NOI SIAMO CHIESA, Wird sind Kirche, We Are Church (WAC); et similia

si definiscono anche "cristianesimo di base", "dal basso", già sedicenti "per una chiesa più' umana" (für eine lebendigere Kirche ). Scomunicati Marta e Gert Heizer, tra i fondatori nel 1995 del movimento in titolo.

Eterodiretti da sinistri illuminati? A giudicare da come come tifano per i patriottici cinesi svileggiando la prudenza del Vaticano, c'è da sperare che non siano stati ispiratori dell'accordo Cina-Vaticano del 2018.

Il sito di NSC - noi siamo chiesa e i loro contatti. Su Fb.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 02/03/2023; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: CdB, ermeneutica di rottura; dissenso denigrante; Pfarrer Initiative

 

2021.07.13 Come montare una piena fake news a partire da mezze verità. Il titolo del <fattoquotidiano> «Ddl Zan, l’appello delle associazioni cristiane (e non solo) al Senato: “Approvatelo senza modifiche”» sarebbe una mezza verità, col falso nel determinativo "delle" (al posto di "alcune associazioni protestanti"), visto che tra i firmatari leggiamo Consiglio nazionale federazione femminile evangelica valdese e metodista, la Rete delle donne luterane, la Federazione donne evangeliche, la Federazione giovanile evangelica, mentre i firmatari cosiddetti cattolici sarebbero riconducibili ai gruppuscoli sedicenti di base, famosi anche per ascendenti scomunicati (vedi qui e qui), con megafono Adista, Luigi Sandri&C.

Repubblica omette l'errato articolo determinativo e aggiunge "cattolici di base", come se fossero un'area ufficiale della chiesa cattolica anziché gruppuscoli adusi come suddetto al dissenso denigrante il Magistero, una sublimazione amplificata dal <manifesto> e montata fake news dalla pelosità di <gayburg> «Ddl Zan, 71 associazioni cattoliche ne chiedono l'approvazione senza modifiche»: la menzogna è servita. Continua

 

↑2021.06.16 Trovo appropriate le parole di Walter Ksper sul sinodo tedesco: neomodernismo, germanismo, perdita di identità, confusione linguistica; leggo come conferma di opportunità del suddetto intervento il fatto che il teologo iperprogressista Andrea Grillo su <settimananews> definisca inappropriate quelle parole. <iltimone> anche Kasper giudicherebbe il sinodo tedesco un tentativo di reinventare la Chiesa.

 

↑2021.02.11 <askanews infoc google> L’arcivescovo di Parigi Michel Aupetit chiude la comunità autoproclamatasi “una Chiesa aperta dove ogni domenica viene celebrata una messa (in presenza e web) con molta creatività liturgica in collegialità tra laici, preti, omosessuali, risposati, sbandati, vista con una certa freddezza da diversi arcivescovi che si sono succeduti dopo il card. Francois Marty sotto i cui auspici era nata nel 1975 sullo spirito del CV2°. Monsignor Aupetit aveva inviato nel 2019 un sacerdote, padre Alexandre Denis, che però è stato “costretto a lasciare la sua missione dinanzi alla violenza degli attacchi di cui è stato oggetto”. <liberation> la sinistra cattolica rischia di perdere il suo bastione parigino <koinonia-online> apr2021 la comunità manda una lettera a Papa Fr1.

 

↑2019.04.25 <amazon> libro di Stefano Fontana: La nuova Chiesa di Karl Rahner: Il teologo che ha insegnato ad arrendersi al mondo. Oggi Karl Rahner sembra aver vinto: pullulano pastori maestri di dubbio, denigranti quelli che difendessero i cosiddetti “principi non negoziabili”: la rivoluzione di Rahner per una Chiesa democratica, aperta con confini indefiniti, strutturata a partire dalla base, pluralista dal punto di vista teologico, filosofico e dottrinale ... una Chiesa che, senza una verità esclusiva da comunicare, per Rahner deve convertirsi al mondo: dietro questo cattivo assunto c’è solo una cattiva filosofia, che ha in Kant, Hegel e Heidegger i suoi riferimenti. [CzzC: conclusione affrettata a mio avviso; la sincera ricerca filosofica, come quella scientifica, non può essere nemica della fede; dipende da quali comportamenti rinforza o sconsiglia rispetto al bene comune, ai valori/diritti fondamentali dell’uomo]

 

↑2015.05.09 NSC inventa scomuniche per screditare i papasuccubi: succube dell’ideologia di gender e azionista della relativa gender inquisizione, wac attacca i papasuccubi additandoli inquisitori scomunicatori anche quando semplicemente svelassero la verità su cattivi maestri sedicenti don ancorché dispensati dagli obblighi sacerdotali.

