ultima modifica il 17/12/2017

 

Sicilia sprecona in Pubblica amministrazione e dipendenza

Correlati: spending review

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Spiace che la bellezza della Sicilia e il buon esempio di tanti suoi abitanti e suoi grandi personaggi confliggano con eclatanti sprechi della sua pubblica amministrazione e dipendenza rispetto agli standard di efficienza non solo della media europea, ma anche di quella di molte altre regioni italiane assai più virtuose in merito.

Per la Regione SICILIA annoto nel 2012.

ha più dipendenti del governo inglese;

dal 2000 al 2006 la Sicilia ha ricevuto il quintuplo di tutte le regioni del nord messe assieme;

la TV tedesca trasmette un servizio sugli sprechi della P.A. in Sicilia e la UE sospende i fondi alla regione per carenza di controllo;

- la Regione più sprecona d’Italia: stipendi da 17k€/mese, più consiglieri della Lombardia, 363k€ solo per i rinfreschi, +75% spese in 10 anni

 

 

07/05
2016

<liberoq>: 30M€ dal principe saudita Sultan bin Salman Bin Abdulaziz Al Saud per recuperare monumenti, ex moschee, ... e tutto quello che testimonia il radicamento della cultura islamica in Sicilia, con l’obiettivo di ridare lustro all’enclave trasformarla in un importante polo turistico. In calce al protocollo, la firma di Vincenzo Lacchiana sindaco Pd di Aidone. Oltre ai restauri, l’accordo prevede anche la costituzione del King Salman Cultural and Architectural Islamic Arabic center, un polo culturale e universitario. [CzzC: pro islam moderato o wahhabita?]

21/03
2016

<fb.xx>: Indice europeo sulla qualità della pubblica amministrazione EQI pone la ProvAut.TN al 36° posto rispetto alle 206 regioni europee considerate, BZ al 39, Valle d'Aosta 72, Friuli 98, Veneto 129, ..., Lazio 184, Sicilia 185, Campania 202.

23/02
2016

<corriere> 30 mila pensioni d’oro e una regione dorata, una punta di scandalo in Sicilia emblematico esempio di latrocinio generazionale: continua

24/07
2015

<sussidiario>: Luciano Violante, ex presidente della Camera e dell'Antimafia: "una parte della massoneria e una parte della mafia, quelle dei piani alti per intenderci, sono sempre state intrecciate. Storicamente questo è avvenuto in città come Trapani e Palermo. Non so poi se questo intreccio stia o meno tramando ...", [CzzC: forse fischierà un orecchio a chi sostiene che i potentati non esistono, nemmeno quello della massoneria perché sarebbero troppo divisi tra loro]

13/05
2015

<ilfattoquotidiano>: Corte dei conti preoccupata per la scarsa risposta della P.A. alla spending review: i dipendenti pubblici più pagati sono i dirigenti delle province c on  97k€ in media; Nel 2013 gli occupati degli enti territoriali ammontavano a 533mila unità per un costo di 15G€, invariato rispetto all’anno precedente: 2,8G€ per le regioni, 1,5G€ per le province, 10,9G€ per i comuni. In Sicilia è presente un dirigente ogni 9 dipendenti, a differenza ad esempio del Trentino dove il rapporto è di uno su 46.

08/04
2015

<sole24h>: il pilone #40 della linea di alta tensione fra Sicilia e Calabria è bloccato per decisione della magistratura di Messina su denuncia di un’associazione (sedicente) ecologista. Risultato: l’opera quasi pronta si ferma, e  noi consumatori paghiamo 600M€/anno in più per l’inefficienza della rete. [CzzC: alterazione delle priorità]

04/04
2015

<fattoq>: Doppio stipendio a Simona Vicari/Ncd/Sicilia (208k€ indebiti?) per quasi 5 anni la retribuzione da deputata regionale in Sicilia e da sindaco a Cefalù. Un cumulo illegittimo per il giudice. E il Comune interpreta [CzzC: in Italia "si tratta di interpretare la legge", per foraggiare un’immane pletora di avvocati, più di quanti ne hanno Francia e Germania assieme, dove invece "si tratta di applicare la legge" ed avrebbero già licenziato uno dei due capi ufficio pagatori]. Quanti avvocati/paese/UE/2010? 216k/IT, 153k/DE, 50k/FR.

