ENERGIA: fonti rinnovabili e non, misure, risparmio, rendimento, accumulatori, didattica, scenari

<qualenergia> La causa delle guerre contemporanee sarebbe l’accaparramento del petrolio?

- Fonti energetiche RINNOVABILI (fotovoltaico, termo-solare, eolico, idroelettrico, idrogeno, onde del mare e maree; nucleare da fusione,...)

- Energia ELETTRICA

- Energia NUCLEARE

Misure relative all’energia, rendimenti energetici, risparmio energetico

immagazzinamento dell’energia, ancora troppo basso il rapporto energia/peso negli ACCUMULATORI di energia elettrica

SURRISCALDAMENTO da consumo di energia fossile

Didattica:

- Energy 2020 - progetto didattico Trentino, lo scenario mondiale

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 01/01/2023; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Scienza e tecnica, fisica; ambiente

 

2022.11.20 stando a quanto qui asserito da scienza in rete” il costo energetico di Internet è di ~0,06 kilowattora per ogni gigabyte di traffico trasmesso, come per fare 2 caffè con moka elettrica, quindi la trasmissione di un film in formato HD (3Gb in un’ora) o la trasmissione di 1000 foto (da 3Mb l’una) consumano come fare 6 caffè: per lo stesso impatto energetico sul surriscaldamento globale potremmo trasmettere miliardi di parole anziché poche immagini, visto che scrivere un messaggio di auguri del tipo Buongiorno o Buonanotte consuma 3000 volte di meno energia elettrica rispetto all’invio della relativa immagine gif da 30 kb. A proposito, lo sai che oggi nel mondo ben più del 60% dell’energia elettrica viene prodotta da combustibili fossili (35% bruciando carbone)?

 

↑2021.06.15 <s24h> Nuova energia, nuove disuguaglianze: data l'enormità degli investimenti associati a criteri ESG (ambientali, sociali e di governance; circa 20T$, il 20% del globale) ci si aspetterebbe che essi siano mirati alle effettive priorità, ed invece gli investitori parrebbero più interessati a conformarsi in “frenesia green" alla sostenibilità che va di moda (con tecnologie affermate, come l’eolico e il fotovoltaico), anziché curare agli impatti a lungo termine: da un recente sondaggio svolto dall’Economist Intelligence Unit a livello mondiale, è emerso che gli investimenti connessi all'elettricità e alla generazione di calore rappresentano la porzione più consistente nell'ambito sostenibilità, mentre le costruzioni, i trasporti e l’agricoltura, pur essendo tra le principali fonti di gas serra, riscuotono un successo relativamente esiguo: intere porzioni del puzzle della sostenibilità restano sottoinvestite.

 

↑2021.02.21 <s24h> La criptovaluta brucia energia quanto l’Argentina (e spesso va a carbone): i mega computer che fanno mining del Bitcoin consumano oltre 120 Terawattora all’anno, energia che per il 60% proviene da fonti fossili e producono così tanto calore che per ridurre i costi di raffreddamento <it.rbth> tanti di quei computer si posizionano verso l'Artico. [CzzC: alla faccia del Global Compact! E magari tra i tifosi del bitcoin ci potrebbe essere qualcuno tanto cripto-verde che fece gran cagnara contro la ripiantatura degli alberi nel nostro viale Trento in larga parte malati]

 

↑2020.10.12 <s24h> a Bolzano per l'area che comprende Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia si discute di Smart Energy e Smart Campus: Bolzano è la città del progetto Sinfonia: ristrutturare cinque grandi complessi di edilizia popolare, per oltre 300 famiglie con sistemi avanzati per ridurre il consumo di energia e l'impatto ambientale degli edifici + nuovi sensori per il traffico, la messaggistica stradale. Il campus è con Huawei, leader globale per la fornitura di soluzioni di ICT (cloud computing, IoT, intelligenza artificiale)

 

↑2019.02.15 <sentire> come il fulmine scinde O2 e crea anche O3, così nel Laboratorio di Fisica atomica e molecolare di UniTN si è riusciti con nano-scariche elettriche a dissociare la CO2 e a produrre idrocarburi in modo “pulito”: se divenisse un processo industriale saremmo di fronte a una rivoluzionaria forma di immagazzinamento dell'energia solare. Se n’era parlato già 2018.07 <unitn>

 

↑2017.03.23 energia elettrica <linkiesta> Il 94enne mago delle batterie, John B. Goodenough, trent’anni fa inventò le batterie agli ioni di litio; oggi starebbe inventando una nuova batteria basata sull'economico sodio, che durerebbe il triplo [CzzC: sarebbe fantastico, ma potrebbe essere illusorio: da prendere cbdi]

 

↑2016.04.18 <ansa>: La dipendenza dai combustibili fossili per creare energia potrebbe cessare prima del previsto, data la rapidità delle trasformazioni: la provincia dell'Ontario è riuscita a togliere il carbone dal mix energetico tra il 2003 e il 2014; l’Indonesia ha fatto passare i due terzi della popolazione da stufe a cherosene a stufe a Gpl in 3 anni; in Francia il nucleare rappresentava il 4% dell'elettricità nel 1970 e il 40% nel 1982 e <wikipedia> il 77,7% nel 2011.

 

↑2015.09.10 Ho firmato questa petizione affinché l’energia consumata dall’uomo sia tutta rinnovabile: forse è utopico contare che l’obiettivo in titolo si raggiunga entro il 2050: ma spingiamo con tutte le nostre forze positive affinché ci si avvicini ad esso, uno degli obiettivi indispensabili per frenare lo scempio ambientale che stiamo consumando a danno dei nostri figli con immane latrocinio generazionale.

 

↑2010.09.13 Congresso mondiale dell'energia, in scena a Montreal dal 13 al 16 settembre con 6 mila delegati da 137 nazioni.