ADISTA tifa per sedicenti cattolici di base in ermeneutica di rottura per democratizzare la Chiesa

si dichiara settimanale indipendente di informazione sul mondo cattolico: e se fosse dipendente dal processo di protestantizzazione della Chiesa illuminato dallo spirito arcobaleno più che da quello Santo? Che però per la sua semper reformanda. potrebbe convertire in dono perfino qualche dissenso denigrante.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 25/08/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: virtù della disobbedienza, Leitmotiv L3, cdb, Franco Monaco, Scuola di Bologna, Luigi Sandri, Aldo Antonelli, Noi siamo chiesa

 

2021.07.13 Come montare una piena fake news a partire da mezze verità. Il titolo del <fattoquotidiano> «Ddl Zan, l’appello delle associazioni cristiane (e non solo) al Senato: “Approvatelo senza modifiche”» sarebbe una mezza verità, col falso nel determinativo "delle" (al posto di "alcune associazioni protestanti"), visto che tra i firmatari leggiamo Consiglio nazionale federazione femminile evangelica valdese e metodista, la Rete delle donne luterane, la Federazione donne evangeliche, la Federazione giovanile evangelica, mentre i firmatari cosiddetti cattolici sarebbero riconducibili ai gruppuscoli sedicenti di base, famosi anche per ascendenti scomunicati (vedi qui e qui), con megafono Adista, Luigi Sandri&C.

Repubblica omette l'errato articolo determinativo e aggiunge "cattolici di base", come se fossero un'area ufficiale della chiesa cattolica anziché gruppuscoli adusi come suddetto al dissenso denigrante il Magistero, una sublimazione amplificata dal <manifesto> e montata fake news dalla pelosità di <gayburg> «Ddl Zan, 71 associazioni cattoliche ne chiedono l'approvazione senza modifiche»: la menzogna è servita. Continua

 

2021.01.29 <adista> Franco Monaco su Adista: le ragioni di una crisi nell’eclissi di partiti. In un crescendo iperbolico, Renzi si è spinto sino a dipingere Conte come un despota, un emulo di Salvini incline a intestarsi pieni poteri ... un mese e più di bombardamento mediatico ... con lo stucchevole tormentone delle dimissioni di due ministre usate come pedine di un gioco di potere ... Pd con la sua confederazione di cordate personali, una leadership ostaggio del retaggio renziano e, conseguentemente, una linea incerta e ondivaga. [CzzC: versa mestizia e delusione sugli scudi che lo ressero in trono per decenni?]

 

↑2015.08.02 <adista/adista>: Cattolici, ebrei e musulmani: uniamoci nella difesa dell'ambiente! In concomitanza con la pubblicazione dell’enciclica Laudato si’, tre esponenti di rilievo delle tre religioni abramitiche (dichiarazione congiunta firmata dal card. John Onaiyekan, dal rabbi David Rosen e dal prof. Din Syamsuddin, apparsa sul Guardian il 18/06 scorso.) hanno deciso di esprimere il loro sostegno a papa Francesco nella lotta al cambiamento climatico, invitando i fedeli cattolici, musulmani ed ebrei ad alzare forte la loro voce in vista della Conferenza sul clima (Cop21) che si terrà a Parigi nel prossimo dicembre.

 

2010.01.13 leggo da noi siamo chiesa: verso la parrocchia del terzo millennio

- don Walter Fiocchi2014: una parrocchia delle comunità di base, che si preoccupa più del bisogni della gente sul territorio che non della vita interiore, con un parroco non gerarca, in una Chiesa non più clericale, non più istituzione archeologica o museale, ma fatta da "cristiani adulti"

don Michele Stabile: gli interventi recenti del magistero enfatizzano il ruolo del ministro ordinato fondandolo sull'Eucaristia, rafforzando nuovamente una visione del ministero in termini di potere gerarchico, clericale, paternalistico, con sacralità dei ministri, con un codice di diritto canonico che varrebbe più della scrittura, con fedeli che hanno bisogno di affidarsi a qualcuno, un clericalismo che confina con l'integralismo; occorre sciogliere il celibato;

- don Paolo Farinella (grondante odio politico): cara Adista, i vescovi non hanno il coraggio di scelte innovative e la maggior parte dei preti è ancora intrisa della teologia della sostituzione, impegnati in processioni, campi estivi e catechismo a scadenza; piani pastorali che servono solo per la vanagloria dei vescovi i quali scelgono persone "use ad ubbidir tacendo", fedeli sudditi acritici del parroco; occorre sciogliere il celibato e dare il sacerdozio alle donne; i movimenti ecclesiali possono essere una maledizione, il parroco non deve appartenervi; condivido l'opzione preferenziale per i poveri.

Continua qui per il testo completo.

 

↑2005.03.28 trassi da Paginecattoliche (TotusTuus) Il dissenso verso la Sede Apostolica in Italia. L’Istruzione sulla vocazione ecclesiale del teologo, emanata il 24 maggio 1990 dalla Congregazione per la Dottrina della Fede con l’approvazione del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II ([1]), venne pubblicata negli anni di massima contestazione e dissenso verso il Magistero. [CzzC: continua qui con riferimenti anche a Hans Kung, Karl Rahner, Pax Christi, P. David Maria Turoldo Documento dei sessantatre firmato anche da Enzo Bianchi, Alberto Melloni e Paolo Prodi; citazioni di Adista]

 

↑2003.06.07 traggo da cdbChieri/adista <adista> eucaristia: comunione o atto di esclusione? Lettera aperta del monaco Marcelo Barros a GP2°: con commenti molto critici sull'ultima enciclica papale, "Ecclesia de Eucharistia". Il monaco benedettino p. Marcelo Barros, noto teologo della liberazione brasiliano, è priore del Monastero dell'Annunciazione a Goiás Velho, nello Stato brasiliano di Goiás.

 

↑1998.mm.gg Adista n. 71/98 rivela l'identità non progressista di Gianni Gennari e così la sua firma scompare da Jesus ; trassi questa info da <micromega>

 

↑1989.06.gg Destituito don Vittorio Cristelli da direttore del settimanale diocesano "Vita trentina". Il settimanale aveva pubblicato il documento dei 63 teologi italiani (Adista n. 39/89) in sostegno della "Dichiarazione di Colonia" (Adista nn. 45/89, 48/89 e 52/89). [CzzC: capeggiati da Dellai, decine di cadudem si radunano in Piazza Fiera a TN sotto il balcone del Vescovo a gridargli contro per la destituzione: alla carriera politica di Dellai ciò porterà assai bene].