 

2015.02.25 Gaudeamus igitur/Card. Karl Marx/sinodo: «non siamo una filiale di Roma: ogni conferenza episcopale deve predicare il Vangelo nel proprio modo originale. Non possiamo aspettare che un sinodo ci dica come dobbiamo modellare qui la cura pastorale del matrimonio e della famiglia». Elaborare autonome direttive pastorali regionali al livello di Chiese particolari. [CzzC: Leitmotiv L3, L9, SvedoRom]

 

↑2014.12.28 <noisiamochiesa>: Leonardo Boff, teologo brasiliano, fa il pelo e il contropelo a Vittorio Messori per il suo articol0 24/12 critico di Papa Francesco.

 

↑2014.05.22 <avvenire>: Scomunicati Marta e Gert Heizer, austriaci, tra i fondatori nel 1995 del movimento «Noi siamo Chiesa» («Wird sind Kirche»), da sempre in aperto dissenso col magistero e l’autorità della Chiesa. Ovviamente NSC applica subito l’ermeneutica di rottura spiegando che l’intervento di Mueller è un tentativo di contrastare il nuovo corso di papa Francesco.

 

↑2013.11.27 Noi siamo chiesa: “I vescovi italiani stanno boicottando il questionario per il Sinodo sulla famiglia[CzzC: i soliti cadudem famelici di lacerare?]

 

↑2013.02.12 Mancuso: “non c’è più coincidenza tra l’”essere papa” e “fare il papa”

Le dimissioni possono essere “l’occasione per una riforma della concezione monarchica e sacrale del papato”: [CzzC: cfr Leitmotiv L1].

 

↑2013.02.11 Noi Siamo Chiesa apprezza le dimissioni del Papa: si è rotto l’immobilismo ... Ora è necessario un nuovo corso nella Chiesa [CzzC: per democratizzarne la guida alla maniera protestante – Leitmotiv L3].

 

↑2013.02.07 L’abbadessa di Viboldone :”Le incongruenze nella Chiesa prima o poi esploderanno”: non ci sono ostacoli teologici al ministero femminile.

Il Coordinamento delle teologhe italiane: [CzzC: per 3 sere a Rovereto la Bosetti ci intrattiene sul Cantico dei cantici] de-clericalizzare il pensiero teologico, per assumere sempre di più una prospettiva di gender [CzzC: Leitmotiv L9]

 

↑2013.01.26 <noisiamochiesa>: Marinella Perroni per un pensiero teologico Gender-free: solo attraverso le donne passa la de-clericalizzazione del pensiero teologico e della pratica della teologia; solo dalle donne le nostre chiese possono aspettarsi apertura verso il futuro. Per quanto mi riguarda, lasciare la presidenza non significa in nessun modo smettere di adoperarmi perché la causa delle donne incroci la teologia e la teologia faccia propria la causa delle donne. Insieme a tutte voi, con la stessa passione. [CzzC: non stupisce il gaudio di noi siamo chiesa e dei nostrani relativi tifosi; c’è del buono per quanto si possa valorizzare ancor più il femminile della Chiesa, ma temo che a certi illuminati dell’ermeneutica di rottura poco interessi ciò se non si conquistasse il l’episcopato per le donne; spero che si appaghino per la prossima decadenza del celibato per i preti]

 

↑2013.01.25 I preti della Pfarrer-Initiative convengono a Monaco per organizzare le loro posizioni vivacemente critiche con il Vaticano e lo loro Conferenze episcopali

 

↑2012.05.30 Micromega megafona la parresia di NSC che dice NO all’idea di fede e di Chiesa di Gesù Cristo che emerge dalla lettera di Julìan Carrón del 2011.03 in vista della nomina del successore del Card. Tettamanzi.

 

↑2012.03.12 Il Cristelli setacente don vuole una chiesa che abbandoni il mantra dei valori non negoziabili e simpatizza per la chiesa del disagio, alias NSC, WAC

 

↑2011.08.07 Il teologo Piero Stefani sferza la relazione di Bagnasco. Priva di autocritica non è credibile

 

↑2010.03.11 estraggo da Noi siamo chiesa alcune voci che raccoglie sotto il titolo di CRITICA TEOLOGICA

- 11/03/2010 Concilio e anarchia secondo Benedetto XVI: dal Medioevo al CV2° quasi mille anni in 30 righe...