21/03
2015

<giornale>: Al Quirinale guadagnano il doppio della Casa Bianca: per i 783 dipendenti del Colle lo stipendio medio è 146k€, per i 456 colleghi Usa meno della metà: solo 61mila. [CzzC: ora che al Quirinale comanda un siciliano, chi può intaccare la scandalosa eccedenza di dipendenti privilegiati della sua Regione?]

06/12
2014

<tempi>: Fondi Ue, il Sud butta via 15 miliardi. Il commissario Creţu: «Amministrazioni incapaci di programmare, è responsabilità loro» Intervista al commissario europeo per le Politiche regionali: «In Calabria, Campania e Sicilia impiegato solo tra il 14% e il 55% dei soldi dei Fesr assegnati» [CzzC: mi piange il cuore]

 

04/07
2014

<livesicilia>: Sicilia paradiso dei dirigenti ed emblema del latrocinio generazionale: un terzo di tutti i dirigenti pubblici italiani lavora nell'Isola, ciascuno dei 1.813 dirigenti in Regione, con stipendio medio >80k€/anno, gestisce meno di 9 subalterni (in altre regioni pur non ordinarie il rapporto è 1:19) e solo un dipendente regionale su 100 ha meno di 35 anni.

07
2012

Leoluca Orlando, neo sindaco di Palermo non si è ancora dimesso(1) dalla carica di deputato. Orlando è lo stesso che aprì le porte alla costituzione di quella massa di quasi 10mila paradipendenti comunali, gli ISU, che adesso vogliono essere stabilizzati e che secondo lui lo saranno nei ruoli del Comune, ma a carico dello Stato: il neo sindaco sarebbe certo di ottenere a vita i 55 milioni di euro necessari per coprire i contratti.

1) nonostante che la Corte costituzionale abbia sentenziato nel 2011 che i sindaci dei Comuni superiori a 20.000 abitanti sono incompatibili con le cariche parlamentari.

 

01/07

2012

Sprechi nella pubblica dipendenza: un sindaco "così caccio i lavativi" ope legis.

Sicilia eclatanti esempi di Pubblica Amministrazione sprecona: Leoluca Orlando promette ulteriori assunzioni...;  più dipendenti del governo inglese ...; la UE sospende i fondi alla Regione per carenza di controllo.

26/02

2011

Libro: Patrick K. O'Clery, La rivoluzione italiana. Come fu fatta l'unità della nazione, Ares Milano 2001. Vedi anche Persano:

- Invasione agevolata da fenomeni di corruzione e dalla connivenza della Massoneria. Questo fu lo sbarco dei Mille, uomini, e per di più 'civili', che conquistano un regno vecchio di oltre settecento anni ... Episodio tanto incredibile da essere definito miracoloso da Ippolito Nievo, garibaldino della prima ora. Miracolo? Nulla di più lontano dalla realtà. L'impresa dei Mille è frutto di una preparazione meticolosa.

   Per tre anni, tutti i giorni, Giuseppe La Farina (il siciliano massone divenuto segretario della Società Nazionale) ed il presidente del Consiglio del Regno di Sardegna Camillo di Cavour, si incontrano in camera da letto del conte per pianificare l'intervento armato in Italia meridionale. Lo fanno in gran segreto. Che le cose stiano così è provato nel modo più inconfutabile dalle lettere e dagli articoli dello stesso La Farina.

   La geniale trovata di Cavour consiste nel preparare un'invasione, e cioè una guerra, senza dichiarazione di guerra, facendo leva sulla potenza della corruzione e sulla connivenza dei massoni meridionali con quelli settentrionali ed europei. Ne sa qualcosa l'ammiraglio Persano che tallona Garibaldi - di cui Cavour si fida poco - per organizzare lo sbarco di armi e di uomini e per ultimare l'opera di corruzione capillare. A documentare ...  sono i diari di Persano.

11
2009

Traggo da ERASMO nov-dic2009 a Palermo per un convegno su "Massoneria e Chiesa cattolica: il GOI respinge le collusioni, ma “basta leggere i discorsi e le lettere pastorali di vescovi come Micciché, La Piana, Bregantini, o le inchieste che Falcone e Borsellino portavano avanti - spiega Ferrari -, per capire che mafia e Massoneria si sostengono a vicenda

22/07
2001

Muore Don Marco Bisceglia il prete che fondò nel 1980, in Sicilia, il primo circolo dell'Arci Gay, insieme al giovane obiettore di coscienza Nichi Vendola. Fan della teoglib, e del PC, era stato sospeso a divinis, ma nell’ultima parte della sua vita chiese ed ottenne il riabbraccio della Chiesa grazie anche a Ratzinger.