Mons DARIO EDOARDO VIGANÒ prefetto della segreteria per la comunicazione vaticana

sapevo poco di lui finché 2018.03.13 non appresi che era stata surrettiziamente neutralizzata la parte finale di una lettera di Benedetto XVI, alla quale con tale goffa manovra - la cui scorrettezza professionale è proporzionale al grado di (ir)responsabilità del committente -, è stato attribuito alla lettera di Papa Benedetto un significato equivoco.

<wikipedia> n1962 a Rio de Janeiro; dal 2015 è prefetto della Segreteria per la comunicazione.

Da non confondersi con Carlo Maria Viganò1941, quello delle accuse a Papa Fr1 (veicolate da AMValli)

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 19/10/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: neutralizzare informazioni

 

2018.03.23 <Lib&pers> Viganò ha dato le dimissioni. Anzi no: anche le dimissioni sono in parte false, come tutta la gestione della famosa lettera. Ma cosa scriveva solo due mesi fa, Monsignor Viganò sulle fake news? Leggiamolo: «Le fake news sono uno degli elementi che avvelenano le relazioni. Sono notizie dal sapore veritiero, ma di fatto infondate, parziali, quando non addirittura false. Nelle fake news il problema non è la non veridicità, che è molto evidente, ma la verosimiglianza». [CzzC: ipocrisia?]

 

2018.03.12 Benedetto XVI è in sintonia con Papa Francesco e contesta chi lo denigra <republ huff sussid fattoq fc> B16° contesta lo «stolto pregiudizio per cui Fr1 sarebbe solo un uomo pratico privo di particolare formazione teologica o filosofica, mentre io sarei stato unicamente un teorico della teologia che poco avrebbe capito della vita concreta di un cristiano di oggi». [CzzC: immagino qualche acufene nei condotti uditivi dei soliti piccati a montare cunei tra B16 e Fr1; ma attenzione al giallo nel finale della lettera (qui integrale) di B16; e non solo; convengo con <A.M.> Valli che ci sarebbe di che indagare sulle patologie della comunicazione, compresa quella della segreteria di Viganò; è vero che tra teologi dei volumetti che Viganò propose alla referenza di B16 c’è anche quel Peter Hünermann che lo odiava?]

 

↑2015.06.27 <news.va>: Fr1 crea  con un Motu Proprio un nuovo dicastero della Curia Romana: è la Segreteria per la Comunicazione, organismo nel quale confluiranno nei tempi stabiliti” Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, Sala Stampa della Santa Sede, Servizio Internet Vaticano, Radio Vaticana, Centro Televisivo Vaticano, L’Osservatore Romano, Tipografia Vaticana, Servizio Fotografico, Libreria Editrice Vaticana. Il prefetto della neonata Segreteria sarà mons. Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro Televisivo Vaticano.