Il RECOVERY FUND non è come gli innominabili EUROBOND, ma nemmeno tanto diverso

Per la Merkel 2012.06 «no eurobond finché vivrò», ancora no 2020.04 «ci sono altre soluzioni»; poi 2020.05.18 ok da Merkel e Macron al Recovery Fund: per la prima volta un debito comune europeo di 500G€?

 [Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/05/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: interessi sul debito, sostenibilità, deficit, spread, MES, latrocinio generazionale, padri fondatori dell'Europa; crisi

 

2020.05.27 <forbes> Il recovery fund, sarà finanziato direttamente dai mercati tramite le emissioni di obbligazioni proprio da parte della Commissione europea. Ciò significa che a tale Commissione saranno affidati nuovi poteri di finanziamento che, fino ad ora, sono limitati alla Banca europea degli investimenti e al Mes. I titoli saranno rimborsarli entro il 2058 e non prima del 2028.

Le risorse dovranno essere utilizzate non solamente per il rilancio, ma soprattutto per modernizzare, quindi priorità a digitale e ambiente: proprio per questo l’uso dei fondi del Next Generation Eu sarà strettamente legato alle misure nazionali e alle raccomandazioni specifiche per paese [CzzC: dicasi condizioni d'uso, come è giusto che sia onde evitare sprechi; probabilmente verranno aggiunte altre condizioni prima che sia approvato all'unanimità]

 

2020.05.27 Calenda su <libq> 150-170G€ per l’Italia dal recovery fund a partire dal 2021 spalmati su 5 anni; di questi 80G€ saranno a fondo perduto che l’Italia pagherà con aumento di contributi ma il saldo sarà positivo per 26G€. Saremo capaci di spenderli? Dall'inizio della crisi abbiamo 3G€ che l'Europa ci ha messo a disposizione e sono ancora bloccati in un negoziato con le regioni".

 

↑2020.05.22 annoto quest’<ansa> di Soros perché spiega come la Ue possa mantenere il suo rating AAA e emettere perpetual bond, conosciuti come Consol in Gran Bretagna e negli Stati Uniti: i perpetual bond non vanno confusi con i Corona Bond, che sono già stati rifiutati in modo deciso. Il capitale dei Consol non verrà mai ripagato, verrebbero pagati solo gli interessi ad un tasso basso. I Consol, inoltre, non devono essere distribuiti in proporzione alla raccolta, ma possono essere allocati a chi ne ha maggiore necessità [CzzC: temo invece che “i duri” pretenderanno che almeno in parte viga la proporzionalità/fiscalità]

 

2020.04.15 <startmag> i motivi del no della Germania agli Eurobond e all’Italia: articolo di Tino Oldani per <italiaoggi> in Germania dicono che il patrimonio delle famiglie italiane è il doppio di quelle tedesche, da qui il «Nein!» [CzzC: e non solo per questo; credo che l'atteggiamento dei nordici sarebbe stato diverso se avessimo accettato un minimo di condizionalità, il che avrebbe potuto essere anche l'occasione per riparare il nostro latrocinio intergenerazionale ...].

 

2020.04.11 inganni sottesi a certe spiegazioni come queste di A.Micalizzi additato star del sovranismo no euro, spiegazioni che in parte sono vere, il che aumenta il rischio di farsi contagiare da quelle meno vere; riassumerei alcune spiegazioni condivisibili cercando di sgamare quelle che mi paressero ingannevoli: Continua qui

 

2020.04.11 capire le decisioni Eurogruppo/UE <fb> numeri e fatti della finanza euro anti Covid: spiega chiaramente deicit, spread, interessi, coronabond, uso flessibile del MES (prestatore) con condizionalità se non spesi per la sanità, BCE (compratore). [CzzC: per affrontare la crisi occorre la conoscenza corretta dei fenomeni e dei rapporti di causa-effetto, non con i paraocchi ideologici]

 

↑2020.03.31 Perché la Germania non ci consente gli eurobond? Dialogo con amici in tempi di coronavirus ... continua