LAUDATO SI’, enciclica di Papa Fr1 sulla cura della casa comune

<vatican>: testo integrale dell’enciclica. [CzzC: amo il creato emulo di Cristo/S.Francesco, dal che ringrazio la Laudato si’: ritengo che la dimenticanza della sorgente divina della Creazione sia una delle ragioni che alimentano le ferite al creato: indifferenza, cupidigia, irresponsabilità verso le generazioni che ci seguono sono tentazioni che la Fede (quantomeno quella cristiana) aiuterebbe a contrastare come peccati; ma diffido dell’ideologia ambientalista che degenerasse fino a danneggiare il bene comune tanto da augurare e/o azionare male fisico in opposizione più forsennata che giustificata contro intraprese di controllato efficientamento dei trasporti, della produzione di energia e di beni di consumo (ad es. senza se-ma contro Tav, energia nucleare, ogm, inceneritori), fanatismo che sovente interseca la bestialite.

Se tu, invece, volessi intendere la salvezza di Cristo e la spiritualità del cristianesimo come osmosi e binomio con la natura, potresti ispirarti alla TeoEcologia dei teoglib Marcelo Barros o Luiz Carlos Susin]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 14/09/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: Lettere pastorali, ambiente naturale, TeoEcologia, teologia degli animali

 

2017.05.23<economyup> . Chi è Jeffrey Sachs, l’economista “ispiratore” del Papa che parla a ForumPA: il grande evento romano ospita una lectio magistralis dell’ex direttore dell’Earth Institute della Columbia University, noto nel mondo per l’impegno su questioni climatiche e sostenibilità. Ecco opere, carriera e frequentazioni del docente che avrebbe contribuito all’enciclica “Laudato Si'”>

 

↑2016.05.15 Il paradosso del Papa «Attaccati a gatti e cani senza aiutare il vicino» è spiegato così dal teologo degli animali Paolo De Benedetti <corriere> «Sono pienamente d’accordo con Francesco, è chiaro. Il paradosso, in questo caso, si vede nel rifiuto che la coscienza oppone alla chiamata di comunione, di affetto e di sensibilità tra tutto ciò che ha la vita, uomo, animale o albero». [CzzC: non solo: Dio ama certamente tutto il creato e vuole che lo rispettiamo (Laudato si’), ma ha operato un discernimento con gerarchia di attenzione, dignità, valore, preferenza tra l’uomo e gli altri esseri viventi: per Dio non è indifferente che l’uomo si cibi di un animale o che un animale si cibi di un uomo: è così anche per te, caro teologo degli animali?]

 

↑2016.04.11 Sostengo e pratico salvaguardia del creato, che amo come imparai da santi testimoni di Cristo (ad es. S.Francesco) e recentemente dalla Laudato si’, ma diffido dell’ideologia ambientalista che degenerasse fino a danneggiare il bene comune tanto da augurare e/o azionare male fisico in opposizione più forsennata che giustificata contro intraprese di controllato efficientamento dei trasporti, della produzione di energia e di beni di consumo (ad es. contro Tav, energia nucleare, ogm), fanatismo che sovente interseca la bestialite.

 

↑2015.12.10 <sussidiario>: Papa Fr1 e l'eredità di B16 al Bundestag, quando aveva anticipato l'ecologia integrale di Papa Fr1 (22/09/2011) parlando della necessità di una ecologia dell'uomo: «vorrei però affrontare con forza un punto che - mi pare - venga trascurato oggi come ieri esiste anche un'ecologia dell'uomo. Anche l'uomo possiede una natura che deve rispettare è che non può manipolare piacere. L''uomo non è soltanto una libertà che si crea da sé. L'uomo non crea se stesso. Egli è spirito e volontà, ma è anche natura, e la sua volontà è giusta quando egli rispetta la natura, la ascolta e quando accetta se stesso per quello che è, e che non si è creato da sé, Proprio così e soltanto così si realizza la vera libertà umana». Quella libertà che per l'appunto è in gioco nella grande sfida lanciata da Francesco (vedi intervento all'Onu) sulla responsabilità, anche al cospetto delle generazioni future, per la nostra casa comune, cioè per la natura e per la natura dell'uomo (ecologia integrale) fonte di quella gioia che Charles de Foucauld non ha voluto portare fino ai Tuareg.

 

↑2015.10.26 <avvenire>: Nella Laudato si' "ecologia integrale": la presentazione alla Fao. L’uomo e la natura al centro dei modelli produttivi, delle politiche internazionali, ma anche delle piccole azioni quotidiane («pedagogia dei piccoli gesti»).

 

↑2015.08.20 <news.va>: non si può non sottolineare l’estrema attualità della Laudato si’. Un’enciclica che, seppur «giovane», ha già svolto una funzione di rilievo: assegnare alla questione ambientale una dignità pubblica mondiale che non si limita solo ai ristretti ambiti scientifici ma supera ogni polemica giornalistica e oltrepassa gli steccati ideologici delle arene politiche.

 

↑2015.08.03 Gli illuminati non possono permettere che il loro Obama sia sorpassato in lustro eco-civile da un Papa: non sia mai detto! E lo fanno lanciare in rincorsa col Clean Power Plan. Psst: i cattolici collaborano con tutti gli uomini di buona volontà per il bene comune.

 

↑2015.07.31 <VT#31P12> Il corpo, la natura, Dio: tre giorni a Terzolas con Padre Giorgio Butterini, Paolo Ghezzi de Il Margine, la pastora valdese Letizia Tomassone

 

↑2015.05.24 Data dell’Enciclica, Vaticano, Solennità di Pentecoste, 3° anno del pontificato di Papoa Fr1