SURRISCALDAMENTO del pianeta: «Ci attendono estati sempre più bollenti. Per una nuova era geologica bastano pochi gradi di temperatura».

<corriere 07/12/2010>:  Dovremmo credere di più alle teorie del global warming, sostenute ad esempio qui da Michel Jarraud, o alle teorie del global cooling sostenute ad esempio dal climatologo Roberto Madrigali (vedi 17/11/2010)?

[CzzC: Sono propenso a credere, pur senza eccessivi allarmismi, che siamo in un periodo di riscaldamento globale del pianeta e continuerò a crederlo finché vedrò diminuire i nostri ghiacciai e quelli delle calotte polari; mi ricrederei, posto che io sia ancora vivo, quando si potesse documentare scientificamente che nei trascorsi n anni (n>9) il ghiaccio delle calotte polari sia cresciuto oltre ¼ di quanto fosse calato degli n anni precedenti. E suppongo che, per favorire questa previsione, l'umanità debba ridurre drasticamente la produzione di gas serra. Per discernere se il surriscaldamento sia dovuto a noi e non al Sole, dovrebbe bastare il controllo della temperatura media di Venere, Marte e Giove: se quelle non crescessero, sarebbe tutta colpa nostra, se anche quelle crescessero, potrebbe essere un concorso di colpa: qualcuno ha misurato? Wanted]

Links affini: GoodPlanet; informazioni sul consumo consapevole e sull'economia sostenibile

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/10/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: ghiacciai, ambiente naturale, bene comune, ambiente locale, biodiversità

 

↑2015.09.10 Ho firmato questa petizione affinché l’energia consumata dall’uomo sia tutta rinnovabile: forse è utopico contare che l’obiettivo in titolo si raggiunga entro il 2050: ma spingiamo con tutte le nostre forze positive affinché ci si avvicini ad esso, uno degli obiettivi indispensabili per frenare lo scempio ambientale che stiamo consumando a danno dei nostri figli con immane latrocinio generazionale.

 

↑2015.08.03 Gli illuminati non possono permettere che il loro Obama sia sorpassato in lustro eco-civile dal Papa della Laudato si’: lo fanno lanciare in rincorsa col Clean Power Plan. Psst: i cattolici collaborano con tutti gli uomini di buona volontà per il bene comune.

 

↑2014.12.14 <sole24h>: storico accordo sul clima, si impegnano anche India e Cina. Una moltitudine di paesi, 195, ha finalmente raggiunto a Lima un accordo sull'ambiente, intesa che gli esperti giudicano come la più importante in 20 anni perché impegna anche Cina e India, che finora resistevano a ogni tipo di impegno formale per proteggere il loro potenziale di crescita.

 

↑2014.09.gg <sentire>: cambiamenti climatici: fidarsi o no degli allarmi? Era glaciale, geoingegneria, aerosol delle scie dei jet.

 

↑2014.05.07 Rapporto governativo US (in inglese con video): il cambiamento climatico impatta sulla nostra vita ora, non è una minaccia distante.

 

↑2014.01.02 Un invito dal Consiglio Mondiale delle Chiese (WCC): «fa’ digiuno e preghiera il primo giorno di ogni mese fino al 1° dicembre 2014 per esprimere solidarietà con quanti sono più vulnerabili ai cambiamenti climatici in atto». Farò anch’io qualche inizio mese di preghiera, quantomeno per priorità di ecumenismo, soprassedendo all’impressione che per ben più prioritari diritti umani vulnerati ad innocenti fosse spendibile un invito di cotale dimensione religiosa (→#AlterazioneDellePriorità).

 

↑2014.01.gg <coopinforma>: all’Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), avendo capito che bisogna contrastare con forza le bufale eco-scettiche, nel 2010 hanno formato una “squadra speciale” (Climate Science Rapid Response Team) che demolisce in tempo reale le affermazioni fuorvianti in questo ambito. I cacciatori di bufale offrono un servizio di debunking (smascheramento) prezioso e di questi tempi pure rischioso. È indicativo quel che è successo recentemente a una giornalista della Stampa, bersagliata da mail di minacce e insulti per aver scritto che quella delle scie “chimiche” degli aerei è una vecchia e infondata leggenda, non un piano di sterminio di massa.

 

↑2013.10.09 VT#40p38 Paolo Rosà sulla nostra Impronta Ecologica pro capite: quella della PAT sarebbe 6,93 gha (ettari globali), quella IT 3,8 gha, quella mondiale 2,2 contro una biocapacità mondiale di 1,8 gha pro capite.

 

↑2013.09.27 Cambiamenti climatici: le 10 conferme del 5° rapporto IPCC: il riscaldamento globale è inequivocabile,  eventi estremi più frequenti, sta accelerando la fusione dei ghiacci e l’aumento del livello del mare, è colpa nostra, le modifiche al clima globale dureranno per secoli, da 2 a 4 gradi di aumento delle temperature globali a fine secolo, da 50 a 80 cm di aumento del livello del mare a fine secolo, i ghiacci continueranno a fondersi, precipitazioni più intense.

