di Fr1 centrato sulle parole accogliere, proteggere, promuovere, integrare. Estrapolo: il processo di integrazione «può essere accelerato attraverso l’offerta di cittadinanza slegata da requisiti economici e linguistici e di percorsi di regolarizzazione straordinaria ...» [CzzC: prudenza vuole che, prima di dare la cittadinanza, più della padronanza linguistica o economica è importante appurare il rispetto dei diritti umani sanciti dalla nostra dichiarazione universale, il che ben sa Fr1, ma ... continua ]