modificato 02/07/2017

 

Il tempismo con orologeria programmata potenzia strategia in teoria dei giochi

Correlati: indicatori e trucchi di potenti matrici della cultura dominante

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Il fattore tempo, tempismo, orologeria: qualunque espressione energetica si svolge in un delta di tempo (energia = potenza per tempo, come 1 chilowattora = 1 chilowatt di potenza media consumata o prodotta in un’ora), ma, mentre nella fisica inanimata gli eventi (le espressioni energetiche) accadono nel tempo con determinismo di causa-effetto più o meno prevedibile (come il meteo o i terremoti), l’intelligenza animata e soprattutto quella umana può (anche senza bisogno di variare i delta di potenziale), farne scattare l’espressione di forza ad un tempo prestabilito, provocando effetti sublimi o micidiali rispetto alla normale casualità proprio per il fattore orologeria: ad esempio? Banale e buono sarebbe schiacciare il pulsante per accendere la luce, micidiale quando il terrorista schiacciasse il pulsante per far esplodere il kamikaze nell’istante in cui possa fare il maggior numero di vittime. Se tu avessi da vendicarti di un avversario con un pugno, potresti sferrarglielo a caso, ma “pensa con quale maggiore efficacia ed efficienza raggiungeresti il tuo obiettivo se venisse colpito in un momento e contesto in cui non si possa accusare la tua mano e in cui gli potresti rovinare una festa o potresti mandarlo KO perché già fiaccato da un’altra batosta” ti direbbe la teoria dei giochi, come quando lo scacco al re non faresti all’avversario in un momento qualsiasi, ma nel momento in cui lo costringeresti, per evitare il matto, a sacrificare un pezzo o a infilarsi in un cul de sac]

 

 

30/06
2017

E se l’accusa di pedofilia al card Pell e altro tempistico fango sul Vaticano indebolissero <sussid> la Sede morale più autorevole contraria agli scaldamissili Usa?

13/04
2016

<avvenire>: La «persecuzione educata» evocata da Fr1: viene perseguitato l’uomo non per confessare il nome di Cristo, ma per voler avere e manifestare i valori del Figlio di Dio ... una nazione che non volesse avere nella sua legislazione certe leggi moderne contrarie a quei valori viene perseguitata fino al punto che si «toglie all’uomo la libertà, anche dell’obiezione di coscienza». [CzzC: la sentenza del Comitato CEDS del Consiglio d’Europa contro l’Italia con troppi medici obiettori all’aborto era pronta da mesi: visto il tempismo ad orologeria che intimidì l’apertura del Sinodo con il prete gay Krzysztof Charamsa, ci chiediamo se abbia consistenza l’indizio di tempismo ad orologeria recriminatoria configurabile dalla pubblicazione della sentenza in parola, appena che Fr1 editò l’Amoris Laetitia senza sdoganare i matrimoni gay]

28/02
2016

Nichi Vendola e compagno prendono (per 130k$?) il frutto di un utero in affitto nato ieri in una clinica californiana. Qualcuno accusa: “Disgustoso egoismo”. <vox>: Vendola: “Non c’è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca.”. [CzzC: caro Vendola, non ti faccio un discorso religioso, visti i risultati di chi te li fece da giovane, ma, per non peccare, freno il pensiero che 9 mesi fa tu abbia programmato l’impianto in utero da 130k$ onde goderne il frutto a ridosso della approvazione della stepchild adoption in IT (con stratagemma ad orologeria della teoria dei giochi?) ... continua]

04/10
2015

Tempismo in stratagemma dell’orologeria: <ansa rainews fattoq liberoq corriere> Krzysztof Charamsa spiega di parlare alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia proprio perché "vorrei dire al Sinodo che l'amore omosessuale è un amore che ha bisogno della famiglia. Ogni persona, anche i gay, le lesbiche o i transessuali, porta nel cuore un desiderio di amore e familiarità ". Poi ha detto di dover "parlare di ciò che ho subito al S.Uffizio, che è il cuore dell'omofobia della Chiesa cattolica, un'omofobia esasperata e paranoica". Oggi monsignor Charamsa è a Roma alla prima assemblea internazionale dei cattolici lgbt organizzata dal Global Network of Rainbow Catholics alla vigilia del Sinodo sulla famiglia, per sostenere il dialogo sui gay cattolici. [CzzC: ti han scelto come pedina, per una mossa ad orologeria, forse anche ben remunerata?]