- 02/03/2010 Finalmente il Concilio va su Internet! L'articolo di Padre Lorenzo Prezzi su Il Regno 4/2010

- 16/02/2010 A proposito degli abusi e degli scandali dei Gesuiti in Germania

- 11/02/2010 Bertone in Polonia: più spazio ai laici e sinodalità per tutti. Ma sarà vero?

- 10/02/2010 Melloni docet mentre il rito antico imperversa; il fumo delle polemiche nasconde le decisioni?

- 08/02/2010 Burrasche? Vaticane?

- 08/02/2010 Di nuovo sull'aborto e sulla scomunica obbligatoria. È questo il problema dei problemi di oggi?

- 16/01/2010 L'arcivescovo di Firenze ha usato il "sabato" e la legge invece del Vangelo. Ma anche dal punto di vista della legge canonica l'intervento di Betori è  del tutto contestabile. Con Santoro è stata usata un'arroganza simile, mutatis mutandis, a quella di Ruini nel caso Welby

 

2010.01.13 leggo da noi siamo chiesa: verso la parrocchia del terzo millennio

- don Walter Fiocchi2014: una parrocchia delle comunità di base, che si preoccupa più del bisogni della gente sul territorio che non della vita interiore, con un parroco non gerarca, in una Chiesa non più clericale, non più istituzione archeologica o museale, ma fatta da "cristiani adulti"

don Michele Stabile: gli interventi recenti del magistero enfatizzano il ruolo del ministro ordinato fondandolo sull'Eucaristia, rafforzando nuovamente una visione del ministero in termini di potere gerarchico, clericale, paternalistico, con sacralità dei ministri, con un codice di diritto canonico che varrebbe più della scrittura, con fedeli che hanno bisogno di affidarsi a qualcuno, un clericalismo che confina con l'integralismo; occorre sciogliere il celibato;

- don Paolo Farinella (grondante odio politico): cara Adista, i vescovi non hanno il coraggio di scelte innovative e la maggior parte dei preti è ancora intrisa della teologia della sostituzione, impegnati in processioni, campi estivi e catechismo a scadenza; piani pastorali che servono solo per la vanagloria dei vescovi i quali scelgono persone "use ad ubbidir tacendo", fedeli sudditi acritici del parroco; occorre sciogliere il celibato e dare il sacerdozio alle donne; i movimenti ecclesiali possono essere una maledizione, il parroco non deve appartenervi; condivido l'opzione preferenziale per i poveri.

Continua qui per il testo completo.

 

↑2008.06.08 www.noisiamochiesa.org si innesta su we-are-the-church.org

 

↑2005.12.02 Associazione BZ "per una chiesa più umana", "we-are-church.org": «informiamo sull'intenzione delle PROTESTE e su quello che abbiamo fatto negli ultimi 10 anni come Gruppo di Iniziativa per una Chiesa più umana».,  Le richieste:

·                 più democrazia e possibilità di prendere decisioni per tutti i fedeli

·                 piena parità di diritti per le donne fino all’ordinazione sacerdotale

·                 libera scelta del celibato per i preti

·                 valutazione positiva della sessualità

·                 l’annuncio del vangelo come messaggio gioioso invece che minaccioso»

 

↑2002.10.11 "Per una chiesa più umana" convoca un convegno sul Concilio: qual è la richiesta principale? «modalità finanziarie ed organizzative per assistenti pastorali in modo tale, da garantire ai laici cariche sicure ...e la diocesi dovrebbe contribuire con almeno due terzi dei costi. Il resto è a carico della parrocchia».

 

2001.mm.gg Ad esempio di cattolici addomesticati dai potentati contro l’esistenza dello stato del Vaticano, vedi qui quelli di “Noi siamo Chiesa” come tifano per equiparare chiesa patriottica e clandestina cinese

- dissimulando le persecuzioni da questa subite così: «I cosiddetti "clandestini" non devono essere pensati come cristiani nelle catacombe ... anche questi godono di una – relativa! – libertà di culto e di organizzazione: ma sono con insistenza sollecitati ad aderire all’Acp, vengono controllati nella posta e nei telefoni, periodicamente alcuni di loro vengono fermati o arrestati, hanno continue difficoltà di tipo amministrativo, sono visti con grande sospetto i loro rapporti con l'estero. Insomma, vengono tenuti sotto pressione»: innominata la persecuzione, innominati i Laogai.

- denunciando che alcuni ambienti vaticani negli ultimi tempi [CzzC: beatificazione 120 martiri cinesi 01/10/2000] hanno manifestato volontà di riaffermazione della propria identità e di antagonismo con prepotenza e, a volte, con arroganza, mentre bisognerebbe avere il coraggio di dire con chiarezza che in Cina esiste un'unica Chiesa cattolica..