L’Italia vende armi ai wahhabiti: in gara con Germania e Fr?

<sentire> stop armi italiane all’Arabia Saudita: lo chiede anche Amnesty International a Renzi: chiediamolo in tanti, lo chieda anche Amnesty International Usa al loro Obama masso nobel Pace che sullo Yemen dissimula, anzi aiuta l’alleato wahhabita reiterando danni da potentati.

<wikipedia>: il 27/07/2000 Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Italia e Svezia avevano stipulato a Farnborough un accordo di uniformità di leggi in ambito di vendita di armi [CzzC: che sia anche per questo che gareggiano nell’incrementare l’export di armi?]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/01/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Paesi Nato armatori di turco-wahhabiti e di altri regimi foraggiatori di terroristi e stramatori di diritti umani

 

2021.01.30 <hp fq agi google> a seguito della revoca export bombe ad Arabia Saudita ed Emirati, l'azienda Rwm annuncia ricorso contro il Governo. Ha sede a Ghedi (BS) e stabilimento a Domusnovas in Sardegna.

 

↑2017.10.31 [CzzC: odo.mp3 8,40 a Radio3/Tarquinio intervenire don Renato Sacco coordinatore di Pax Christi: ne apprezzo la coraggiosa esplicitazione <mp3>: «L’Arabia Saudita, oltre a sostenere l'Isis ideologicamente e militarmente, è responsabile di una tragica guerra nello Yemen e noi gli stiamo vendendo armi». Forse non avrebbe esplicitato così, se non per denunciare il commercio delle armi, ma tant’è]

 

↑2017.04.17 <primatonazionale>: nel 2016 l’export delle armi in Italia è aumentato dell’85%, raggiungendo i 14,6G€. Nel 2015 fu 7,9G€, nel 2014 2,9G€: ciò riferisce la Relazione annuale al Parlamento in materia di armamenti. Metà del valore delle esportazioni si deve alla fornitura al Kuwait di 28 Eurofighter della Leonardo (ex Finmeccanica).

 

↑2017.01.13 <dire>: Le bombe italiane che uccidono in Yemen. Tremila bombe d’aereo stipate in diciotto container sono partite in gran segreto, prima di Natale, dal porto canale di Cagliari a bordo di un mercantile diretto a Riyadh: riforniranno i bombardieri della Royal Saudi Air Force nelle loro missioni criminali contro lo Yemen.

 

↑2016.10.23 <sussidiario>: BOMBE ITALIANE IN YEMEN / Arabia Saudita: non si placano le polemiche (Le Iene Show, 23 ottobre 2016); interrogato il governo Merkel: due bombe inesplose sarebbero state fabbricate in Italia, da una società tedesca

 

↑2015.09.02 <sentire>: l'Italia sospenda l'invio di bombe alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita che sta bombardando lo Yemen contro il movimento sciita zaydita Houthi: bombardano da cinque mesi senza alcun mandato o giustificazione internazionale. Lo chiede a Renzi anche Amnesty International Italia. [CzzC: chiediamolo in tanti! Ma perché tacciono i tifosi delle bandiere rosse che ci tiravano in piazza al grido di Nixon boia per il Vietnam? Forse perché Obama è pro uteri in affitto cari all’Arcigay?]. Il conflitto ha finora causato più di 4mila morti e 20mila feriti – di cui circa la metà tra la popolazione civile – provocando una “catastrofe umanitaria” con oltre un milione di sfollati e 21 milioni di persone che necessitano di urgenti aiuti. E’ minacciata la sopravvivenza soprattutto dei più vulnerabili. [CzzC: chissà se Amnesty International USA chiede la stessa cosa al loro Obama masso nobel Pace che sullo Yemen dissimula, anzi aiuta l’alleato wahhabita: danni da potentati]