 

↑2012.07.18 I ghiacciai si ritirano in Groenlandia: si stacca una massa di 120 km². 25/07:

la Nasa ha diffuso un'immagine che mostra come il 97% dello strato superficiale a luglio sia stato interessato dal disgelo

 

↑2012.07.15 L'estate degli estremi causata da una corrente. Nuovo studio sui fenomeni opposti e simultanei. Effetto RISCALDAMENTO GLOBALE? La temperatura media globale delle terre emerse nel mese di giugno 2012 è stata la più elevata mai registrata nella storia della meteorologia.

 

↑2011.02.09 I GHIACCIAI dell'HIMALAYA non si stanno sciogliendo. Anzi: sono stabili, o in avanzata. Un nuovo studio pubblicato da “GeoScience” smentisce le dichiarazioni di una Commissione Onu, secondo cui nel 2035 al più tardi i ghiacciai dell’Himalaya saranno scomparsi. Il rapporto era stato criticato dal massimo esperto del settore dell’India, Vijay Raina.

 

↑2011.01.09 Arriva l'ERA TORRIDA? dal 1850 la TEMPERATURA del mondo ha continuato ad aumentare, anche se con varie fluttuazioni al ribasso: dal 2001 al 2010 più di mezzo gradi di aumento medio. Se «ci sono voluti soltanto 6 gradi di aumento per passare dall’ERA GLACIALE a ...<ansa>: entro 2100 spariranno metà ghiacciai delle Alpi per effetto dell'aumento della temperatura? Lo afferma uno studio canadese pubblicato da Nature Geoscience. A perdere di meno saranno i ghiacciai di Groenlandia e degli altipiani asiatici, mentre a soffrire di più saranno le montagne a noi più vicine: l'area delle Alpi europee rischia un crollo del volume dei propri ghiacciai tra il 60% e il 90%. Al secondo posto i ghiacciai neozelandesi (tra il 65% e il 79%).

 

↑2010.12.07 <corriere 07/12/2010>: «Ci attendono estati sempre più bollenti. Per una nuova era geologica bastano pochi gradi di temperatura». Dovremmo credere di più alle teorie del global warming, sostenute ad esempio qui da Michel Jarraud, o alle teorie del global cooling sostenute ad esempio dal climatologo Roberto Madrigali (vedi 17/11/2010)? [CzzC: Sono propenso a credere, pur senza eccessivi allarmismi,  che siamo in un periodo di riscaldamento globale del pianeta e continuerò a crederlo finché vedrò diminuire i ghiacciai delle calotte polari; mi ricrederei, posto che sia ancora vivo, quando si potrà documentare scientificamente che nei trascorsi n anni (n>9) il ghiaccio delle calotte polari è cresciuto oltre la metà di quanto era calato degli n anni precedenti. E suppongo che, per favorire questa previsione, l'umanità debba ridurre drasticamente la produzione di gas serra. Per discernere se il surriscaldamento è dovuto a noi e non al Sole, dovrebbe bastare il controllo della temperatura media di Marte e Giove: se quelle non crescessero, sarebbe tutta colpa nostra, se anche quelle crescessero, potrebbe essere un concorso di colpa: qualcuno ha misurato? Wanted]

 

↑2010.11.17 Arriva l'ERA GLACIALE? Questo climatologo contesta la teoria del riscaldamento globale. Ma i ghiacciai non si stavano ritirando? «In realtà i ghiacci stanno subendo una logica frenata di arretramento e stanno iniziando una nuova espansione progressiva, resa palese dalle condizioni peggiorative oramai diventate una regola e non più un'eccezione (come invece accadeva negli anni '80-'90). A dimostrazione di un cambio importante termico sulle Alpi, vi è l'apertura anticipata della stagione invernale e la situazione è favorevole a ulteriori e consistenti apporti  nevosi sui rilievi». Si tratta di una buona notizia per chi temeva l'estinzione delle nevi perenni... «In realtà vale la pena ricordare che le conseguenze di un global cooling sono assai più micidiali e marcanti, del global warming, sia dal punto di vista economico che sociale, e sicuramente nel prossimo futuro, sarà importante non perseverare nell'errore, ma riflettere e prendere le dovute contromisure».

 

↑2010.08.31 Per rapporto sbagliato sul clima, via il capo del Gruppo ONU sui cambiamenti climatici

 

↑2010.07.29 Abbiamo solo 10 anni per cambiare i nostri modi di vita onde frenare l’evoluzione catastrofica del clima della terra? Yann Arthus-Bertrand, Presidente della fondazione GoodPlanet, ha realizzato questo video.

 

↑1992.mm.gg "La ragazzina che zittì il mondo per 6 minuti": all'età di 12 anni, Cullis-Suzuki raccolse fondi sufficienti per partecipare al Vertice della Terra a Rio de Janeiro e con un appassionato discorso presentò le questioni ambientali dal punto di vista dei giovani.