RSU, RIFIUTI e loro smaltimento per minimizzare l'INQUINAMENTO e massimizzare il RICICLO

Sostengo e pratico la salvaguardia del creato con partecipazione emotiva e proattiva: cerco di minimizzazione la produzione di rifiuti (scrivo anche sul retro dei fogli A4, riuso bottiglie e contenitori vari, ...), li conferisco 100% in RACCOLTA DIFFERENZIATA, faccio compostaggio domestico di tutto il rifiuto umido organico della mia famiglia, che produce così poco rifiuto RESIDUO da farci bastare la dotazione di sacchetti fornitaci annualmente.

<wikipedia> La gestione integrata dei rifiuti in Italia è materia raccolta nel d.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 ("Norme in materia ambientale") conosciuto anche come Testo unico ambientale e successive modificazioni ed integrazioni

<legambiente> traffico di rifiuti ed ecomafie.

Legenda: CRM (Centro Raccolta Materiali); CI (Centro integrato, ex CRZ Centro raccolta di Zona).

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 20/02/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: bene comune, controlli, rispetto dell'ambiente naturale anche senza ideologia ambientalista, Laudato si’ <> TeoEcologia e Teologia degli animali; surriscaldamento e negazionismo, minerali dei conflitti, GlobalCompact

 

 

 

2021.02.20 segnalo il sito unfakenews di Legambiente, che aiuta a smentire scientificamente la disinformazione disseminata da profittatori di creduloneria. Stamane a radioRadio24 udii un relatore del suddetto sito smontare tra l'altro le bufale montate contro gli impianti di produzione biometano: considerata la scarsità di impianti (soprattutto al sud) e la grande abbondanza di materia prima da mandare ai "digestori", il relatore auspicava la realizzazione di un impianto per provincia, lamentando che oggi si manda in discarica o partono camion dalla Sicilia al Nord. [CzzC: il relatore mi consenta solo una piccola correzione: osservo che il criterio "per provincia" è più clientelare che scientifico, dato che abbiamo 32 province con meno di 250.000 abitanti; si divida il territorio per aree in base al numero di tonnellate-kilometro di raccolta rifiuto digeribile e si installi un digestore in quelle scoperte; su digestori e inceneritori potrà aiutare il recovery fund, Zanotelli permettendo.]

 

↑2021.02.03 mentre i cittadini dal loro piccolo fanno la raccolta differenziata, qualche grande azienda inquina alla grande? <dolomiti> sostanze inquinanti nel fiume Adige, distrutto gran parte dell'ecosistema nel Rio Coste. Posti sotto sequestro i pozzi da cui la multinazionale Suanfarma attingeva l’acqua per diluire abusivamente gli scarichi industriali e l’autocampionatore che era stato modificato per eludere l’attività di vigilanza da parte degli organi di controllo.

 

↑2021.01.13 <giornaleTn> Residuo: i vecchi sacchi verdi validi per tutto il 2021, dice la giunta comunale di Rovereto, precisando la disposizione di Dolomiti Ambiente «non si potranno più utilizzare i sacchetti verdi TARI per lo smaltimento del rifiuto residuo, se non inserendoli ...»

 

↑2021.01.01 raccolta residuo novità per il 2021: <dolomitiAmbiente> i condomini tra le 14 e le 30 unità abitative saranno dotati di nuovi contenitori per il residuo, dotati di microchip. Per i condomini con più di 30 unità abitative, già dotati di raccolta cumulativa del residuo, da oggi saranno considerati come un’unica utenza aggregata, alla quale saranno attribuiti gli svuotamenti complessivi dei contenitori condominiali. [CzzC: vedi anche Comune Rovereto novità per il 2021/rifiuti]

 

2020.10.02 rifiuto RESIDUO <pdf> come inteso a Rovereto: comprende il materiale non riciclabile, che non rientra nelle categorie (umido, carta, imballaggi leggeri, vetro): contenitori e sacchetti formati da più materiali (es. caffè, patatine, ecc.);  posateria in plastica usa e getta; pannolini e assorbenti; lampadine a incandescenza; penne, pennarelli, giocattoli e oggetti in plastica; sacchi per aspirapolvere; tubi in gomma; spazzolini, rasoi, collant, Cd, dvd

 

↑2020.10.02 per ridurre la produzione di rifiuti ricarico le CARTUCCE DELLA STAMPANTE attingendo con siringa ai flacconi dei 5 colori + nero; ricarico così ogni cartuccia fino a 4 volte in 2-3 anni prima di buttarla nella raccolta differenziata e sostituirla con una nuova.

 

↑2010.03.11 <saitTN> Smaltimento delle BATTERIE: ogni anno nella UE sono immesse sul mercato 800kton di batterie per auto, 190kton industriali, 160kton di pile portatili. La fabbricazione di una batteria non ricaricabile necessita 50 volte in più di energia rispetto a quanta ne dà. Le migliori batterie attuali sono NiMH (nichel-metallo idruro), evoluzione di quelle al nichel-cadmio, vietate dal 2008 per la tossicità del cadmio. Conferire le pile nei CRM e nei CRZ