modificato 12/01/2017

 

Che Guevara persecutore di gay

Correlati: falce-martello stragista di inermi con funzione catartica della teoglib; Fidel Castro

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<qelsi 20140507>: Che Guevara organizzò il primo campo di concentramento per gay [CzzC: nota bene: era un medico!]: il vate della rivoluzione comunista cubana organizzò i lager per i dissidenti e gli omosessuali. Nel perseguitare i gay in quanto tali il “Che” non fu secondo nemmeno ai nazisti: ecco il mito dei ‘68ttini e dei teogliboni nel ritratto di Massimo Caprara, ex segretario personale di Palmiro Togliatti segretario generale del PCI.

[CzzC: annoto che qualche compagno <pirati20160615> denuncia come errate queste informazioni evocando le dichiarazioni con cui Fidel Castro nel 2010 chiese pubblicamente scusa ai gay, affermando di esserne lui e non Guevara il responsabile delle persecuzioni: verità oggettiva o un interessato scagionare per salvare il mito? Mi resta un dubbio che catalogo in wanted]

 

 

15/06
2016

il sito <piratifuoridalmatrix> denuncia come infondata l’accusa al Che come persecutore di gay, evocando le dichiarazioni con cui Fidel Castro nel 2010 chiese pubblicamente scusa ai gay, affermando di essere lui e non Guevara il responsabile delle persecuzioni: verità o un interessato scagionare per salvare il mito Che?]

08/11
2015

<gliscritti>: Che Guevara sparava agli omosessuali. Riprendiamo dal sito <Notiziegay 09/10/2007> un articolo di Zoé Valdés con un’introduzione sulla celebre foto del comandante di Alberto Korda che lo accompagnava.

26/03
2012

<corriere>: Erigere una statua per ricordare il CHE oppure a memoria delle vittime di quell’assassino? C'è una statua che sta creando imbarazzo tra Irlanda e Us: il comune di Galway, cittadina universitaria irlandese, vorrebbe dedicare al rivoluzionario argentino una statua in nome delle sue antiche origini irlandesi. [CzzC: 23/11/2016 annoto che non so come sia andata a finire, ma dopo le adozioni gay sdoganate in Irlanda, forse qualcuno potrebbe dissentire quantomeno memore di quanto male abbia fatto il CHE ai gay].

11/05
2010

<patriot>: un lettore scrive turbato perché Palo Mieli ricordò che il Che si segnalò nella dura repressione degli omosessuali a Cuba (fonte di tale informazione il Diario di Enrico Deaglio, che di certo non è pregiudizialmente ostile a Fidel Castro). Paolo Mieli risponde: tutti i Paesi a regime dittatoriale – di dx o di sx - si segnalano, oltre che per la repressone di ogni forma di dissidenza, per la persecuzione degli omosessuali. Tutti, senza eccezione alcuna.

2004

<patriot>: nel 2004 Bernal interpretò il Comandante Guevara ne “I Diari della motocicletta". E’ una storia che in pochi raccontano e che le stesse associazioni omosessuali solo a tratti hanno avuto voglia di sottolineare ... Con il passaggio di poteri da Batista a Castro, nel 1959, Guevara venne nominato provvisoriamente Procuratore Militare con il compito di reprimere gli oppositori della rivoluzione. Nelle maglie dei Tribunali finiscono per sua espressa volontà molti religiosi, tra cui lo stesso Arcivescovo de L’Avana, e moltissimi “maricones” cioè omosessuali. Guevara elabora una sorta di piano di razionalizzazione delle carceri, decidendo di specializzarne alcune nella rieducazione dei gay, tra i quali si contano innumerevoli artisti cubani. ...