COMPAGNIA nel cammino della fede concretizzata nell’esperienza di MOVIMENTI RICONOSCIUTI dalla Chiesa; rapporto con le Parrocchie

[CzzC: li chiamerei proiezione della Chiesa in una particolare fraternità di cammino, graziata da doni (carismi) come sempre furono animate le varie confraternite cristiane (di consacrati e di laici); essi sono immersi nel variegato popolo dei Christifideles, sinergici alle strutture ordinarie della Chiesa (parrocchie), in esercizio concreto di compagnia guidata al Destino col volto di Cristo, alimentata dalla linfa fluente nei rami dall’unica radice]

B16: «La compagnia nel cammino della fede, che noi chiamiamo Chiesa, deve essere una compagnia nel salire, una compagnia in cui si compie in noi quella purificazione che ci rende capaci della vera altezza dell'essere uomini, della compagnia con Dio. Nella misura della purificazione anche la salita, che all'inizio è così faticosa, diventa sempre più una gioia. Questa gioia dalla Chiesa deve sempre più trasparire fin dentro al mondo" ( Benedetto XVI )

- elenco di aggregazioni laicali nell'Arcidiocesi di Trento

- Cammino neocatecumenale (i Neocatecumenali), Movimento dei focolari (i Focolarini), Agesci

Azione Cattolica della diocesi di Trento; CL - Comunione e Liberazione, Opus Dei

ADIM Alleanza Dives In Midericordia, movim. carismatico cattolico (→don Renato Tisot)

- c’è anche chi ritiene che i Movimenti siano sette dannose per la libertà degli adepti.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 16/12/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Fede, Chiesa, non profit, volontariato, carità spirituale, intellettuale e materiale

 

↑2017.02.02 Musica sacra <lettera43, neocatecum>: bocciati alcuni tipi di canti in chiesa di movimenti cattolici (Focolari, Cl, Carismatici, Neocatecumenali, Taizè?) da monsignor Carlos Alberto Azevedo, delegato del dicastero vaticano della Cultura che insieme al presidente, il cardinale Ravasi, ha presentato il convegno «Musica e Chiesa: culto e cultura a 50 anni dalla Musicam Sacram», che si terrà dal 2 al 4/03 all’Augustinianum. [CzzC: prendere con le pinze questa versione filo-polemica: non stupisce che a Ravasi piaccia il Rock, Prince compreso, più dei canti di certi movimenti cattolici, ma dubito che voglia brandire il rock per mandare al macero gli attuali loro libretti; piuttosto potremmo sospettare che voglia promuovere il libretto canti del più simpatico Enzo Bianchi]

 

↑2014.11.22 <vatican> Papa Francesco ai partecipanti al 3° convegno mondiale dei movimenti ecclesiali e delle nuove comunità: conversione e la missione.

1) preservare la freschezza del carisma rinnovando sempre il «primo amore» (cfr Ap 2,4). Con il tempo infatti cresce la tentazione di accontentarsi, di irrigidirsi in schemi rassicuranti, ma sterili.

2) Un’altra questione riguarda il modo di accogliere e accompagnare gli uomini del nostro tempo, in particolare i giovani (cfr Esort. ap. Evangelii gaudium, 105-106). Facciamo parte di un’umanità ferita, - dobbiamo dirci questo!

3) Non dimenticare che il bene più prezioso, il sigillo dello Spirito Santo, è la comunione. Si tratta della grazia suprema che Gesù ci ha conquistato sulla croce.

Per raggiungere la maturità ecclesiale, dunque, mantenete – lo ripeto - la freschezza del carisma, rispettate la libertà delle persone e cercate sempre la comunione. In Missione: la forza di superare tentazioni e insufficienze viene dalla gioia profonda dell’annuncio del Vangelo, che è alla base di tutti i vostri carismi.

 

↑2009.03.30 Riconoscimento dei MOVIMENTI ECCLESIALI: “La carica di universalità - ha sottolineato il sottosegretario del Pontificio consiglio per i laici - non dispensa le aggregazioni dal legame con i vescovi delle chiese particolari”. Vale per tutti “l'invito contenuto nell'enciclica REDEMPTORIS MISSIO ad inserirsi con umiltà nel tessuto sociale, culturale, ecclesiale delle diocesi”, così come ai vescovi è chiesta “una cordiale accoglienza, fatta di paterno accompagnamento e vigilanza”.
“Un felice scambio” è poi richiesto, secondo Carriquiry, tra parrocchie e aggregazioni laicali. “La parrocchia – ha affermato - non è una federazione di gruppi ma la dimora del popolo di Dio: NESSUNO DEVE SENTIRSENE ESCLUSO E NESSUNA PARROCCHIA PUÒ IDENTIFICARSI CON UN MOVIMENTO O UNA ASSOCIAZIONE”. Infatti “carisma non significa autoreferenzialità, ma arricchimento per tutta la comunità”.

 

↑2008.05.17 Il Papa: «I movimenti ecclesiali e le nuove comunità sono una delle novità più importanti suscitate dallo Spirito Santo nella Chiesa per l’attuazione del Concilio Vaticano II».